Vai al contenuto


Foto
* * * * - 24 Voti

cosa state leggendo


  • Please log in to reply
19338 replies to this topic

#15841 combatrock

combatrock

    utente antifrastico-apotropaico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 30465 Messaggi:

Inviato 05 aprile 2017 - 20:24

Devo fare un po' di scorta di libri, quindi vi chiedo il solito consiglio: uno più leggero e uno più pesante (possibilmente in edizione economica, pure).


Narrativa o saggistica?
  • 0

Rodotà beato te che sei morto


A voi la poesia proprio non piace eh?Sempre a rompere il cazzo state.


Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 


#15842 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21211 Messaggi:

Inviato 05 aprile 2017 - 20:25

Narrativa, narrativa


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#15843 Farzan

Farzan

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4904 Messaggi:
  • LocationPr

Inviato 05 aprile 2017 - 21:18

Ho letto semmelweiss di celine. Se diventerò professore lo farò leggere a tutti i miei studenti, bellissimo pensare che questa fosse una tesi di laurea. Il suo stile era già presente ma il cervello non era ancora tutto fritto non era ancora completamente infestato dai suoi demoni

Poi mi son letto il fucile da caccia di inoue yasushi. Tanto bello quanto corto. Estremamente giapponese, hanno un modo tutto loro di scrivere e descrivere - momenti, emozioni, situazioni, che mi affascina sempre tanto. Leggero qualcos'altro di suo.

Poi in tedesco mi son letto piazza degli eroi di Bernhardt, anche qua gran bel lavoro. Ora andrò avanti con Goethe muore.

Nel frattempo ho iniziato il cantiere di onetti.
  • 3

#15844 LaBanda

LaBanda

    Minus Habens con Viso da Pirata Marcio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9078 Messaggi:
  • LocationOklahoma City

Inviato 06 aprile 2017 - 09:14

Ho iniziato Delitto e Castigo sotto consiglio di duck, ieri sera ero molto stanco e ho letto poche paginette perché assonnato ma già mi ha incuriosito la personalità del protagonista (oltre l'ambientazione) ed ho come l'impressione che gli stia per succedere qualcosa di spiacevole, e questo un po' mi duole.
  • 3

Cristo creò le case e li palazzi
p'er prencipe, er marchese e 'r cavajjere,
e la terra pe nnoi facce da cazzi

 

https://www.youtube....h?v=oU_O-2Howa8


#15845 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20411 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 06 aprile 2017 - 09:19

Tranquo, vai avanti
  • 0

#15846 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7080 Messaggi:

Inviato 06 aprile 2017 - 09:26

Ho letto semmelweiss di celine. Se diventerò professore lo farò leggere a tutti i miei studenti, bellissimo pensare che questa fosse una tesi di laurea. Il suo stile era già presente ma il cervello non era ancora tutto fritto non era ancora completamente infestato dai suoi demoni

Poi mi son letto il fucile da caccia di inoue yasushi. Tanto bello quanto corto. Estremamente giapponese, hanno un modo tutto loro di scrivere e descrivere - momenti, emozioni, situazioni, che mi affascina sempre tanto. Leggero qualcos'altro di suo.

Poi in tedesco mi son letto piazza degli eroi di Bernhardt, anche qua gran bel lavoro. Ora andrò avanti con Goethe muore.

Nel frattempo ho iniziato il cantiere di onetti.

 

Massima stima per Bernhard in lingua.

 

Intanto io ho per le mani Glifo di Perceval Everett, avevo giá letto qualcosa di suo, ma credo proprio di aver trovato un nuovo americano postmoderno del <3


  • 0

#15847 Dudley

Dudley

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1842 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2017 - 10:31

"Inoltriamoci nella genesi delle mie pretese".

 

È il folgorante inizio di "Vite minuscole", scritto negli anni '80 da Pierre Michon e recentemente tradotto da Adelphi. Gran libro, dalla scrittura fuori dell'ordinario, densa, complessa, che sa regalare soddisfazioni. Narra per l'appunto di 7-8 vite minuscole, marginali, da provincia francese dimenticata da Dio, da provincia francese di altri tempi (neanche poi troppo lontani). Mentecatti, preti di campagna, orfani, ragazzotti maneschi, scrittori falliti (e qui il tocco autobiografico mi pare evidente). Ad ogni vita è dedicato un capitolo-racconto, si va da poche pagine ad un max. di 40 pagine per personaggio. Va assaporato con calma, richiede attenzione, il rischio è altrimenti di "ingolfarsi", di non digerire la portentosa architettura e delle frasi, e del "romanzo" tutto (alcuni capitoli sono legati tra di loro, non so se si possa farlare di vero e proprio romanzo, è un libro particolare pure in questo senso). Caldamente consigliato.

 

76fbee07000bdbc0eff8418ae20ecdde_w240_h_


  • 2

#15848 aldous

aldous

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1097 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2017 - 11:43

http://www.einaudi.i...ta/978880622895


  • 0

#15849 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12167 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2017 - 12:32

Michele Mari, essere petrarchisti oggi (da Cento poesie d'amore a Ladyhawke):

 

Ho pensato i tuoi occhi
cosí tante volte
che alla fine il pensiero
mi è rimbalzato addosso
e non ho piú avuto un gesto
che non fosse riflesso
dal tuo sguardo

Questo dirò a discolpa
quando dovrò spiegare
perché della mia vita
ho fatto cosa aliena
                                     e complicata

 

Ho letto solo quelle poesie, ironiche tenere e insieme inquietanti, devo dire che mi erano piaciute. E sapete che non leggo i poeti.

Non l'ho mai letto come narratore, so solo che un mio amico lo venera: ciò è motivo di sospetto asd

 

*il primo verso mi ricorda anche "Ripenso il tuo sorriso " di Montale, con quell'uso transitivo che ha un significato più profondo e vivido.

Derivativo


  • 1

#15850 ravel

ravel

    mon cœur est rouge

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2124 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2017 - 14:38

Michele Mari, essere petrarchisti oggi (da Cento poesie d'amore a Ladyhawke):

 

Ho letto solo quelle poesie, ironiche tenere e insieme inquietanti, devo dire che mi erano piaciute. E sapete che non leggo i poeti.

Non l'ho mai letto come narratore, so solo che un mio amico lo venera: ciò è motivo di sospetto asd

 

*il primo verso mi ricorda anche "Ripenso il tuo sorriso " di Montale, con quell'uso transitivo che ha un significato più profondo e vivido.

Derivativo

 

Piacciono anche a me (a parte l'orrendo titolo della raccolta... )

 

Soprattutto questa:

 

Ho messo quel che resta
del nostro fidanzamento
in una piccola bara bianca
che ho interrato al campo

 

Mentre mi allontanavo
con la vanga in spalla
ho udito dalle zolle
una vocina
ma mi avevi proibito di voltarmi
e non mi sono voltato

 

Passaci tu però
cosi impazzisci


  • 0

"Ciò che l'uomo può essere per l'uomo non si esaurisce in forme comprensibili".
(k. jaspers)

 

Moriremotuttista


#15851 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1184 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 08 aprile 2017 - 18:27

Proseguo pigramente (sarà la primavera) la lettura del pur ottimo L'amante di Lady Chatterley.

Intanto ho cominciato con interesse questo, che parla di un tale che trova il suo doppio e medita di ucciderlo:

 

79ada340fb9ee8d992549c1c318446cd_w600_h_

 

Quasi quasi dopo recupero anche Il sosia di Dostoevskij.


  • 1

#15852 captino

captino

    ł

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1498 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2017 - 09:51

finito: poesie, iosif brodskij

 

leggendo: il colombo d'argento, andrej belyj

 

prossimo, credo: resurrezione, lev tolstoj

 

purtroppo non in russo


  • 1

#15853 Dark Mavis

Dark Mavis

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1179 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2017 - 12:32

3126716-MHestensioneSEFGT_300dpi-282x431

 

Primo libro che leggo di Houellebecq (de Le particelle elementari ho visto il film), incuriosito dal titolo e dalle tematiche spiazzanti, controverse e per certi versi autobiografiche da quel che mi è parso di capire. Situazioni e riflessioni molto interessanti e stimolanti e che mi hanno portato ad attuare un processo di forte immedesimazione per certi aspetti e modelli che vengono esplicati ed illustrati.

Fin dall'inizio si ha la netta sensazione di essere entrati prepotentemente dalla porta principale nella mente del giovane programmatore informatico, che ci spalanca davanti agli occhi un mondo di non vita caratterizzato da un male profondo ed oscuro, non tangibile ed evidente ma radicato angosciosamente ed intrinsecamente all'interno e nelle profondità dell'animo umano. E' una forma di malattia non costituzionalmente comprovata e specificata in quanto non sembra essere apparentemente definita, qualificata ed ancorata ad un senso di reale, con contorni delineati su cui districarsi per abbozzare una qualsivoglia forma di diagnosi, per raggiungere un punto di stabilizzazione.

E' un'idea di malessere totalizzante, a cui si è completamente soggiogati attraverso la sua natura apaticamente spiazzante ed ingannevole, uno spleen decadente che colpisce l'essere senza conferirgli punti di riferimento e speranze.

Con il prosieguo del cammino viene teorizzata l'idea che sia l'intera società contemporanea a rappresentare la malattia come processo ontologicamente irreversibile di metastatizzazione, le cui azioni e reazioni sono compromesse ed alterate, quasi despotizzate dalla tirannia e dalla soggiogazione che imperano a numerosi livelli, in questa forma di liberismo soffocante e tentacolare che influenza e determina vari aspetti e situazioni sociali.

Le varie dinamiche, le leggi interne che governano l'interazione e ralazione tra individui, gli aspetti etici, morali e sociologici costituiscono un gigantesco muro invalicabile che isola l'uomo, attuando un processo di disumanizzazione che spersonalizza ed infonde dubbi sulla natura umana, sulla possibilità di scelta e sul ruolo stesso dell'esistenza in questa struttura a vari domini che si fondono ed uniscono nella lotta, da cui il protagonista fugge e si allontana, entrando in un sistema ed in una spirale di indifferenza e distacco, mano nella mano con il suo fantasma nello scorrere del tempo, personificando un'elegia ed un epitaffio morale all'assenza di vita e significato.


  • 2

#15854 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20411 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 09 aprile 2017 - 17:01

+sulla fiducia e il numero di righe scritte, cosa c'è scritto a questo punto mi interessa meno


  • 1

#15855 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21211 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2017 - 11:57

Il cane giallo, di Simenon (e forse pure Un delitto in Olanda, se mi viene voglia). Entrambi con Maigret.
  • 1

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#15856 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13659 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2017 - 14:17

Qualcuno ha letto/studiato Cicourel? Può interessare anche un profano?

Sto leggendo Il grande massacro dei gatti di Darnton: a 4/6 direi che è un libro bellissimo per lui e per lei.
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#15857 Bugskull

Bugskull

    Been going to bed early

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 357 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2017 - 15:32

Chiedi alla polvere, di John Fante. Sono ad un terzo (più o meno) ed è semplicemente splendido.


  • 1

#15858 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1184 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 14 aprile 2017 - 17:29

 

79ada340fb9ee8d992549c1c318446cd_w600_h_

 

Delitto e disinganno

 

L’ossessione, si sa, è uno dei fulcri della poetica di Nabokov. Qui, come risulta poco per volta dalla voce dell’io narrante Hermann Hermann, consiste nell’idea di uccidere un sosia, un clochard di nome Felix. “Nessun uomo può compiere il delitto perfetto, ma il caso sì”, scriverà lo scrittore russo diversi anni dopo nel romanzo che lo renderà celebre, e questa citazione trova un riscontro positivo nel presente noir atipico (“noir” nel senso di giallo dal punto di vista del criminale, e “atipico” perché il genere si fonde con la parodia, con il filone del romanzo psicologico, e in un certo senso anche con quello del racconto fantastico, per via del Doppelgänger), ma mi limito a buttarla lì per non svelare troppo, e incuriosire soltanto. Hermann ha una «fantasia bramosa di rispecchiamenti, ripetizioni, maschere» (p. 87), afferma che «l’invenzione artistica contiene ben più verità intrinseca della vita reale» (p. 139, e forse sarà proprio questa convinzione a decretare la sua rovina) e proclama che «ogni opera d’arte è un inganno» (p. 192). Ma se è un inganno non potrà forse darsi il caso che a rimanerne vittima possa essere l’artefice stesso? Nabokov sembra avere una risposta molto breve a questa domanda, ma è una delizia, a parte ciò, osservare come per tutta la durata della narrazione si abbia un rispecchiamento piuttosto palese dell’arte di escogitare un piano diabolico (giacché il movente non si limita al solo denaro derivante da un’assicurazione sulla vita, ma consiste anche nel mettere in atto una performance degna della migliore arte del delitto) in quella di intessere un ordito narrativo e usare fili di diversi colori per foggiare uno stile. Specchi per specchi, non è certo un caso, poi, che il discorso del narratore viri con insistenza sul metaletterario. Hermann è un narcisista e un esibizionista. Mente asserendo di essere un attore, ma viene da chiedersi se non sia in realtà proprio questa la sua nascosta ambizione (al pari di quella di essere autore, donde il suo resoconto). Perciò il coup de cinéma finale (che non sappiamo se e con quale eventuale esito sarà messo in atto: «Non ricordo nemmeno se il suo progetto di girare quel film sia mai andato in porto», avverte Nabokov nella prefazione, e saggiamente, poiché è buona norma per il creatore lasciare qualcosa di indeterminato nella sua opera), se sulle prime può sorprendere il lettore, appare il più giusto coronamento di tutte le premesse disseminate nella storia.


  • 1

#15859 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21211 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2017 - 17:54

Il cane giallo, di Simenon (e forse pure Un delitto in Olanda, se mi viene voglia). Entrambi con Maigret.

 

Una sicurezza, anche se ho preferito Il cane giallo.

 

9788858105191.jpg


  • 1

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#15860 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1184 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 14 aprile 2017 - 18:00

Passo a questi.

 

9788804620075_0_0_339_80.jpg

 

occhio-nabokov.jpg


  • 0




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq