Vai al contenuto


Foto
* * * * - 23 Voti

cosa state leggendo


  • Please log in to reply
18566 replies to this topic

#15641 Siberia

Siberia

    Radical Schick

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7164 Messaggi:

Inviato 25 gennaio 2017 - 16:28

Edoardo-Franzoni.jpg

 

La biografia di Rembrandt Bugatti, apprezzato ma squattrinato scultore che nella vita e nell'arte alle persone preferisce gli animali ("coloro che non hanno idea di progresso"). Negli anni '10 del Novecento, Rembrandt passe le sue giornate seduto su un secchio rovesciato ad osservare immobile gli animali dei due più grandi zoo europei (a Parigi ed Anversa). L'arrivo della guerra rompe questo "idillio". Una scrittura equilibrata al servizio del personaggio. Consigliato.


  • 1

#15642 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27301 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 25 gennaio 2017 - 16:58

@Tom
The quiet american di Greene l'hai letto? Non è Singapore ma Vietnam ed è un grandissimo racconto oltre che uno spaccato discretamente fedele - ex ante - di ciò che sarebbe accaduto poi. Non smetto mai di consigliarlo
  • 1

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#15643 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 25 gennaio 2017 - 17:37

All'alba dei trent'anni ho letto

 

J.Frusciante.jpg

 

e mi è pure piaciuto ashd



#15644 Stephen

Stephen

    Gatto disidratato

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3287 Messaggi:
  • LocationAmong these dark Satanic Mills

Inviato 25 gennaio 2017 - 17:39

All'alba dei trent'anni ho letto

 

E' la seconda giovinezza.

 

Io mi sto leggendo I promessi sposi edizione OSCAR SCUOLA e faccio pure la pausa per andare a fumare in bagno.


  • 1

"Proprio luiii... Piątek, il pistoleeerooo!!!"

Uno show crossover con Montalbano e Don Matteo.


#15645 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12782 Messaggi:

Inviato 26 gennaio 2017 - 08:47

@Tom
The quiet american di Greene l'hai letto? Non è Singapore ma Vietnam ed è un grandissimo racconto oltre che uno spaccato discretamente fedele - ex ante - di ciò che sarebbe accaduto poi. Non smetto mai di consigliarlo

 

Letto. Ma tanti di quegli anni fa che potrei in effetti tranquillamente rileggerlo per quel che me lo ricordo. Anche se mi ricordo il film (quello di Mankiewicz).

Ma prima o poi Greene voglio approfondirlo.

"Il nostro agente all'avana" e' uno dei libri preferiti di mio padre.


  • 0

#15646 aldous

aldous

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1096 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2017 - 10:57

cosa dire... continuate pure a leggere i vostri beneamati classici e a perdere questi capolavori dell'attualità (libro di una potenza straordinaria e che a tratti è così doloroso che bisogna interromperne la lettura)  http://i.imgur.com/HPlgasa.jpg


HPlgasa.jpg


  • 0

#15647 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20015 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 27 gennaio 2017 - 10:59

visto che ci tieni tanto, dilungati no?


  • 0

#15648 aldous

aldous

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1096 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2017 - 11:03

No, lo dovete leggere, poi ho già messo in un post precedente recensioni (non mie) e l'intervista ai traduttori, di sicuro più efficaci dei miei balbettii.


  • 0

#15649 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20015 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 27 gennaio 2017 - 11:27

ho capito ma se tu hai un certo concetto del libro e (magari) hai acquisito fiducia nel 3d, è bene che sia tu a parlarne, tenendo presente che un libro è un impegno neanche lontanamente paragonabile a un film o un disco che a) non lo pago almeno 9 volte su 10 e b) lo butto via dopo 5 minuti laddove a un libro personalmente concedo almeno 70 pagine di lettura. Donc, muovi il culo :)


  • 1

#15650 Gonzalo Pirobutirro

Gonzalo Pirobutirro

    Tony Nelli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1266 Messaggi:
  • LocationMaledetta Toscana

Inviato 27 gennaio 2017 - 11:45

Diciamo che poi si possono leggere i classici senza disdegnare i contemporanei, eh. :)

 

Mi sembra poi che qui dentro si legga un po' di tutto - ossia non solo narrativa, non solo classici e non solo contemporanei. E per fortuna, direi.


  • 0

#15651 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20015 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 27 gennaio 2017 - 11:48

Vero. Già io, che non sono un assetato, ho beccato buone dritte qui dentro, sia vecchi che nuovi. E' un buon gruppo :)


  • 0

#15652 Gael

Gael

    Fire Walk with Me

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 834 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2017 - 12:39

La trilogia della "Rosy Crucifixion" di Miller viene sempre abbandonata, così si dice. Mancanza di trama, amplessi indagati con fare chirurgico, sé centrismo. Forse. Forse le vette dei Tropici non ci sono, quegli attimi di poesia. Forse. Però se è vero che Miller o lo si ama o lo si odia allora io so da che parte stare e non riesco a non trovare ogni pagina degna di essere letta e riletta. 

Insieme a lui sul comodino ho un volume che mi sta incuriosendo, comprato per la compresenza nel titolo di due argomenti che mi interessano e che non avevo mai visto associati. E' "Dark matter and the dinosaurs" della Randall. Mi sa che in italiano ha perso questa associazione diventando "L'universo invisibile". Il rischio dei libri divulgativi che mirano a diventare best sellers è la banalizzazione, e un po' di questo rischio la Randall se lo è preso e lo sa.

D'altronde non ha mai nascosto la sua fascinazione per il mondo patinato di riviste e ospitate e dubito se ne stia rintanata in un sottoscala che sa di panini al formaggio e sottaceti a rimuginare sull'universo. Però però il suo ritmo questo libro lo ha, piacevole e curioso, mi piace aprirlo e immergermi in teorie che diventano accessibili. 


  • 0

#15653 azevedo

azevedo

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 536 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2017 - 13:54

Ho appena comperato il Carpentier tanto consigliato da niji.

 

Non c'era in nessuna biblioteca della rete provinciale così ho dovuto sganciare i verdoni. Qualcuno ha l'edizione Sellerio? L'immagine di copertina non è stampata come di solito, ma è incollata, pure storta, tipo figurina.


  • 0

#15654 combatrock

combatrock

    fallito linkatore seriale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 29814 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2017 - 14:44

cosa dire... continuate pure a leggere i vostri beneamati classici e a perdere questi capolavori dell'attualità (libro di una potenza straordinaria e che a tratti è così doloroso che bisogna interromperne la lettura)  http://i.imgur.com/HPlgasa.jpg
HPlgasa.jpg


Ti voglio dare credito e mi hai incuriosito ma dimmi: non è un altro Ben Lerner, vero? Non potrei sopportarlo.
  • 0

Rodotà beato te che sei morto


A voi la poesia proprio non piace eh?Sempre a rompere il cazzo state.


Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 


#15655 aldous

aldous

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1096 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2017 - 15:05

 

cosa dire... continuate pure a leggere i vostri beneamati classici e a perdere questi capolavori dell'attualità (libro di una potenza straordinaria e che a tratti è così doloroso che bisogna interromperne la lettura)  http://i.imgur.com/HPlgasa.jpg
HPlgasa.jpg

Ti voglio dare credito e mi hai incuriosito ma dimmi: non è un altro Ben Lerner, vero? Non potrei sopportarlo. 

beh, di Ben Lerner non mi pare di aver parlato con tanto entusiasmo, e cmq non fermarsi mai alle prime 70 pg.

 

Una storia epica e magistrale sull’amicizia e sull’amore nel XXI secolo. In una New York sontuosa e senza tempo vivono quattro ragazzi, compagni di college e di vita, che da sempre sono stati vicini l’uno all’altro. Si sono trasferiti nella grande metropoli da una cittadina del New England, e all’inizio sono alla deriva e senza un soldo in tasca, sostenuti solo dalla loro amicizia e dall’ambizione. Willem, dall’animo gentile, vuole fare l’attore. JB, scaltro e a volte crudele, insegue un accesso al mondo dell’arte. Malcolm è un architetto frustrato in uno studio prestigioso. Jude, avvocato brillante e di enigmatica riservatezza, è il loro centro di gravità. Nei suoi riguardi l’affetto e la solidarietà prendono una piega differente, per lui i ragazzi hanno una cura particolare, una sensibilità speciale e tormentata, perché la sua infanzia è stata segnata da una serie di violenze, e la sua vita oscilla tra la luce del riscatto e il baratro dell’autodistruzione. Intorno a Jude, al suo passato, alla sua lotta per conquistarsi un futuro, si plasmano campi di forze e tensioni, lealtà e tradimenti, sogni e disperazione. E la sua storia diventa quella di un’amicizia arcana e profonda, in cui il limite del dolore e della disperazione è anche una soglia da cui può sprigionarsi l’energia accecante della felicità. Caso editoriale del 2015, forse il più importante romanzo letterario dell’anno, opera di rara potenza e originalità, Una vita come tante è doloroso e spiazzante, scioccante e magnetico. Vasto come un romanzo ottocentesco, brutale e modernissimo per i suoi temi, emotivo e realistico, ha trascinato lettori e critica per la sua forza narrativa, capace di creare un mondo di profonda, coinvolgente verità. (non l'ho scritto io :) )

Tra i migliori libri dell’anno per il «New York Times», «The Guardian», «The Wall Street Journal», «Huffington Post», «The Times».


  • 0

#15656 Peel Slowly And See

Peel Slowly And See

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 825 Messaggi:

Inviato 28 gennaio 2017 - 17:39

Le lettere di Berlicche (The Screw-tape Letters) è un romanzo epistolare di Clive Staples Lewis, pubblicato a Londra nel 1942. Si tratta di trentuno lettere che Berlicche, funzionario di Satana, invia al nipote Malacoda, giovane diavolo, per consigliarlo e istruirlo relativamente alla dannazione degli esseri umani. La trovata dell'autore è indubbiamente interessante e suggestiva, ma personalmente ho trovato l'opera, che presenta comunque dei pregi, un pò troppo arzigogolata, e in alcuni momenti leggermente noiosa.


  • 0

#15657 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11505 Messaggi:

Inviato 28 gennaio 2017 - 22:20

 

sertao.gif

 

Joao Guimaraes Rosa, Grande Sertao

 

Libro stranissimo, affascinante. La confessione-monologo di un vecchio ex-bandito (la parola italiana è fuorviante: sarebbe un jacunco) del Sertao, che si rivolge a un vossignoria: ogni tanto questo interpellarsi a vossignoria scioglie il cuore, pensando che questo uomo di carta e parole, sta chiamando in causa nient'altri che noi. La traduzione è di livello, la sintassi e il discorso spezzettati, ma a volte sembra di leggere gli epiteti di Omero o di una qualche saga antica: del resto è l'ennesimo Ulisse che traccia il suo destino, cantando ai Feaci. Insieme al paesaggio degli altipiani del Brasile, con la sua flora e la sua fauna: probabilmente molto sfugge. Libro sull'amore e sull'amicizia, sull'essenza del nostro diventare la nostra vita, libro umanissimo insomma, ma con Mefistofele sempre in agguato.

 

Nonnulla. I colpi che vossignoria ha sentito non erano di rissa di uomini, no, Dio ne guardi. Ho sparato contro un albero, dietro casa, dalla parte del torrente. Per esercizio. Lo faccio tutti i giorni, mi piace; fin da quando ero appena un ragazzo. E lì, sono venuti a chiamarmi. Per via di un vitello: un vitello bianco, erratico, gli occhi che manco un cristiano – che era apparso; e con faccia di cane. Cosí m'hanno detto; io non l'ho voluto vedere. E poi con le labbra rovesciate in fuori, per difetto di nascita, quello sembrava ridere come una persona. Faccia di gente, faccia di cane: decisero - era il demonio.

 

 

E sentivo il bisogno di porre le dita, leggere, molto leggere, su quei suoi occhi teneri, occultandoli, per non dover sostenere di vedere così il richiamo, quegli occhi quella bellezza verde, che mi avevano fatto ammalare fino a quel punto, tanto impossibilmente.


  • 2

#15658 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21861 Messaggi:

Inviato 28 gennaio 2017 - 22:48

Le lettere di Berlicche (The Screw-tape Letters) è un romanzo epistolare di Clive Staples Lewis, pubblicato a Londra nel 1942. Si tratta di trentuno lettere che Berlicche, funzionario di Satana, invia al nipote Malacoda, giovane diavolo, per consigliarlo e istruirlo relativamente alla dannazione degli esseri umani. La trovata dell'autore è indubbiamente interessante e suggestiva, ma personalmente ho trovato l'opera, che presenta comunque dei pregi, un pò troppo arzigogolata, e in alcuni momenti leggermente noiosa.


Più che leggermente ashd
E non mi ricordo altro.

Era in una lista di libri che piacevano a DFW mi pare.
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#15659 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1183 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 29 gennaio 2017 - 16:53

All'alba dei trent'anni ho letto

 

 

 

e mi è pure piaciuto ashd

 

Pensa io, che sto leggendo (o rileggendo? non ricordo):

 

9788807901515_quarta.jpg


  • 0

#15660 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11505 Messaggi:

Inviato 29 gennaio 2017 - 21:08

Lettori nel senso di recitatori di Dante, cosa c'è oltre a Gassman, Benigni, Bene, e quell'altro che è morto da poco e che comunque era un professore, non un attore?


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq