Vai al contenuto


- - - - -

anthony braxton


  • Please log in to reply
18 replies to this topic

#1 Guest_recensore_*

Guest_recensore_*
  • Guests

Inviato 31 marzo 2007 - 17:56

traaendo spunto dalla recensione http://www.ondarock....972_braxton.htm su anthony braxton, mi è parso  che non ci siano ancora thread su questo mostro sacro, capace di creare un ponte fra free-jazz e avanguardia, fra alber ayler e john cage. influente su una generazione di musicista, complesso alchimista, indiavolato e dotto, braxton si è davvero lasciato alle spalle il resto della musica. secondo scaruffi come saxofonista era persino superiore a tutti gli altri jazzisti in circolazione. io sto ascoltando for alto ed è stato subito amore. insieme con out to lunch! e mu completa forse la triade di grandi capolavori della seconda ondata di free-jazz. qualcuno sa consigliarmi una discografia essenziale di braxton?

#2 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21082 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 31 marzo 2007 - 21:49

Innanzitutto, per capire le radici di Braxton, essenziale è l'esordio 3 Compositions Of New Jazz, il big bang del suo free-jazz influenzato dall'avanguardia europea. Nella scia di quest'opera, anche B-Xo/ N-O-1-47A e This Time si rivelano ascolti essenziali. In queste opere, Braxton è coadiuvato da altri grandi esponenti dell'AACM: Leroy Jenkins (violino), Wadada Leo Smith (tromba) e Steve McCall (batteria) formano, insieme allo stesso Braxton, un piccolo ensemble che fa dell'"improvvisata" un nuovo modo di approcciare la materia jazzistica. Consigliatissimi, poi Donna Lee, Creative Music Orchestra,Creative Orchestra Music 1976 (queste ultime due, opere in cui Braxton allarga l'orizzonte della sua musica grazie all'uso di un'orchestra di numerosi elementi), New York Fall 1974, il capolavoro Five Pieces (vedi il mio avatar "modificato") e i superbi live di The Montreux/Berlin Concerts e Dortmund (Quartet) 1976 (con la formazione stellare Braxton/Lewis/Holland/Altschul). Aggiungerei anche Quintet (Basel) 1977, con la presenza del leader dell'AACM Muhal Richard Abrams al pianoforte.
Sono tutte opere per lo più degli anni Settanta, perchè è in questo periodo che Braxton sprigiona tutta la sua potenza artistica. Anche per quando riguarda le opere per solo sax, è evidente lo scarto con le opere appartenenti agli anni Ottanta e Novanta. Oltre a For Alto (primo disco per solo sax della storia), c'è il grande capolavoro di Saxophone Improvisations, Series F, opera davvero unica nel panorama della storia del jazz. E' il momento di massimo fulgore della sua arte, il nodo cruciale della sua ispirazione. Braxton non toccherà mai più vette così alte, anche se non bisogna comunque dimenticare Alto Saxophone Improvisation se davvero si vuole entrare nel suo universo improvvisativo. Quest'ultima opera, infatti, è quella più compiuta da un punto di vista teorico, trattandosi di un vero e proprio manifesto delle sue idee e delle sue intuizioni (se ne possono gustare le "approssimazioni" negli ottimi live Solo (Koln) 1978 e Solo (Milano) 1979 Vol. 1 & 2).

Per tutto il resto, poi, ti rimando alla scheda di recente pubblicazione.
  • 0

#3 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 01 aprile 2007 - 08:25

il capolavoro Five Pieces


;)

:-*
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#4 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7338 Messaggi:

Inviato 01 aprile 2007 - 11:06

B-Xo/ N-O-1-47A


Non ho ascoltato tantissime cose di Braxton ma questo brano (la titletrack del disco, unico pezzo firmato da Braxton) è la sua cosa più "avanti", non per forza più bella, che abbia ascoltato. Capace di insegnare a praticamente tutti i microtonalisti anche oggi con la sua imitazione di una zanzara rompicoglioni.
  • 0

#5 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 01 aprile 2007 - 16:56


B-Xo/ N-O-1-47A


Non ho ascoltato tantissime cose di Braxton ma questo brano (la titletrack del disco, unico pezzo firmato da Braxton) è la sua cosa più "avanti", non per forza più bella, che abbia ascoltato. Capace di insegnare a praticamente tutti i microtonalisti anche oggi con la sua imitazione di una zanzara rompicoglioni.


Immagine inserita
The Flight of The Bumblebee
By N.A. Rimsky-Korsakoff
Performed by Harry James
;) :)
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#6 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21082 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 01 aprile 2007 - 21:42


B-Xo/ N-O-1-47A


Non ho ascoltato tantissime cose di Braxton ma questo brano (la titletrack del disco, unico pezzo firmato da Braxton) è la sua cosa più "avanti", non per forza più bella, che abbia ascoltato. Capace di insegnare a praticamente tutti i microtonalisti anche oggi con la sua imitazione di una zanzara rompicoglioni.


Sono contento di queste tue parole. Anche perchè è da tempo che vado sottolineando l'influenza ABNORME di Braxton su tanta di quella musica dei nostri giorni.
  • 0

#7 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7338 Messaggi:

Inviato 01 aprile 2007 - 21:56

Quel pezzo ha proprio dell'incredibile dal punto di vista dei suoni prodotti.
E dire che personalmente di Braxton apprezzo anche un certo lirismo molto musicale perfettamente accoppiato ad una ricerca molto ardita in certi casi (come quello menzionato).

Poi Dio c'ha donato anche John Butcher e i Nmperign ma il pezzo di Braxton per certi versi rimane tuttora avanti (anche se per fortuna a partire dal quel solco sono state esplorate anche nuove strade).

  • 0

#8 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21082 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 01 aprile 2007 - 21:58

Quel pezzo ha proprio dell'incredibile dal punto di vista dei suoni prodotti.
E dire che personalmente di Braxton apprezzo anche un certo lirismo molto musicale perfettamente accoppiato ad una ricerca molto ardita in certi casi (come quello menzionato).

Poi Dio c'ha donato anche John Butcher e i Nmperign ma il pezzo di Braxton per certi versi rimane tuttora avanti (anche se per fortuna a partire dal quel solco sono state esplorate anche nuove strade).


E' proprio il connubio tra lirismo e ricerca che lo rende, secondo me, unico.
Di certo, molte sue intuizioni restano ancora tutte da "scoprire".
  • 0

#9 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18494 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 01 aprile 2007 - 23:59

Cito da "Il libro degli Area" di Domenico Coduto, Auditorium:

Altri contatti importanto erano nelle intenzioni di Stratos che [...] voleva incontrare, fra gli altri, il sassofonista Anthony Braxton, musicista Jazz che apprezzava il lavoro di Cage e la musica mediterranea, oltre a essere aperto ai temi della politica: tutte condizioni favorevoli per il suo possibile coinvolgimento nella lavorazione del prossimo disco degli Area, che tuttavia non si concretizzera'


Premesso che di Braxton ho solo "For Alto", "Saxophone Improvisations, Series F" e "3 Compositions Of New Jazz" e che in questi dischi non intravedo il minimo accenno mediterraneizzante... Dove posso trovarne traccia?
  • 0

#10 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2114 Messaggi:

Inviato 02 aprile 2007 - 09:56



Premesso che di Braxton ho solo "For Alto", "Saxophone Improvisations, Series F" e "3 Compositions Of New Jazz" e che in questi dischi non intravedo il minimo accenno mediterraneizzante... Dove posso trovarne traccia?


Credo sia più giusto parlare di musica colta europea e magari proprio quello intendeva dire, però magari nei dischi di Braxton c'è traccia anche di mediterraneo e io non me ne sono accorto.


Comunque a me piace Braxton, ma probabilmente lo conosco molto peggio di altri qui dentro.
Sono stato a vederlo in concerto circa due mesi fa e il maestro non ha ancora perso lo smalto. L' unico musicista affermato che lo accompagnava era Jay Kozen al bassotuba, gli altri, una violinista (carina), contrabbasso, batteria e trombe varie erano tutti suoi allievi, tra l 'altro anche piuttosto giovani, con un età intorno ai 24/28 anni.
Il concerto è stato un unico brano oltre un ora, in cui ci sono stati dei momenti che hanno lasciato tutti senza fiato. Dico che hanno lasciato tutti perchè alla fine del concerto anche diverse persone che ammettevano di non ascoltare free e di non capirlo, hanno provato le stesse sensazioni. Braxton guidando i suoi musicisti coi cenni delle mani e con disegni su fogli di carta è riuscito perlomeno in un paio di momenti a lasciare a bocca aperta un teatro stracolmo (l' audience era veramente numerosa per essere un cocnerto di Braxton, lui stesso se ne è meravigliato).

Finito il concerto mi dirigo con alcuni miei amici, alcuni di essi musicisti jazz, al locale davanti al teatro. Li arriva il manager di Braxton che conosce una di queste mie amiche e ci dice che Braxton sarebbe venuto li a bere un pò di champagne insieme al suo gruppo e che quindi sarebbe stato gentile da parte nostra intrattenerlo un pochino.
Abbiamo passato un ora stupenda col sassofonista e col suo gruppo, il battersita il trombettista e la violoncellista (di cui ovviamente ero innamorato) erano ragazzi simpaticissimi, entusiasti di poter suonare con un musicista del calibro di Braxton e coscenti di aver avuto una bella botta di culo ad essere suoi allievi ed essere stati chiamati per il tuor.
Con loro tre parlo anche un pò di musica, si illuminano quando cito For Alto e Serie F (secondo loro il migliore resta comunque For Alto) e gli chiedo altri consigli nella sterminata discografia del sassofonista, loro mi citano Willsau Concert del 91 e Live in Dortmund del '76. Mentre la violinista mi consiglia questi dischi vedo che nel suo I Pod ci sono anche diversi gruppi rock, tipo Animal Collective e altri che al momento mi sono dimenticato. Mi chiede un gruppo italiano e io gli consiglio gli Area, chissà se poi se li è ascoltati.
Braxton invece non parla di musica, o perlomeno ne parla poco, preferisce ridere e scherzare, sbevazza un pò di champagne e assaggia dopo tanto tempo la grappa, ma ci tiene a precisare ch lui di solito non beve, ma sno i suoi colleghi giovani che lo vogliono far sbronzare. E' una persona molto alla mano e di buona conversazione. Parla di Britney Spears che quel giorno aveva fatto irruzione da una parrucchiera per rasarsi a zero la testa e si finge preoccupato per la salute mentale di questa grande musicista (era ironico ovviamente) e poi si mette a canticchiare Hit Me Baby One More Time!
Continua tessndo le lodi dell' Italia, io scherzo dicendo che forse gli interessavano le donne italiane e lui si mette a ridere.
Conclude dicendo che lui è un uomo fortunato a poter fare la vita che fa e che era felicissimo di aver incontrato gente alla mano come noi e aver fatto questa lunga chiacchierata, poi si alza e si dirige nel giardino che da sul retro del locale (era lunedi sera ed era piuttosto tardi, nel locale eravamo rimasti noi e i gestori).
Noi ovviamente lo seguiamo nel giardino e lui li si rolla un bel cannone d' erba.
Io continuo a parlare col trombettista dei 2000 strumenti che lui usava sul palco e ci passiamo anche noi un joint.
Ad un certo punto Braxton, che si era leggermante defilato, fa un tiro e scoppia a tossire, io mi metto a ridere e lui si giustifica "ho dato tutto me stesso prima" mi dice sorridendo.
Purtroppo i miei amici mi vogliono portare a casa, stringo la mano a Braxton e prima che possa dire qualcosa mi dice un altra volta di essere felice di averci conosciuto.
Io rispondo che sicuramente quella sera ero più felice io, poi concludo dicendogli che ascoltare gente come lui è un privilegio.
Gli spiego che se ascoltasi Madonna col cazzo l' avrei potuta conoscere dopo il concerto (una donna fa allusioni maliziose e allora specifico che non l' avrei nemmeno potuta trombare Madonna) mentre ascoltando Braxton si ha la possibilità d' incotrarlo e di passarci anche una splendida serata. Lui sembra sinceramente lusingato, ma io ho detto quello che pensavo veramente.
E' l' ora di andare a casa e io non riesco a dormire perchè sono ancora in fibrillazione per quela muica eccezionale e per la splendida serata.
  • 1

#11 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21082 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 02 aprile 2007 - 12:06

Willsau Concert del 91


Uno dei suoi più grandi dischi della sua "seconda fase", diciamo così.
  • 0

#12 Help-Im_ARock

Help-Im_ARock

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 203 Messaggi:

Inviato 05 ottobre 2008 - 13:45

una domanda, ma nell'album Saxophone improvvisation serie f, i miei titoli sono come sono scritti qui http://www.allmusic....10:azfyxqrgldde, se invece vado su ondajazz, la persona che ha recensito l'album gli dà dei nomi totalmente diversi, addirittura con delle dediche, com'è possibile? è stato ristampato con titoli diversi?
  • 0

#13 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21082 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 05 ottobre 2008 - 16:06

Quelli di amg sono i titoli con i diagrammi che Braxton usava per descrivere graficamente le sue composizioni. Io ho il vinile: e quelli sono i titoli! Anche se nella pietra ho preferito usare i titoli con dedica, come era solito fare Braxton...

http://www.ondarock....972_braxton.htm
  • 0

#14 Help-Im_ARock

Help-Im_ARock

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 203 Messaggi:

Inviato 05 ottobre 2008 - 19:44

ok perfetto, solo curiosità grazie
  • 0

#15 Rover

Rover

    hjdjlalkjaz

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 762 Messaggi:
  • LocationMiddle-earth

Inviato 07 gennaio 2015 - 21:47

Dal vivo alla Biennale Musica di Venezia, 2012 - 12+1TET Composition 355 (+)...devo ancora riprendermi...!

 

Composition 355


  • 1

#16 Moontesquieu

Moontesquieu

    webmaster

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4472 Messaggi:
  • LocationLondra

Inviato 07 gennaio 2015 - 22:09

Dal vivo alla Biennale Musica di Venezia, 2012 - 12+1TET Composition 355 (+)...devo ancora riprendermi...!

 

Composition 355

 

 

Ma eri lì Rover? Comunque  :sbav:


  • 0

#17 Rover

Rover

    hjdjlalkjaz

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 762 Messaggi:
  • LocationMiddle-earth

Inviato 07 gennaio 2015 - 23:01

Ma eri lì Rover? Comunque  :sbav:

 

...no, purtroppo! Filmato trovato girando tra vari video di Braxton su YT...nonostante questa composizione abbia una durata di oltre 1 ora, c'è qualcosa di ammaliante: una sorta di caos organizzato, un delirio lucido di ricerca timbrica, sonora, strutturale.


  • 0

#18 SoloDancer

SoloDancer

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 32 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 21 gennaio 2015 - 21:57

mi sono approcciato, in maniera del tutto casuale, ad alcuni suoi album di sax solo, che ho trovato certamente interessanti, tuttavia mi chiedevo se esistesse qualcosa di meno "radicale", con cui approcciare a questo artista... voi cosa consigliate?


  • 0

#19 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2114 Messaggi:

Inviato 05 settembre 2018 - 16:24

INteressante articolo di Rolling Stones su Braxton e un libro a lui dedicato, edito nell'85, recentemente aggiornato e ristampato.

https://www.rollings...on-book-718536/

Dalla lettura salta fuori un altro link che ancora non ho letto ma che potrebbe essere interessante pure quello.
 

Ghost Trance Music Mapping the Systems of the Jazz Musician’s Sound: http://daily.redbull...braxton-s-sound


  • 2




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq