Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Minimalismo Americano


  • Please log in to reply
6 replies to this topic

#1 valeriodonofrio

valeriodonofrio

    Valerio

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1170 Messaggi:

Inviato 12 giugno 2022 - 21:36

*
POPOLARE

Il nuovo speciale sul minimalismo, è la prima di due parti. 

 

https://www.ondarock...moamericano.htm

 

minimalismoamericano_cover_1655027632.jp


  • 13

#2 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12959 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 17:15

lettura interessante, anche se non capisco bene che c'entrino le Gymnopedie o le Gnossienne con il minimalismo. Vexations decisamente si, anche se mi sono sempre chiesto se Satie fosse serio o se fosse una trollata gigante. Inoltre anche per l'uso degli spazi direi che è Webern la figura fondamentale.

 

Aggiungerei anche che ho sempre avuto l'impressione che una delle influenze sul minimalismo venga dall'ambito popolare, per esempio il blues: 

 

 

 

pure nel jazz c'è  la Turkish mambo di Lennie Tristano che gioca molto con il concetto di ripetizione.

 

E in Europa c'è un compositore del 1200 come Perotinus che è stato notoriamente influente su minimalisti come Reich e Arvo Part.

Ci sarebbe poi nel novecento anche uno Scelsi ma era probabilmente troppo isolato per influenzare qualcuno in quel periodo.


  • 5

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#3 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2788 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 18:48

Curiosità senza intento polemico:

si legge che La Monte era un virtuoso jazz e segue l'aneddoto di Eric Dolphy che è riportato ormai ovunque.
È confermata sta cosa? Ci sono registrazioni di Young che suona jazz? 
Perchè l'ho sempre trovato scritto ma poi non ho mai letto/sentito niente che vada oltre a quelle due tre righe riportate nell'articolo, ma potrebbe essere ovviamente vero.


  • 0

#4 valeriodonofrio

valeriodonofrio

    Valerio

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1170 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 22:57

Curiosità senza intento polemico:
si legge che La Monte era un virtuoso jazz e segue l'aneddoto di Eric Dolphy che è riportato ormai ovunque.
È confermata sta cosa? Ci sono registrazioni di Young che suona jazz?
Perchè l'ho sempre trovato scritto ma poi non ho mai letto/sentito niente che vada oltre a quelle due tre righe riportate nell'articolo, ma potrebbe essere ovviamente vero.

È riportata nel libro di Alex Ross, Tutto il resto è rumore, che io considero una sorta di Vangelo nel campo della musica del 900. C’è anche il rimando a “American Composers” pag 56-57, dove Young dice questa cosa in un’intervista.

 

https://archive.org/...00stri/mode/2up


  • 0

#5 valeriodonofrio

valeriodonofrio

    Valerio

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1170 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 23:03

lettura interessante, anche se non capisco bene che c'entrino le Gymnopedie o le Gnossienne con il minimalismo. Vexations decisamente si, anche se mi sono sempre chiesto se Satie fosse serio o se fosse una trollata gigante. Inoltre anche per l'uso degli spazi direi che è Webern la figura fondamentale.

Aggiungerei anche che ho sempre avuto l'impressione che una delle influenze sul minimalismo venga dall'ambito popolare, per esempio il blues:





pure nel jazz c'è la Turkish mambo di Lennie Tristano che gioca molto con il concetto di ripetizione.

E in Europa c'è un compositore del 1200 come Perotinus che è stato notoriamente influente su minimalisti come Reich e Arvo Part.
Ci sarebbe poi nel novecento anche uno Scelsi ma era probabilmente troppo isolato per influenzare qualcuno in quel periodo.

Questa è un po’ una mia fissazione, a differenza di tante altre che sono riconosciute quasi universalmente. È una mia idea ma è riportata in modo simile nel libro Musica e cinema nel dopoguerra americano. Poi il Satie Festival organizzato da Cage, che ne riconosce l’influenza, mi è sembrato un buon motivo per collegarlo a tutta la storia.
  • 0

#6 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10741 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2022 - 09:32

Segnalo che prima del paragrafo su Glass c'è un paragrafetto che andava messo poco prima, a conclusione di music for 18 musicians
  • 1

#7 valeriodonofrio

valeriodonofrio

    Valerio

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1170 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2022 - 11:19

Segnalo che prima del paragrafo su Glass c'è un paragrafetto che andava messo poco prima, a conclusione di music for 18 musicians

Grazie, ho corretto


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq