Vai al contenuto


Foto
* * * * - 5 Voti

L' album che sto ascoltando (jazz,classica & avanguardie)


  • Please log in to reply
2084 replies to this topic

#2081 tonysuper

tonysuper

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3110 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2020 - 12:29



 Stockhausen - Klavierstücke I - X


  • 1

#2082 tonysuper

tonysuper

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3110 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2020 - 12:52



Paul Hindemith - Ludus tonalis
  • 0

#2083 tonysuper

tonysuper

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3110 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2020 - 20:49

Sono passato dai concerti per oboe di Vivaldi a quelli brandeburghesi di Bach.
Sono estremamente legato a Vivaldi e dopo anni che non ascoltavo classica, Bach mi ha intimidito parecchio anche se già lo ascoltai anche perchè dal sommo gaudio di due settimane vivaldiane non me la sentivo di cambiare. Ebbene ck sono voluti 2 o 3 minuti per capire ancora la bellezza della musica di Bach di questi concerti. Trovo affinità evidenti con Vivaldi, ma da ignorante sento un ingigantimento delle forme, un uso del fortissimo che in Vivaldi mi pare assente, un arzigogolato e sinuoso turbinio di note in scale canoniche del barocco che travalicano la perfetta forma per osare in arditi allunghi intrecci da ottovolante. Un assaggio della sinfonica romantica?
Ho inziato oggi e sono in fermento. Più in la scrivero ancora e gradirei qualcuno di voi che mi aiuti a capire e approfondire.



Bravo succo, sicuramente per chi come te è abituato ai ritmi della musica afroamericana il barocco orchestrale è il punto di ingresso migliore, insieme a certo Stravinskij, Gershwin, Bernstein.

Tecnicamente parlando potresti divertirti da subito anche con certo rinascimento inglese, ma è roba rara poco frequentata.

Non dovresti avere problemi con certo minimalismo a la Reich e Glass, anche se sono convinto ti divertiresti di più con John Adams.

Bach, anche nei lavori orchestrali, è più orizzontale di Vivaldi, che è leggermente più verticale e ha un certo "groove".

Sto per dire una bestemmia ma Vivaldi è più funk di Bach.

Il periodo del classicismo viennese e del romanticismo tedesco e italiano è quello che potrebbe crearti più difficoltà. È quanto più lontano ci possa essere dalla black music.

Completamente aliena potrebbe sembrarti la polifonia Franco fiamminga.

Invece già gli slavi, i francesi e gli spagnoli di fine 800, inizio 900 hanno più "groove".

Dodecafonia, serialismo e compagnia cantando spaventano molto i classicisti, ma alla fine uno che viene dal rock ha ascoltato dissonanze una vita sana... Sono oggettivamente musiche difficili quelle dell'avanguardia, ma ha più chances di apprezzarle uno che viene dal rock di un diplomato in conservatorio.


  • 0

#2084 servant

servant

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 440 Messaggi:

Inviato 23 agosto 2020 - 14:31


  • 0

#2085 tonysuper

tonysuper

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3110 Messaggi:

Inviato 05 settembre 2020 - 20:05

Una cosa buffa
 

Una opera lirica italiana di autore americano che però è 100% rock progressivo.

Atalanta di Robert Ashley


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq