Vai al contenuto


Foto
* * * - - 5 Voti

Daite Tank (!)


  • Please log in to reply
7 replies to this topic

#1 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25478 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2020 - 17:02

Daite Tank (!), col punto esclamativo fra parentesi perché "così siamo più visibili nei cartelloni dei festival", sono una band russa che prende nome da un cheat code di GTA 3 (questo l'ho letto e non ho idea se sia vero, mai giocato a nessun GTA). Il loro leader, Dmitry Mozzhukhin, è una sorta di poetastro allampanato che scrive testi molto ganzi.

 

Cosa suonano? Rock alternativo che riesce ad avere senso nel 2020: un mezzo miracolo insomma. Con in più un quintale di sassofono. C'hanno un sax che sfonda tutto, ma lo suonano bene, tipo muro di suono alla Kult (la band polacca, non i tamarri inglesi). Insomma niente pernacchie alla James Chance, tranquilli. 

 

Per ora hanno attecchito parecchio nella Russia del primo mondo, ossia Mosca e San Pietroburgo, dove fanno il pienone a ogni concerto, ma non riescono a conquistare il duro entroterra stepposo: ci vuole più violenza e bisogna rappare per riuscire in quello. ashd

 

Vabè ho detto anche troppo, basta sennò manco vi leggete la rece: https://www.ondarock...lovekochasy.htm

 

Un paio di pezzi:

https://www.youtube....h?v=e7bMKBiRmJw

https://www.youtube....h?v=qL1vujMZ-WE

 

_rotator.jpg?v=1560340060


  • 7

RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

7 ottobre 2020, il più grande esperto di tennis del forum su Sinner al Roland Garros:

 

Tra due anni torniamo per vincere.

#2 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2020 - 17:14

cancellata subito


  • 0

 


#3 James Lepo

James Lepo

    Afro Kolektyw

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 668 Messaggi:
  • LocationIn the chinese restaurant

Inviato 10 dicembre 2020 - 20:42

Mi son messo ad ascoltarlo sul serio solo nell’ultima settimana. Inizialmente mi son fatto ingannare da un suono di chitarre che per quanto estremamente curato e pulito suona inevitabilmente simile a quello di molto indie di stampo new wave di metà anni Duemila, giusto un po’ più levigato. A tratti lo penso ancora, devo riconoscere però che il sound offre molto altro, come giustamente viene riportato nella recensione. Che bellezza poi questo sax che compare spesso e volentieri a sparigliare le carte in assoli o riff ascoltati pochissimo in questo genere.
La voce non brilla per tecnica o intonazione, a volte questo non mi entusiasma, a volte invece aggiunge fascino, e il cantante riesce a tratti a prodursi in metriche belle tortuose e spiazzanti.
  • 0

#4 sfos

sfos

    utente unisalento

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4274 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2021 - 20:39

Pezzone incredibile, una mini-opera indie-abstract-rock-tronica con un sacco di mutazioni e cambi inaspettati. Sono estasiato.


  • 4
"The sun was setting by the time we left. We walked across the deserted lot, alone. We were tired, but we managed to smile."

#5 Dark Mavis

Dark Mavis

    Snacky Mike’s haircut fan

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1328 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2021 - 23:07

:o  mindfuck


  • 0

#6 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25478 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2021 - 13:58

Pezzo colossale. Se una band britannica avesse tirato fuori una roba del genere staremmo parlando di rinascita della scena. asd

 

L'hanno fatta uscire in due versioni: unita, come quella linkata da Sfos, oppure divisa in otto tracce (che vanno dai 50 secondi ai due minuti e mezzo di durata). Detto che io la ascolto comunque sempre intera, ma magari può aiutare ad assorbirla meglio.

 

Emerge una forte influenza hip hop, anche se si capisce che lui ci arriva dall'esterno.


  • 0

RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

7 ottobre 2020, il più grande esperto di tennis del forum su Sinner al Roland Garros:

 

Tra due anni torniamo per vincere.

#7 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25478 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2021 - 16:10

Segnalo la recensione di Lepo per il pezzo/EP di cui sopra, non perdetevela perché c'è la traduzione integrale del testo:

 

https://www.ondarock...ovaparazity.htm


  • 2

RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

7 ottobre 2020, il più grande esperto di tennis del forum su Sinner al Roland Garros:

 

Tra due anni torniamo per vincere.

#8 James Lepo

James Lepo

    Afro Kolektyw

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 668 Messaggi:
  • LocationIn the chinese restaurant

Inviato 23 maggio 2021 - 15:11

Consiglio caldamente la lettura del testo integrale, realizzata da un mio caro amico ed ex compagno di band, dottorando in storia russa e fine conoscitore della lingua. 
il testo è una lunga e affascinante analisi filosofica/allegorica sul linguaggio e sull’impatto dello stesso nella costituzione di bisogni e necessità vitali. Incredibile la fluidità lirica e la capacità di gestire un testo così lungo.


  • 3




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq