Vai al contenuto


Foto
* * - - - 1 Voti

Nu Jazz & Dintorni


  • Please log in to reply
30 replies to this topic

#21 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10503 Messaggi:

Inviato 05 settembre 2020 - 19:14

 

Comunque se hai apprezzato gli STUFF. direi che ti tocca sentire Anton Eger

 

molto bello anche quello. ho notato ora su rym il genere secondario chillwave asd (solo per le palme in copertina però...)

a parte tutto ha sicuramente qualcosa dell'elettronica più recente piuttosto che dell'IDM. Ora io di wonky e dubstep non mi sono mai interessato granché, e tutto ciò che è nato da R+7 (capo) per me è insulso, l'elettronica diciamo attuale che seguo è più di derivazione hypna (oltre alla synthwave che viene da electro, italo disco, synth pop), e se partisse in futuro un filone jazz "hauntologico" sarei a posto.

 

nel primo pezzo sento qualcosina di vapor anche (del resto anche certa vapor è reminiscente della fusion sia per alcune musichette da menu di videogioco alla gran turismo, sia per il sound dei synth di metà/fine '80, per fare un esempio quello in Kilowatt di Watanabe)


  • 0

#22 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23951 Messaggi:

Inviato 04 novembre 2020 - 18:51

Mi sa che abbiamo una new entry, anche se è sempre difficile capire cosa ricade nella vostra definizione di ( - né se wago potrebbe gridare al capolavoro o snobbare completamente).

 

Lunch Money Life - Immersion Chamber

 

 

a0400328021_16.jpg

 

 

Perché in realtà c'è molto crossover di generi e questi si divertono a creare temi su cui giocare ritmicamente, in generale mai troppo lineari nello sviluppo dei pezzi. A un primo ascolto m'è parso potabile, fate sapere.


  • 2

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#23 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19274 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 04 novembre 2020 - 20:52

Massì, massì, direi che ce lo si fa andar bene. Ci sta la dummambassa, ci sta l'elettronica, non siamo in zona afrobeat. Molto decostruito, direi che è uno degli elementi chiave del filone più in sviluppo al momento.


  • 0

#24 good vibrations

good vibrations

    Il primo disco del White Album è davvero un disc one

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7872 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 04 novembre 2020 - 21:38

I Jaga Jazzist non se li fila nessuno?
  • 0
Immagine inserita

#25 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19274 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 04 novembre 2020 - 22:04

Au contraire, li ho pure recensiti col loro ultimo disco

https://www.ondarock...ist-pyramid.htm


  • 1

#26 good vibrations

good vibrations

    Il primo disco del White Album è davvero un disc one

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7872 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 04 novembre 2020 - 22:25

Au contraire, li ho pure recensiti col loro ultimo disco
https://www.ondarock...ist-pyramid.htm

Me l'ero persa!

Questo pezzo è per me l'apice del genere


  • 0
Immagine inserita

#27 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19274 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 05 novembre 2020 - 15:43

Aggiornamenti: sentito oggi in cuffia andando al lavoro (forse per l'ultima volta quest'anno, boh, non s'è capito). Molto molto fico come sintesi stilistica. Ci stanno gli elementi che dicevo sopra (nu jazz come incontro tra elettronica di ascendenza britannica e jazz disciplinato) ma anche tanto altro. A tratti sembra di sentire Lopatin o i Rangers, nei loro momenti più post-rock. Sull'incisività dei brani debbo ancora orientarmi, ma in fatto di fascino la direzione è ottima.


  • 0

#28 suchetechetechete

suchetechetechete

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24192 Messaggi:

Inviato 04 dicembre 2020 - 11:14

Un mix tra soft jazz romantico e svisate cacofoniche.
Altri esempi del genere ci sono?https://youtu.be/omFJngNAgQo
  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."<p>

#29 Merlo

Merlo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4383 Messaggi:
  • LocationItalia

Inviato 26 gennaio 2021 - 09:37

Sto ascoltando solo ora il bellissimo disco di Tom Misch (talentuosissimo cantante/polistrumentista nusoul) e Yussef Dayes (che non merita certo presentazione)

 

 

Consigliatissimo


  • 0

"Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace"


#30 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19274 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 27 gennaio 2021 - 08:30

L'ho ascoltato al momento dell'uscita e ci avevo pure un certo hype personale, però non m'ha entusiasmato, per i miei gusti l'ho trovato un fin troppo rilassato. Dovrei riprovarci.

Mi è piaciuto di più il live, "Welcome to the Hills", in cui emerge tutta la sua anima riccardona (d'altra parte al basso ci sta Rocco Palladino).

 

Già che ci sono butto lì un'uscita recentissima (15 gennaio) di una formazione (stranamente) americana:

Recensione in arrivo a breve — o almeno spero, in ste settimane sono davvero incasinato. Di questo pezzo si trova sul tubo anche un live ma ho voluto mettere la versione studio per mostrare la splendida copertina :D

 

Mi permetto anche di fare un recap di segnalazioni relative a recensioni dell'anno scorso, visto che le poche che ho scritto sono state essenzialmente tutte in questo settore:

Richard Spaven × Sandunes - s/t

Otis Sandsjö - Y-Otis 2 questo davvero da tenere d'occhio perché molto particolare e attivo (il disco è un po' la prosecuzione di “Æ” di Eger)

Lunch Money Life - Immersion Chamber (segnalazione di Paloz)

Tangents - Timeslips

Jaga Jazzist - Pyramid

Kamaal Williams - Wu Hen

 

Credo possano intressare agli amanti del settore anche

Chassol - Ludi (fusion/jazz-prog/"ultrascore" ma con una componente squarepusheriana)

Jakop Janssøn - Bricoleur (folk-jazz, medi-jazz, nu jazz — la recensione è l'ultimissima dell'articolo)


  • 2

#31 good vibrations

good vibrations

    Il primo disco del White Album è davvero un disc one

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7872 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 27 gennaio 2021 - 12:24

Jaga Jazzist sempre i migliori del lotto.

Kamaal veramente "moscio" invece, fila via davvero senza lasciare traccia (sorry markmus)
  • 0
Immagine inserita




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq