Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

L'enorme Bellezza E Unicità Dei Gogo Penguin


  • Please log in to reply
43 replies to this topic

#21 vit vit

vit vit

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 107 Messaggi:

Inviato 08 maggio 2020 - 15:24

Vabbè ciao,chiaramente non mi sono sfondato la giornata ascoltandoli,ho già problemi di glicemia,ma direi che un minimo di gusto ed orecchio ce l'ho.
Pensi che l'avere una visione mia delle cose sia un difetto?

Ti risaluto.
  • 0

#22 Lota

Lota

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 249 Messaggi:

Inviato 08 maggio 2020 - 16:21

 

Mi ero perso il link della segnalazione di una loro esibizione a un festival, dove l'ennesimo sito jazz li descrive come pop perché non sono troppo jazz per i loro gusti.

Ci hai provato a cercare qualche link come supporto, fallendo clamorosamente.


  • 0

#23 vit vit

vit vit

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 107 Messaggi:

Inviato 08 maggio 2020 - 17:07

Appunto,troverai recensioni in ambito pop rock dove,forse giustamente,ne saranno estasiati.

Passo e chiudo dai,ci ho speso del tempo inutile.
Spero in altre opinioni di altri utenti.
  • 0

#24 Lota

Lota

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 249 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2020 - 07:15

Ci hai speso del tempo inutile perché non ci hai capito niente.

Alcune parti di recensioni tra le tante che scrivono più o meno le stesse cose riguardo al genere 

 

I GoGo Penguin propongono un jazz meticcio sulla scia di formazioni come The Bad Plus e Badbadnotgood, mescolando raffinate suggestioni cinematografiche (vengono in mente le suite di Ludovico Einaudi o Philip Glass) con un’elettronica utilizzata in maniera chirurgica (dicono di apprezzare molto Aphex Twin) e una sezione ritmica impressionante dal punto di vista tecnico (andando a lambire la drum’n’bass più colta).

 

If you hadn’t heard of Manchester trio GoGo Penguin earlier in the year then you probably have recently. Listing Aphex Twin and Massive Attack in their influences and playing with a break-beat style that is more left field electronica than jazz..

 

Classical melancholy, dance-floor thrills and jazz’s free, intuitive thinking are all on generous display here.

 

A Humdrum Star”, come il precedente capitolo, esce per la prestigiosissima Blue Note, ma starebbe benissimo anche nei cataloghi di Deutsche GrammophonECM, persino Hyperdub. Tale è la dialettica compenetrante delle tre maggiori componenti stilistiche – il jazz pianistico, la classica, la drum’n’bass – che un purista ammattirebbe al solo pensiero.

 

 Chris Illingworth, Nick Blacka and Rob Turner create intrinsic, intelligent and skittering break-beats, simultaneously accentuated by melodious piano and complex, in places, drunken bass lines.

 

 

A volte si farebbe più bella figura ad ammettere di aver sbagliato.


  • 0

#25 vit vit

vit vit

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 107 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2020 - 09:30

Leggiti la definizione di musica pop(anche Wikipedia va bene)e dato che ci sei anche quella di musica jazz.

Continui tu ad essere confuso ed offeso dalla definizione pop di cui d&b,trip hop fanno parte,e che ripetutamente hai rimarcato.Certo qui viene proposta in modo assolutamente mirabile ed articolata,ricercata e raffinata,ma la radice rimane quella.....pop.

Se ti rileggi i miei interventi e spulci qualche nome capirai che sono avvezzo a musica ben più complessa e multiculturale e strutturata,che non ci abbia capito niente di musica che potrei usare come suoneria del cellulare(scherzo!!)mi fa sorridere,e non la prendere come spocchia,sono un semplice ascoltatore e suonatore maldestro di quella musica.


Ti linko per conoscenza qualche mio amore giovanile giusto per deliziarci.

https://youtu.be/zGC0RRlZjeg

https://youtu.be/S8nF4Yg9Klk

https://youtu.be/cZdZ3u11XbA

https://youtu.be/N54qkigY66E

https://youtu.be/5yJWcxzZBVE

https://youtu.be/NrL9rx4qH2U

Ci sentirai qualcosa di jazz ma solo come esposizione e linguaggio il resto lo lascio a te.
Forse i Gogo penguin ti sembreranno l'iradiddio perché forse ti manca qualche tassello di storia della musica per decifrarli e contestualizzarli?
  • -1

#26 Lota

Lota

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 249 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2020 - 11:26

Mi fanno sorridere (per non dire altro) le persone che messe di fronte all'evidenza si offendono e continuano a voler avere ragione a tutti i costi, non pensavo di avere a che fare con un bambino e adesso che l'ho capito dovrò comportarmi di conseguenza e fare come si fa con i bambini: per farti contento se vuoi ti dico che hai ragione, ok?

Dovrei forse impressionarmi perché ascolti Bill Frisell, Anthony Braxton e Cecil Taylor? Questo non fa di te un esperto e nemmeno un conoscitore di musica, se poi scrivi cose che hanno senso solo per te. I GoGo Penguin sono l'iradiddio non perché lo dico io ma perchè è quello che realmente sono, e stai pure tranquillo che non mi manca nessun tassello di storia della musica per decifrarli e contestualizzarli, evita di fare lo scaruffi da quattro soldi con chi neanche conosci. Non fai altro che renderti sempre più ridicolo ad ogni post che scrivi.


  • 0

#27 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10209 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2020 - 11:53

funny-young-darkskinned-man-sitting-260n


  • 1

#28 vit vit

vit vit

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 107 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2020 - 12:10

Niente POP corn,già dato.


https://youtu.be/ygiHfNMwpdI
  • 0

#29 Lota

Lota

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 249 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2020 - 15:07

Il nuovo album promette molto bene


  • 0

#30 Infinite dest

Infinite dest

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28093 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 09 maggio 2020 - 15:43

Eppure mi ricordi qualcuno
  • 2

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#31 Lota

Lota

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 249 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2020 - 16:17

Eppure mi ricordi qualcuno

 

Qualcuno a te caro?


  • 0

#32 Infinite dest

Infinite dest

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28093 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 09 maggio 2020 - 17:17

A me no, ma agli dei di sicuro, visto che è morto e resuscitato parecchie volte
  • 1

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#33 Lota

Lota

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 249 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2020 - 13:41

Paragonarmi a Gesù lo trovo esagerato, battute a parte non so a chi o cosa fai riferimento. Mi dispiace per chi utilizza il forum come se fosse un campo dove bisogna costantemente dimostrare di essere i migliori (in questo caso saperne di più), io ho una passione per la musica genuina e non mi interessa dimostrare proprio niente a nessuno, non è il motivo per cui ho voluto iscrivermi al forum. Immaginavo che aprire un topic su questo gruppo potesse fare storcere il naso ai puristi del genere, ma non credevo fino a questo punto (non era questo l'intento, sia ben chiaro).

Chi li reputa bravini farebbe bene ad ascoltarli veramente, cosa che dubito ha fatto chi li giudica in questo modo..


  • 0

#34 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5784 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2020 - 20:51

I GGP, che pure ascolto, sono chiaramente pop. Si può parlare di hipster jazz per certi versi. Altra roba mi pare quella di MM&W, soprattutto nelle intenzioni. Molto più ancorati al jazz tout court, per dire cosa han fatto con Let's Go Everywhere.

 

Rimanendo nelle sigle... è dai primi anni novanta che tutti vorrebbero essere come gli EST però. Ma forse la sensibilità pop di Svensson è dura da replicare.


  • 1

#35 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3686 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 25 maggio 2020 - 21:05

ragazzi non me ne intendo abbastanza per capire perché o su cosa vi state scannando però per me scoprirli è stata una delle poche cose simpatiche della quarantena

perfetti da ascoltare mentre scrivo, mettiamola così - comunque anche a me ricordano il trip hop e direi che non me ne lamento
  • 1
apri apri, apri tutto!

#36 Lota

Lota

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 249 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 09:36

I GGP, che pure ascolto, sono chiaramente pop. Si può parlare di hipster jazz per certi versi. Altra roba mi pare quella di MM&W, soprattutto nelle intenzioni. Molto più ancorati al jazz tout court, per dire cosa han fatto con Let's Go Everywhere.

 

Rimanendo nelle sigle... è dai primi anni novanta che tutti vorrebbero essere come gli EST però. Ma forse la sensibilità pop di Svensson è dura da replicare.

 

Non so perché e chi li abbia paragonati agli EST, i riferimenti (come già detto) per me sono altri. Hipster Jazz se proprio vogliamo usarlo come termine sarebbe da usare per gruppi come i BadBadNotGood, i GoGo Penguin sono quanto di più lontano ci possa essere dal concetto di hipster.


  • 0

#37 vit vit

vit vit

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 107 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 15:33



ragazzi non me ne intendo abbastanza per capire perché o su cosa vi state scannando però per me scoprirli è stata una delle poche cose simpatiche della quarantena
perfetti da ascoltare mentre scrivo, mettiamola così - comunque anche a me ricordano il trip hop e direi che non me ne lamento

Rispondo SOLO A TE:in parole differenti stiamo dicendo la stessa cosa.
L'essere poco jazz(della cui purezza non me ne frega niente) è lampante per come sono concepiti i brani,che si rifanno alla fruizione tipica del pop....con tutte le sfumature e leggerezze del caso.
Era solo questo il nodo della questio.....irrilevante d'altronde,e posso pure comprendere che non hai colto il succo del discorso:da parte mia parlo da amante di musiche poco ortodosse e forse poco comprensibili ai più,dove certe.descrizioni e aggettivi provocano grosse aspettative....quasi regolarmente deluse.
  • 0

#38 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10209 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 16:40

L'Enorme Jazzezza E Jazzicità Dei Gogo Penguin


  • 0

#39 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18620 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 01 giugno 2020 - 14:56

Buffa questa discussione. Abbastanza irritante, anche.

Lascerò perdere la polemica e certuni paragoni campati per aria e mi accoderò alle lodi sperticate: i GoGo Penguin sono un nome imprescindibile in ambito nu jazz e di conseguenza nel jazz tutto. Non ci sto molto a chiamarlo "hipster jazz" perché, se è vero indubbiamente che questa musica cerca consensi al di fuori della cerchia dei puristi, è anche vero che le testate più hype (quelle che celebrano per dire i Kamasi Washington, ma anche il darkjazz e tutta l'altra brodazza insulsa che va/è andata in questi anni presso chi ha piacere a farsi pat-pat sulle spalle da solo dicendosi "e ascolto anche il jazz") non se li sono mai filati granché — né i GoGo Penguin, né gli altri del giro londinese... A meno che di mezzo ci siano Shabaka Hutchings e Tom Skinner, che spesso peraltro ci sono di mezzo per davvero, ma lì la faccenda diventa una questione di pura volontà celebrativa della black culture e la musica in sé c'entra poco

 

Anche io li ho visti dal vivo, una volta a Milano alla Biennale e una a Londra all'Alexandra Palace e ne confermo sia la perizia tecnica che l'assenza di protagonismi. Il batterista in particolare è forse il più estremo che abbia sentito nell'appropriarsi in chiave di "musica suonata" degli schemi ritmici del drill'n'bass (l'unico paragonabile* che ho presente è Company Lazer/Adam Betts dei Three Trapped Tigers e degli Shobaleader One — e dei Melt Yourself Down, a riprova che il giro quello è).
 

La loro peculiarità rispetto alle tante altre formazioni, più o meno valide, attive in quel settore, è la loro grande efficacia melodica. Non credo sia giusto definire, come qualcuno qui ha fatto, i loro pezzi "canzoni", ma non c'è dubbio che rispetto a gente come i Portico o i Mammal Hands o perfino Floating Points il loro taglio mette al centro lo sviluppo lineare dei pezzi, pur senza lasciare da parte gli aspetti timbrici/ambientali e di amalgama su cui anche gli altri lavorano.
L'enfasi sul piano, chiaramente debitore rispetto a stili come quello di Einaudi, è senz'altro un elemento cruciale di questa architettura. Almeno da questo punto di vista, mi sento di affiancarli a due artisti giapponesi che pure operano in un terreno di confine tra jazz, post-rock, minimalismo pop e "easy listening" (chiamiamolo così) un po' da colonna sonora, mouse on the keys (senza caps) e jizue. Il risultato è molto diverso — i giappi da bravi giappi sono più prog e più stucchevoli, e anche la classe francamente non è paragonabile (i GoGo Penguin stanno su un altro livello) ma se uno apprezza quel tipo di proposta lì possono essere band che vale la pena esplorare.

Grande attesa per quanto mi riguarda per la nuova uscita. L'EP dello scorso anno è stato probabilmente l'apice compositivo dei GoGo Penguin finora, almeno in termini di compattezza e qualità media dei brani. 

 

P.S. grazie a chi sopra ha segnalato gli Hobby Horse, non li conoscevo. Il paragone non mi sembra fuori luogo, anche se chiaramente all'interno del ventaglio stilistico del nu jazz si collocano in territori un po' diversi.


* Ora che ci penso: da questo punto di vista un altro drago è Anton Eger dei Phronesis, che con la band suona in un campo più affine al post-bop ma da solista ha cacciato fuori l'altr'anno un album pazzesco di fusion elettro-futuristica a un passo dai belgi Stuff. (lì c'erano alla chitarra Matt Calvert dei Three Trapped Tigers e al basso un turnista di lusso come Robin Mullarkey; sul tubo si trova un loro live davvero pazzesco).


  • 3

#40 Lota

Lota

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 249 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2020 - 12:50

Il nuovo album non saprei dire se possiamo considerarlo un passo in avanti all'interno della loro discografia, perché a questo punto della loro carriera è lecito aspettarsi qualche cambiamento significativo, invece ci troviamo di fronte a canzoni sviluppate in modo troppo prevedibile. La qualità delle è sempre di altissima fattura, su questo non c'è dubbio, però ormai sembrano andare con il pilota automatico, mentre invece avrebbero potuto anche percorrere strade diverse in qualche occasione.

Per ora queste sono le mie preferite:

 


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq