Vai al contenuto


Foto
* * * - - 23 Voti

Campionato Non Anglofono. Turno Africa Meridionale: Iscrizioni Chiuse


  • Please log in to reply
1916 replies to this topic

#1841 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 574 Messaggi:

Inviato 16 maggio 2021 - 11:04

Turno indo-francese in cui la metà indonesiana è sicuramente più interessante della controparte francese un po' banalotta.

Candra Darusman assieme a Fariz RM e  Chrisye è stato il pioniere del Pop Kreatif e il disco da cui è tratto il brano è uno dei dischi cardine del genere.

I Barasuara sono uno dei gruppi di punta di una scena Alt. Rock indonesiana che negli ultimi 20 anni ha sfornato  eccellenze assolute come Efek Rumah Kaca, Sore, .Feast,  TheAdams, Kunto Aji, White Shoes & the Couples Company, etc...


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1842 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11085 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 17 maggio 2021 - 06:27

 

I Barasuara sono uno dei gruppi di punta di una scena Alt. Rock indonesiana che negli ultimi 20 anni ha sfornato  eccellenze assolute come Efek Rumah Kaca, Sore, .Feast,  TheAdams, Kunto Aji, White Shoes & the Couples Company, etc...

Ho riascoltato recentemente i dischi di Hindia e Kunto Aji, album eccellenti che presentano un art pop/rock davvero contemporaneo, come non riesce più a produrre in US e UK.

Il disco di Hindia in particolare è straordinario, ha pezzi allo stesso tempo multiformi e commoventi come Untuk Apa/Untuk Apa?, oltre ad un capolavoro come Jam Makan Siang che fonde perfettamente l'art rock con l'hip hop.


  • 2

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#1843 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 574 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2021 - 08:45

 

 

I Barasuara sono uno dei gruppi di punta di una scena Alt. Rock indonesiana che negli ultimi 20 anni ha sfornato  eccellenze assolute come Efek Rumah Kaca, Sore, .Feast,  TheAdams, Kunto Aji, White Shoes & the Couples Company, etc...

Ho riascoltato recentemente i dischi di Hindia e Kunto Aji, album eccellenti che presentano un art pop/rock davvero contemporaneo, come non riesce più a produrre in US e UK.

Il disco di Hindia in particolare è straordinario, ha pezzi allo stesso tempo multiformi e commoventi come Untuk Apa/Untuk Apa?, oltre ad un capolavoro come Jam Makan Siang che fonde perfettamente l'art rock con l'hip hop.

 

 

 

per caso hai ascoltato l'album di Hindia uscito quest'anno a nome Lomba Sihir?

Io ancora non ho avuto tempo.

 

p.s.

come mai non hai votato?


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1844 mr_tankian

mr_tankian

    Prossimamente nuovo avatar

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3225 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2021 - 11:25

Turno indo-francese in cui la metà indonesiana è sicuramente più interessante della controparte francese un po' banalotta.

Candra Darusman assieme a Fariz RM e  Chrisye è stato il pioniere del Pop Kreatif e il disco da cui è tratto il brano è uno dei dischi cardine del genere.

I Barasuara sono uno dei gruppi di punta di una scena Alt. Rock indonesiana che negli ultimi 20 anni ha sfornato  eccellenze assolute come Efek Rumah Kaca, Sore, .Feast,  TheAdams, Kunto Aji, White Shoes & the Couples Company, etc...

 

Sinestesia degli Efek Rumah Kaca e Mantra Mantra di Kunto Aji li ritengo tra i migliori album (a livello mondiale) degli ultimi 10 anni.


  • 0

 


#1845 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 507 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2021 - 20:32

RISULTATO SETTIMO TURNO "NAPOLEON MEMORIAL EDITION"
 
utente: Mr.Tankian
voti: 17
media: 3,617
 
Candra Darusman – Indahnya Sepi  (Indonesia, 1981) 4
Desireless – Voyage, voyage (Francia, 1986) 3,47
Maître Gims – Tu vas me manquer  (Francia, 2015) 2,64
Barasuara – Pikiran Dan Perjalanan (Indonesia, 2019) 4,352

 

 

CLASSIFICA PARZIALE

 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI
1. Bungle 4,446 (18 votanti)
2. Gozer 4,346 (18 v.)
3. Lepo 4,218 (16 v.)
4. Tana delle Tigri 3,955 (17 v.)
5. Wild Horses 3,903 (16 v.)
6. Tankian 3,617 (17 v.)
7. Pancakes 2,312 (16 v.)

  • 0

#1846 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 507 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2021 - 20:34

OTTAVO TURNO "NAPOLEON MEMORIAL EDITION"
 
maxresdefault-3.jpg
(Elefante cacabambini del Burkina Faso)
 
 
 
 
 

  • 0

#1847 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23891 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2021 - 20:42

Georges Ouedraogo & Bozambo – Rimbale (Burkina Faso, 1978)
Cantante e percussionista burkinabé, si formò musicalmente in Costa d’Avorio suonando in alcune orchestre locali, per poi tornare in patria e fondare i Bozambo. 
Nonostante la sua fama in patria, perlomeno fra le passate generazioni, si trovano pochissime informazioni su di lui. Il pezzo in gara è però un afro-funk abbastanza travolgente da difendersi bene anche senza mitologia a contorno.
 
Adnan Sefiani – Chems El Achya  (Marocco, 1990)
Lui non l’avevo mai sentito nominare e trovare informazioni al riguardo è poco meno faticoso di trovare il Santo Graal. Si tratta comunque di un misto fra chaabi e musica araba di scuola andalusa, molto elegante ed elaborato, di mio ampio gradimento.
 
Warda El Jazairia – Har'ramt Ahebak (Algeria, 1993)
La regina della musica algerina: clamoroso a ripensarci che non sia stata già giocata nel primo turno. Per la sua nazione è stata paragonabile a ciò che fu Umm Kulthum per l’Egitto.
Nel 1972 venne chiamata dal presidente Houari Boumédiène a cantare in occasione dei festeggiamenti per il decennale dell’indipendenza, tanto per capirsi sul suo impatto. 
Nonostante appartenga alla nazione del raï, culturalmente la sua formazione è di scuola egiziana, il che la avvicina ai lunghi brani di pop tradizionale arabico che abbiamo già avuto modo di ascoltare durante il turno dell’Africa mediterranea. 
Quello in gara è uno dei suoi inni: appartiene a uno stato avanzato della sua carriera e quindi oltre all’orchestra classicheggiante si affacciano negli arrangiamenti anche i ritmi elettronici tipici dei primi anni Novanta. Su tutto svetta comunque la sua magica voce.
 
Taÿfa – Ssusem Tura (Algeria/Francia, 2000)
Farid Aït-Siameur è un cantante e polistrumentista originario della Cabilia. Dopo essersi diplomato al conservatorio di Algeri è emigrato in Francia (precisamente in Finisterra), dove nei primi anni Novanta fonda i Taÿfa.
Nei loro dischi confluisce un po’ di tutto: folk bretone, folk berbero, chaabi, musica arabo-andalusa, pop occidentale, arrangiamenti elettronici e chi più ne ha più ne metta. Lo splendido brano in gara ne è ottimo esempio.
 
 
5 - 5 - 5 - 5

  • 1
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1848 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 507 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2021 - 22:13

Per un disguido tecnico abbiamo dovuto far ripartire il sondaggio, chiediamo all'utente che aveva già votato di rivotare.


  • 0

#1849 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 574 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2021 - 12:58

Georges Ouedraogo è una vera leggenda in patria, ha suonato prima con i Volta Jazz, storico ensemble attivo fin dai primi anni 60 e poi come riportato anche da Gozer i Bozambo assieme Jimmy Hyacinthe.

qui due brani di entrambe le band

 

 

 

 


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1850 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 507 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2021 - 20:28

RISULTATO OTTAVO TURNO "NAPOLEON MEMORIAL EDITION"
 
utente: Vuvu
voti: 16
media: 4,406
 
Georges Ouédraogo & Bozambo – Rimbale (Burkina Faso, 1978) 4,562
Adnan Sefiani – Chems El Achya  (Marocco, 1990) 4,375
Warda El Jazairia – Har'ramt Ahebak (Algeria, 1993) 4,437
Taÿfa – Ssusem Tura (Algeria/Francia, 2000) 4,25
 
 
CLASSIFICA PARZIALE
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI
1. Bungle 4,446 (18 votanti)
2. Vuvu 4,406 (16 v.)
3. Gozer 4,347 (18 v.)
4. Lepo 4,218 (16 v.)
5. Tana delle Tigri 3,955 (17 v.)
6. Wild Horses 3,906 (16 v.)
7. Tankian 3,617 (17 v.)
8. Pancakes 2,312 (16 v.)
 
 
p.s. A causa delle formule su Excel alcuni millesimi erano stati arrotondati erroneamente. Abbiamo corretto a partire da questo aggiornamento (ma ovviamente non chiedeteci di andare a correggere anche i risultati parziali dei precedenti sette turni, tanto l'importante è che da qui in avanti siano corretti).

  • 0

#1851 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 507 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2021 - 20:30

NONO TURNO "NAPOLEON MEMORIAL EDITION"
 
BASHIR-2.jpg
(Al Bashir non ti approva)
 
 
 
 
 

  • 1

#1852 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23891 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2021 - 20:35

Altro turno da 5 – 5 – 5 – 5.

 

 
Ibrahim El Kashif – Ya Naeimi (Sudan, 1958)
Riprendo la presentazione di Wikipedia perché ben centrata: Ibrahim El Kashif (1915-1969) è stato il più celebre cantante sudanese fra la fine della seconda guerra mondiale e l’indipendenza del Sudan (1956). Il suo stile innovativo fuoriuscì dalla musica haqeebah tradizionale, aggiungendo una sezione d’archi e altri strumenti della musica occidentale alle percussioni sudanesi e all’oud arabico. Per via delle sue innovazioni e per la sua scelta di cantare canzoni poetiche e spesso patriottiche, viene indicato come il padre della canzone sudanese moderna. Ancora oggi quando c’è qualche protesta in strada, è facile che vengano cantati suoi brani.

Il pezzo in gara, lungo e rigoglioso, riflette pienamente la descrizione di cui sopra. È peraltro uno dei suoi rarissimi di cui si riesca a rintracciare con certezza l’anno di incisione.

 

Al Balabil – Al Bisal Ma Bitoh‬‏ (Sudan, 1973)
Trio di popolarissime sorelle canterine, spesso indicate come le Supremes del Sudan. Non c’è molto altro in comune al di là della formazione. Di etnia nubiana, cantavano sia nella propria lingua, sia in arabo, e raggiunsero un notevole successo anche all’infuori della propria nazione (in Etiopia, per esempio). Nel 1988 col l’aggravarsi della situazione politica locale, due di loro se ne andarono a New York e la loro carriera cessò (si riunirono per eventi saltuari una ventina d’anni più tardi).
Molti loro brani vennero composti da Bashir Abbas, uno dei più importanti autori della nazione. Quello in gara è il loro inno, uno splendido misto fra rock psichedelico e pop tradizionale arabico.

 

Hanaan Bulubulu – Farahiya Al Azaba (Sudan, 1987)
Riprendo parte della presentazione di Sound of Sudan: Hanaan Bulubulu è una delle più influenti cantanti di aghani el banat (una delle più importanti forme di musica tradizionale sudanese).
Spesso autrice dei propri brani, combinò l’aghani el banat, solitamente accompagnato soltanto dal dalooka (percussione tipica del Sudan), con altri strumenti, spingendo verso la creazione di un moderno pop sudanese basato su quella tradizione.
Accompagnava le sue canzoni danzando, ma dal 1989 a causa della sharia dovette limitarsi al solo canto.

 

Al Noor Al Jilani – Juba (Sudan, 1997)
Cantante dalla forte tendenza al testo sociale e all’impegno politico, amato da più generazioni di sudanesi.

Fra i suoi meriti quello di aver mescolato tradizioni di diverse parti del paese, creando un linguaggio musicale universalmente sudanese – peraltro spesso sostenuto dalla modernità degli strumenti occidentali.

Lo troviamo in questo caso con un pezzo dedicato al Sudan del Sud. Nel video è inclusa la traduzione in inglese.


  • 1
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1853 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 574 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2021 - 21:50

Bel turno tutto sudanese che compensa alcune importanti dimenticanze del turno saheliano, soprattutto la componente femminile della musica sudanese completamente trascurata in precedenza.

Hanan Bulubulu, che ha debuttato in un programma televisivo per bambini verso la fine degli anni 70 (e da cui ha preso il nome d'arte) è stata la prima donna sudanese a ballare in TV.


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1854 Mami_Tomoe

Mami_Tomoe

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 177 Messaggi:

Inviato 19 maggio 2021 - 11:00

ma con che cuore si può mettere uno a quelle tre adorabili sorelline!

(ovviamente scherzo, ognuno ha piena libertà di mettere i voti che vuole)


  • 0

#1855 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 507 Messaggi:

Inviato 20 maggio 2021 - 20:27

RISULTATO NONO TURNO "NAPOLEON MEMORIAL EDITION"
 
utente: Terminator
voti: 18
media: 4,444
 
Ibrahim El Kashif – Ya Naeimi (Sudan, 1958) 4,388
Al Balabil – Al Bisal Ma Bitoh‬‏ (Sudan, 1973) 4,277
Hanaan Bulubulu – Farahiya Al Azaba (Sudan, 1987) 4,333
Al Noor Al Jilani – Juba (Sudan, 1997) 4,778
 
CLASSIFICA PARZIALE
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI
1. Bungle 4,446 (18 votanti)
2. Terminator 4,444 (18 v.)
3. Vuvu 4,406 (16 v.)
4. Gozer 4,347 (18 v.)
5. Lepo 4,218 (16 v.)
6. Tana delle Tigri 3,955 (17 v.)
7. Wild Horses 3,906 (16 v.)
8. Tankian 3,617 (17 v.)
9. Pancakes 2,312 (16 v.)

  • 0

#1856 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 507 Messaggi:

Inviato 20 maggio 2021 - 20:56


  • 0

#1857 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23891 Messaggi:

Inviato 20 maggio 2021 - 20:59

Ancora un 5, 5, 5, 5.

 

 

Miladin Šobić – Od druga do druga (Montenegro, 1981)

Nato e cresciuto in Montenegro, si spostò poi in Croazia per gli studi ed ebbe una carriera di successo fra il 1975 e il 1982. In seguito alla morte della sorella decise di rientrare in patria e lasciare la musica. Ad oggi non ha più inciso niente.

Il brano in gara, dall’album “Ožiljak”, è una splendida ballata dai toni tragici.

 

Cheba Zahouania – Sahrana Lyali (Algeria, 1988)

Nome importante del raï algerino, se ne fuggì in Francia nel 1994, dopo l’assassinio del marito, Cheb Hasni. Hasni l’abbiamo già incontrato nel turno dell’Africa mediterranea. Rimando a quella presentazione per la descrizione della sua musica, perché vale sostanzialmente anche per la musica della moglie: http://forum.ondarock.it/index.php?/topic/24205-campionato-non-anglofono-turno-di-recupero-napoleon-memorial-edition/?view=findpost&p=2559717

 

Pyx Lax – Oi palies agapes pane sto paradeiso (Grecia, 1996)

Li ho già presentati per il turno greco di Corrigan: http://forum.ondarock.it/index.php?/topic/24205-campionato-non-anglofono-turno-di-recupero-napoleon-memorial-edition/page-89#entry2621038

Sono però contento che siano stati giocati di nuovo, perché quel brano – pur splendido – non li rappresentava in pieno. Qui invece abbiamo uno dei loro inni, una irripetibile ballata d’atmosfera tratta dall’album capolavoro “O baboulas tragoudaei monos tis nihtes…”. Rimediatelo assolutamente.

 

Bar Tzabary – Johnny (Israele, 2020)

Cantante indipendente israeliano che ha beccato uno dei successi del 2020 (il brano si è spinto fino al numero 2 rimanendo in classifica per mesi) con una canzone che, oltre a spaccare musicalmente, parla di alienazione e spersonalizzazione.

Curiosamente stile e intonazione ricordano quelli di Dawid Podsiadło, che però non credo sia molto plausibile Tzabary conosca: tipico caso di serendipità artistica.


  • 1
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1858 ShogunMitsukunimito

ShogunMitsukunimito

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 42 Messaggi:

Inviato 20 maggio 2021 - 21:51

Non mi aspettavo il mio turno andasse così bene, lo percepivo come un turno difficile.
Di Ibraheem al-Kaashif e Hanaan Bulubulu avevo scelto questi altri due brani, che però non si sono potuti giocare perchè non si è trovato l'anno di pubblicazione

"Write to Me, Darling" ("حبيبي اكتب لي") by Ibraheem al-Kaashif
https://www.youtube....heSoundsofSudan

"Mother, My Man Didn't Come" ("يا يُمة زولي ما جاء") by Hanaan Bulubulu


Non mi lamento minimamente dei sostituti che sono belli come i brani che avevo scelto, però ci tenevo comunque a condividerli.

Di an-Noor al-Jeylaani (che a quanto pare vi è piaciuto molto) ero in dubbio fra due brani, vi condivido anche il brano "scartato" che per me è ugualmente valido


Come vedete tutti i brani provengono dallo stesso canale YT The Sounds of Sudan. Lo consiglio vivamente a tutti coloro che come me si sono appassionati alla musica sudanese. Ogni brano è presentato e si sente a qualità molto buona. Oltre agli artisti giocati ce ne stanno tanti altri altrettanto validi, chissà se in turni successivi di recupero non ne giocherò ancora.
  • 1

#1859 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 574 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2021 - 10:48

Ottimo turno anche questo, impressionante la somiglianza tra Podsiadło e Tsabari, da quello che so c'è comunque una forte relazione tra Polonia e Israele quindi potrebbero anche conoscersi a vicenda.

Ad ogni modo il pezzo di Tzabary è davvero spettacolare!


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1860 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 507 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2021 - 20:23

RISULTATO DECIMO TURNO "NAPOLEON MEMORIAL EDITION"
 
utente: Sfos
voti: 16
media: 4,359
 
Miladin Šobić – Od druga do druga (Montenegro, 1981) 4,437
Cheba Zahouania – Sahrana Lyali (Algeria, 1984) 4,437
Pyx Lax  – Oi palies agapes pane sto paradeiso (Grecia, 1996) 4,312
Bar Tzabary – Johnny (Israele, 2020) 4,25
 
 
CLASSIFICA PARZIALE
 
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI
1. Bungle 4,446 (18 votanti)
2. Terminator 4,444 (18 v.)
3. Vuvu 4,406 (16 v.)
4. sfos 4,359 (16 v.)
5. Gozer 4,347 (18 v.)
6. Lepo 4,218 (16 v.)
7. Tana delle Tigri 3,955 (17 v.)
8. Wild Horses 3,906 (16 v.)
9. Tankian 3,617 (17 v.)
10. Pancakes 2,313 (16 v.)

  • 0




2 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 2 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq