Vai al contenuto


Foto
* * * - - 24 Voti

Campionato Non Anglofono. Islanda & Norvegia


  • Please log in to reply
2116 replies to this topic

#1941 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17309 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2021 - 11:19

E' un peccato doversi fermare a 5 stelle con capolavori dell'umanità tutta come "Stimela". Poker in modalità dream team di quelle terre. E chiosa divina con "Uganga Nge Ngane", che riesce a capovolgere le sorti di una domenica mattina piovosa e insignificante. Turno totale. 


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#1942 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24300 Messaggi:

Inviato 11 ottobre 2021 - 08:18

Quattro 5 stelle e forse il turno migliore finora (in attesa del mio asd ), i tre sudafricani con una rilevanza notevole anche all'infuori dell'Africa.

 

Questa di "Stimela" è la prima versione e a mio avviso la migliore, anche se oggi forse la più nota è quella registrata negli anni Novanta con una lunga introduzione in inglese, che però gli toglie un po' di fascino, pur rimanendo molto bella. 

 

Busi Mhlongo personaggio straordinerio.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1943 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 666 Messaggi:

Inviato 11 ottobre 2021 - 09:24

Mi associo alle lodi a questo turnone, se mi dovesse superare non me ne rammaricherei (anche se il mio turno era un filino meglio  ;D )


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1944 Mami_Tomoe

Mami_Tomoe

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 215 Messaggi:

Inviato 11 ottobre 2021 - 18:45

Ma che belle canzoni, se continua cosi metterò quasi sempre il massimo dei voti... questo turno africano continua a soprendermi sempre di più regalandomi ogni volta nuove sfaccettature. Sicuramente mi sta venendo voglia di approfondire queste scene!


  • 1

#1945 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 578 Messaggi:

Inviato 11 ottobre 2021 - 20:49

RISULTATI QUARTO TURNO AFRICA MERIDIONALE
 
utente: Gozer
voti: 18
media: 4,5
 
Hugh Masekela – Stimela (Sudafrica, 1974) 4,555
David Zé – O guerrilheiro (Angola, 1975) 4,444
Thomas Mapfumo & The Blacks Unlimited – Moyo Wangu (Zimbabwe, 1989) 4,5
Busi Mhlongo – Uganga Nge Ngane (Sudafrica, 1999) 4,5
 
 
CLASSIFICA PARZIALE AFRICA MERIDIONALE 
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI 
 
1. Bungle 4,593 (16 votanti)
2. Gozer 4,500 (18 v.)
3. Captino 4,402 (18 v.)
4. Corrigan 4,234 (16 v.)

  • 0

#1946 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 578 Messaggi:

Inviato 11 ottobre 2021 - 21:10

QUINTO TURNO AFRICA MERIDIONALE
 
Ehs75i-ZXk-AARf-PF.jpg
(Steve Biko, Ntsiki Mashalaba e prole)
 
Artista che non ha bisogno di presentazioni, anche se probabilmente molti la conosceranno solamente  per "Pata Pata". La sua carriera è stata molto ricca e ha attraversato diverse fasi, qui la troviamo agli inizi, periodo in cui la componente africana è più forte e pura e in cui la sua voce è al massimo dello splendore.
 
Il musicista angolano più famoso fuori dai propri confini, uno dei massimi esponenti del semba, voce calda e profonda: Bonga è tutto questo e molto più. "Uengi Diá Ngolá" è tratto dal suo album  di debutto e racchiude in sé l'essenza della musica angolana: la malinconia del fado portoghese, i ritmi brasiliani e un'anima tutta africana.
 
Se volete le Supremes sudafricane, durante gli anni Settanta hanno realizzato diverse hit (tra cui il brano in gara), sia da sole, sia assieme al cantante Mahlathini. Negli Ottanta il loro successo aumenta varcando i confini sudafricani, grazie a "Thokozile", il loro album più venduto. Il brano scelto è in lingua zulu, etnia delle tre cantanti, e rappresentativo del genere mbaqanga, un mix tra rumba africana, soul e kwela (musica folk originaria del Malawi).
 
Alfieri dello zamrock (*), gli Witch (sigla per We Intend To Create Havoc) sono stati uno dei gruppi più longevi e importanti della musica dello Zambia. Questo è un loro cavallo di battaglia, un vorace e saturo hard rock screziato di funk. Gli stacchi della batteria sono travolgenti.
 
(*) Genere musicale emerso in Zambia sul finire dei Sessanta, dopo la l'indipendenza, grazie al supporto del neopresidente Kenneth Kaunda, che promuoveva fortemente la cultura indigena. Come stile è ispirato al rock occidentale, in particolare a garage rock, psichedelia, hard rock e funk, sui quali venivano innestati elementi folk africani. Sul finire dei Settanta è terminato a causa dell'avvento della disco music, della depressione economica e dell'arrivo dell'Aids, che ha falcidiato quasi tutti i musicisti.

  • 2

#1947 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 666 Messaggi:

Inviato 11 ottobre 2021 - 21:20

Altro turno super, il disco di Bonga del 1972 è uno dei miei dischi africani preferiti in assoluto. Lo zamrock è una delle anomalie africane più interessanti, nessun'altra nazione del continente ha avuto una scena simile e i Witch sono sicuramente uno dei gruppi più iconografici di questo genere. Makeba su tutti, ma anche le stesse Mahotella possono essere considerate giganti della musica sudafricana!


  • 1

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1948 Mr. Atomic

Mr. Atomic

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3438 Messaggi:

Inviato 12 ottobre 2021 - 11:12

turno bomba, potenzialmente tutti i 4 pezzi selezionati potrebbero finire in TOP 10. Sul Zamrock poi ci si potrebbe aprire anche un topic specifico. Pertanto segnalo questo documentario proprio sui Witch 

 

MV5BZjAzOTA3MDEtODVmMC00NDlmLTllNjAtYWVl


  • 1

#1949 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 666 Messaggi:

Inviato 12 ottobre 2021 - 16:31

Volevo aggiungere un paio di info su Bonga. E' stato militante del MPLA (Movimento per la liberazione dell'Angola) e per questo motivo nel 1966 è stato costretto ad emigrare tra Portogallo, Francia e Olanda. I testi dei primi due album sono fortemente politicizzati , il secondo album del 1974 è altrettanto bello  e la proposta si fa ancora più complessa, ingloba infatti al suo interno anche le melodie raffinate della musica capo verdiana e lo zoukos congolese. La sua discografia poi continua copiosa, non raggiungendo mai i picchi dei primi due album, ma mantenendo un livello qualitativo sempre molto alto.


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1950 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24300 Messaggi:

Inviato 12 ottobre 2021 - 17:01

Altro turnone, ma non arrivo al massimo per le Mahotella Queens: il pezzo rientra di quella rumba africana un po' allegrotta e molto ripetitiva di cui onestamente non amo troppo le atmosfere. Comunque 4 stelle perché loro sono una band storica, la musica è senza dubbio piacevole e presa di per sé la ascolto volentieri, però un disco tutto così mi annoierebbe.

 

Per il resto 5 a tutto.


  • 1
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1951 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17309 Messaggi:

Inviato 12 ottobre 2021 - 23:45

Io invece ho dato 4 solo ai Witch, ma per mero ancoraggio a certi canoni troppo inflazionati altrove e perché il brano scelto non mi ha rapito come gli altri. Il resto 5 a mani basse. Si prosegue spediti e distesi estasiati sotto il sole cocente.  


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#1952 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 578 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2021 - 20:32

RISULTATI QUINTO TURNO AFRICA MERIDIONALE
 
utente: Garga
voti: 16
media: 4,562
 
Miriam Makeba – Ngola Kurila (Sudafrica, 1962) 4,5
Bonga – Uengi Diá Ngolá (Angola, 1972) 4,812
Mahotella Queens – Umculo Kawupheli (Sudafrica, 1973) 4,437
Witch – Lazy Bones (Zambia, 1975) 4,5
 
 
CLASSIFICA PARZIALE AFRICA MERIDIONALE 
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI 
 
1. Bungle 4,593 (16 votanti)
2. Garga 4,562 (16 v.)
3. Gozer 4,500 (18 v.)
4. Captino 4,402 (18 v.)
5. Corrigan 4,234 (16 v.)

  • 0

#1953 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 578 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2021 - 20:35

SESTO TURNO AFRICA MERIDIONALE
 
40434-e4grrurxeacwsr0.jpg
(Kenneth Kaunda)
 
Il gruppo che ha dato il via all'età dell'oro della musica angolana e ha avuto un ruolo chiave nel risveglio culturale della nazione, al tempo colonizzata dai portoghesi. Attivi dagli anni Quaranta, hanno recuperato la musica tradizionale riprononendola in chiave più moderna e contaminandola con il fado e la samba. A partire dagli anni Cinquanta si è unita a loro Lourdes Van-Dúnem, una delle voci più emblematiche della scena locale. Questo toccante brano è ispirato ai lamenti funebri cantati dalle donne di etnia bessangana.
 
Forse l'artista reggae più famoso del Sudafrica, ha contaminato la sua musica con il mbaqanga, stile musicale tipico della musica zulu. Nel brano proposto troviamo anche un bel mood danzereccio.
 
Kris Chali e i suoi Amayenge sono stati tra i dominatori della scena musicale dello Zambia durante gli Ottanta e non solo. Sono fra gli esponenti simbolo della kalindula, genere autoctono dello Zambia caratterizzato da un ritmo uptempo derivato della classica rumba africana, con qualche accenno afrobeat. Prende il nome dall'omonimo strumento, parente del nostro basso. Altri strumenti caratteristici sono banjo e batteria. I gruppi più famosi nei centri urbani fanno largo uso anche delle chitarre elettriche.
 
Emersa a fine anni Novanta come cantante del duo Bongo Maffin, importanti esponenti del kwaito (una variante locale della house), nel passaggio alla carriera da solista, a metà anni Duemila, le sue sonorità si sono fatte più complesse, arrivando a toccare un ibrido fra art pop, reggae, arrangiamenti tecnologici e istanze pescate dalle tradizioni di xhosa e zulu.

  • 1

#1954 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 666 Messaggi:

Inviato 14 ottobre 2021 - 12:18

Grandissimo turno anche questo, che ci trasporta dalle tradizione più ancestrali guidati dalla sublime voce di Lourdes Van-Dunem e gli N'gola Ritmos, fino ad arrivare alla splendida rielaborazione in chiave moderna della musica zulu e xhosa con il meraviglioso brano di Thandiswa. Molto meritevole anche la kalindula degli Amayenge, un genere che alle volte tende ad essere ripetivo e ricicciare su se stesso, ma che in questo brano viene rielaborato in maniera originale e trascinante.

Mi piace ma nonmi convince pienamente invece il reggae ibrido di Dube, che comunque merita ampiamente il 4


  • 1

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1955 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24300 Messaggi:

Inviato 14 ottobre 2021 - 12:26

Il pezzo di Thandiswa è elaboratissimo e davvero bello, spiace che non stia riscuotendo molti riscontri. Regà fategliela usare un po' di tecnologia a 'sti pori africani, mica devono fare solo uga buga, dai! :D

  • 3
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1956 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17309 Messaggi:

Inviato 14 ottobre 2021 - 15:13

 

Il pezzo di Thandiswa è elaboratissimo e davvero bello, spiace che non stia riscuotendo molti riscontri. Regà fategliela usare un po' di tecnologia a 'sti pori africani, mica devono fare solo uga buga, dai! :D

 

 

Diciamolo a reti unificate e una volta per tutte! Che piaga questi stereotipi e poi loro sono anche più bravi a usarla di molti altri super quotati, il tutto senza fare nomi e innescare una guerra. asd

 

Turno totale anche questo. 5 a tutto.


  • 1

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#1957 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 666 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2021 - 10:33

 

Il pezzo di Thandiswa è elaboratissimo e davvero bello, spiace che non stia riscuotendo molti riscontri. Regà fategliela usare un po' di tecnologia a 'sti pori africani, mica devono fare solo uga buga, dai! :D

 

 

sacrosanto, per altro sfido comunque a trovare brani tra quelli giocati, in cui si sia fatto solamente  unga bunga.... (me ne ricordo uno, ma era nel turno greco  asd )


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#1958 Mr. Atomic

Mr. Atomic

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3438 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2021 - 10:35

 

Il pezzo di Thandiswa è elaboratissimo e davvero bello, spiace che non stia riscuotendo molti riscontri. Regà fategliela usare un po' di tecnologia a 'sti pori africani, mica devono fare solo uga buga, dai! :D

 

 

Vero, pezzo anche molto "urban" per come la si vuol intendere, meritevolissimo. Di sto turno forse meno convinto dal Lucky Dube

 

 

 

Il pezzo di Thandiswa è elaboratissimo e davvero bello, spiace che non stia riscuotendo molti riscontri. Regà fategliela usare un po' di tecnologia a 'sti pori africani, mica devono fare solo uga buga, dai! :D

 

 

Diciamolo a reti unificate e una volta per tutte! Che piaga questi stereotipi e poi loro sono anche più bravi a usarla di molti altri super quotati, il tutto senza fare nomi e innescare una guerra. asd

 

Vuvu ti sei giocato qualche pezzo gqom? Mi raccomando eh! 


  • 0

#1959 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 578 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2021 - 20:26

RISULTATI SESTO TURNO AFRICA MERIDIONALE
 
utente: Vuvu
voti: 17
media: 4,294
 

N'Gola Ritmos – Monami (Angola, 1964) 4,647
Lucky Dube – Abathakathi (Sudafrica, 1984) 3,941
Amayenge – Chibuyu Buyu (Zambia, 1986) 4,588
Thandiswa Mazwai – Abenguni (Sudafrica, 2009) 4,352
 
 
CLASSIFICA PARZIALE AFRICA MERIDIONALE 
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI 
1. Bungle 4,593 (16 votanti)
2. Garga 4,562 (16 v.)
3. Gozer 4,500 (18 v.)
4. Captino 4,402 (18 v.)
5. Vuvu 4,294 (17 v.)
6. Corrigan 4,234 (16 v.)

  • 0

#1960 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 578 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2021 - 20:47

SETTIMO TURNO AFRICA MERIDIONALE
 
rhyno.jpg
(Rinoceronte bianco)
 

Manka Le Phallang – Mokhosi  (Lesotho, 1989)
 
‎Tau Ea Matsekha – Ke Ikhethetse E Motle (Lesotho, 1990)
 

I primi artisti provenienti dal Lesotho, entrambi esponenti del famo, il genere più popolare del Lesotho, le cui origini risalgono agli anni Venti, quando gli operai delle miniere intonavano canti accompagnati da fisarmoniche e percussioni rudimentali. A partire dagli anni Ottanta e Novanta si è fortemente contaminato con generi occidentali quali pop, rock e hip hop. Non infrequenti sono le rappresaglie tra i vari clan di musicisti che in qualche occasione sfociano in episodi violenti e criminali ( https://pan-african-...ccordion-music/ ).
Il primo è un brano tiratissimo, con riff di fisarmonica, tempo incalzante, voce energetica e fischietti (spesso presenti nella musica tradizionale di queste regioni). Per quanto riguarda il secondo, vi ricordate la fisarmonica di "Boy in the Bubble" da "Graceland"? Sono proprio loro i Tau Ea Matsekha, il più importante gruppo del Lesotho.
 
Sweet Swazi Sounds – Umyalo (Eswatini, 2000)
 
Sagila Matse – Logaduka  (Eswatini, 2009)
 
La commissione non era riuscita a trovare nulla dall'eSwatini, ma il selezionatore si è dimostrato più abile di noi e ha trovato non uno, ma addirittura due brani. Il primo, dal sound più moderno, è un delizioso gioiellino pop impreziosito da elementi etnici, mentre il secondo rappresentata la parte più rurale e ancestrale della cultura di questo piccolo regno. Ascoltiamo infatti un intenso canto funebre tradizionale dell'etnia swazi, accompagno da un tipico strumento ad arco.


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq