Vai al contenuto


Foto
* * * - - 25 Voti

Campionato Non Anglofono: Iniziato Turno Filippine, Melanesia, Micronesia & Polinesia (Iscrizioni Ancora Aperte 1 Posto Disponibile)


  • Please log in to reply
2369 replies to this topic

Sondaggio: Campionato Non Anglofono: Iniziato Turno Filippine, Melanesia, Micronesia & Polinesia (Iscrizioni Ancora Aperte 1 Posto Disponibile) (12 utente(i) votanti)

Johnny Sablan – Aye Na Patgon (1969, Guam)

  1. 5 (2 voti [16.67%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 16.67%

  2. 4 (9 voti [75.00%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 75.00%

  3. 3 (1 voti [8.33%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 8.33%

  4. 2 (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

  5. 1 (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

Rosalio – Uso E, Sau La (1983, Samoa)

  1. 5 (2 voti [16.67%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 16.67%

  2. 4 (5 voti [41.67%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 41.67%

  3. 3 (5 voti [41.67%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 41.67%

  4. 2 (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

  5. 1 (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

Hotdog – Kasi Naman (1990, Filippine)

  1. 5 (4 voti [33.33%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 33.33%

  2. 4 (3 voti [25.00%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 25.00%

  3. 3 (4 voti [33.33%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 33.33%

  4. 2 (1 voti [8.33%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 8.33%

  5. 1 (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

Arvey – Dalaga (2019, Filippine)

  1. 5 (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

  2. 4 (8 voti [66.67%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 66.67%

  3. 3 (4 voti [33.33%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 33.33%

  4. 2 (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

  5. 1 (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

Voto I visitatori non possono votare

#2121 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25379 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 12:19

Ma che razza di voti state mettendo ai Þursaflokkurinn, che vi possa venire la tigna... 

Musica fra la più originale e creativa dell'epoca, anche molto orecchiabile peraltro, non capisco tutta 'sta difficoltà.

5 stelle a tutto, ovviamente.

 

Edit - Fermi tutti che c'è stato un inghippo. Non corrisponde il pezzo dei Þursaflokkurinn fra quello dichiarato e quello che poi si apre effettivamente quando si clicca sul link. *  / **  :facepalm:

Dobbiamo annullare il voto e chiedervi di rivotare, chiediamo schiuma (tengo a specificare che io non c'entro niente, è l'altra metà di World Elite che è scema).
 
 
* Certo potevate anche notarlo da voi e farcelo presente, canetti!
** Effettivamente quello che si apriva è uno dei loro pezzi che mi piace di meno asd mentre quello che era dichiarato nel titolo è uno dei miei preferiti.

  • 1
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#2122 Tulaga Maualuga a le Lalol

Tulaga Maualuga a le Lalol

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 685 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 12:56

Ora se cliccate sul terzo link si apre il file giusto. Vi chiediamo cortesemente di rivotare.


  • 0

#2123 Tulaga Maualuga a le Lalol

Tulaga Maualuga a le Lalol

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 685 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 21:24

RISULTATI TREDICESIMO TURNO ISLANDA & NORVEGIA
 
utente: Bungle
voti: 20
media: 4,527
 
Jan Eggum – Heksedans (Norvegia, 1977) 4,6
Spilverk Þjóðanna – Reykjavík (Islanda, 1978) 4,3
Hinn Íslenski Þursaflokkur – Brúðkaupsvísur (Islanda, 1979) 4,611
Daði Freyr – Skiptir ekki máli  (Islanda, 2018) 4,6
 
CLASSIFICA PARZIALE CANZONI
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI
1. Gozer 4,555 (18 votanti)
2. Bungle 4,527 (20 v.)
3. James Lepo 4,325 (20 v.)
4. Captino 4,279 (17 v.)
5. Mami_Tomoe 4,276 (19 v.)
6. Tana delle Tigri 4,25 (18 v.)
7. mr_tankian 4,236 (19 v.)
8. Maladiez 4,187 (16 v.)
9. sfos 4,176 (17 v.)
10. Corrigan 4,044 (17 v.)
11. Terminator 3,676 (17 v.)
12. Pingu 3,631 (19 v.)
13. popten 3,265 (16 v.)

  • 0

#2124 Tulaga Maualuga a le Lalol

Tulaga Maualuga a le Lalol

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 685 Messaggi:

Inviato 08 dicembre 2021 - 22:23

QUATTORDICESIMO TURNO ISLANDA & NORVEGIA

 

trolltunga-l_incredibile-trampolino-di-r

(Trolltunga)

 

 

Terje Rypdal – Bleak House (Norvegia, 1968)
Leggenda del jazz, l'abbiamo già incontrato con i Min Bul, anche se il pezzo non era composto da lui. Questo invece è autografo e intitola il suo album di debutto.

 

Dumdum Boys – En vill en (Norvegia, 1988)
Fra le più importanti rock band norvegesi, con sette album al numero 1 nel corso della carriera. Dotati di un suono classicamente alternative, possono piacere a chi apprezza Replacements e dintorni.

 

Seigmen – Ohm (Norvegia, 1994)
Band di grande culto, con un suono a metà fra l'alternative metal e il post-punk di stampo gotico. Il pezzo viene dall'album "Total", il loro più celebrato.

 

Nils Petter Molvær – Recoil (Norvegia, 2011)
Altra leggenda del jazz, anzi in questo caso del nu jazz. Trombettista e tastierista, in questo pezzo, piuttosto cupo, lo accompagnano il chitarrista e produttore Stian Westerhus e il batterista Erland Dahlen.


  • 0

#2125 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25379 Messaggi:

Inviato 08 dicembre 2021 - 23:04

Purmuà:

5

4

5

5

 

Ottimo turno, non vado pieno coi Dumdum Boys giusto perché, nonostante siano un nome storico, li ho meno in confidenza e forse il pezzo si apprezza meglio contestualizzato nel disco o comunque con più ascolti; ha meno caratteristiche da ko immediato rispetto al resto della variegata selezione.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#2126 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 786 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2021 - 13:04

i Seigman mi ricordano un pacco regalo ricevuto nel music crossing, non li conoscevo e lì per lì li avevo apprezzati non pienamente, ritornandoci ora mi piacciono di più


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#2127 Tulaga Maualuga a le Lalol

Tulaga Maualuga a le Lalol

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 685 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2021 - 21:01

RISULTATI QUATTORDICESIMO TURNO ISLANDA & NORVEGIA
 
utente: stan bowles
voti: 17
media: 4,411
 
Terje Rypdal  – Bleak House (Norvegia, 1968) 4,470
Dumdum Boys  – En vill en (Norvegia, 1988) 4,352
Seigmen  – Ohm (Norvegia, 1994) 4,352
Nils Petter Molvær – Recoil (Norvegia, 2011) 4,470
 
CLASSIFICA PARZIALE CANZONI
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI
1. Gozer 4,555 (18 votanti)
2. Bungle 4,527 (20 v.)
3. stan bowles 4,411 (17 v.)
4. James Lepo 4,325 (20 v.)
5. Captino 4,279 (17 v.)
6. Mami_Tomoe 4,276 (19 v.)
7. Tana delle Tigri 4,25 (18 v.)
8. mr_tankian 4,236 (19 v.)
9. Maladiez 4,187 (16 v.)
10. sfos 4,176 (17 v.)
11. Corrigan 4,044 (17 v.)
12. Terminator 3,676 (17 v.)
13. Pingu 3,631 (19 v.)
14. popten 3,265 (16 v.)

  • 0

#2128 Tulaga Maualuga a le Lalol

Tulaga Maualuga a le Lalol

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 685 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2021 - 21:06

QUINDICESIMO TURNO ISLANDA & NORVEGIA
 
Peder_Balke_-_Stetind_in_Fog_-_Google_Ar
(Peder Balke: "Stetind nella nebbia", 1864)
 
Andersen è un importante contrabbasista jazz, collaboratore dei vari Garbarek e Rypdal. Qui lo troviamo parte di una sorta di supergruppo transcontinentale, insieme a Towner, chitarrista jazz americano già membro degli Oregon, e Vasconcelos, eclettico percussionista brasiliano.
 
Sassofonista jazz e compositore, fa parte della prestigiosa scuderia ECM.
 
Li conoscerete tutti, quindi senza perdere tempo: post-rock, jazz-rock e via dicendo.
 
Musicista glitch anni 2000 che raccolse diversi consensi sul forum illo tempore.

  • 0

#2129 Tulaga Maualuga a le Lalol

Tulaga Maualuga a le Lalol

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 685 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2021 - 16:04

RISULTATI QUINDICESIMO E ULTIMO TURNO ISLANDA & NORVEGIA
 
utente: Bernardus
voti: 17
media: 3,705

Arild Andersen, Ralph Towner & Naná Vasconcelos – Backé (Norvegia, 1993) 3,941
Trygve Seim – Beginning an Ending (Norvegia, 2004) 3,882
Jaga Jazzist – Animal Chin (Norvegia, 2006) 4,058
Alog – The Weatherman (Norvegia, 2011) 2,941
 
 
CLASSIFICA FINALE CANZONI
1. Þokkabót – Utan hringsins (Islanda, 1976) 4,705
 

CLASSIFICA FINALE UTENTI
1. Gozer 4,555 (18 votanti)
2. Bungle 4,527 (20 v.)
3. stan bowles 4,411 (17 v.)
4. James Lepo 4,325 (20 v.)
5. Captino 4,279 (17 v.)
6. Mami_Tomoe 4,276 (19 v.)
7. Tana delle Tigri 4,25 (18 v.)
8. mr_tankian 4,236 (19 v.)
9. Maladiez 4,187 (16 v.)
10. sfos 4,176 (17 v.)
11. Corrigan 4,044 (17 v.)
12. Bernardus 3,705 (17 v.)
13. Terminator 3,676 (17 v.)
14. Pingu 3,631 (19 v.)
15. popten 3,265 (16 v.)

  • 0

#2130 Tulaga Maualuga a le Lalol

Tulaga Maualuga a le Lalol

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 685 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2021 - 19:07

Quattro importanti comunicazioni:

 

1. Gozer e Bungle hanno deciso di comune accordo di rinunciare dalla prossima gara in poi a scegliere le nazioni in caso di vittoria. Ne hanno già scelte abbastanza, è ora che gli altri giocatori abbiano più peso.

 

2. L'Argentina si farà a gennaio 2022, avrete tutto il tempo per scegliere i pezzi.

 

3. Gozer ha scelto come nazione successiva la Finlandia. Si giocherà dopo l'Argentina, quindi anche questa avrete tutto il tempo di studiarvela bene.

 

4. Da qui alla fine delle feste troveremo comunque qualcosa da farvi fare (arriveranno istruzioni diciamo entro sette-otto giorni). Mai battere la fiacca!

 

Map-Chart-Map-31.png


  • 1

#2131 Bernardus

Bernardus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 444 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2021 - 21:12

Mi spiace non essere stato attivo come avrei voluto. Ho avuto un pò da fare. Spero di rifarmi! Però sulla Finlandia non conosco una mazza o quasi.


  • 1

#2132 Tulaga Maualuga a le Lalol

Tulaga Maualuga a le Lalol

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 685 Messaggi:

Inviato 21 dicembre 2021 - 21:19

Dopo aver recuperato in estate i turni: Indonesia e Taiwan, approfittiamo di queste vacanze natalizie per recuperare il turno nordafricano. Vi chiediamo quindi di votare i 24 brani propositi
 
Potrete scrivere i voti sia qui in risposta al thread, sia inviarli a World Elite in privato (poi semmai li renderemo pubblici quando daremo i risultati). Non è necessario mandare i voti tutti assieme, potete integrare il vostro messaggio man mano che andate avanti con gli ascolti.

In questo caso non vince o perde nessuno, si tratta di un modo come un altro per farvi ascoltare un po' di buona musica e tenere a galla il gioco durante le festività. 
 
ALGERIA:
 
Cheikh Hamada – Ya Ben Sidi (Algeria, 1959)
Importante musicista beduino, fra i più influenti sul chaabi algerino e fra i fondatori della della musica gasba (https://en.wikipedia...iki/Gasba_music). Lo stesso Béla Bartók durante un viaggio in Algeria rimase folgorato dalla sua musica. che divenne per lui fonte d'ispirazione. Non è forse musica delle più fruibili per l'ascoltatore occidentale, ma se avete pazienza di addentrarvi nelle sue complesse strutture nei giochi di dissonanze ne rimarrete rapiti.
 
El Hadj M'Hamed El Anka – El Hamdou Li Allah (Algeria, 1969)
Allievo di Hamada, è uno dei musicisti che più hanno reso popolare il chaabi. Costruì assieme a un liutaio una mandola più grande del solito, perchè quelle utilizzate comunamente nelle orchestre avevano suoni troppo acuti e non abbastanza potenti per accompagnare la sua musica. Pur rimanendo complessa, la sua proposta risulta più morbida e avvolgente, e per questo di più facile fruibilità rispetto a quella di Hamada.
 
Salim Halali – Andaloussia (Algeria, 1970)
Attivo in Francia prima e Marocco poi, è stato una delle icone della musica arabo-andalusa, unendo elementi di flamenco alla musica araba tradizionale, come si può ascoltare in questo splendido brano.
 
Kamel Messaoudi – Ya Hasra Alik Ya Denia (Algeria, 1998)
Testamento artistico di questo sfortunato artista chaabi di origini cabiliane, morto prematuramente a causa di un incidente stradale e oggi ricordato per i suoi testi socialmente impegnati. Questa meravigliosa ballata dagli arrangiamenti moderni e stratificati riprende appieno le melodie tipiche della Cabilia, più dolci rispetto a quelle tradizionali arabe. Tornano alla mente i brani dei grandi cantautori di quella zona come Ait Menguellet e Idir, incontrati nei precedenti turni.
 
Mouh Milano – Y'en A Marre (Algeria, 2018)
Nel corso dell'intera battle non abbiamo mai messo un pezzo calcistico. Ecco allora l'inno della USM Alger, che mescola l'ovvio coro da stadio a ritmi sbilenchi mutuati dal folk arabo. Milano è una delle popstar arabe più seguite degli ultimi anni.
 
EGITTO:
 
Mounira El Mahdeya & Sayed Darwish – Bassara Barrajeh (Egitto, 1925)
In questo pezzo troviamo due colossi. Darwish, morto a trentuno anni per un'overdose di cocaina, è stato l'enfant prodige della musica egiziana, arrivando a comporre l'inno nazionale. El Mahdeya, soprannominata "la Sultana", è stata forse la prima grande diva della canzone egiziana. La musica riprende il folk arabo ma col piglio dello studioso accademico, mutuato dai compositori classici europei dell'epoca, mentre la voce di lei è tanto potente da superare le limitazioni tecniche della registrazione.
 
Ahmed Mounib – Rabak Howa El 3alem (Egitto, 1989)
Cantautore nubiano molto apprezzato da pubblico e critica, attinge a piene mani dalla tradizione della sua terra natia, contominandola però con l'elettronica. Il risultato è un pop etnico affascinante  e ricco di colori.
 
El Sawareekh – Alpk Bahr Maleh (Egitto, 2019)
El Sawareekh, El Swarekh, El Swareekh o come diamine vogliate traslitterare il loro nome (che significa "Missili"), questi due ragazzini sgangherati producono la trap più bizzarra del pianeta: l'autotune c'è, ma anche le cellule ritmiche prese dalla tradizione araba, l'influenza della musica shaabi e qualche chilo di arpeggi chiptune presi di peso dai vecchi videogiochi. Folli e ipnotici.
 
Hamza Namira – Esta3izo (Egitto, 2020)
Su lui c'è pure il thread, anche se da canetti quali siete l'avete mandato deserto: http://forum.ondaroc...ugh-trade-2021/
È stato il disco egiziano più streamato dell'anno, ma era abbastanza prevedibile: parliamo di uno di quegli artisti epocali che riescono a unire complessità e capacità di arrivare al grande pubblico.

 
Mohamed Mohsen – Atshan (Egitto, 2020)
Il più rinomato cantante che l'Egitto abbia generato negli ultimi anni nei campi del pop tradizionale e della musica classica araba (campi che da loro sono cofinanti e comunicanti: la distinzione è molto diversa da quella che operiamo in Europa). Visti gli ambiti accademici in cui si muove appare molto servizievole verso il potere e ciò non lo rende troppo simpatico. Ciò detto, è indubbiamente bravo in quello che fa e riesce a guardare anche fuori dalla propria zona di comfort, come comprovato dal pezzo in gara, arabic pop moderno e raffinato, con melodia a presa rapida.
 
LIBIA:
 
Salam Qadri – Safar Mazal Eayni Turiduh (Libia, 1957)
Il nome d'arte Salam Qadri, che significa "salve mio destino", gli è stato dato da Kazem Nadim, uno dei più grandi compositori libici. Cantante, poeta e polistrumentista talentuoso, è stato uno degli artisti principali dell'epoca d'oro della musica libica, prima che Gheddafi spazzasse via tutto. Questo è il suo brano più famoso, tutto basato sul rincorrersi fra orchestra, voce principale e coro.
 
Khaled Saeed – El Samra Wel Beida (Libia, 1969)
Soprannominato "l'usignolo libico" e in patria spesso paragonato al già incontrato Abdel Halim Hafez, Saeed è uno dei pezzi da novanta della canzone libica pre-regime. Principalmente interprete, fu preso sotto l'ala protettiva di Kazem Nadim, che scrisse per lui tutti i brani più famosi, tra qui il pezzo in gara.
 
Adel Abdel Majid – Haz El Sho (Libia, 1980)
Uno dei più importanti musicisti libici, durante il regime di Gheddafi fu costretto a emigrare in Francia. Proprio durante l'esilio ha registrato questo brano monumentale, che unisce alla musica dei classici egiziani elementi di musica berbera.
 
Asma Salim – Nbihalh  (Libia, 2016)
La massima star della musica libica nel nuovo millennio, ha supportato i rivoluzionari contro il regime, ma ne ha poi preso le distanze visto il disastro che ne è conseguito. Questo suo brano ripropone con un sound fresco e tecnologico le caratteristiche tipiche del pop tradizionale arabo: dopo un inizio elegiaco, caratterizzato dalla sua voce muscolare, esplode in un andamento ritmato e incalzante, con i tipici botta e risposta tra prima voce e coro.
 
MAROCCO
 
Haja El Hamdaouia – Daba Yji (Marocco, 1969)
L'immagine di lei che canta accompagnata dal tamburino e indossando coloratissime caffettane (tipica tunica araba) è una delle icone della musica marcocchina. È stata un'innovativa cantautrice e una delle prime a contaminare la musica locale con il pop di stampo occidentale. Qui la troviamo con uno dei suoi grandi classici.
 
Ammouri M'barek – Wa Yahou (Marocco, 1978)
Cantautore berbero, assieme ai Nass El Ghiwane e ai Lemchaheb è stato uno degli innovatori della musica amazigh, contaminandola fortemente con elementi occidentali. Rispetto ai gruppi sopraccitati, dall'approccio più rock, la musica di M'barek vira verso il pop e il cantautorato. Il brano scelto è una ballata assimilabile a quelle dei cantautori kabiliani (regione algerina di prevalenza berbera).
 
Abdessadeq Cheqara – Ya Bent Bladi (Marocco, 1982)
Gran maestro della musica arabo-andalusa e virtuoso del violino. lo incontriamo con uno dei più grandi classici del suo repertorio. Pare comunque che molti brani di questa corrente siano stati scritti da compositrici come Hajja Shili e Hajja Shahaba, per poi essere loro sottratti dagli uomini che le frequentavano: non è difficile da credere, vista la società fortemente patriarcale del mondo arabo. A riprova di ciò, il pezzo in gara è scritto da una prospettiva femminile.
 
Mohamed Bajeddoub – Inseraf Qdam Al Asbahan (Marocco, 2001)
Altro maestro della tradizione arabo-andalusa e in particolare della musica gharnati (https://en.wikipedia.../Gharnati_music). Caratterizzata dalla presenza nell'orchestra di strumenti come archi, oud e rabat, è praticamente musica classica per complessità e rigore. In questo brano spicca l'utilizzo del coro, con i suoi intrecci vocali.
 
TUNISIA:
 
Mohamed Ennouri – Ouallah Lou Menkhaf Allah (Tunisia, 1948)
Pioniere della musica popolare tunisina, pare che abbia un catologo di migliaia di canzoni (non abbiamo modo di verificare). Nel corso della sua lunga carriera ha rimodellato la musica tradizionale locale traghettandola verso la modernità, come riscontrabile nel brano selezionato, che pur essendo del 1948 potrebbe essere spacciato per un pezzo anni Sessanta.
 
Saliha – Ya Khamouri (Tunisia, 1954)
La Rachida è stata un'associazione musicale e culturale nata a tunisi nel 1934 (https://fr.wikipedia...iki/La_Rachidia), con l'obiettivo di salvaguardare la musica tradizionale tunisina e in particolare il malouf (versione autoctona della musica andalusa). Fra i tanti musicisti importanti che ne hanno fatto parte, spiccano Khemaïs Tarnane e Saliha. Tarnane è stato il primo direttore del coro e nel corso della sua carriera ha composto un'infinità di brani, interpretati sia da lui, sia da altri. La sua più grande musa è stata appunto Saliha, cantante e ballerina che a partire dal suo ingresso, nel 1951, ha avuto una carriera fulminante, diventando la più grande diva della canzone tunisina (è nota anche come la "Stella della Rachidia"), per poi morire prematuramente nel '58. In questo brano di Tarnane, in pieno stile malouf, la troviamo all'apice della forma, con la sua voce densa e profonda.
 
Mohamed Jamoussi – Riheit Elblad (Tunisia, 1957)
Artista poliedrico, cantante, compositore, poeta e attore, è stato una delle figure di riferimento della cultura tunisina del dopoguerra. Abile nel maneggiare la musica tradizionale, quanto nel creare colonne sonore teatrali di stampo accademico, spesso fondendo le due cose come nel brano in gara, peraltro particolarmente orecchiabile.
 
Hédi Jouini  – Maftoun Bkhazret Iniha (Tunisia, 1969)
Indicato talvolta come il Sinatra tunisino per via della sua voce suadente e ammiccante, a differenza dell'americano è stato anche compositore di quasi tutti i suoi brani. È ancora oggi ricordato e rispettato, in particolare perché nel corso della sua carriera non ha mai fatto concessioni ai governanti di turno (cosa che agli artisti più famosi capitava invece spesso). Abbiamo scelto uno dei suoi cavalli di battaglia, in cui elementi malouf arrichiscono una proposta in linea con i grandi classici della musica araba.
 
Zied Gharsa – Tlammet Lahbab (Tunisia, 2013)
Figlio di Tahar Gharasa, ha sostituito il padre nella direzione del coro della Rachidia (il padre a sua volta aveva sostituito il già citato Tarnane). La sua musica guarda ovviamente agli stilemi della tradizione arabo-andalusa, traghettando questo genere plurisecolare verso il nuovo millennio.
 
Thisiz Balti – Ya Hasra (Tunisia, 2021)
Dominatore delle classifiche tunisine (e non solo), lo troviamo con una sua hit di quest'anno in cui ci propone una trap malinconica e raffinata su cui innesta strumenti tipici della tradizione araba come oud e mizwad.
 
 
Per comodità vi abbiamo creato anche una playlist per facilitarvi l'ascolto:
 

https://youtube.com/...vZI2Gpm6wM0ycWf

 

Scadenza per le votazioni 6/1/2022 (ne avete di tempo  asd )


  • 7

#2133 maladiez

maladiez

    Kosmische express courier

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4261 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 22 dicembre 2021 - 08:14

ALGERIA

3
5
4
3
2

MAROCCO

5
5
5
5
  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#2134 ShogunMitsukunimito

ShogunMitsukunimito

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 50 Messaggi:

Inviato 23 dicembre 2021 - 07:09

ALGERIA

5
5
5
5
4
  • 0

#2135 maladiez

maladiez

    Kosmische express courier

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4261 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 23 dicembre 2021 - 15:49

EGITTO

4
5
3
4
5
  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#2136 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11731 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 24 dicembre 2021 - 09:19

ALGERIA

3-4-2-5-4


  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#2137 maladiez

maladiez

    Kosmische express courier

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4261 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 24 dicembre 2021 - 12:20

TUNISIA

4
4
3
5
5
4
  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#2138 Stan Bowles

Stan Bowles

    Socialista dalle tasche buche

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 561 Messaggi:

Inviato 24 dicembre 2021 - 14:56

ALGERIA

4
3
3
3
3

 

EGITTO

3
4
2
4
3


  • 0

#2139 Il Cappellaio Matto

Il Cappellaio Matto

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1032 Messaggi:

Inviato 24 dicembre 2021 - 17:37

ALGERIA

3
5
3
4
4

 

EGITTO

3
5
3
4
5

 

LIBIA

3

4

4

4

 

MAROCCO

4

5

4

4

 

TUNISIA

3

3

4

5

4

4


  • 0

#2140 shemo

shemo

    ✌️

  • Members
  • Stelletta
  • 20 Messaggi:

Inviato 25 dicembre 2021 - 03:39

Listone non anglofono > natale

 

ALGERIA

3

4

3

4

4

 

EGITTO

3

5

4

4

3

 

LIBIA

4

3

3

4

 

MAROCCO

5

3

3

4

 

TUNISIA

3

3

4

3

4

4


  • 0

RIP vecchio account ✟





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq