Vai al contenuto


Foto
* * * - - 21 Voti

Campionato Non Anglofono - Annuncio Nuova Nazione + Varie & Eventuali


  • Please log in to reply
1584 replies to this topic

#1261 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 371 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2020 - 21:54

QUARTO TURNO "FRANCIA"

 

shutterstock-1407078329_1296083_20200212

 

 

Daniel Balavoine – France (1978)

Una delle voci più belle della musica francese, morto purtroppo a 33 anni in un incidente con l'elicottero, nel 1986. Il brano in questione proviene dal suo terzo album in studio, "Le chanteur". Si tratta del suo primo grande successo.

 

Renaud – Trois matelots (1985)

Dopo "Hexagone" spero che apprezzerete anche questa splendida traccia avventurosa e marinaresca, proveniente da "Mistral gagnant" del 1985, disco di grande importanza per la carriera di Renaud.

Qui il testo tradotto: https://www.antiwars...id=1524&lang=it

 

Johnny Hallyday – Allumer le feu (1998)

Artista dalla lunghissima carriera, scomparso nel 2017, la cui fama in Francia è paragonabile a quella di Celentano in Italia. Qui lo ritroviamo con un potente rock da stadio di fine anni Novanta, che a mio avviso ha il suo perché.

 

Saez – Les échoués (2012)

Forse il più talentuoso chansonnier alternativo emerso nell'ultima ventina d'anni. Ebbe grande successo nel 1999 con l'inno "Jeune et con".

Pur non essendo più riuscito a bissarlo si è ritagliato il suo seguito, all'insegna dell'indipendenza artistica, culminato nel 2012 col triplo "Messina", dove si spazia più o meno su ogni suono applicabile alle chanson, dall'orchestra da camera all'elettronica sperimentale passando per le chitarre noise.


  • 0

#1262 葛札爾

葛札爾

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22743 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2020 - 22:07

Daniel Balavoine – France (1978)
Non sono un fan di Balavoine, in particolare quando rallenta nelle sue ballate diabetiche. Decisamente meglio nei pezzi ritmati, come questo, anche se è comunque un po' troppo gentilino. Dallo stesso album sarebbe stata decisamente più vincente "Le chanteur": https://www.youtube....h?v=HXdP15Ubu6M
Comunque 4 stelle ci stanno, anche come premio per aver evitato una ballata.
 
Renaud – Trois matelots (1985)
Altro testo straordinario che invito a leggere prima di votare. Musicalmente non siamo ai livelli di "Hexagone", però l'atmosfera marinaresca è molto riuscita.
4 stelle
 
Johnny Hallyday – Allumer le feu (1998)
Il paragone con Celentano a livello di fama duratura ci può stare, anche se per il pezzo specifico, di rara bruttezza e tamarraggine, a me viene in mente più che altro il Vasco Rossi di "Rewind".
1 stella
 
Saez – Les échoués (2012)
Poco da aggiungere alla presentazione. Lui è un peso massimo e "Messina" un'opera straordinaria, avrei dato il massimo a praticamente qualsiasi pezzo scelto. Chi non lo conoscesse lo rimedi.
Per chi volesse approfondire linko un altro pezzo, forse il più potente e torrenziale: https://www.youtube....h?v=0tEFUhTZRb8
5 stelle

  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1263 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4380 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 22 novembre 2020 - 23:17

3-3-2-3. Turno meh. Halliday tamarro, ma non era uno degli artisti da escludere vista la sua popolarità?
  • 0
Immaginate che abbia messo in firma qualcosa di interessante

#1264 葛札爾

葛札爾

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22743 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2020 - 23:34

Halliday tamarro, ma non era uno degli artisti da escludere vista la sua popolarità?

 

La popolarità in assoluto non conta, conta la popolarità fra gli orridi hipster come voi, e RYM dimostra che quella di Hallyday purtroppo è scarsa. Anche io non sono stato felice della sua inclusione eh. asd

 

L'importante è che trattiate bene Saez.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1265 Acid WaruMonzeamon

Acid WaruMonzeamon

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3018 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2020 - 01:39

Halliday idolo di tutte le anziane francesi, quando è morto ci fu praticamente un lutto nazionale. Il video con il workout del vecchio è notevole, un mix tra il peggior Springsteen e Rocky Balboa. 

 

Spezzo invece una lancia in favore al pezzo di Renaud: lui mi sembra un sincero incazzato, è in questo pezzo la sua incazzatura traspare ancora di più che in Hexagone. Agevolo di conseguenza un grandissimo live ove il pezzo musicalmente funziona molto di più rispetto al link di sopra. 

 


  • 0

#1266 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10426 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2020 - 11:25

ma lamonteyoung ha votato solo l'altro ieri? asd


  • 0

#1267 葛札爾

葛札爾

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22743 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2020 - 11:32

Avrà votato in metà dei turni da quando è iniziato il gioco. Cartellino giallo, la zizzania altrove grazie.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1268 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10426 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2020 - 11:47

al prossimo cartellino che succede? asd


  • 0

#1269 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 371 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2020 - 21:43

RISULTATO QUARTO TURNO FRANCESE

 

utente: Mr Tankian

voti: 28

media: 3,214

 

Daniel Balavoine – France (1978) 3,464

Renaud – Trois matelots (1985) 3,142
Johnny Hallyday – Allumer le feu (1998) 2,285
Saez – Les échoués (2012) 3,964

 
 
CLASSIFICA PARZIALE FRANCIA
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI
1. Gozer 4,276 (28 votanti)
2. Maladiez 4,138 (27 v.)
3. Pingu 3,785 (28 v.)
4. Mr Tankian 3,214 (28 v.)

  • 0

#1270 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 371 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2020 - 22:19

QUINTO TURNO "FRANCIA"

 

5a1204ce93064c864912e4ff5a65a139.jpg

 

 

Barbara – L'aigle noir "dédié à Laurence" (1970)

"L’aigle noir" è uno dei momenti più epici della chanson e forse il pezzo più celebre di Barbara (indicata spesso come la Jacques Brel al femminile - per spessore, non intendendo che lo imitasse). Il testo è segnato da immagini suggestive tra fiaba e romanzo cortese, e l’interpretazione di Barbara tocca le corde più sospese e drammatiche.

Véronique Sanson – Alia Souza (1974)

Véronique Sanson ha scritto alcune delle canzoni più trascinanti del pop francese e "Alia Souza" è l’irresistibile apertura di uno dei suoi dischi più noti, "Le maudit", misto di chanson, West Coast e musica brasiliana (alcuni fra i punti di riferimento ricorrenti della cantautrice).

Bernard Lavilliers – Pouvoirs (1979)

Lavilliers è uno dei cantautori più visionari della scena francese, e cosa sceglierne se non Pouvoirs, suite mutagena e minacciosa che inizia in medias res e cattura l’attenzione per sedici minuti?
Purtroppo la ristampa in Cd è un assurdo remix: ho recuperato la versione originale dal vinile e ve l’ho caricata su Drive.

 

Jean-Patrick Capdevielle – Tout au bout de la ville (1979)
Disco di rock energico e incalzante ma dalle tinte cupe e dai riferimenti oserei dire simbolisti, tra angeli e demoni, figli delle tenebre e deserti metaforici, moderne Salomé che si muovono tra i neon. "Tout au bout de la ville" è uno dei pezzi più travolgenti di "Les enfants des ténèbres et les anges de la rue".


  • 0

#1271 葛札爾

葛札爾

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22743 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2020 - 22:24

Quattro colossi della musica francese con pezzi fra i loro migliori (nel caso di Lavilliers direi indiscutibilmente il migliore: una composizione tanto visionaria non l'avrebbe più bissata).

 

5 stelle a tutto. Se un turno così mi supera posso solo togliermi il cappello.


  • 1
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1272 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4380 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 24 novembre 2020 - 08:11

Ho ascoltato i brani uno, due e quattro, indubbiamente belli, ho paura di affrontare il terzo ashd .
  • 0
Immaginate che abbia messo in firma qualcosa di interessante

#1273 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4380 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 24 novembre 2020 - 08:23

Poker di 5. Della suite ho ascoltato i primi 9 minuti, conto più tardi di ascoltarla intera.
  • 1
Immaginate che abbia messo in firma qualcosa di interessante

#1274 il mistico

il mistico

    proxima centauri

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11623 Messaggi:
  • Locationvia lattea

Inviato 24 novembre 2020 - 15:33

Halliday paragonato a Celentano, idolo delle anziane, un grosso mah..Premetto che non piace neanche a me, ma era e rimane ancora un' istitutuzione nazionale, per certi versi inspiegabile. Ha cominciato col rock stile Elvis e in seguito ha abbracciato le varie tipologie di rock in modo scialbo e senza alcuna originalità per i decenni successivi. Il paragone con Celentano è ridicolo, cioè non sapete di cosa state parlando asd chi ascolta oggi Celentano? Quasi nessuno, nemmeno gli anziani nostalgici. Hallyday è conosciuto e rispettato da tutte le generazioni ( a livello di vendite non c'è storia vince il francese) Inoltre non si dava arie polico_ umanistiche tipo guru di paese in TV
  • 1

#1275 葛札爾

葛札爾

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22743 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2020 - 16:39

 chi ascolta oggi Celentano? 

 

Ha avuto il disco più venduto dell'anno nel 2016 eh, non trent'anni fa.


  • 2
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#1276 mr_tankian

mr_tankian

    Prossimamente nuovo avatar

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3208 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2020 - 19:43

Mi unisco anch'io ai complimenti a Pouvoirs di Bernard Lavilliers. Album semplicemente stratosferico, che pur durando solo 35-36 minuti, contiene praticamente di tutto: progressive, dark, new-wave, atmosfere da cabaret, punk, reggae, cantautorato in stile brasiliano, etc...
  • 1

 


#1277 Mami_Tomoe

Mami_Tomoe

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 109 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2020 - 20:01

Io ho adorato le due cantanti donna, la suite molto bella, ma forse un pochino dispersiva. L'ultimo brano mi ha convinto un filino meno. Ad ogni modo tutta musica di altissimo livello.

 

Col turno di ieri siete stati un po' troppo severi, 3 canzoni su 4 erano molto belle. Halliday direi evitabile, davvero trucido!


  • 1

#1278 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 371 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2020 - 21:37

RISULTATO QUINTO TURNO FRANCESE
 
utente: Captino
voti: 26
media: 4,307
 
Barbara – L'aigle noir "dédié à Laurence" (1970)) 4,384
Véronique Sanson – Alia Souza (1974) 4,384
Bernard Lavilliers – Pouvoirs (1979) 4,23
Jean-Patrick Capdevielle – Tout au bout de la ville (1979) 4,23
 
 
CLASSIFICA PARZIALE FRANCIA
1. Charles Aznavour – Comme ils disent (1972) 4,464
2. Alan Braxe & Fred Falke – Rubicon (2004) 4,392
3. Véronique Sanson – Alia Souza (1974) 4,384
3. Barbara – L'aigle noir "dédié à Laurence" (1970) 4,384
5. France Gall – Poupée de cire poupée de son (1965) 4,37
6. Quintette du Hot Club de France – Minor Swing (1937) 4,333
7. Maxime Le Forestier – Né quelque part (1988) 4,25
8. Bernard Lavilliers – Pouvoirs (1979) 4,23
8. Jean-Patrick Capdevielle – Tout au bout de la ville (1979) 4,23
10. Renaud – Hexagone (1975) 4,185
11. Hubert-Félix Thiéfaine – Les dingues et les paumés (1982) 4,178
12. Ange – Les longues nuits d'Isaac (1974) 4,035
13. Trust – Antisocial (1980) 4
14. Saez – Les échoués (2012) 3,964
15. Négresses Vertes – Zobi la mouche (1988) 3,821
16. Taxi-Girl – Cherchez le garçon (1980) 3,666
17. Daniel Balavoine – France (1978) 3,464
18. Renaud – Trois matelots (1985) 3,142
19. Rita Mitsouko – Andy (1986) 3,107
20. Johnny Hallyday – Allumer le feu (1998) 2,285
 
 
CLASSIFICA PARZIALE UTENTI
1. Captino 4,307 (26 votanti)
2. Gozer 4,276 (28 v.)
3. Maladiez 4,138 (27 v.)
4. Pingu 3,785 (28 v.)
5. Mr Tankian 3,214 (28 v.)

  • 0

#1279 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onnisciente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 371 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2020 - 21:43

SESTO TURNO "FRANCIA"
 
bretagna-1280x720.jpg
 
 
Alan Stivell – Tri martolod (1972)
Figura di riferimento del folk bretone, il suo nome è legato indissolubilmente all'arpa celtica, di cui è stato il più noto interprete. Qui lo troviamo con un uno dei suoi brani più rappresentativi, rivisitazione di un traditional settecentesco, che  con il suo incedere epico e solenne è un vero inno della musica celtica.
 
Christophe – Le dernier des Bevilacqua (1974)
Christophe è uno dei cantautori francesi più originali degli anni Settanta. Questo è il brano di apertura del suo album più celebrato, "Le Mots Blue". Il testo è scritto da Jean Michel Jarre e rievoca le origini italiane di Christophe (gli ultimi versi sono infatti cantati in italiano). Il brano ha un mood futuristico e combina egregiamente musica cantaturoriale e progressive rock spaziale.
 
Malicorne – La fille aux chansons [Marion s'y promène] (1975) 
Eccellenza del folk celtico, sono stati spesso considerati i Fairport Convention francesi. Qui li troviamo alle prese con un brano folk prog dalle atmosfere oniriche, che con quegli overdub di voce femminile (che partono attorno a 2:45) sembrano anticipare Enya di una quindicina d'anni.
 
Tri Yann – Guerre, guerre, vente, vent (1981)
I tre Giovanni (Tri Yann) sono uno dei gruppi più iconici della Bretagna; a distanza di cinquant'anni dal loro esordio sono ancora amati dal pubblico, che accorre loro concerti con tanto di bandiera bretone al seguito. Nel corso della carriera hanno reinterpretato molti classici  della tradizione celtica, ma hanno scritto anche pezzi propri, come quello in questione.  “Guerre, guerre, vente, vent” spicca per il suo testo pacifista, mentre la base è dominata da chitarra acustica, cori e aperture sinfoniche classicheggianti. Il testo qui: https://www.antiwars...p?id=49&lang=it


  • 2

#1280 maladiez

maladiez

    Kosmische express courier

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3841 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 25 novembre 2020 - 07:58

Bel turno all'insegna del folk, i Malicorne li avevo seriamente valutati per il mio turno sebbene con un altro brano.
  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq