Vai al contenuto


Foto
* * * - - 3 Voti

La Peste Degli Anni 10: Color Grading


  • Please log in to reply
65 replies to this topic

#61 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14013 Messaggi:

Inviato 29 dicembre 2019 - 11:42

O Solaris, grazie al cazzo che Kubrick, Herzog e (il) Wenders (di quegli anni) ti danno soddisfazione.
Pure il color grading qui sotto inquisizione darà soddisfazione a un tuo omologo tra trent'anni, quando questa tecnica sarà storicizzata e probabilmente vedrà solo gli esempi virtuosi selezionati dalla falce del tempo.

Vai a vedere cosa scriveva in diretta quella megera di Pauline Keane sui colori e le immagini di 2001, ed era una di quelle che stabiliva il buon gusto dell'epoca.
  • 1

#62 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6314 Messaggi:

Inviato 29 dicembre 2019 - 11:45

ok ma io parlo per me :D

 

 

non era una classi delle tecniche dei decenni su, solo uno sfogo e una scusa per parlarne


  • 0

#63 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14013 Messaggi:

Inviato 29 dicembre 2019 - 12:07

È per fare l'avvocato del diavolo. ;)

E tanto per continuare, ieri ho intravisto in TV "City of Ember", young adult sfigato del 2008, ed era un trionfo del color grading più ignorante in ogni singola fottuta inquadratura. Eppure (per quello che ho seguito) aveva un senso nel dare atmosfera ai vari ambienti di una città sotterranea priva di luci naturali. Non era assolutamente un uso creativo alla George Miller o Wes Anderson (nè Dante, porcodiuncane), era solo un gran trionfo di luoghi comuni cromatici, ma a suo modo funzionava, almeno quanto il flou 70s era congeniale al Superman di Donner.
  • 0

#64 tonysuper

tonysuper

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3110 Messaggi:

Inviato 11 aprile 2020 - 14:46

I film anni 50 e 60 non li considerei, facevano quello che Kodak e Fuji permetteva loro.

 

I margini per poter "decidere" post erano risicatissimi e molti "difetti" da voi riscontrati erano i limiti della tecnologia dell'epoca.

 

Nel digitale questo "orange & teal" ha fracassato i marroni, ma il color grading è indispensabile, altrimenti è tutto una curva piatta con poco contrasto ed incarnato magenta o arancione a seconda della marca di videocamera o con i colori che cambiano al cambiare di lente.

 

Diciamo che ci vorrebbe un color grading più "discreto".


  • 0

#65 thom

thom

    The infrared insert of memory encouragement immersion

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2736 Messaggi:

Inviato 02 maggio 2020 - 18:05

Inficia, rovina, svilisce e banalizza tutto. Non risparmia nessuno, dall'indie squattrinato all'autore più prestigioso, dal videoclip modaiolo al direttore della fotografia pluripremiato.

 

stavi pensando al Vittorio Storaro di Wonder Wheel?

 

ok la necessità di ricostruire, più che una Coney Island anni '50, una cartolina di Coney Island anni '50, però lui (o chi per lui) ci è andato troppo pesante per i miei gusti (tonnellate di giallo); peccato perché il lavoro sulle luci è la solita bomba senza eguali e pure il film tra i migliori Woody Allen degli ultimi anni

 

Schermata-2017-12-24-alle-18.55.10-1017x

 

wwwawinslet.jpg

 

wonder-wheel-temple.jpg

 

maxresdefault.jpg


  • 0

#66 userman*

userman*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7800 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 02 maggio 2020 - 18:42

A me la fotografia degli ultimi di Allen piace tanto, soprattutto Un giorno di pioggia
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq