Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Bat For Lashes - Lost Girl [2019]


  • Please log in to reply
51 replies to this topic

#21 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13201 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2019 - 10:03

Ad un primo ascolto gran bel disco anche per me. Veloce e scorrevolissimo. Rischiando di eccedere in senso opposto sembra che abbia applicato a questo disco tutta quella sintesi che non aveva mai preso in considerazione nei suoi sempre un po' esagerati (e affascinanti anche per quello) album precedenti.

 

Impressionante, almeno per me, la differenza di ascoltare le canzoni nel contesto di un album rispetto all'ascoltarle come singoli isolati. In un paio di casi mi e' quasi venuto il dubbio che fossero versioni differenti (no, naturalmente). Ascoltate in fila e nell'ordine giusto acquistano tutte una sottigliezza dark che non avevo colto, anche la semi-strumentale Feel For You che non mi aveva detto un granche'. E poi, contrariamente all'andamento solito dei suoi album, il Lato B stavolta mi e' sembrato quello piu' fascinoso e forte, o almeno quello piu' Cure e meno Carly Simon usando l'analogia di Floods.

 

Oltre che Lost Boys e Near Dark, un'ispirazione cinematografica che mi pare abbastanza evidente, anche dai video, e' il piu' recente A Girl Walks Home Alone at Night. In effetti potrebbe essere la "cassettina" perfetta che si potrebbe ascoltare la vampirotta protagonista di quel film nei suoi giri notturni in skate...

 

91316420150413162419.jpg


  • 3

#22 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15819 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2019 - 10:17

Impressionante, almeno per me, la differenza di ascoltare le canzoni nel contesto di un album rispetto all'ascoltarle come singoli isolati.

 

Stessa, identica impressione! Mi sono praticamente domandato "ma come cavolo li avevo ascoltati prima!?"... eppure non stavo facendo nè lavatrici e ne insalate di riso nel frattempo asd


  • 1
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#23 thechrismartin

thechrismartin

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 38 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2019 - 12:35

Sto ascoltando, con molto interesse e molte speranze
  • 0

#24 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23321 Messaggi:

Inviato 07 settembre 2019 - 13:30

Mi sembra il suo disco più smaccatamente retrò e "nostalgico" di altri tempi. Sognante e moderatamente danzereccio, bisogna gustarselo nel momento giusto (di per sé lo trovo poco più che sufficiente, almeno per ora).


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#25 John Trent

John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1420 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 08 settembre 2019 - 09:57

Da un paio di album Natasha sembra prendere qualcosa di appena accennato o che riguarda magari pochi brani dei primi tre album ed espanderlo per un disco intero. In The Bride era il mood triste e da testo narrativo di I Saw A Light dal primo lp, in questo Lost Girls è la manciata di pezzi esplicitamente synth ed electro di The Haunted Man (Marilyn, A Wall, Rest Your Head). C'è, però, in più, rispetto ai soliti dischi retrò anni 80, una capacità melodica straordinaria: Natasha non ha paura di ritornelli arzigogolati, che si arrampicano sempre di più, barocchi, belli rotondi. E calca comunque sul malinconico, se non proprio sul dark e sull'esoterico. In questo senso a me Vampires mi richiama addirittura i Death In June per come contrappone una batteria smaccatamente artificiale ad uno strumento a fiato. Unica cosa che mi crea un po' di dispiacere nell'album è l'abbandono completo di strumenti naive negli arrangiamenti, il suo uso così originale di tastierine giocattolo o percussioni d'arredamento (maracas, nacchere, percussioni che sembrano semplici lattine percosse), ma è comunque segno di rinnovamento e su questo lato, d'altra parte, aveva calcato molto nel disco precedente. Potenzialmente potrebbe essere perfino un gran successo commerciale questo disco ma probabilmente il suo nome non è più così caldo, nemmeno nell'underground.

 

Altra annotazione: parlavo dell'inizio di Jasmine e di come paresse attaccata alla coda di un altro brano e invece parte proprio così, è sempre per l'effetto cassettina, quando magari si registravano su nastro brani dalla radio e per tagliare la pubblicità o la voce del dj si premeva rec con quel secondo di ritardo… Infatti accade anche in So Good, mentre in altri brani in coda ci sono alcuni secondi di silenzio.

 

Mi piace moltissimo, forse fin troppo per essere ai primi ascolti, non vorrei che mi stancasse col tempo ma mi fido di Natasha, emergeranno ulteriori particolari.


  • 2

#26 Cyclo

Cyclo

    Palmen am balkon

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6335 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2019 - 20:43

Premetto che di lei conoscevo davvero pochissime cose (forse non più di 2/3 pezzi); comunque, incuriosito, ho già ascoltato un paio di volte questo Lost Girls.

E sono stato molto ben impressionato; con tutte queste melodie così delicate e la sua voce così dolce: molto rilassante, quasi ASMR in alcuni passaggi. :)

Poi magari, nei prossimi ascolti, comincerò a fare caso ad elementi più specifici e concreti.

 

Sull' "abitino" anni '80 che l'album indossa, devo dire che il tutto non è molto invadente (se si escude il pezzo strumentale che è ottantiano forse fino all'eccesso): insomma, ci sta bene e non urta.


  • 1

ma che te ne frega dei meno o dei più sei grande ormai, è ora di pensare a una moto di grossa cilindrata.

 

#27 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6024 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 10 settembre 2019 - 07:48

Cresta pop: https://www.ondarock...s-lostgirls.htm
  • 3

#28 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15819 Messaggi:

Inviato 10 settembre 2019 - 09:05

Non riesco a credere abbia già 40 anni...


  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#29 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6024 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 10 settembre 2019 - 09:19

Non riesco a credere abbia già 40 anni...


Non li ha compiuti ancora in effetti. Le manca un mesetto e qualcosa.
  • 0

#30 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15819 Messaggi:

Inviato 10 settembre 2019 - 09:22

Boh sarà il fatto che sulle scene "importanti" non è arrivata nemmeno da 15 anni mentre ormai è pieno di popstar che sembrano sulle scene da un vita è non hanno nemmeno 40 anni (proprio perchè raggiungono il successo praticamente da adolescenti)... ecco perchè mi fa così strano sapere che compie 40 anni.


  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#31 username

username

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6148 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 10 settembre 2019 - 19:45

manca una S al titolo! ma scherziamo?

cmq i 40 li porto meglio di lei
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#32 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11077 Messaggi:

Inviato 10 settembre 2019 - 20:58

Sono anni che tento di appassionarmi a un disco di Bat, in teoria avrebbe tutto per farmi impazzire e da un punto di vista formale non le manca nulla, e invece faccio sempre una certa fatica a connettermi con lei a livello emotivo, c'è un qualcosa che mi lascia sempre come spettatore esterno e mai come fan. Questo nuovo non sta facendo eccezione, ma le sonorità sono molto intriganti e la brevità del lavoro certo aiuta. Mi piacciono i momenti più atmosferici come Vampires (sax da meravigliose passeggiate notturne ottantiane - Trespass dove sei?) e Peach Sky, ma anche un pezzo come So Good ha il suo perché. Vediamo da qui a fine anno semi prende finalmente una volta per tutte.

 

 

Ps: comunque davvero, fa impressione pensare a Bat quarantenne mentre Britney Spears ha ancora solo 37 anni ;D


  • 1
OR

#33 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15955 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2019 - 11:16

Lei sempre alti e bassi, e a questo giro conferma la mera bontà dei suoni, che comunque aggiungono ben poco al revival '80 in atto da un lustro e mezzo. Viviamo un'epoca in cui molto dipende dalla connessione singola dell'ascoltatore con un certo immaginario sonoro. Atmosfere di un'altra era che ammiccano o che infastidiscono. Un po' come accade con le serie tv che strizzano l'occhio ai quarantenni nostalgici, mediante un'ambientazione vintage atta a stimolare i più bei ricordi. E la sostanza? Per quanto mi riguarda, pur essendoci tutte le premesse, fatico ad emozionarmi con certi giri melodici, che per l'occasione trovo poco vibranti. Rarissimi guizzi appannaggio di una produzione troppo distratta nel riprendere umori alla Bush e compagnia bella. A tratti, sembra la pubblicità dozzinale della collezione H&M, che riapre per l'ennesima gli armadi dell'85. Album confezionato benissimo, ma dentro un luccicante pacco c'è, ahimè, un piccolo pacco. Perdonate il gioco di parole. Inoltre, il fatto che sia tutto molto breve, come giustamente sottolinea Damiano, aiuta, certo, ma in alcuni tratti la sintesi è utile solo per smaltire senza troppi patemi una precisa vacuità armonica. Lei ovviamente brava, per carità, ma a questo giretto anche molto "innocua".  


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#34 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15819 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2019 - 11:50

Vuvu ti perdono, ultimamente sei troppo "narcotizzato" per ragionare lucidamente asd


  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#35 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15955 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2019 - 13:06

Vuvu ti perdono, ultimamente sei troppo "narcotizzato" per ragionare lucidamente asd

 

 

Dai, questi sono i dischi che dovrebbero piacermi, eppure niente. Al netto della droga, eh. asd

 

Tornado seri, ma non vi hanno stancato queste campagne pubblicitarie Anni '80? A me un pochino sì. Ovviamente, comprendo chi ama troppo quei suoni e questo mood da songwriter elettrica super vintage da esserne sistematicamente travolto, ma qui mi pare manchino proprio i guizzi, una certa stoffa nel tirare fuori una canzone che sia ammiccante, sfuggente, rapace, vibrante, diversa dal mercatino, insomma.  


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#36 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15819 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2019 - 17:11

mi pare manchino proprio i guizzi, una certa stoffa nel tirare fuori una canzone che sia ammiccante, sfuggente, rapace, vibrante, diversa dal mercatino, insomma. 

 

Mah secondo me pezzi come Desert Man, Mountains, Kids In The Dark o Jasmine rispondono esattamente a questa descrizione... forse necessitano giusto di qualche ascolto in più per apprezzarle appieno, come per qualsiasi altra melodia tenue e che gioca con le sfumature ;)


  • 2
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#37 username

username

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6148 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 11 settembre 2019 - 17:37

vulvu ci deludi
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#38 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15955 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2019 - 17:49

 

mi pare manchino proprio i guizzi, una certa stoffa nel tirare fuori una canzone che sia ammiccante, sfuggente, rapace, vibrante, diversa dal mercatino, insomma. 

 

Mah secondo me pezzi come Desert Man, Mountains, Kids In The Dark o Jasmine rispondono esattamente a questa descrizione... forse necessitano giusto di qualche ascolto in più per apprezzarle appieno, come per qualsiasi altra melodia tenue e che gioca con le sfumature ;)

 

 

Ho setacciato bene tra le pezze al mercatino, e al momento le ho riposate tutte di nuovo. asd

 

Mi pare che si giochi molto con l'aderenza al sound della Bush più complicata, ma solo per acchittarsi al meglio. Grande operazione, ma non convincente. Viene da chiedersi: l'abito ha surclassato la monaca? Vediamo con un numero di ascolti maggiore cosa ne esce.. 

 

Ad esempio, "Jasmine" è un ibrido tra Madonna, Kate Bush, Matt Johnson, Desirelles e Grace Jones. Ha un bel tiro. Eppure, alla fine mi resta quel senso di vuoto, di "ok, che sound, che ripresa, ma la botta?". Ecco, è più o meno quello che succede. Certo, scavando magari ottengo qualche spunto in più. Vedremo. 


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#39 John Trent

John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1420 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 12 settembre 2019 - 08:40

Anche a me lascia un po' perplesso questo sound così tanto anni '80 e l'assenza di marxophone, tamburelli e giocattolosità varia, però i suoni sono davvero belli, vengono da uno stile abusatissimo, ma sono belli davvero, ma il disco per me se lo può permettere perchè le canzoni ci sono eccome, che melodie! Certo avrei preferito più the hunger e meno so good ma quando un autore si permette 3 melodie diverse in una sola canzone di cui due addirittura sovrapposte (the hunger appunto) vuol dire che l'ispirazione è piena. E niente perplessità sulla breve durata eh! Che sollievo che da 5 o 6 anni a questa parte si è tornati a fare regolarmente album di 40 minuti con 10 canzoni (e a volumi più bassi), quei mattonazzi anni 90 e primi anni 2000 di 70 minuti sono impossibili da ascoltare, è come se fossimo vissuti in un epoca di soli tripli dischi prog... Ah, e un'altra cosa: a differenza di quegli album di puro retrò ottantiano con le voci femminili totalmente impersonali, solo sussurrate e corrette col vocoder qui la profondità espressiva nobilità il tutto. 


  • 3

#40 Cyclo

Cyclo

    Palmen am balkon

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6335 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2019 - 09:52

Da neofita di BfL posso solo dire che le melodie belle ci sono, eccome.
E che, dopo solo un paio di ascolti, cominciavano già a rimbalzarmi nella testa pezzetti di queste canzoni (che, a pensarci bene, dovrebbe essere uno degli scopi "statutari" del pop, no?).

Ah: anch'io appoggio totalmente l'idea di album più compatti invece di quelle mappazze da 65/68/70 minuti che hanno caratterizzato l'era del CD.
  • 0

ma che te ne frega dei meno o dei più sei grande ormai, è ora di pensare a una moto di grossa cilindrata.

 




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq