Vai al contenuto


Foto
* * - - - 2 Voti

Fontaines D.c. - Dogrel (Partisan, 2019)


  • Please log in to reply
203 replies to this topic

#181 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21120 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 13 giugno 2022 - 14:16

il mio discorso comunque è questo: da parte di alcuni utenti qua sul forum c'è una attenzione particolare quasi morbosa ad alcuni aspetti di questo revival, aspetti che molti appassionati poco indie o al confine, evidenziano da 40 anni

Questo al di là del giudizio sui dischi che possono piacere pure ad un metallaro

È come se alcune persone avessero sollevato la testa di colpo per guardare il mondo indie dall'alto

 

Lassi, negli ultimi n anni del mondo indie me ne sono del tutto o quasi del tutto fregato se devo essere onesto, mi ha incuriosito ora sta faccenda dei "salvatori del rock" che a essere onesto mi pare non si leggesse da un po'. Perfino ai tempi di Strokes e simili, dove una forma di questa retorica era senz'altro presente, il discorso non era così caricaturale perché si parlava di ritorno a certe specifiche sonorità (quelle del post-punk/wave e mettiamoci pure il garage), non di ultimi redentori del rock tutto. D'altra parte in quegli stessi anni anche altri filoni rock avevano una visibilità notevole, c'erano per dire i Muse e Queens Of The Stone Age e nessuno si sarebbe sognato di affiancarli agli Strokes. Oggi pure ci sono altri artisti dal sound rock che fanno numeri (molto più) grossi, ma sono considerati "non validi" perché si rifanno al rock sbagliato.

Non è questione di "alzare la testa", è da tempo che i miei gusti hanno proprio poche intersezioni coll'ambito indie e i miei riferimenti stanno altrove. La differenza è che, vuoi per fattori contingenti come il fatto che mi tocca star dietro alla pagina FB di OR, vuoi per il tenore delle fregnacce che si raccontano di Fontaines e compagni, da qualche tempo sull'ambito indie una qualche visione son tornato ad avercela, ed è necessariamente quella di un quasi-esterno che considera la bolla come una delle tante esistenti, più grande di molte altre ma anche dotata di una curiosa tendenza a ritenersi onnicomprensiva. E in effetti va riconosciuto che, rispetto ad altre prospettive, quella indie/alternativa può vantare uno sguardo più ampio, che si estende potenzialmente a ogni genere e periodo musicale. Lo fa però con notevoli filtri e bias, che "da dentro" appaiono mascherati dall'ampiezza di raggio, ma "da fuori" risultano vistosi.

 

Il mio cercare di mettere in luce questi filtri ha senz'altro a che fare colla personale insoddisfazione verso quelli che l'ambito indie propone in questi anni come propri paladini, ma anche con altro: in primo luogo, l'impressione che nell'identificare ciò che passa dal filtro come la totalità del rilevante e ciò che sta al centro del filtro con "tutto ciò che in questi anni il rock ha da proporre" sia una distorsione controproducente.
Tu scrivi che questo non sarebbe niente di nuovo e che da quarant'anni a questa parte non v'è chi non vegga. Posto che a me il revival sta bene (anche quello delle idee) e che quindi m'importa poco di essere o meno il primo o l'ultimo a esporre un punto di vista, di chiedo dove stanno sulle testate musicali e non le analisi che negli ultimi dieci-vent'anni hanno messo in evidenza questi meccanismi: me le sono perse e sono ben contento di recuperarle.


  • 1

#182 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17347 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 14:17

 

Più che altro non è chiarissimo cosa l'apprezzamento di Agnelli certifichi, se non che questa musica ha appeal per chi ha un'età tale da legare musicalmente con Agnelli e orizzonti di gusto analoghi. Nulla che sorprenda, insomma, è anzi ciò che si sapeva.


Che età serve per legare con Agnelli? A Milano erano perlopiù vecchi di merda e ok, al Primavera Sound no. 

 

ma in realtà non è vero. al Magnolia (dove c'era pure Agnelli) c'era un pubblico molto trasversale, ad occhio in un range 25-50. ma è anche normale che in Italia dove ancora c'è l'onda lunga della trap, questo tipo di musica non sia per diciassettenni.


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#183 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8884 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 14:18

 

beh primo posto in UK e piazzamento in top 10 per gran parte dei paesi europei a detta di wiki, per una band indie i crismi per parlare di successo e hype mi sembra ci siano tutti, non capisco lo stupore. che poi qua sul forum ne parliate solo tu, lassy e gozzy (e io asd) e' un altro conto, cosi' come sul fatto che sulla pagina fb di oR ne parli l'utente medio di oR. 

 

poi che non li conosca la casalinga o il tizio qualunque ok, ma quello era uguale anche con gli strokes e qualsiasi band di successo indie dagli 80s in poi.

 

Non è la stessa cosa manco da lontano. Gli Strokes hanno avuto un successo enormemente superiore al loro.

 

Il debutto degli Strokes arrivò al numero 33 negli USA e rimase in classifica 58 settimane. Sull'onda di quello, gli album successivi hanno fatto tutti top 10.

Fontaines D.C. negli USA: mai entrati fra i primi 200 neanche per una singola misera settimana. Opsino!

 

"Eh ma in GB è tutta un'altra storia": in realtà non più di tanto. 

Il primo album degli Strokes totalizzò 23 settimane di permanenza fra i primi quaranta. 

Sai quante settimane sono rimasti fra i primi quaranta i tre dischi dei Fontaines messi insieme? 5.

 

Lo stesso discorso si può fare per i Franz Ferdinand ma persino per gli Interpol, senza bisogno di tirare in ballo gli Arctic Monkeys che è proprio un altro campionato. I Fontaines D.C. sono molto molto al di sotto delle dimensioni abituali dei campioni dell'indie di una quindicina d'anni fa.

 

p.s. i dati sono praticamente l'unico a citarli, altro che ciance. Sei tu che ti basi sulle sensazioni, tant'è vero che hai appena scritto che gli Strokes più o meno erano percepiti come i Fontaines oggi. 

 

il riferimento ai numeri era solo sul tipo di ascoltatore, dove mi pare non abbiate molto per supportare le vostre tesi.

 

sui Fontaines ho solo detto che hanno i numeri per essere considerati un gruppo INDIE di successo nel 2022, per cui mi stupivo dello stupore di wago. Ovvio che nel periodo d'oro del guitar indie le copie vendute per il genere fossero di piu', cosi' come e' chiaro che negli US debba ancora attecchire.


  • 0

#184 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25714 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 14:18

Sentiteveli voi indie? Lassie non ascolterò più i Joy Division volontariamente dal 2008 credo. asd

 

Se devo cercare sensazioni simili ho alternative in lingue ben più nobili!

 

 

 

 


  • 0

RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

7 ottobre 2020, il più grande esperto di tennis del forum su Sinner al Roland Garros:

 

Tra due anni torniamo per vincere.

#185 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21335 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 13 giugno 2022 - 14:19

 

I confronti tenuti in secondo piano dalla stampa?
C'è un disco di una di queste band che ha una copertina simile a quella di un album dei Cure, e la cosa è diventata quasi virale

Un esempio tra i tanti, addirittura al di là della musica

Dopo cerco il disco, non ricordo ora ma fidati

Il successo stratosferico dei JD, che all'epoca suonavano di spalla ai Penetration davanti a 150 persone, e oggi quasi riempirebbero San Siro, è dovuto principalmente a questa moda strapompata dalla stampa da 30 anni a questa parte

Forse non ricordi perché prima degli Interpol seguivi poco la wave

 

 

Stai confondendo le acque come al solito. 

Il fatto che una cosa diventi virale non c'entra niente con cosa pompi la stampa: la stampa spesso i fenomeni virali li constata dopo che sono avvenuti. 

 

La somiglianza dei Fontaines coi Joy Division è riportata sulla stampa, ma senza particolare enfasi. Ho dato uno sguardo e nessuna recensione di NME sui Fontaines cita i Joy Division, mentre Pitchfork è arrivato a citarli la prima volta al terzo album e riferendosi a una singola linea di basso.

Su altre testate a volte li vedo nominati, altre no, insomma è vero che è più il pubblico a spingere sulla somiglianza che non gli addetti ai lavori, per i quali è molto più importante l'impostazione sociopolitica della band. 

 

 

Detto ciò, i Joy Division non riempirebbero San Siro manco oggi, per quanto siano diventati enormemente più famosi di quanto lo furono in diretta e questo sicuramente grazie alla stampa. Però è avvenuto con decenni e decenni di spinta continua e insistita, non è stato un giochetto insomma.

Anzi a dirla tutta la stampa ha probabilmente avuto un ruolo indiretto, ossia ha formato l'intellighenzia cresciuta in questi ultimi decenni e poi quest'ultima ha davvero diffuso i Joy Division infilandoli ovunque (film, telefilm, fumetti, street art, gadget, ecc.).

Se fosse stato solo per la stampa probabilmente sarebbero ancora sconosciuti all'infuori della Gran Bretagna (precisiamo anche questo: in GB ai tempi del secondo album erano già famosetti, ok la spalla ai Penetration ma si tratta dei primi tempi, "Closer" arrivò al numero 6, risultato che i Penetration se lo sognavano).

 

 

Io questo somiglianza non la sento proprio mi sembrano più vicini al brit pop che alla new wave, soprattutto per il cantato. Oppure ci sento qualcosa degli Smiths al limite. Non so sarei curioso di capire perchè vengano citati i Joy Division, addirittura con video in parallelo:

 

https://www.youtube....annel=MinorArth


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#186 Ugo il re del judo

Ugo il re del judo

    direttore della scelta delle pietre miliari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1427 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 14:26

Ucca taci! Tu non solo sei indie, pure comunista!
  • 0

#187 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21120 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 13 giugno 2022 - 14:35

il riferimento ai numeri era solo sul tipo di ascoltatore, dove mi pare non abbiate molto per supportare le vostre tesi.

 

sui Fontaines ho solo detto che hanno i numeri per essere considerati un gruppo INDIE di successo nel 2022, per cui mi stupivo dello stupore di wago. Ovvio che nel periodo d'oro del guitar indie le copie vendute per il genere fossero di piu', cosi' come e' chiaro che negli US debba ancora attecchire.

 

 

Markumus, sul "tipo di ascoltatore" mi baso sulle evidenze che ho a disposizione, lo so bene che non sono né onnicomprensive né (probabilmente) rappresentative; ho però fatto qualche sforzo di uscire dalla mia bolla per sondarne la validità e finora ho ricevuto conferme.

Dall'altro lato, però, mi permetto anche di dire che pure "nel posto X c'erano tanti under-Y che over-Z" rischia di essere poco attendibile come dato. Certo, si potrebbe evitare di costruire argomentazioni visto che le informazioni latitano, ma all'approccio delle mani legate trovo più stimolante il tentare un'analisi riconoscendo al contempo la sua potenziale fallibilità. L'obiettivo d'altra parte è il confronto, non la costruzione di una qualche prospettiva ultima e inaffondabile.

 

Sulla questione del successo: che siano fra i maggiori prodotti indie del momento non è in alcun modo in discussione. Quel che discuto è invece la lettura che siano gli unici a proporre rock e a tenere alto il vessillo; e a stupirmi non è il relativo "botto" ma il confondere l'affermazione presso il pubblico indipendente come l'essere il fenomeno rock più rilevante degli ultimi N anni. Finché lo si diceva che ne so, degli Arctic Monkeys, la boutade poteva reggere; quando lo si afferma di un gruppo che, oltre a non proporsi come particolarmente rivoluzionario, racimola numeri importanti sì, ma certo non sconvolgenti, il cortocircuito diventa evidente.


  • 1

#188 Ugo il re del judo

Ugo il re del judo

    direttore della scelta delle pietre miliari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1427 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 15:22

Chiedo una cosa stupida a cui magari wago e gozer non sono ancora arrivati perché ci stanno pensando: quali sono le conclusioni di queste riflessioni?
I risultati di queste analisi intendo
  • 0

#189 Ugo il re del judo

Ugo il re del judo

    direttore della scelta delle pietre miliari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1427 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 15:52

Dico seriamente, non siate timidi

Io non mi trovo su tutti i punti ma la vostra è una analisi, quali sono le conclusioni?
  • 0

#190 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21120 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 13 giugno 2022 - 17:21

L'articolo che sta in home e ho linkato prima ha un inizio e una fine, se poi vuoi le conclusioni delle conclusioni boh, elaborarle tu :D
  • 0

#191 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25714 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 17:23

Personalmente non vedo conclusioni Lassie, non per forza una ragionamento porta a conclusioni, può anche semplicemente rimanere in sospeso e lasciare spazio a considerazioni correlate.


  • 0

RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

7 ottobre 2020, il più grande esperto di tennis del forum su Sinner al Roland Garros:

 

Tra due anni torniamo per vincere.

#192 Ugo il re del judo

Ugo il re del judo

    direttore della scelta delle pietre miliari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1427 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 17:25

L'articolo che sta in home e ho linkato prima ha un inizio e una fine, se poi vuoi le conclusioni delle conclusioni boh, elaborarle tu :D


Ora lo leggo, non ci avevo fatto caso

Spero ci sia una bella discussione animata su Facebook
  • 0

#193 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21120 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 13 giugno 2022 - 17:47

L'articolo che sta in home e ho linkato prima ha un inizio e una fine, se poi vuoi le conclusioni delle conclusioni boh, elaborarle tu :D

Ora lo leggo, non ci avevo fatto caso

Spero ci sia una bella discussione animata su Facebook
C'è, prevalentemente concorde con l'articolo in realtà. Comunque il tuo alter ego Facebookiano era stato fra i primi a rispondere sotto al post! :)
  • 2

#194 Ugo il re del judo

Ugo il re del judo

    direttore della scelta delle pietre miliari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1427 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 18:27

Vero

Non ho collegato
  • 0

#195 Ugo il re del judo

Ugo il re del judo

    direttore della scelta delle pietre miliari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1427 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2022 - 23:36

wago, l'articolo è ottimo ma sei/siete sicuri che sia "invitante" parlare di una tendenza facendo riferimento alle risposte su Facebook? Risposte ad un quesito posto da Ondarock

 

intendo questo: l'insieme dei lettori possibili di questo articolo coincide con quelli che vi seguono su Facebook? E ai primi interessa quello che pensano i secondi? Avrebbe forse più senso fare un discorso generale sulla tendenza, ok forse ti mancano i dati ma puoi inventarli asd fingendo (magari è pure vero) che Facebook = realtà


  • 0

#196 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21120 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 14 giugno 2022 - 06:21

Il tentativo era quello di costruire un discorso basandosi su opinioni altrui, e quelle dei follower (insieme alle recensioni presenti in rete) erano le più facilmente disponibili. Si trattava di un esperimento. È chiaro che implicitamente si fa anche la supposizione follower di OR che rispondono su FB = follower di OR = lettori di OR = il mondo, ma lì evito di esplicitarlo perché ovviamente è una cazzata  asd

Almeno l'identificazione fra chi risponde su FB e i lettori di Ondarock in generale credo non sia un azzardo eccessivo; chiaramente ci saranno anche lettori che raggiungono il sito in altro modo ma immagino che i loro motivi per apprezzare (eventualmente) i Fontaines DC possano essere un po' gli stessi, non vedo perché seguirci su Facebook dovrebbe cambiare il rapporto con la band.

È interessante? Boh, lo capiremo quando avremo visto i dati di accesso alla pagina. Per ora i feedback (su Facebook) sono stati molto positivi, cosa strana per un articolo che per quanto deliberatamente "bipartisan" è anche fra le righe abbastanza critico rispetto al fenomeno.


  • 0

#197 Ugo il re del judo

Ugo il re del judo

    direttore della scelta delle pietre miliari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1427 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2022 - 10:02

ok, lo avevo capito, però, secondo me, fai troppe volte riferimento al contesto Facebook, pare tu voglia mettere un limite netto; è giusto che si sentano colpevoli e facciano penitenza tutti, anche i lettori del sito che non partecipano a Facebook, e gli amici dei lettori tramite il passaparola, e gli amici degli amici

 

io ho degli amici coetanei che leggono Ondarock su mio suggerimento ma non hanno nemmeno l'account Facebook, ti può sembrare strano ma a tanti 50enni (e non solo) frega 0 di interagire online, usano il web solo per informarsi; se ad una cena racconto (già fatto purtroppo) di essere l'utente "Ugo il re del judo" sul forum, la gioia si alza immensa nel cielo assieme allo stupore, non ti dico quando il nome è "Alfredino dal fondo del pozzo", è inconcepibile per molte persone passare tanto tempo online a discutere di minchiate  


  • 0

#198 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5948 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2022 - 16:38

 

 

Oggi pure ci sono altri artisti dal sound rock che fanno numeri (molto più) grossi, ma sono considerati "non validi" perché si rifanno al rock sbagliato.

 

Quale rock sbagliato? Il punto è che i numeri non contano nulla, i "salvatori del rock" "band migliore degl'ultimi vent'anni" sono valutazioni che rispecchiano la qualità della proposta, Machine Gun Kelly può attecchire quanto gli pare ma per chi ha un quadro più definito di ciò che è disponibile attualmente nella musica rock i Fontaines D.C. piacciono di più. Puoi star qui a citare altre band migliori secondo te, oppure chiederti perché nessuno li ascolta, e in quel caso troveresti punti di contatto anche con ciò che porta avanti Agnelli da anni nelle sue attività extra-musicali.

 

 

 

A me lascia più stranito la miopia selettiva implicita in quel "sulla bocca di tutti"

 

Come la tua ad esempio, ma certo che mi riferisco al circuito indie rock, mi sembra svilente star qui a puntualizzarlo, è un successo circoscritto e nessuno lo vuole portare oltre.

 

Sul revival posso dire che era un motivo di critica ai tempi degli Oasis, con Strokes/Interpol prevaleva l'entusiasmo nel riprendere il suono new-wave dopo i 90' ma poi da lì non ci siamo più schiodati e anzi il revival si è allargato a tutti gli anni 80' e sta durando da 15 anni questa solfa, a tutte le latitudini dell'intrattenimento artistico, qui a mio avviso cade l'asino o il motivo per cui nessuno prende in considerazione altri tipi di rock (a vedere il successo CIRCOSCRITTO delle Wet Leg e Black Country non sembrerebbe però).

Non è più un motivo di critica il revival mentre voi arrivate pure ad allargarvi a 40 anni e allora ciao.

I Fontanies D.C. sono i capostipiti di questa corrente post-punk sguaiata che era rimasta esclusa negl'anni precedenti lo sanno essere meno rigorosi e deviano spesso al pop-rock, alle stratificazioni anni 90' e così via e poi proprio la voce del cantante che ha il quid in più nel trasmettere trasporto e familiarità verso gli ascoltatori, perché più giovanile e incredibile a dirsi, più versatile rispetto a quella degli Idles, per dire. Io dopo anni di artisti indie che si sforzavano di cantare bene nonostante fossero delle capre lamentose apprezzo tanto questo approccio grezzo, certo alla lunga può diventare un limite ma intanto 3 dischi belli ( per la lobby indie) sono riusciti a farli, a longevità hanno già battuto Strokes e Interpol. 

 

 

Le valutazioni sulla pagina Facebook di Ondarock sono aria fritta, non ha senso considerare attendibile gente che sì li apprezza, ma li paragona ai Joy Division. Anzi fossi Fabretti inizierei a farmi due domande sui miei lettori.  asd


  • 0

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione discute e vi fa discutere dei vostri problemi, perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#199 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25714 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2022 - 16:42

Scusa Sleepy, ma sono pagine che vai avanti indispettito come se qualcuno avesse voluto catalogarti in qualche modo (cosa che nessuno ha fatto) e poi liquidi i lettori del Facebook di Ondarock (decine di migliaia di persone) in un'unica categoria di beoti. Vedi tu se sei coerente. 


  • 0

RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

7 ottobre 2020, il più grande esperto di tennis del forum su Sinner al Roland Garros:

 

Tra due anni torniamo per vincere.

#200 Ugo il re del judo

Ugo il re del judo

    direttore della scelta delle pietre miliari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1427 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2022 - 16:50

Se sono decine di migliaia il mio discorso qua sopra ha ancora più senso, dico a wago

Tanto vale non stare a distinguere
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq