Vai al contenuto


Foto
* * * - - 3 Voti

Immortalati (Scambiare I Miti)...


  • Please log in to reply
31 replies to this topic

#1 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2078 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2019 - 17:34

Oggi parliamo con rimpianto di un Kurt Kobain, di un Elliott Smith, ma anche di un Demetrio Stratos, di Jim Morrison, di Jimi Hendrix, di Freddie Mercury, di Rino Gaetano etc.

 

Molto del merito di questa loro "trasmigrazione nell'Olimpo" va alla morte prematura, che ci ha lasciato una carriera se non priva di passi falsi, quantomeno abbastanza dignitosa, e un'immagine giovane e all'apice della creatività.

Risulta chiaro però che senza gli imprevisti che ne hanno decretato la fine, quasi certamente avrebbero tutti subito un imbolsimento e una commercializzazione del sound, sempre più impoverito e piatto (lo stesso Stratos chiude la carriera con "Gli dei se ne vanno...", che già vira verso un sound più commerciale).

Chi sono allora quegli artisti oggi viventi che, se fossero morti giovani, sarebbero ricordati al pari dei succitati?

Immaginiamo di scambiare le pedine dei "gone too soon", e di far invecchiare Lennon, Hendrix, Stratos, Kobain ma di far morire prematuramente altri al loro posto.

Chi rivestirebbe il ruolo di "candidato ideale" alla mitizzazione?

 

Io dico

 

Piero Pelù (se fosse morto nel 1988 sarebbe ricordato come un genio assoluto della new wave italiana, e staremmo a celebrarlo con le canzoni del 1980-1987. Si stamperebbero raccolte dei suoi testi e si organizzerebbero mostre commemorative in suo onore).

Antonello Venditti (lo facciamo morire dopo Lilly o dopo i Pesci? A voi la scelta: verrebbe ricordato come un grande).

I Dream Theater (me li immagino su un aereo, precipitati durante il tour di Awake, sarebbero considerati come una band enorme purtroppo finita troppo presto).

Gli Oasis (un necrologio dopo i primi due album li avrebbe resi straordinari, sicuramente si sarebbe fatto un film su di loro).

Mick Jagger: una sua morte a metà anni '70 lo avrebbe messo in cima alla lista dei miti.

 

Chi altri?

 

 


  • 3

#2 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15383 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2019 - 18:08

Basta con sti Dream Theater, per la madonna.

Comunque, Bono negli anni '90-primi 2000.
  • 1

#3 Cliff

Cliff

    utente con la pattumiera nel cuore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9515 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 09 marzo 2019 - 18:28

Piero Pelù


Una sua dipartita prematura però ci avrebbe privato di una un'altra pietra miliare


  • 2
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


#4 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2078 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2019 - 18:38

Bono per me non è mai stato "maledetto", troppo buono...però nel 1984 era il buon momento per morire, magari per mano di qualche folle, subito dopo aver cantato "Sunday Bloody Sunday".

 

Anche Vasco Rossi poteva essere un ottimo candidato, e il Grignani post-Fabbrica di Plastica. All'epoca circolava voce che Grignani fosse morto per overdose e io - non avendo modo di verificare - davo quasi per certa la notizia, per alcuni giorni lo mitizzai immaginando fosse davvero morto.


  • -1

#5 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2078 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2019 - 18:45

Basta con sti Dream Theater, per la madonna.

 

 

Non hai sentito questa cover dei Duran Duran col batterista dei Dream Theater? asd

 


  • 0

#6 Il Cappellaio Matto

Il Cappellaio Matto

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 557 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2019 - 22:15

Billy-Corgan-and-Marilyn-Manson-640x603.

 

Entrambi a fine anni 90, più o meno.

Ovviamente uno più per una questione musicale, l'altro per il resto.


  • 1

#7 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22988 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2019 - 22:46

Giovanni Lindo Ferretti.

Vasco Brondi (idealmente subito dopo il demo).


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#8 Syddharta

Syddharta

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4455 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 10 marzo 2019 - 09:06

*
POPOLARE

.
Vasco Brondi (idealmente subito dopo il demo).


Preferibilmente mezz'ora prima di pubblicarlo.
  • 12

M.

 


#9 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12520 Messaggi:

Inviato 10 marzo 2019 - 09:51

Mi sembra un discorso ozioso.

A livello di immaginario collettivo mi pare chiaro che l'opera di qualunque artista avrebbe di che guadagnarci dalla dipartita del medesimo dopo l'apice e prima dell'eventuale decadenza.

Il cerchio si restringerebbe parecchio parlando degli artisti che hanno saputo invecchiare mantenendo un certo livello o per lo meno una coerenza con le loro opere migliori.


  • 1

#10 Giacomino sexy thing

Giacomino sexy thing

    l'uomo che sussurava ai citofoni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 531 Messaggi:
  • LocationTristan da Cunha

Inviato 10 marzo 2019 - 09:56

Sto fatto di far morire le persone lo trovo poco elegante
  • 1
Il mio nome è Jem, sono una cantante. ..

#11 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18495 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 10 marzo 2019 - 10:13

Buffa maniera di barattare la morte di alcuni dei peggiori cani di sempre (cosa positiva, se non altro per la Musica) con la loro immeritata nonché molestissima santificazione. A volte mi chiedo se non sarebbe stato meglio che Hendrix o Curtis fossero campati di più e si fossero musicalmente sputtanati anche agli occhi di chi oggi li celebra ben oltre i loro meriti (Mercury credo sarebbe stato un'icona anche fosse vissuto oltre: questo non per meriti musicali peraltro assai discutibili ma perché, insomma, non è che sia proprio crepato all'inizio della carriera). Qua invece il giochino propone la circostanza opposta, e a provare a parteciparci vengo subito assalito da fitte di dolore: liberarsi prestissimo di Kendrick Lamar? Magara! Epperò chi li avrebbe poi retti i fan (e Pitchfork — che vabbè, in realtà non è che ora la si regga...). O di Joanna Newsom? Ma no, lei il danno maggiore l'ha fatto col primo: accoppandola poco dopo se ne farebbe una martire senza aver fatto fuori il problema vero...

 

Ecco, invece dai: se Elio fosse schiattato giovane (o si fosse dedicato ad altro, dai, non gli voglio male) ci saremmo persi un personaggio TV simpatico e un buon giudice di X-Factor, ma forse ci saremmo risparmiati gli onnipresenti e oltranzisti fan della band, quelli per cui "sono i musicisti migliori sulla piazza", "musicalmente i loro pezzi non si battono", ecc ecc.
Oppure Gwen Stefani (non particolarmente dannosa sul piano musicale — insomma, chi se la fila, suvvia — ma davvero insopportabile come "star"): secondo me se ne sarebbe andata senza generare grosse mitizzazioni. Forse sarebbe stato un buon investimento, insomma.

Anche Phil Elverum, i Low: sacrificabili direi.


  • 1

#12 Robert Plant

Robert Plant

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1531 Messaggi:

Inviato 10 marzo 2019 - 11:00

Il discorso dei meriti musicali assai discutibili di Mercury lo potresti argomentare, Wago?  E, soprattutto, cosa è discutibile o meno in musica? Diamo più sostanza alle cose.


  • 0

#13 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18495 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 10 marzo 2019 - 11:14

 

Il discorso dei meriti musicali assai discutibili di Mercury lo potresti argomentare, Wago?  E, soprattutto, cosa è discutibile o meno in musica? Diamo più sostanza alle cose.

 

 

no, lol

è un thread di provocazioni, su, ci manca solo di mettersi ad argomentarle! offtopic puro


  • 1

#14 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19896 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 10 marzo 2019 - 11:33

Ferretti morto punkislam è una stronzata, può non piacere ma di certo non è una figurina patetica autoreplicante
È stato giovane, adulto, e adesso vecchio dando un senso alla sua vita, una roba più complicata di scrivere canzoni.
  • 0

#15 Robert Plant

Robert Plant

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1531 Messaggi:

Inviato 10 marzo 2019 - 11:45

Alla base del gioco dell'autore della discussione stanno proprio i meriti artistici. Altrimenti, che senso ha fare ipotesi di morte anticipata e salvifica per quegli artisti ancora in attività, che non hanno più lo smalto di un tempo, o, viceversa, pensare ad un Jimi Hendrix ancora in vita e domandarsi se fosse ancora all'altezza del mito che si è creato in gioventù? Non mi sembra così fuori luogo, la mia richiesta. Il mito di un artista, che una morte può amplificare, si base sempre su imprese artistiche, no?


  • 0

#16 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22988 Messaggi:

Inviato 10 marzo 2019 - 11:56

Credo che il senso originario del topic (magari inutile) non fosse di augurare retroattivamente la morte a qualcuno, ma applicare un fenomeno che nell'arte risulta trasversale - l'idolatria per l'artista "maledetto" bruciato in fretta e morto giovane - a personaggi che pure sono ancora tra noi e si sono fatti la loro storia, nel bene e nel male.

 

In certi casi, ad esempio, mi sembra che il risultato sarebbe stato equivalente sia con una morte prematura che con una lunga vita: penso al sopracitato Jagger, ma anche a Robert Smith e Dave Gahan (che pure ce l'ha messa tutta).


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#17 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18495 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 10 marzo 2019 - 11:58

 

 

Credo che il senso originario del topic (magari inutile) non fosse di augurare retroattivamente la morte a qualcuno, ma applicare un fenomeno che nell'arte risulta trasversale - l'idolatria per l'artista "maledetto" bruciato in fretta e morto giovane - a personaggi che pure sono ancora tra noi e si sono fatti la loro storia, nel bene e nel male.

 

Chiaro, ma mi pareva meno divertente XD


  • 0

#18 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2078 Messaggi:

Inviato 10 marzo 2019 - 12:06

Per me ad esempio Hendrix sarebbe artisticamente morto da decenni...ve lo immaginate negli anni '80? Sarebbe finito a fare il turnista sui dischi degli altri...a fare gli assoli nei dischi di Michael Jackson e Prince...

 

Sì, mica voglio augurare la morte a qualcuno, anche perché non avrebbe senso oggi...mi riferisco alla morte prematura all'apice della carriera, cosa avrebbe provocato.

Io dico che buona parte del mito deriva dalla morte prematura, mentre guardando le cose in prospettiva storica, e quindi ricostruendo una ipotetica carriera ai defunti giovani e troncandola (viceversa, sempre virtualmente) a chi oggi è considerato bollito ma nei suoi 20-30 anni ha avuto le sue belle cose da dire, si potrebbero tranquillamente sostituire le figure.

 

Ovvio che fa molto anche il carisma: non è che ci sia chissà quanta gente che idolatra Nick Drake, mentre ce n'è tanta che idolatra Jim Morrison, per dire.

 

Allora il senso era: prendiamo degli artisti oggi vecchi, torniamo indietro nel tempo e vediamo chi aveva le carte in regola per diventare un mito (se fosse appunto morto giovane).

 

Ci sono artisti che hanno continuato su ottimi livelli anche da vecchi (penso a Neil Young o a Peter Hammill, per fare due nomi con carriera cinquantennale), però in entrambi i casi se fossero morti giovani staremmo a crogiolarci nel mito del "eh lo diceva che" it's better to burn out than to fade away", o che "in Pawn Hearts aveva messo i lemmings, era un segnale", "era tutto già scritto e dovevano morire giovani".


  • 1

#19 M83

M83

    we own the sky

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:
  • LocationOn a White Lake, Near a Green Mountain

Inviato 10 marzo 2019 - 12:09

su Robert Smith avrei qualcosa da dubitare visto  che,  sì su disco magari non combina più niente di significativo, però dal vivo è sempre una certezza e comunque ha alle spalle  un repertorio non indifferente. 


  • 0

*lastfm*

 

 Hi-Fi System

 

- Pioneer Sa-510

- Sony PS-212

- Kenwood  KX-3080

- Akai CS-M02

- Pioneer CT 737 Mark II

- Technics  Sl-Pj28A

 


#20 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2078 Messaggi:

Inviato 10 marzo 2019 - 12:22

Thom Yorke ad esempio, morto durante le registrazioni di Kid A e Amnesiac, usciti quindi postumi, sarebbe stato considerato un gigante...e tutti a dire "che genio, ultimo disco in vita Ok Computer e poi ci ha lasciato con altri due dischi straordinari, chissà dove sarebbe arrivato...". Commemorazioni ovunque, film in lavorazione etc.

E invece gira e rigira, ok che non è finito a fare pop commerciale, però più o meno sempre la solita roba...solo che quando hai pochi dischi in canna puoi permetterti di sparare le cartucce migliori e sembrare ispiratissimo e innovativo in ciascuno di quei pochi dischi, prima che sopravvenga la stanchezza e il declino creativo.


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq