Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Vice (Mckay, 2018)


  • Please log in to reply
1 reply to this topic

#1 Conato

Conato

    Roadie

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2019 - 14:22

Dallo sceneggiatore e regista premio Oscar Adam McKay (La grande scommessa) arriva l'audace e sovversivo VICE – L’uomo nell’ombra, uno sguardo inedito e non convenzionale sull’ascesa al potere dell’ex vicepresidente Dick Cheney, da stagista del Congresso a uomo più potente del pianeta. A interpretare il ruolo del protagonista – il riservatissimo uomo che ha cambiato il mondo come pochi leader negli ultimi cinquant'anni – è il Premio Oscar Christian Bale, alla guida di un cast stellare che include il candidato agli Oscar Steve Carell, nel ruolo dell'affabile ma severo Donald Rumsfeld, la candidata agli Oscar Amy Adams, nei panni dell’ambiziosa moglie di Cheney e il premio Oscar Sam Rockwell, nel ruolo di George W. Bush.

 

vice_locandina.jpg

 

http://www.ondacinem...nell-ombra.html


  • 0
Ogni uomo nella culla
succia e sbava il suo dito
ogni uomo seppellito
è il cane del suo nulla

#2 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15296 Messaggi:

Inviato 27 aprile 2019 - 20:46

Sono d'accordo con Alberto: intelligente, divertente ma inferiore a "La grande scommessa". E non solo per una questione di entertaining; in quel caso McKay trovava una chiave originale e spassosissima per spiegare questioni abbastanza complesse e tecniche, mentre "Vice" si inserisce sin da subito in solidi (e soliti) binari biografici e il coefficiente di difficoltà è dunque più basso. Dal montaggio si capisce che a Corwin hanno fatto studiare bene l'ultimo Von Trier, ma la vera arma in più del film è davvero l'interpretazione monumentale di Bale, che non cambia solo il proprio fisico (aspetto più sensazionale che sostanziale) ma modula la voce (silenzioso, meditabondo), modifica il proprio modo di guardare (prima ottuso, poi via via più acuto) e respira diversamente, insieme a quel corpo ingombrante che trasuda grasso e potere che si ritrova a indossare.
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq