Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Bilderbuch - Mea Culpa. Clamoroso Colpo Di Coda Del 2018 Ed Abbiamo Finalmente Il Capo Che Ci Mancava Per Completare La Classifica.


  • Please log in to reply
3 replies to this topic

#1 Cyclo

Cyclo

    Utente stanco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5440 Messaggi:

Inviato 04 dicembre 2018 - 21:45

Sorpresa, sorpresa. Bilderbuch

Non anticipato nemmeno da un singolo, totalmente "a fari spenti", esce il nuovo di Maurice e soci, chiamato mea culpa e che a sua volta prelude ad un altro album in uscita il 22 Febbraio e che si chiamerà Vernissage My Heart.

 

Mea_Culpa_1280.jpg

 

Album piuttosto agile, lo sto ascoltando ora per la prima volta, è un piccolo gioiellino di coolness e segna una decisa discontinuità a livello di suono con Magic Life.

La chitarra effettata/processata di Mitzi Blue è finita decisamente in secondo piano, la voce di Maurice è per lo più "al naturale" e le sonorità si sono fatte ancora più R&Bggianti, houseggianti e sensuali.

 

Primo ascolto: molto bene.

Vale la pena di aprirci un topic e per l'entusiasmo ci posso mettere anche un titolo in stile-Lassi. 

 

EDIT: recensione dello Spiegel (tradotta in inglese) che mi pare butti lì alcuni spunti interessanti: http://www.tellerrep...1b2eqWE1N.html 


  • 1

ma che te ne frega dei meno o dei più sei grande ormai, è ora di pensare a una moto di grossa cilindrata.

 

#2 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6342 Messaggi:

Inviato 05 dicembre 2018 - 10:50

al secondo ascolto direi che e' un bel dischetto, anche se forse avrei voluto di piu'. sembrano quasi non voler affondare le zanne.

 

mi piace che continuino un discorso sperimentale evitando facili populismi, ma allo stesso tempo mi sembra un disco che non aggiunge molto a quanto esplorato da magic life, se non, come dice cyclo in apertura, la scelta di un tono un filo piu' intimista / diradato / notturno ed alcune influenze house qui e la'.

 

in pezzi tipo megaplex o memory card mi piacerebbe che oltre alla cura nel sound e nelle dinamiche strumentali mettessero anche qualche variazione armonica, ma sembra sia una cosa che non gli interessi troppo, hanno la tendenza ad affezionarsi ad un loop di accordi e far gravitare l'intera canzone su quello. ci sta come fascinazione, ma mi rendo conto che quando ripetuto per la durata dell'album e' un trucco che mi stufa un po'.

 

contento di averne di band cosi', comunque, altro disco su cui sono sicuro continuero' a tornare con piacere.

 

cyclo, non la trovo la rece in quel link!


  • 0

#3 Cyclo

Cyclo

    Utente stanco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5440 Messaggi:

Inviato 05 dicembre 2018 - 13:34

 

EDIT: recensione dello Spiegel (tradotta in inglese) che mi pare butti lì alcuni spunti interessanti: http://www.tellerrep...1b2eqWE1N.html 

 

Hanno rubato la rece! 

Ma ecco l'orginale: http://www.spiegel.d...-a-1241749.html

 

E già che ci sono aggiungo questa analisi, che approfondisce un po' i temi trattati nei testi ed il loro senso di (relativa) disillusione e (leggero) smarrimento di fronte ai tempi d'oggi.

Interessante (ma tirata per i capelli?) anche l'interpretazione sulla foto promozionale della band, cioè questa:

 

bb_pressebild__%C3%A2_hendrik_schneider_


  • 0

ma che te ne frega dei meno o dei più sei grande ormai, è ora di pensare a una moto di grossa cilindrata.

 

#4 Lepao Mario

Lepao Mario

    Afro Kolektyw

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 529 Messaggi:
  • LocationIn the chinese restaurant

Inviato 05 dicembre 2018 - 14:00

La più grande band europea contemporanea. La più grande attualmente insieme ai Gesu.

 

A breve la recensione di questo primo atto. 


  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq