Vai al contenuto


Foto
- - - - -

The Predator (Black, 2018)


  • Please log in to reply
4 replies to this topic

#1 Conato

Conato

    Roadie

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2018 - 08:55

Dai confini dello spazio inesplorato, la caccia arriva nelle strade di una piccola città nella terrificante reinvenzione della serie di Predator nel progetto registico di Shane Black. Geneticamente modificati, attraverso la combinazione dei DNA di specie diverse, i cacciatori più letali dell'universo sono adesso ancora più pericolosi, più forti, più intelligenti. Quando un ragazzino innesca accidentalmente il loro ritorno sulla Terra, solo un gruppo di ex soldati e una disullusa insegnante di scienze può impedire la fine della razza umana.

 

the_predator_2018_locandina.jpg

 

http://www.ondacinem...e-predator.html


  • 0
Ogni uomo nella culla
succia e sbava il suo dito
ogni uomo seppellito
è il cane del suo nulla

#2 eugenio_barba

eugenio_barba

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 287 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2018 - 16:34

Non so, a me le recensioni di genere su Ondacinema mi sembrano sempre fatte da critici che hanno passato la vita su Tarkovskij e Wyler e, per portare a casa la pagnotta si trovano loro malgrado a sorbirsi queste produzioni: o forse è il linguaggio troppo ingessato e attento che non funziona con soggetti di questo tipoi? O lo spirito? O, al di là di Shane Black di qui il recensore si è visto tutto, la scarsa conoscenza del genere che prevede bombe clamorose a monnezza galattica? C'è qualcosa che non funziona su Ondacinema per questo tipo di pellicole, è come entrare in una palude e lamentarsi che poi hai le scarpe sporche di fango; per dire, qui Quantum Tarantino me l'ha già venduto e raramente manca il bersaglio (non è per spammare, è che mi sono capitate via FB le 2 rece una via l'altra ed era un'osservazione che mi andava di fare da un po'): 

http://www.i400calci...i-the-predator/


  • 1

#3 George Kaplan

George Kaplan

    Giraghiere a tradimento

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1166 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2018 - 20:45

Guarda, queste osservazioni me le fece anche cine anni fa, quindi può essere che ci sia del vero  asd

Premesso che la pagnotta con OC la porteremo a casa nel 2049, provo a rispondere. Non credo sia un difetto di linguaggio, immagino che uno stile possa adattarsi a ogni tipologia di genere - con qualche stridore qua e là, al più, ma se lo scarto è troppo evidente la colpa non può che essere dello scrivente. Sullo spirito, le intenzioni erano le migliori, speravo davvero di divertirmi, invece è stata una noia continua (salvo i primi cinque minuti). Scarsa conoscenza del genere? Mah, dobbiamo chiarire un attimo quale sia il genere di riferimento, perché secondo me è in dubbio anche Shane Black, anzi questo è proprio uno dei problemi del film.

Insomma, per me è un lavoro in cui manca ogni divertimento. Quanto alle referenze, posso dire che, recentemente, ho trovato spassoso e ben congegnato  l'ultimo Jurassic World, che mi ha stupito a più riprese - dal calapranzi che lega la mansarda col laboratorio ipersegreto, all'ignorantissima asta coi miliardari più zotici del pianeta, sino alla follia del finale. L'unica idea in The Predator è quella di una razza amante dell'eugenetica che va raccogliendo campioni in giro per la galassia; il tutto per ottenere non alieni più feroci e pericolosi, ma culturisti ed è pure trattata in modo serioso. Boh, non è che abbiamo abbassato troppo l'asticella delle aspettative?

Per dire, quelli dei 400 calci mi par di capire che abbiano apprezzato il trattamento inconsueto dei personaggi. Mah, la scienziologa in laboratorio è la solita scienziologa e diventa interessante solo quando la chiudono in un motel e Black, fuggito dallo sgabuzzino in cui l'hanno confinato i produttori, scrive una scena efficace. Ma cinque minuti su quasi due ore non è un bell'affare.


  • 1

#4 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14924 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 15 ottobre 2018 - 21:06

In questi casi corro subito a rivedere l'originale. Un capolavoro. Me lo ricordo sempre per l'incredibile capacità con pochissime battute, di rendere fichissimi i personaggi. E poi Swazzy in formissima, quando entra in scena col sigaro in bocca, quando dice "Se perde sangue, può morire". Lo adoro, vado subito a rivederlo.


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#5 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3390 Messaggi:

Inviato 25 gennaio 2019 - 20:07

è una stronzatona, quello che ti aspetteresti da un tipico pop-corn movie. però nell'insieme la mano, anzi la penna, di black fa la differenza. è un irriverente, ghignante sabotatore della macchina hollywoodiana: non è riuscita in pieno la sua missione iconoclasta perché alla fine, come (quasi) sempre, ha vinto l'industria e l'hanno costretto a riscrivere e rigirare tutto il terzo atto (che risulta convenzionale e confuso), ma ha ugualmente fatto uno dei pochi blockbuster per ragazzacci di questi anni

violenza hard R a parte - che ai tempi di deadpool e logan non fa più granché notizia - il quid sono i dialoghi pulp tipici di black, battute che grondano cinismo e badassaggine, personaggi pazzi ed esaltati, una banda di tipici expendables stalloniani però politicamente scorretti e con il mito della "bella morte" di marinettiana memoria che nella hollywood liberal fa sicuramente storcere il naso a più di uno ("ma sarà fascista? che dici?" ashd ). camuffa questo sequel da film di fantascienza fantasy spielberg-iana , ma in realtà spielberg non lo girerebbe mai un film così "cattivo"

non c'entra praticamente un cazzo con l'originale, ma non è per forza di cose un male. è un film figlio del proprio tempo, anche esteticamente. "spiritualmente" lo vedo proprio affine a cose come deadpool in un panorama di blockbuster rigidamente ancorato all'anemico e ripulito PG-13
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq