Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Serie B 2018-19


  • Please log in to reply
278 replies to this topic

#261 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21180 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2019 - 08:28

Quando al 57° è entrato Matos, quasi ci credevo. Purtroppo però le speranze sono durate 5 minuti, perchè l'espulsione di Parodi (molto scemo lui a buttarsi, ma il giallo non c'era) ha totalmente distrutto ciò che rimaneva del Cittadella e il gol diventava solo questione di tempo, perfino di più rispetto a prima.

Alla fine, nel doppio confronto, il Verona ha meritato di passare. Anche considerando l'andata, il 2-0 del Cittadella era stato parecchio fortunato. Al ritorno non c'è stata storia: salvo giusto i primi 10 minuti, l'Hellas ha tenuto saldamente in mano la gara, rivelando tutti i limiti della rosa di Venturato.

Troppo lo stacco di esperienza tra le due formazioni. Di Gaudio, scongelato giusto in tempo, ha due promozioni nelle gambe con Carpi e Parma, più una clamorosa semifinale playoff vista a Frosinone in 9 contro 11, anche l'innesto di Bianchetti (già promosso con l'Hellas di Mandorlini) ha funzionato e figuriamoci poi all'entrata dello spauracchio Pazzini. Alla fine la risolve la coppia Faraoni (gran partita la sua) - Zaccagni con un'azione che avrebbe commosso Zeman e poi Di Carmine, ma tutto il Verona ha fatto un'ottima partita, senza dar scampo a ogni pallido tentativo del Cittadella di mettere la testa fuori. Nel nervosismo degli ospiti, che ha portato pure alle due espulsioni (Proia è stato in campo nemmeno un quarto d'ora), s'è vista tutta la poca abitudine della rosa a giocarsi partite de genere di fronte a 25 mila veronesi inferociti, più degli abitanti di Cittadella.

Il Verona, come dicevo dopo l'andata, ogni volta che s'è trovato con le spalle al muro l'ha sempre sfangata. 3-0 secco, senza appello, come una prova di forza che li porta in Serie A, che era l'obiettivo di inizio stagione. Va dato merito ad Aglietti che ha risvegliato una squadra in crisi nera e che rischiava di restare addirittura fuori dai playoff, ma per la salvezza servirà sistemare diverse zone del campo.

Il Cittadella si trova invece di fronte all'ennesima estate di partenze della sua storia e non è possibile fare pronostici sulla prossima stagione. Venturato comunque la A se la merita tutta.


  • 1

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#262 Un solo genere di Garp

Un solo genere di Garp

    farsical aquatic ceremony

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23030 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2019 - 07:31

Serse sarà bello carico
 
Ecatombe Venezia: a Salerno mancheranno ben 11 giocatori

  • 0
"Garp sei un pochino troppo monotematico coi gusti secondo me."
 
"Io sono tutto ciò che vale. Non sono uno come Garp che ascolta solo un genere."
 
"Che imabarazzante battuta e due cretini ti hanno dato pure i più riparatori. Sei sempre fortunato, prima o poi ti arriverà una mazzata in testa riparatrice spero."
 
"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."
 
"Coglione"
 
"Ma basta sto tipo di musica da sfattone finto dai"
 
 

 


#263 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21180 Messaggi:

Inviato 09 giugno 2019 - 09:08

Stasera ultimo atto: a Venezia si gioca il ritorno dei playout. All'andata è finita 2-1 per la Salernitana (il Venezia s'è salvato grazie all'ormai solito Zigoni), per cui se vince con 2 gol di scarto il Venezia resta in B. Se invece dovesse vincere con un solo gol, sarebbero supplementari e rigori visto che sono arrivati a pari punti.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#264 10 Maggio 1987

10 Maggio 1987

    [pco] sporco scriba [pco] non sei degno della vita eterna

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5852 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 09 giugno 2019 - 13:59

gol fuori casa non valgono?


  • 0

#265 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21180 Messaggi:

Inviato 09 giugno 2019 - 14:35

No, solo la differenza reti totale.
  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#266 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21180 Messaggi:

Inviato 09 giugno 2019 - 19:19

Finisce coi rigori sbagliati di Bentivoglio (bella parata di Micai) e di Coppolaro (non la prendeva manco l'UFO di Firenze) l'avventura del Venezia in B. Salva la Salernitana, che ha giocato in 10 gran parte della partita.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#267 10 Maggio 1987

10 Maggio 1987

    [pco] sporco scriba [pco] non sei degno della vita eterna

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5852 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 09 giugno 2019 - 19:51

un finale che fa male al calcio
  • 0

#268 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21180 Messaggi:

Inviato 09 giugno 2019 - 20:40

*
POPOLARE

Nonostante l'estate scorsa abbiano tentato in tutti i modi di non far partire questo campionato, e alla fine sia stata una porcata a 19 squadre con il turno di riposo settimanale e la classifica sempre falsata, nonostante il calcio spezzatino che ha costretto a spettacoli orribili come dirette gol di due partite, anche questa stagione di Serie B si è conclusa e non si può nemmeno dire che sia andata male. Non c'è stato particolarmente ricambio di idee, se proprio sono tornati in auge allenatori che si erano un po' persi (Corini, Aglietti, Rastelli, Braglia) e squadre che non si vedevano da un po'. Tecnicamente s'è visto anche del bel calcio, Lecce e Brescia su tutte, e anche qualche giovane interessante (Paleari, Tonali, Petriccione, Insigne, Tutino) che però dovrà capire che in A si gioca tutt'altro calcio, con altre regole.
In B basta veramente avere un'identità, un modulo fisso e interpreti adatti per riuscire a salvarsi ed ambire anche a qualcosa di più. Diversamente, anche compagini quotate (come il Crotone o il Benevento) possono naufragare ed essere battuti da squadre ben più deboli. C'è anche pochissimo spazio per sbagliare, specialmente se si giocano 36 giornate invece che le solite 42: gli esperimenti (Suazo, Vecchi, Lucarelli, Chezzi) hanno vita breve.
Pagellone finale e, salvo un'estate come quella 2018, ci si vede l'anno prossimo.
 
TOP 11
Paleari
Sabelli Lucioni Claiton Aleesami
Petriccione Ricci
Tutino Verre Insigne
Donnarumma
 
FLOP 11
Milinkovic-Savic
Rispoli Modolo Vaisanen Di Chiara
Falzerano Marrone Crisetig
Han Mazzeo Jallow
 
Brescia 8.5
Pure con l'acquisto di Donnarumma e la grande stagione di Torregrossa, la promozione del Brescia resta un'impresa in cui il vero protagonista è stato l'allenatore Corini. Gradualmente, la squadra senza carattere dell'inizio campionato con Suazo ha trovato la grinta, gol (e il capocannoniere), qualità a centrocampo con Tonali sugli scudi e infine perfino la difesa (buon esordio di Cistana). Campionato dominato da febbraio in poi, solo 5 sconfitte di cui nell'inutile ultima giornata, a volte perfino giocando un ottimo calcio che non si vedeva da tantissimo. Formazione praticamente recitabile a memoria, e anche questa è una gran qualità.
Uomini chiave: Sabelli, Bisoli, Donnarumma
Suazo 4, Corini 9
 
Lecce 9
E anche qui, pure con la buonissima campagna acquisti (Falco, Lucioni, Tachtisidis) non può far dimenticare che il Lecce era una neopromossa che è andata oltre ogni aspettativa. Tocca ripetersi, perchè gran parte del merito io lo senza dubbio a Liverani che, dopo la salvezza miracolosa con la Ternana, ritorna in categoria puntando su qualità e gioco offensivo. I limiti difensivi sono stati l'unico difetto e sarà la prima cosa da sistemare per la A, ma la rosa più o meno sembra esserci, anche qualche discreto ricambio.
Uomini chiave: Lucioni, Petriccione, La Mantia
Liverani 9
 
Verona 6.5
Non può esser l'ultima partita a far cambiare idea sulla stagione del Verona. Programmata male, con gente per me che ha poco senso in categoria (Matos, Lee, Marrone che ormai non imbrocca una stagione da anni), con un allenatore ancora alle prime armi e che aveva raccolto più o meno il minimo indispensabile con il Bari, ha affrontato la B come una seccatura. La tardiva sostituzione di Grosso con Aglietti ha forse fatto prendere coscienza alla piazza e alla squadra il rischio di restare fuori addirittura dai playoff e si sono un po' svegliati. Merito di Aglietti è stato senza dubbio quello di aver tirato fuori le migliori prestazioni quando serviva e questo li ha portati, indubbiamente con la fortuna degli incroci, in A.
Uomini chiave: Silvestri, Dawidowicz, Zaccagni
Grosso 4.5, Aglietti 7
 
Palermo 5.5
Il caos societario, con le cessioni misteriose di Zamparini, è la vera colpa del Palermo. Perchè poi alla fine la rosa se l'è sempre giocata ed è arrivata a -3 dal Lecce, nonostante tutti i problemi di cui sopra. Quella del Palermo è una squadra sicuramente più completa di Lecce e Brescia ma per me è mancata proprio la convinzione nel fare le cose, soppiantata da un navigare a vista fino al prossimo presidente. La forza è stata principalmente nella difesa perchè davanti il Palermo ha sicuramente pagato la sostituzione del talentuoso Coronado con Falletti. Fuori dai playoff (e scampata retrocessione) per intervento della giustizia sportiva.
Uomini chiave: Rajkovic, Aleesami, Trajkovski
Tedino 5, Stellone 6, Rossi s.v.
 
Benevento 4.5
Il Benevento la scusa della società non ce l'ha. O meglio, la colpa di chi ha assunto Bucchi è ovviamente della società ma per il resto la squadra per salire senza fatica c'era tutta: Coda, Insigne, Letizia, Volta, Viola, perfino troppa qualità. Il Benevento però se n'è infischiato e ha quasi sempre giocato male, aggrappandosi solo alla giocata dei giocatori migliori e per il resto presentandosi abulico e senza una precisa identità (3-5-2, 4-3-3, 4-3-1-2, vedete voi). Brusca frenata di Ricci, Crisetig e Armenteros: se non ce la fai in B, vuol dire che sei alla frutta. Fuori dai playoff con il Cittadella, che avrà un monte ingaggi tre volte minore, perdendo malissimo in casa in maniera quasi dilettantesca.
Uomini chiave: Bandinelli, Insigne, Coda
Bucchi 4
 
Pescara 7
Non so sinceramente cosa pensare della stagione del Pescara. L'anno scorso, dopo essere partiti con Zeman che, lo dico per pura cattiveria, era stato ingaggiato in anticipo proprio per preparare la B, si sono salvati a malapena in una stagione francamente orribile. Quest'anno la conferma di Pillon lasciava pensare a un'annata tranquilla ma il rendimento di Mancuso poteva anche far aspirare a qualcosa di più. Alla fine sono arrivati ai playoff dove hanno perso secondo me un'occasione (battuti dal Verona in casa), lasciando un po' l'amaro in bocca.
Uomini chiave: Gravillon, Brugman, Mancuso
Pillon 6.5
 
Spezia 6.5
Stagione di alti e bassi conclusa con l'eliminazione al turno preliminare, giocato in casa, per opera del Cittadella. Non si è vista la mano del tecnico secondo me, la squadra è sempre stata piuttosto piatta e le cose migliore le ha trovate con i contropiedi di Okereke e gli inserimenti dei centrocampisti che non con la manovra (lasciata solo a Mora praticamente) o il ragionamento. Alla fine l'obiettivo minimo l'hanno portato a casa, cosa poi se ne faranno dell'ennesima stagione senza sussulti lo sanno solo loro. Qualche volto nuovo c'è, tra cui il terzino Augello, Pierini e Maggiore, forse il mio preferito.
Uomini chiave: Augello, Ricci, Okereke
Marino 5.5
 
Cittadella 7.5
Fosse stato per il solo mese di maggio, avrei dato 10 come l'anno scorso perchè i playoff sono stati straordinati pure se sono finiti male. Purtroppo però il Cittadella ha fatto più fatica in questa stagione rispetto gli anni passati, conquistando i playoff sono nel finale dopo momenti di crisi. Venturato fa sempre la stessa squadra: 4-3-1-2 con Iori a reggere tutto l'impianto, puntando sulla capacità di difendersi (e di parare: Paleari miglior portiere della stagione) e uscire bene sia in contropiede che a tenere il pallone, un piccolo miracolo. La scarsa qualità della rosa però si è fatta sentire, non si può sempre sperare che Finotto segni se non l'ha mai fatto in vita sua o che Schenetti sia veramente un buon trequartista.
Uomini chiave: Paleari, Adorni, Moncini
Venturato 8
 
Perugia 6
Stagione senza infamia e senza lode che può essere riassunto con lo 0 in differenza reti. Nesta, alla sua prima stagione intera da allenatore, ha avuto un'unica intuizione felice: trasformare Verre in una mezza punta, ricavandone 12 gol quando il suo record personale era 5 (che poi sia merito dell'allenatore e non una casualità è tutto da dimostrare). Per il resto, quasi solo mediocrità: Han, in prestito dal Cagliari, ha largamento deluso, Sadiq si è perso, Falzerano è tornato nell'anonimato, il gioco ha latitato e le emozioni sono state praticamente nulle tranne giusto forse la parata di Gabriel nel primo turno dei playoff che ha costretto il Verona ai supplementari.
Uomini chiave: Gyomber, Verre, Vido
Nesta 6
 
Cremonese 6.5
La Cremonese ha preso la strada più difficile per fare bene in campionato e infatti, da un certo punto di vista, non c'è riuscita. Per carità, la salvezza tranquilla con vista playoff (sfuggiti all'ultima giornata nello scontro diretto a Perugia) può anche andar bene ma questa stagione sa un po' di occasione sprecata. La Cremonese ha puntato sulla difesa con risultati ottimi: solo 33 gol subiti che gli hanno garantito la linea di galleggiamento per tutto il campionato tentando poi, nell'ultima parte di campionato, sortite un po' più offensive. Purtroppo risultati scarsini, perchè i 37 gol fatti non sono sufficienti per pensare di fare granchè (capocannoniere Piccolo, che è uno che svaria molto, con 6 gol quasi tutti molto belli). La stagione è stata comunque in crescendo e ripartendo da Rastelli (subentrato a Mandorlini dopo 11 giornate) potranno ambire a qualcosa di più.
Uomini chiave: Claiton, Mogos, Piccolo
Mandorlini 4.5, Rastelli 7
 
Cosenza 9
C'è stato un momento della stagione in cui il Cosenza quasi era in zona playoff. Questo potrebbe bastare per descrivere l'impresa di questa squadra, che è andata oltre ogni pronostico costruendo una squadra solida in cui le misere qualità individuali sono state esaltate dal collettivo con solo 42 gol subiti da gente molto più abituata alla C come Dermaku (vero simbolo della squadra) e Legittimo che pochi anni fa era una delle sciagure del Trapani. Senza contare che in porta per 13 lunghissime partite ci sia stato Saracco che non ne ha azzeccata una.
Braglia ha fatto di necessità virtù e ha dimostrato, come Cagni anni fa, come sapersi difendere può essere veramente fondamentale in un campionato in cui nemmeno le prime di solito lo sanno fare. Il Cosenza poi ha trovato anche i gol in contropiede, merito più che altro di Tutino dato che i vari Garritano, Baez e Maniero sono andati (forse gli unici della rosa) peggio delle aspettative. Un'impresa di gruppo.
Uomini chiave: Dermaku, Sciaudone, Tutino
Braglia 10
 
Crotone 4.5
Il listone è mio e me lo gestisco io, per cui posso anche essere parziale e dire come la penso senza troppa diplomazia. Io sono convinto che senza l'esonero di Stroppa sarebbero arrivati ai playoff e da lì chi lo sa, purtroppo però è arrivato Oddo a far sprofondare la mediocre partenza del Crotone in un incubo e da lì è subentrata paura e mancanza di abitudine a lottare per evitare addirittura la C, come successo al Catania e Pescara. 2 punti in 7 tragiche partite e 2 gol fatti la dicono lunga sulla bontà della scelta di un tecnico alla frutta senza mai aver finito l'antipasto. Lo dico anche a ragione veduta: la stagione del Foggia l'anno scorso era stata un crescendo proprio sotto la guida di Stroppa (le prime partite erano veramente agghiaccianti) e anche il Crotone è andato migliorando, tanto che si è ritagliato un discreto 13° posto finale. Per una retrocessa dalla A non è sicuramente un buon risultato, anche se sulla qualità della squadra io ho sempre dubitato: va bene Simy, va bene Benali, ma gente come Barberis, Vaisanen e Firenze sono proprio da standard di B.
Uomini chiave: Sampirisi, Benali, Simy
Stroppa 6 (esonerato e subentrato), Oddo 3
 
Ascoli 5.5
Non penso che ad Ascoli siano soddisfatti. Se una nuova società caccia Cosmi dopo la salvezza ai playout dell'anno scorso e ingaggia uno che voleva giocarsi la promozione con l'Empoli, è perchè punta almeno ai playoff. Io sono un po' più permissivo e alla fine l'Ascoli si è salvato abbastanza tranquillamente e mi pare più o meno l'obiettivo minimo. Rimane comunque una stagione noiosa, in cui l'unico sussulto è stata la sconfitta interna nel recupero col Lecce finita tragicamente 1-7. Vivarini faceva girare male l'Empoli, figuriamoci cosa poteva fare con una squadra il cui centrocampista di punta è un mediano parecchio scarso come Addae. Uniche note liete: le punizioni di Ninkovic, uno dei pochissimi specialisti della categoria e la prima stagione tra i professionisti di Frattesi. Tra gli attaccanti combina qualcosa solo la pallida ombra di Ardemagni.
Uomini chiave: Brosco, Laverone, Ninkovic
Vivarini 5
 
Livorno 7
Tutto meno che banale la salvezza del Livorno, specialmente per come è avvenuta. Difficile capire se veramente l'inadeguatezza di Lucarelli (alla prima esperienza in B) abbia tarpato le ali alla squadra o se sia stata invece la bravura di Breda a darle una speranza. A me piace pensare la seconda: Breda è un Ballardini della B, uno che spesso subentra, raramente finisce le stagioni ma che raramente fa pensare che qualcun altro (tolti ovviamente gli specialisti) potesse fare molto meglio di lui. La differenza che ha fatto l'allenatore sta tutta nell'aver creato una squadra solida, aggrappandosi alle pochissime fonti di tecnica come Luci e soprattutto Diamanti, non lasciando perdere una salvezza sempre più complicata nemmeno nelle giornate più nere (come la rimonta da 0-2 a 3-2 a Lecce o il gol nel finale del Brescia), probabilmente anche grazie all'esperienza del tecnico, di Dainelli e co. Le condizioni per la rimonta finale (ultime 5 partite senza sconfitte, gran vittoria 3-2 a Verona) passano dalle sconfitte facendo una buona figura lungo tutto l'inverno.
Uomini chiave: Di Gennaro, Valiani, Diamanti
Lucarelli 5, Breda 8
 
Venezia 3.5
La stagione del Venezia è il più grande spot per la carriera di Filippo Inzaghi. Se quella dell'anno scorso era un po' la Lazio della Serie B, quest'anno è saltato tutto, perfino il basilare schema difesa e contropiede su cui avevano costruito le loro fortune. Pochi cambiamenti, salvo il reparto offensivo che ha fatto un'annata disastrosa (Citro 5 gol, Bocalon, Litteri 1) e appunto il tecnico. Vecchi per me è il primo responsabile del disastro, in quanto ha disperso tutte le certezze che, con la rosa a disposizione, avrebbero per me portato a una salvezza tranquilla. Zenga, nonostante un buon avvio (17 punti in 10 partite) non ha saputo trovare continuità ed è stato esonerato dopo tre sconfitte consecutive. Cosmi è riuscito a fare perfino peggio: preso per evitare i playout ha raccolto 2 vittorie in 11 partite, di cui l'ultima a Carpi gentilmente regalata dagli ospiti. Delusioni su tutta la linea anche dietro: Domizzi era alle ultime e si sapeva, ma anche Modolo e Bruscagin non si sono rivelati all'altezza. Quando poi pensavano di essere salvi grazie alla penalizzazione del Palermo, il playout gli è arrivato tra capo e collo (con tutte le polemiche del caso) e se lo sono giocato fino ai rigori, gettandone due per una retrocessione meritata.
Uomini chiave: Vicario, Segre, Di Mariano
Vecchi 4, Zenga 5, Cosmi 4.5
 
Salernitana 4
Mentre la carriera di Colantuono va verso il burrone (da buon tecnico di A siamo passati a uno che non finisce le stagioni in B), la stagione della Salernitana prende più o meno la stessa piega con l'ingaggio di Gregucci, una sciagura che non si capisce come possa avere ancora un briciolo di credito. Una Salernitana abbastanza tranquilla infila, 4 punti nelle ultime 10 subendo la rimonta del Livorno e del Crotone e perfino i pochi punti del Venezia, trovandosi nelle sabbie mobili. L'arrivo di Menichini non serve per l'ultima giornata (sconfitta 2-0 a Pescara) ma torna utile per i playout che riescono a vincere ai calci di rigore. I rinforzi ci sono anche stati (Jallow, che ha deluso parecchio, Di Tacchio, Micai) ma veramente troppi giocatori incomprensibili (i due Anderson, Akpa Akpro, Mazzarani) e perfettamente intercambiabili hanno creato un sacco di confusione in una rosa che a me pare semplicemente costruita male. Se poi la fai allenare a Gregucci, la frittata è fatta.
Uomini chiave: Mantovani, Casasola, Di Tacchio
Colantuono 5.5, Gregucci 3, Menichini s.v.
 
Foggia 5
37 punti in classifica, sarebbero stati 43 senza la penalizzazione contro cui la società ha lottato fino all'ultimo secondo. Ma nonostante la salvezza teoricamente conquistata sul campo, a me la stagione del Foggia pare comunque insufficiente. Hanno deluso tanti elementi, primo tra tutti Mazzeo che era l'idolo della scorsa stagione, ma anche i rinforzi Iemmello, Galano, Chiaretti: insomma tutto il reparto offensivo. Rimangono quindi le mie perplessità su Grassadonia, che è stato scelto quando il Foggia non sapeva ancora se sarebbe rimasto in B e che probabilmente andava meglio per la C, dato che l'anno scorso con la Pro Vercelli non aveva dato l'impressione di poter evitare la retrocessione. Nemmeno l'arrivo di Padalino ha cambiato le cose, ma non si capisce nemmeno lì come un tecnico all'esordio in B poteva dare qualsiasi garanzia. Il Foggia avrà pure annaspato sin dall'inizio perchè partiva da -6, ma non ha mai nemmeno troppo cercato di tirarsi fuori.
Uomini chiave: Ranieri, Deli, Kragl
Grassadonia 4 (esonerato e subentrato), Padalino 5
 
Padova 5
Non voglio nemmeno essere troppo cattivo col Padova. Sinceramente, non ho mai capito come pensassero di salvarsi con chi schieravano. Questo a prescindere che poi alla guida ci fosse Bisoli (col suo calcio tutto medianacci e difensori per lo 0-0), Foscarini che dopo il Cittadella si è perso oppure l'ex tecnico della primavera Centurioni che ha fatto leggermente meglio degli altri solo per la forza della disperazione. Il Padova penso abbia fatto quello che ha potuto, non ha mollato (3-3 a Benevento, 1-1 a Palermo e Cittadella) ma solo a pareggi (16 in stagione, solo 5 vittorie) non vai da nessuna parte. Presentarsi ancora con Trevisan, Pulzetti, Contessa e Baraye non può essere la soluzione.
Uomini chiave: Minelli, Cappelletti, Capello
Bisoli 5.5 (esonerato, subentrato e poi esonerato), Foscarini 5, Centurioni 6.5 (subentrato)
 
Carpi 3
Il Carpi nasconde evidentemente qualcosa perchè le notizie sono di cessione a titolo simbolico, di misteriosi compratori: tutti segnali che di solito indicano il fallimento. Ma a voler guardare, la stagione era partita già sospetta all'inizio con l'ingaggio di Marcello Chezzi, ex tecnico del Savona e per più di un decennio alla Virtus Castelfranco, lì vicino a Carpi, entrambe in Serie D. Chezzi è durato solo tre sconfitte, poi si è dimesso ed è subentrato Castori, l'uomo della storica promozione. Quello che è strano è che nemmeno lui è riuscito a cavare qualcosa, e non dico come risultati ma proprio come modo di far giocare la squadra. Il Carpi, in mano a uno degli ultimissimi catenacciari, ha subito 67 gol in 36 partite, 10 in più della seconda peggior difesa. Semplicemente non sono mai esistiti: il capocannoniere Arrighini ha segnato 4 gol, all'ultima giornata (inutile, non dico di no) hanno preso 2 gol in 3 minuti per regalare i playout al Venezia. Un disastro.
Uomini chiave: Pachonik, Concas, Coulibaly
Chezzi 4, Castori 4

  • 14

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#269 desm00

desm00

    Per voi e per gli amici

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 612 Messaggi:

Inviato 09 giugno 2019 - 21:54

Mio top 11:

 

Perina

Venuti Lucioni Adorni Augello

Bisoli Palmiero Tabanelli

Diamanti

Okereke Donnarumma

 

MVP per picco di rendimento: Palmiero


  • 0

#270 Monzaemon

Monzaemon

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2774 Messaggi:

Inviato 10 giugno 2019 - 12:36

Combinando le TOP 11 di Duck e desm00 si potrebbe costruire una squadra per restare in A?

 

Portieri: Paleari, Perina

Difensori: Venuti, Sabelli, Lucioni, Adorni, Claiton, Augello, Aleesami

Centrocampo: Bisoli, Palmiero, Tabanelli, Petriccione, Ricci, Tutino, Verre

Attacco: Diamanti, Insigne, Okereke, Donnarumma. 


  • 0

#271 razzledazzle

razzledazzle

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3415 Messaggi:

Inviato 10 giugno 2019 - 12:56

Se prendiamo per buono CALCIOGRIFO.IT il Benevento aveva 6x il monte stipendi del Cittadella.

 

ingaggi-serie-B-300x243.jpg


  • 0

#272 Un solo genere di Garp

Un solo genere di Garp

    farsical aquatic ceremony

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23030 Messaggi:

Inviato 10 giugno 2019 - 13:18

Tutti hanno provato a mandare in C la Salernitana. Questa squadra era stata costruita per i playoff, compromessi da un blackout generato da un ambiente ostile che ha minato la serenità attorno alla squadra. Abbiamo vinto una battaglia tutti insieme, ora si ripartirà con una nuova stagione, memori di questa situazione. Mi auguro che chi ha messo in atto queste iniziative (riferimento alle contestazioni dei tifosi, ndr) la smetta, altrimenti ognuno si regolerà. Io ho investito molto, ma i giocatori della Lazio non vogliono più venire in prestito a Salerno perché sentono un clima non favorevole.

 

9b00e5b52e3e8467749d80bc2d14d28b_169_l.j


  • 0
"Garp sei un pochino troppo monotematico coi gusti secondo me."
 
"Io sono tutto ciò che vale. Non sono uno come Garp che ascolta solo un genere."
 
"Che imabarazzante battuta e due cretini ti hanno dato pure i più riparatori. Sei sempre fortunato, prima o poi ti arriverà una mazzata in testa riparatrice spero."
 
"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."
 
"Coglione"
 
"Ma basta sto tipo di musica da sfattone finto dai"
 
 

 


#273 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21180 Messaggi:

Inviato 10 giugno 2019 - 18:19

Combinando le TOP 11 di Duck e desm00 si potrebbe costruire una squadra per restare in A?

 

Portieri: Paleari, Perina

Difensori: Venuti, Sabelli, Lucioni, Adorni, Claiton, Augello, Aleesami

Centrocampo: Bisoli, Palmiero, Tabanelli, Petriccione, Ricci, Tutino, Verre

Attacco: Diamanti, Insigne, Okereke, Donnarumma. 

 

No.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#274 Monzaemon

Monzaemon

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2774 Messaggi:

Inviato 10 giugno 2019 - 18:29

La serie B con più potenziale degli ultimi 20 anni resta sicuramente quello dell'anno 2011-2012 quando siamo stati promossi assieme al Pescara. Ancora oggi con il meglio di quelle rose ti ci puoi giocare un posto in champions. 


  • 0

#275 Un solo genere di Garp

Un solo genere di Garp

    farsical aquatic ceremony

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23030 Messaggi:

Inviato 25 giugno 2019 - 07:17

Palermo, dramma sportivo: non si è iscritto al campionato di Serie B
 
Caos Palermo, la versione della proprietà: "Inviato tutto alle 23.59"
 
 
23.59
(cit.)

  • 2
"Garp sei un pochino troppo monotematico coi gusti secondo me."
 
"Io sono tutto ciò che vale. Non sono uno come Garp che ascolta solo un genere."
 
"Che imabarazzante battuta e due cretini ti hanno dato pure i più riparatori. Sei sempre fortunato, prima o poi ti arriverà una mazzata in testa riparatrice spero."
 
"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."
 
"Coglione"
 
"Ma basta sto tipo di musica da sfattone finto dai"
 
 

 


#276 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21180 Messaggi:

Inviato 25 giugno 2019 - 10:07

Stavolta forse evitiamo porcate di proporzioni megalitiche come l'anno scorso, visto che non c'è Frattini come commissario e riusciamo a eliminare il Palermo sostituendolo tranquillamente col Venezia senza ripescaggi (sempre una porcata, sia chiaro), colpi di mano per eliminare 2-3 squadre dalla corsa e spartirsi il bottino ecc.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#277 Sandor

Sandor

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4247 Messaggi:
  • LocationVersilia

Inviato 25 giugno 2019 - 11:17

Tuttolomondo dice che è tutto a posto,solo un problema tecnologico,queste PEC non vanno mai quando servono che ci vuoi fare.
  • 0

#278 Un solo genere di Garp

Un solo genere di Garp

    farsical aquatic ceremony

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23030 Messaggi:

Inviato 25 giugno 2019 - 12:33

Tuttolomondo dice che è tutto a posto,solo un problema tecnologico,queste PEC non vanno mai quando servono che ci vuoi fare.

 

Si stava meglio quando si stava peggio

 


  • 1
"Garp sei un pochino troppo monotematico coi gusti secondo me."
 
"Io sono tutto ciò che vale. Non sono uno come Garp che ascolta solo un genere."
 
"Che imabarazzante battuta e due cretini ti hanno dato pure i più riparatori. Sei sempre fortunato, prima o poi ti arriverà una mazzata in testa riparatrice spero."
 
"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."
 
"Coglione"
 
"Ma basta sto tipo di musica da sfattone finto dai"
 
 

 


#279 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21180 Messaggi:

Inviato 28 giugno 2019 - 11:09

Oltre al Palermo, già abbondantemente morto, rischia anche il Trapani. Il Padova (con il solito immondo culo) si prepara al ripescaggio.

Aspettiamo ovviamente la composizione ufficiale per il thread nuovo.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq