Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Registi Da Grandi/medie/piccole Speranze Dei Moribondi 10S


  • Please log in to reply
182 replies to this topic

#181 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14441 Messaggi:

Inviato 08 febbraio 2021 - 06:56

rotting-protagonists.jpg

I registi-attori Matthew Kennedy, Adam Brooks, Conor Sweeney nella scena che piu' mi ha fatto ridere negli ultimi anni. Giuro.

 

Astron-6 [Adam Brooks, Jeremy Gillespie, Matthew Kennedy, Steven Kostanski, Conor Sweeney]
Collettivo di zuzzurelloni canadese, seguaci del cinema grindhouse come settato da Tarantino e Rodriguez. "Mansborg" e' gia' un piccolo classico del cinema no-budget del decennio, con il fuori di testa "Father-s Day" (per la Troma) hanno superato i maestri in fatto di follia e radicalita' trash, con "Void" (prodotto esterno al gruppo) hanno dimostrato di saperci fare anche con un prodotto serio. Il bravo della cumpa dovrebbe essere Steven Kostanski, infatti l'unico film in cui manca ("The Editor" - omaggio ai thriller italiani anni 70 e 80) e' il piu' debole, anche se comunque divertente.

 

2011 Manborg [Steven Kostanski]

2011 Father's Day [Adam Brooks, Jeremy Gillespie, Matthew Kennedy, Steven Kostanski, Conor Sweeney]

2014 The Editor [Adam Brooks, Matthew Kennedy]
2016 The Void [Jeremy Gillespie, Steven Kostanski]
2019 Chowboys [Adam Brooks, Jeremy Gillespie, Matthew Kennedy, Steven Kostanski, Conor Sweeney]

 

Che mona. Due anni a gasarmi all'idea che avessero girato un western, e a chiedermi perche' non si trovasse in giro, per poi accorgermi ieri sera che si tratta di un cortometraggio tranquillamente vedibile su youtube...

 

 

In compenso Steven Kostanski, stavolta insieme ad Adam Brooks, sembra abbia diretto un'altra bombazza horror retro-maniaca, ''Psycho Goreman'', che partendo dal solito revival anni 80 (stavolta i film per bambini di serie C stile il film sui Masters) pare tocchi encomiabili vette di violenza grottesca e demenza satirica.

 


  • 0

#182 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2026 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 08 febbraio 2021 - 08:08

 

rotting-protagonists.jpg

I registi-attori Matthew Kennedy, Adam Brooks, Conor Sweeney nella scena che piu' mi ha fatto ridere negli ultimi anni. Giuro.

 

Astron-6 [Adam Brooks, Jeremy Gillespie, Matthew Kennedy, Steven Kostanski, Conor Sweeney]
Collettivo di zuzzurelloni canadese, seguaci del cinema grindhouse come settato da Tarantino e Rodriguez. "Mansborg" e' gia' un piccolo classico del cinema no-budget del decennio, con il fuori di testa "Father-s Day" (per la Troma) hanno superato i maestri in fatto di follia e radicalita' trash, con "Void" (prodotto esterno al gruppo) hanno dimostrato di saperci fare anche con un prodotto serio. Il bravo della cumpa dovrebbe essere Steven Kostanski, infatti l'unico film in cui manca ("The Editor" - omaggio ai thriller italiani anni 70 e 80) e' il piu' debole, anche se comunque divertente.

 

2011 Manborg [Steven Kostanski]

2011 Father's Day [Adam Brooks, Jeremy Gillespie, Matthew Kennedy, Steven Kostanski, Conor Sweeney]

2014 The Editor [Adam Brooks, Matthew Kennedy]
2016 The Void [Jeremy Gillespie, Steven Kostanski]
2019 Chowboys [Adam Brooks, Jeremy Gillespie, Matthew Kennedy, Steven Kostanski, Conor Sweeney]

 

Che mona. Due anni a gasarmi all'idea che avessero girato un western, e a chiedermi perche' non si trovasse in giro, per poi accorgermi ieri sera che si tratta di un cortometraggio tranquillamente vedibile su youtube...

 

 

In compenso Steven Kostanski, stavolta insieme ad Adam Brooks, sembra abbia diretto un'altra bombazza horror retro-maniaca, ''Psycho Goreman'', che partendo dal solito revival anni 80 (stavolta i film per bambini di serie C stile il film sui Masters) pare tocchi encomiabili vette di violenza grottesca e demenza satirica.

 

 

 

 

Ne ha parlato stra-bene la Bara, peccato che nonostante sia una Amazon Original qui da noi non è ancora disponibile


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#183 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10939 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 19 febbraio 2021 - 00:15

MV5BMjQ1NTIyOTc1Nl5BMl5BanBnXkFtZTgwMDM1

faccio fatica a considerare una nuova promessa l'australiano LEIGH WHANNELL, braccio destro di james wan sin dai tempi di saw e poi insidious, ma come regista è sicuramente un esordiente di questi anni 2010s agli sgoccioli

parlo di lui perché ho visto upgrade (2018), poco pubblicizzata seconda regia del nostro, e mi è piaciuto davvero molto. whannell aveva esordito con il terzo capitolo di insidious, che credo anche di aver visto, ma di cui non ricordo un frame. non bene, ma del resto per me era apparso come meritevole soltanto il primo film. in upgrade cambia genere e si sposta in territori da cyberpunk. se leggete la trama vi sembrerà buona per un film di serie b, una stronzatona da cheesy action movie. e invece whannell, in linea con le tendenze e l'estetica di questo decennio, gira un film "serio", "rigoroso", inizialmente anche parecchio cupo poi via via più contaminato con momenti ironici (anche questo un po' un marchio di fabbrica di questi anni), in ogni caso non si tratta di un film pesante o deprimente. la violenza è quella di un horror, ma gli elementi sci-fi e la distopia messa in scena (a metà tra cronenberg e blade runner) possono accalappiare una platea più ampia. per girare le sequenze d'azione che vedono fronteggiarsi umani potenziati, whannell opta per una regia cinetica, in particolare usa questo stratagemma per cui la telecamera segue costantemente l'attore "tracciandolo" e tenendolo nel centro del frame

tumblr_pjgzajN4QJ1xlv8m3o3_500.gif

non avendo grande budget a disposizione, queste trovate tentano di dare dinamismo, ma anche di camuffare un semplice combattimento in qualcosa di maggiormente intenso e "super". si possono sicuramente vedere anche affinità con il cinema supereroistico , ma in un'ottica alternativa e di genere. il finale nichilista poi appagherà tutti gli spettatori cinici come me


2015 Insidious 3 - l'inizio
2018 Upgrade


p.s: il suo nome gira già per il nuovo film sull'uomo invisibile e per il remake di fuga da new york… ugh, bene ma non benissimo

 
Non bene invece ma benissimo.
 
Uppo questo post dopo aver visto appunto l'ottimo Invisible Man ed a ruota mi sono visto anche questo Upgrade. Se quest'ultimo ha più capacità di intrattenere con il suo ritmo frenetico mi pare che invece con il remake dell'uomo invisibile abbia fatto il suo (finora) capolavoro confezionando un horror di alta qualità. Notevole la prova di Elisabeth Moss. Non male per uno che ha contribuito a quell'obbrobrio di Saw.

 

MV5BYjU2NmQ3YjEtYmI1OC00OWVkLWEwZGQtYjYz


  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]


Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


non vorrei sembrare pedante





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq