Vai al contenuto


Foto
* * * - - 1 Voti

A Quiet Place - Un Posto Tranquillo (Krasinski, 2018)


  • Please log in to reply
9 replies to this topic

#1 Conato

Conato

    Roadie

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 690 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2018 - 06:59

Una famiglia vive un'esistenza in un bosco, isolata nel più completo silenzio, per paura di una minaccia sconosciuta che li segue e attacca al minimo rumore.

 

a-quiet-place_locandina.jpg

 

http://www.ondacinem...tranquillo.html


  • 1
Ogni uomo nella culla
succia e sbava il suo dito
ogni uomo seppellito
è il cane del suo nulla

#2 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14337 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 16 aprile 2018 - 07:57

Sono d'accordo con la recensione, visto la settimana scorsa..è molto ben fatto, la trovata del silenzio è geniale e regge benissimo grazie anche alla bravura di tutti gli attori.

Unico piccolo difetto sono i mostri, li avrei fatti vedere meno. Ma è un dettaglio, alcune scene nello scantinato sono davvero fantastiche, riesce a creare una tensione pazzesca.

C'è anche un trucco alla Hitckock quando lo spettatore sa prima dell'attore la soluzione. 


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#3 Fox la testa parlante

Fox la testa parlante

    The key to joy is disobedience

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1864 Messaggi:
  • LocationA glass of spirits made of ethereal salt

Inviato 16 aprile 2018 - 08:51

Per me così-così. Richiede dosi molto massicce di sospensione dell'incredulità, e il finale badass e frettoloso è un raccolto un po' povero e amaro per 90' minuti di efficace tensione costruita con un (paradossale) assedio sensoriale allo spettatore.

Va riconosciuto che l'ambientazione è molto suggestiva, gli attori sono bravi e coinvolgenti (i personaggi e le situazioni invece mi sono apparsi figli di una logica di genere pressapochista) e il tema della difficoltà di elaborazione di un lutto senza la possibilità di comunicare, che volendo prende pieghe metaforiche, è stimolante, anche se un po' abbozzato.


  • 0

A moon-piece to fetch up the golden cup

A snow-piece to avoid the great heat of the sun

Is kept in the night and by the light of the moon

 

 


#4 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14337 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 16 aprile 2018 - 14:37

Si la parte psicologica non mi ha detto niente, quella è veramente abbozzata..io lo giudicavo solo da un punto di vista horror, è un ottimo film. Non all'altezza di The Witch è chiaro, ma molto buono. 


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#5 Greed

Greed

    me ne fregio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11155 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2018 - 14:54

In effetti regge molto bene fintanto che non riesci a capire come siano le creature; che inizialmente si vedono solo di scorcio, e paiono robe umanoidi. Lo scioglimento è più debole del racconto. 

La suspance è ben sfruttata, basta pensare alla scena del chiodo. Banale, ma mi ha lasciato in ansia fin quando non si è risolta.

Nell'altro topic ho parlato di "parabola". Mi pare che la semplificazione sia estrema: un nucleo familiare e un numero indefinito di mostri che non possono convivere. In gioco la sopravvivenza dell'uomo: l'unica altra persona che vediamo è un suicida per disperazione. Il padre insegna a fronteggiare la paura per sopravvivere, la madre non evita di mettere al mondo una nuova vita...forse per questo Fox parla di logica di genere pressapochista. Però anche la madre non scherza, il suo ruolo di "guardiana" della vita (le situazioni più estreme le fronteggia lei) è forse il più gravoso del film.

Al cinema fa il suo effetto.


  • 0

#6 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3840 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2018 - 09:14

per me la prima parte è così così, la seconda molto buona.

il problema è che ha una intro troppo lunga (che poi non introduce niente di significativo sul contesto, visto che si mantiene minimalissimo sotto questo punto di vista).

poi appena ingrana lo fa bene: scelglie di girare poche scene e molto lunghe, creando pathos, sempre avvolto da quel minimalismo sentimentale e di sceneggiatura.

il finale è contemporaneamente affascinante (nella sospensione) ma anche un po banalotto (nella risoluzione al problema "mostri").

insomma bel film, ma non rimarrà nella memoria come un film dalle soluzioni originalissime, come ho letto in certe recensioni.


  • 0

#7 user

user

    Failed to set a new photo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4725 Messaggi:
  • LocationLocation

Inviato 22 agosto 2018 - 20:20

bellino, dura il giusto, finale ottimo. Dovevano togliere tutta la musica dalla colonna sonora. E anche quell'attore barbuto.
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#8 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12110 Messaggi:

Inviato 02 novembre 2018 - 00:32

Mah, n'somma.
L'idea di fondo, pur non originale, era carina, ma il film e' troppo convenzionale per sfruttarla come si deve. Tipo che i personaggi non parlano quasi mai, ma come fa notare User qui sopra i momenti di vero silenzio sono pochi, visto l'onnipresente e fastidiosa colonna sonora sempre li' a "spiegare" ogni scena.

Visto che in fondo e' una mezza favola perdono volentieri le mille e piu' di mille incongruenze riguardanti il contesto: tipo perche' non vanno ad abitare vicino ad un luogo rumoroso come quello della cascata? o perche' non vivono abitualmente nel locale insonorizzato? e l'elettricita' da dove viene? Invece mi e' piu' difficile perdonare il fatto che quasi tutte le scene di suspense siano innescate dalle trovate narrative piu' facili e stupide: il bambino rincoglionito lasciato in fondo alla fila, le solite schermaglie sentimentali tra figli e genitori anche di fronte a scenari da fine del mondo, coincidenze e concentramenti di sfighe fantozziani. Pressapochismo perfettamente riassunto dalla trovata idiota del chiodo: a parte la pigrizia degli sceneggiatori perche' ci dovrebbe essere un chiodo in una scala piantato in modo da rischiare di trovarselo rivolto all'insu'? Potrebbe essere uno spunto per un sequel: la storia di un falegname burlone e sadico che si diverte a piantare chiodi a caso.

Il praticamente identico, ma molto piu' rigorso e inquietante, "It Comes at Night" l'anno scorso non se l'e' cagato quasi nessuno.
  • 0

#9 Merlo

Merlo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3720 Messaggi:
  • LocationItalia

Inviato 02 novembre 2018 - 08:52

Mah, n'somma.

L'idea di fondo, pur non originale, era carina, ma il film e' troppo convenzionale per sfruttarla come si deve. Tipo che i personaggi non parlano quasi mai, ma come fa notare User qui sopra i momenti di vero silenzio sono pochi, visto l'onnipresente e fastidiosa colonna sonora sempre li' a "spiegare" ogni scena.

 

Visto che in fondo e' una mezza favola perdono volentieri le mille e piu' di mille incongruenze riguardanti il contesto: tipo perche' non vanno ad abitare vicino ad un luogo rumoroso come quello della cascata? o perche' non vivono abitualmente in un locale insonorizzato? e l'elettricita' da dove viene? Invece mi e' piu' difficile perdonare il fatto che quasi tutte le scene di suspense siano innescate dalle trovate narrative piu' facili e stupide: il bambino rincoglionito lasciato in fondo alla fila, le solite schermaglie sentimentali tra figli e genitori anche di fronte a scenari da fine del mondo, coincidenze e concentramenti di sfighe fantozziani. Pressapochismo perfettamente riassunto dalla trovata idiota del chiodo: a parte la pigrizia degli sceneggiatori perche' ci dovrebbe essere un chiodo in una scala piantato in modo da rischiare di trovarselo rivolto all'insu'? Potrebbe essere uno spunto per un sequel: la storia di un falegname burlone e sadico che si diverte a piantare chiodi a caso.

 

Il praticamente identico, ma molto piu' rigorso e inquietante, "It Comes at Night" l'anno scorso non se l'e' cagato quasi nessuno.

 

Tom, anche a me non è piaciuto molto e mi hanno fatto cascare le braccia proprio tutte le ingenuità che hai scritto (aggiungerei anche i km di piste di sabbia in giro per il bosco, per realizzare le quali servirebbero il genio civile e tonnellate di sabbia trasportata da rumorosissimi camion... ma anche che se gli alieni hanno l'udito così fino, perché l'idea di provare a danneggiarli con dei rumori molesti non è venuta a nessuno?)


  • 0
"Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace"

Ricette Veg

#10 Sandor

Sandor

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2918 Messaggi:
  • LocationVersilia

Inviato 02 novembre 2018 - 10:52

 

Mah, n'somma.

L'idea di fondo, pur non originale, era carina, ma il film e' troppo convenzionale per sfruttarla come si deve. Tipo che i personaggi non parlano quasi mai, ma come fa notare User qui sopra i momenti di vero silenzio sono pochi, visto l'onnipresente e fastidiosa colonna sonora sempre li' a "spiegare" ogni scena.

 

Visto che in fondo e' una mezza favola perdono volentieri le mille e piu' di mille incongruenze riguardanti il contesto: tipo perche' non vanno ad abitare vicino ad un luogo rumoroso come quello della cascata? o perche' non vivono abitualmente in un locale insonorizzato? e l'elettricita' da dove viene? Invece mi e' piu' difficile perdonare il fatto che quasi tutte le scene di suspense siano innescate dalle trovate narrative piu' facili e stupide: il bambino rincoglionito lasciato in fondo alla fila, le solite schermaglie sentimentali tra figli e genitori anche di fronte a scenari da fine del mondo, coincidenze e concentramenti di sfighe fantozziani. Pressapochismo perfettamente riassunto dalla trovata idiota del chiodo: a parte la pigrizia degli sceneggiatori perche' ci dovrebbe essere un chiodo in una scala piantato in modo da rischiare di trovarselo rivolto all'insu'? Potrebbe essere uno spunto per un sequel: la storia di un falegname burlone e sadico che si diverte a piantare chiodi a caso.

 

Il praticamente identico, ma molto piu' rigorso e inquietante, "It Comes at Night" l'anno scorso non se l'e' cagato quasi nessuno.

 

Tom, anche a me non è piaciuto molto e mi hanno fatto cascare le braccia proprio tutte le ingenuità che hai scritto (aggiungerei anche i km di piste di sabbia in giro per il bosco, per realizzare le quali servirebbero il genio civile e tonnellate di sabbia trasportata da rumorosissimi camion... ma anche che se gli alieni hanno l'udito così fino, perché l'idea di provare a danneggiarli con dei rumori molesti non è venuta a nessuno?)

 

Solito filmetto americano  tipo Get out,che comunque è molto meglio,fatto passare per capolavoro ,gran lavoro di marketing più che altro.

Anche Halloween che è di molto inferiore pure a quelli di Rob Zombie viene  pompato a bestia.


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq