Vai al contenuto


Foto
* * * - - 5 Voti

[Disco Del Mese] Anna Von Hausswolff - Dead Magic (City Slang, 2018)


  • Please log in to reply
63 replies to this topic

#1 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34296 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 02 marzo 2018 - 12:38

Dopo 60 giorni del 2018, c'è già uno dei miei dischi dell'anno. Si tratta proprio dell'attuale disco del mese. Voce portentosa al servizio di madrigali doom-dark di rara potenza e intensità. In cabina di regia Randall Dunn dei SunnO))) (e si sente).
 

“Dead Magic”, il nuovo album della musicista svedese Anna von Hausswolff, consacra la giovane artista come una delle realtà più profonde, intransigenti e affascinanti emerse in questi ultimi anni dalle terre scandinave. (...) Nata a Göteborg nel 1986, Anna von Hausswolff si è imposta ben presto all’attenzione internazionale, sia per l’uso particolare della voce, sia per l’uso di uno strumento come l’organo di chiesa, trasposto in una dimensione neoclassica contemporanea che mette assieme drone music, doom metal, elegiaco cantautorato e prosa dark. Il nuovo lavoro, il quarto album della sua discografia, è stato registrato dal produttore dei SunO))), Randall Dunn, ed esce su City Slang. Tra gli strumenti usati spicca un enorme organo a canne del ventesimo secolo, presente in una chiesa di Copenhagen, la Marmorkirken, maestoso edificio di marmo costruito in stile rococò. (...)

Come il precedente album, “The Miraculous”, anche “Dead Magic” si addentra in territori oscuri, tra bordoni, passaggi doom e derive stoner, non dimenticando momenti introspettivi in cui emergono intense ballate gotiche.

 

http://www.ondarock....f-deadmagic.htm

 

Slang50139_AnnaVonHausswolff_Dead_Magic_


  • 9

#2 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11525 Messaggi:

Inviato 02 marzo 2018 - 17:14

il decano dell'orrore aveva previsto tutto, anche il tuo disco preferito.

 

 


  • 2

#3 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34296 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 03 marzo 2018 - 10:25

Video clamoroso di "The Mysterious Vanishing of Electra" (girato dalla sorella, Maria von Hausswolff)

 


  • 2

#4 thom

thom

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2438 Messaggi:

Inviato 04 marzo 2018 - 11:22

il video è - a mio avviso - di gran lunga la cosa peggiore del pacchetto, incapace di staccarsi da certi clichè e stilemi horror-dark

sul disco posso dire che è da tre giorni in rotazione, magari non è un capolavoro ma siamo lì nei dintorni (incredibile! mi piace il disco del mese di OR!)

lo so che sono discretamente monossessivo, ma quell'old pipe organ (l'unico strumento non percussivo che scende a 20hz) dovete farlo suonare come si deve - per cui incassate il lauto compenso del voto di scambio di oggi e tornate con un impianto di riproduzione decente

ho letto rapidamente la recensione, ma nelle influenze si parla di lisa gerrard? perchè questa mi sembra la figlia (il)legittima e bipolare della semi-dea australiana


  • 1

#5 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15952 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 04 marzo 2018 - 17:45

sembra interessante, devo approfondire


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#6 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2191 Messaggi:

Inviato 05 marzo 2018 - 00:58

Da quel che ho sentito è un capolavoro. Nel lontano 2010 sono stato il primo in Italia a parlare di questa ragazza, notare come non mi aveva dato retta nessuno...  asd

 

http://forum.ondaroc...the-grave-2010/


  • 3

#7 Vatar

Vatar

    Narigiatt

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 89 Messaggi:
  • LocationDomodossola (VB)

Inviato 05 marzo 2018 - 09:19

In questi anni raramente ho apprezzato il "Disco del mese" sempre piuttosti lontani dai miei gusti musicali, quest'anno invece ben due su tre sono i miei dischi preferiti dell'anno in corso, sto parlando di Zenjungle e Anna Von Hausswolff; devo ammettere che il binomio voce di Anna e organo funziona veramente alla grande, raramente ho ascoltato una voce così convincente molto "tonda" senza spigolature, il secondo brano su tutti mi ha dato questa sensazione, non posso che accostarla alla grandissima Diamanda Galas, guardando la copertina dell'album mi viene da pensare che Anna sia stata impossessata da Diamanda :fear:  ci vuole un esorcista :monk:


  • 1

#8 thom

thom

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2438 Messaggi:

Inviato 05 marzo 2018 - 11:04

In questi anni raramente ho apprezzato il "Disco del mese" sempre piuttosti lontani dai miei gusti musicali, quest'anno invece ben due su tre sono i miei dischi preferiti dell'anno in corso, sto parlando di Zenjungle e Anna Von Hausswolff


verissimo, anche Zenjungle vera bombetta; in questo nuovo medioevo che si sta aprendo OR ricomincia - finalmente - a fare resistenza. YO!


  • 1

#9 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2191 Messaggi:

Inviato 05 marzo 2018 - 14:24

Tra l'altro bisogna dire (e diciamolo) che a differenza di altri/altre questa artista non si sta rivelando un fuoco di paglia, ma sta inanellando dischi belli uno dopo l'altro.

Per fare un esempio, la tanto esaltata (all'epoca) Soap and Skin, sono sei anni che non tira fuori un nuovo album, ed è rimasta per tutti "quella di Lovetune for Vacuum" (disco che ha ormai quasi 10 anni).

Anna invece pian piano e senza tanto clamore si sta costruendo una bella carriera, e diciamo anche che la sua voce sotterra quella della Plaschg.


  • 0

#10 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15955 Messaggi:

Inviato 05 marzo 2018 - 14:38

 Diamanda Galas,

 

Aggiungiamoci pure e soprattutto Renate Knaup-Krötenschwanz. Un ibrido, insomma. Ben riuscito, senza contare l'amore per l'organo a canne trasmesso dal papino. 


  • 1

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#11 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18400 Messaggi:

Inviato 05 marzo 2018 - 17:15

È decisamente il disco che ci vuole oggi
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#12 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11525 Messaggi:

Inviato 05 marzo 2018 - 17:42

Sono restio ad accostarmi ad artisti sconosciuti soprattutto se molto giovani... ma su FB ho letto un entusiasmato Claudio che di solito non si accalora più di tanto verso queste musiche, sono andato a scaricarmi l'indera discografia e abbiamo trovato finalmente un buon pranzetto per le nostre orecchie.

 

Sia chiaro a tutti... nulla di nuovo, provate a perdere un pomeriggio soprattutto di fine inverno ad ascoltare una meravigliosa trasmissione di NTS RADIO chiamata DON'T TRIP è troverete clamorosamente la stessa tessitura della divina autrice figlia di un grande visionario dell'elettronica degli Anni Novanta.

 

Anche lei è figlia non tanto dei Sunn O))) ma dei bordoni glaciali davvero iconoclasti dell'Hermann Nitsch degli ultimi concerti per organo a canne... e allo stesso tempo sembra una Galas giovane che invece di sperimentare il dolore universale attraverso la intermodulazione satanica della voce fino allo spasimo materico, opta per una carriera "pop" tra mille virgolette.

 

Che cosa è stata la musica in questi ultimi anni? SWANS che hanno segato i nostri neuroni trasformando le sinfonie di Branca in un monolitico post rock oratoriale da suicidio immediato, l'ultimo disco dei BORIS e le collaborazioni di questi con MERZBOW, l'incredibile pappa reale ecco questo si davvero EPOCALE... dei NAZORANAI (adesso come adesso la mia band preferita e dunque O'Malley sta facendo il vuoto, come accadeva con O'Rourke negli anni novanta e John Zorn)... la ragazza ci sa fare, ma la vorrei ancora più sperimentale dalle parti della mia amatissima Maja Ratkje... sono sicuro che non si lascerà trasformare in un'altra diva da classifica, prevedo qualche collaborazione importante magari con Masonna o con lo stesso Jim O'Rourke... mi sembra molto difficile che possa trasformarsi in un genio apocalittico e duellare con Brotzmann (Diamanda Galas lo fece, e contro la band più efferata dell'IMPERATORE, mi riferisco ai LAST EXIT).

 

Qualcuno parla della ragazza dei Dead Can Dance, oddio ci sta... allora quando Anna deciderà di mettersi a studiare musica antica e soprattutto deciderà di lasciar perdere gli electronics troveremo una degna erede di Lisa.


  • 3

#13 Liar

Liar

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 616 Messaggi:

Inviato 06 marzo 2018 - 19:50

Il disco ė bello.
Riesce a unire la dimensione personale alla dimensione cosmica, a essere malinconica e quasi apocalittica.
Bella anche l'architettura dei brani.
A me la voce ricorda a tratti Kate Bush.
  • 0

#14 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82263 Messaggi:

Inviato 06 marzo 2018 - 19:55

 
A me la voce ricorda a tratti Kate Bush.

 

beh penso che, tra quelli letti in giro, sia il paragone più giusto per la voce

 

a me convince poco il taglio rock-metal dell'operazione, rende il tutto molto caciarone e potente, una voce così bella è forse da sfruttare in un contesto più personale; i brani scorrono ma sono poco intimi per la caratteristica che ho evidenziato prima

 

la Galas più simile a questo disco, visto che leggo tanti confronti, potrebbe essere quella di You Must Be Certain Of The Devil ma boh, mi sembrano lontane comunque; o forse l'ultima Galas, la Serpenta e altri lavori più recenti che però non ho approfondito, quindi ipotizzo e basta


  • 0

#15 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34296 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 marzo 2018 - 19:56

Altra cosa che mi ha colpito: osa tantissimo con la sua voce, senza temere gli eccessi, eppure non risulta mai tronfia, ridondante o puramente virtuosistica, tutto riesce a essere perfettamente funzionale ai suoni e alle atmosfere.


  • 2

#16 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82263 Messaggi:

Inviato 06 marzo 2018 - 20:04

Altra cosa che mi ha colpito: osa tantissimo con la sua voce, senza temere gli eccessi, eppure non risulta mai tronfia, ridondante o puramente virtuosistica, tutto riesce a essere perfettamente funzionale ai suoni e alle atmosfere.

 
la voce secondo me è molto bella, il contesto non le rende assolutamente giustizia


 

la Galas più simile a questo disco, visto che leggo tanti confronti, potrebbe essere quella di You Must Be Certain Of The Devil ma boh, mi sembrano lontane comunque; o forse l'ultima Galas, la Serpenta e altri lavori più recenti che però non ho approfondito, quindi ipotizzo e basta

 
perché è l'album più rock di Diamanda (però molto più blues di questo) e forse anche per i colori della copertina asd
 
Slang50139_AnnaVonHausswolff_Dead_Magic_
 
 Diamanda_Galas_You_Must_Be_Certain_of_th
 
vabbeh che insomma per rappresentare il demonio quelli sono, c'è poco da girare attorno asd
  • 0

#17 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21330 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 08 marzo 2018 - 15:43

non un capolavoro, ma un gran bel disco davvero 
 
The Truth, The Glow, The Fall e Ugly And Vengeful i brani migliori, a mio avviso

  • 0

#18 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13201 Messaggi:

Inviato 08 marzo 2018 - 16:00

a me convince poco il taglio rock-metal dell'operazione, rende il tutto molto caciarone e potente, una voce così bella è forse da sfruttare in un contesto più personale; i brani scorrono ma sono poco intimi per la caratteristica che ho evidenziato prima

 

 

Concordo su questo punto.

 

Disco affascinante, ma con un non so che di "finto".

Anche la voce, bella e tutto quanto, ma non mi trasmette grande personalita'.

 

(Ah, copertina odiosa: detesto quando si usano immagini di quel tipo per fare "arte" - forse mi ha un po' indisposto all'ascolto)


  • 0

#19 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82263 Messaggi:

Inviato 08 marzo 2018 - 16:16

 

a me convince poco il taglio rock-metal dell'operazione, rende il tutto molto caciarone e potente, una voce così bella è forse da sfruttare in un contesto più personale; i brani scorrono ma sono poco intimi per la caratteristica che ho evidenziato prima

 

 

Concordo su questo punto.

 

Disco affascinante, ma con un non so che di "finto".

Anche la voce, bella e tutto quanto, ma non mi trasmette grande personalita'.

 

(Ah, copertina odiosa: detesto quando si usano immagini di quel tipo per fare "arte" - forse mi ha un po' indisposto all'ascolto)

 

 

più che finto, io dico proprio caciarone e quindi poco adatto a valorizzare la sua voce che è delicata, ecco che così la personalità si perde

 

ho letto dei paragoni con la Galas senza specificare dei dischi e ho pensato che l'album del confronto potesse essere You Must Be... perché la Galas ha fatto un po' di tutto e quello è forse il disco più vicino a questa Von H; ecco, per intenderci, la Galas pure ha una voce molto "delicata" e particolare ma la musica sotto (del disco che dicevo) ha tantissime sfumature che si adattano alla voce stessa per valorizzarla in tutte le sue manifestazioni, un esempio tratto da quel lp

https://www.youtube....h?v=hTGmUwzXtto

(che capo!)

 

qua direi che ci troviamo di fronte a una voce con grosse possibilità triturata da una produzione rock-metal che secondo me non le rende giustizia; poi magari solo a me (e in parte a tom anche se io noto il "finto" solo per la musica) fa questa impressione


  • 0

#20 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82263 Messaggi:

Inviato 08 marzo 2018 - 16:25

 

Disco affascinante, ma con un non so che di "finto".

Anche la voce, bella e tutto quanto, ma non mi trasmette grande personalita'. 

 

tu dici che è molto formale, giusto?

senza personalità


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq