Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Jazz For Dummies


  • Please log in to reply
85 replies to this topic

#61 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11591 Messaggi:

Inviato 08 marzo 2018 - 21:17

la prova del fuoco: se ti piace questo aceto balsamico allora il jazz ti perseguiterà per sempre

 

 

avant swing jazz not so barely snuff with dislocate the core of free in the eulogy of jazz.


  • 1

#62 crocus behemoth

crocus behemoth

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 555 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2018 - 18:43

la prova del fuoco: se ti piace questo aceto balsamico allora il jazz ti perseguiterà per sempre

 

 

 

Difficile darti torto Simon  :)


  • 0
Le merendine di quand'ero bambino non torneranno più! I pomeriggi di Maggio!

#63 crocus behemoth

crocus behemoth

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 555 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2018 - 18:47

Intanto è appena uscita questa bella raccolta jappo:

 

CS669448-01A-BIG.jpg

CS669448-01B-BIG.jpg

 

https://www.bbemusic...wnloads/j-jazz/

 


  • 0
Le merendine di quand'ero bambino non torneranno più! I pomeriggi di Maggio!

#64 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 24 maggio 2018 - 20:02

scusate ma quando uno dice di ascoltare zorn dice letteralmente o è una metafora?



#65 Homunculus

Homunculus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 222 Messaggi:

Inviato 01 febbraio 2020 - 11:25

Buondi, volevo approcciarmi al jass delle "origini", ovvero Swing, dixieland, bebop, etc.
Visto la mole enorme esistono album/raccolte in grado di offrire una prima impressione decente?
  • 0

#66 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12381 Messaggi:

Inviato 01 febbraio 2020 - 12:44

Buondi, volevo approcciarmi al jass delle "origini", ovvero Swing, dixieland, bebop, etc.
Visto la mole enorme esistono album/raccolte in grado di offrire una prima impressione decente?

 

ce ne sono probabilmente fin troppe, ma non credo di poterti aiutare molto. Ricordo ce n'era una meravigliosa che vorrei tanto ricordare cos'era e di cui avevo sentito solo un paio di volumi che era chiaramente fatta con cura e passione assoluta e piena oltre che di classici di chicce bellissime. Purtroppo al momento non mi viene proprio in mente cosa fosse.

Però ci sono alcuni classiconi per singolo musicista che vengono considerati più o meno obbligatori, tipo le Hot five Hot seven sessions di Louis Armstrong, la raccolta Blanton-Webster di Duke Ellington, le Savoy sessions di Charlie Parker per dire le prime tre che mi passano in mente.


  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#67 Homunculus

Homunculus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 222 Messaggi:

Inviato 01 febbraio 2020 - 15:19

Ok, grazie, dovesse tornarti in mente fammi sapere ;)
  • 0

#68 Bernardus

Bernardus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 112 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 11:08

Per me le raccolte che cerchi non aiutano molto. Prima di tutto le registrazioni del periodo Dixieland e limitrofo fanno cagare. Non ci giriamo attorno ma è così. Erano altri tempi. Tra un album degli anni 20 ed uno del 59 passa l'abisso in termini di qualità sonora. 

 

Poi nel jazz non funziona esattamente come nel pop(oular).

 

Ciò che conta di più è conoscere i protagonisti, informarsi su di loro approfonditamente e da lì esplorare.

 

Conoscere bene Miles Davis per esempio ti porterà ad attraversare vari stili e periodi storici. 

 

Le raccolte jazz non è che siano il massimo. 

 

Meglio a questo punto interessarsi ai cosiddetti Standard Jazz, brani che sono stati talmente suonati da jazzisti di ogni epoca che ormai sono nella tradizione. Potresti scaricare i real book, raccolte di spartiti di standard jazz come una sorta di prontuario. Leggi un titolo e ascolti uno standard. Poi magari lo ascolti di varie versioni fatto da musicisti diversi.

 

Purtroppo o per fortuna le cose stanno così. Tempo fa comprai una raccolta di Duke Ellington del primo periodo, quello orchestrale che coincide con l'epoca di tuo interesse. Registrazioni pessime, scelta dei brani molto arbitraria. Il Duke Ellington finemente registrato di Latin American Suite è un'altra storia. 


  • 0

#69 dttsu

dttsu

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 28 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 19:32

@Homunculus

Ciao! Io ti consiglio di avvicinarti al jazz cercando di essere più fedele possibile al materiale originale.

Spesso nelle Compilation si trovano take che neanche erano presenti nell'Lp o peggio, potresti trovarti con una tracklist incompleta.

Ci sono dei box molto interessanti come quello della Columbia che ripercorre tutta la sua storia dagli anni 50 come la prima incarnazione dei Jazz Messengers, agli exploit di artisti che firmarono solo pochi album per l'etichetta ma di una bellezza incredibile.

 

817V352l8AL._SL1500_.jpg

 

Oppure potresti rivolgerti alla Freshsounds, che proprio sul concetto di fedeltà ha basato il suo successo: jacket originali, tracklist ordinata e ricchi contributi fotografici e di informazioni nel booklet. Di solito accorpano 2 album per volta e spesso si occupano di case discografiche "minori".

 

 

Invece evita la Mosaic. Parlo per me, ma trovo che oltre ad avere prezzi folli, non riesce a trasmettere il feeling "corretto e autentico". outtake, sessioni in ordine cronologico, non fanno altro che appesantire l'ascolto. Ma sempre secondo una mia impressione, eh.

 

-Edit-

Mi sa che ho travisato la tua richiesta :firuli: Forse cercavi solo il periodo degli anni 30-40-50, però quell' "etc" mi ha portato fuori strada asd. Vabbè, lascio comunque il post, possa servire a qualcuno si sa mai.


  • 1

#70 Homunculus

Homunculus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 222 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 22:04

Si, cercavo il periodo che hai detto, perö grazie lo stesso per la dritta! :)

@bernardus: non sono un feticista del suono, quindi magari il problema lo vivo in maniera meno drammatica di te ;)
  • 0

#71 Bernardus

Bernardus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 112 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 22:44

Nemmeno io sono feticista! Ma davvero la qualità delle registrazione dei tempi era parecchio scadente. Erano agli inizi in questo campo e si sente. Però mi rendo conto che a te possa andare bene così. In questo caso però non posso esserti di grande aiuto, non sono un amante delle raccolte Jazz!


  • 0

#72 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2385 Messaggi:

Inviato 09 febbraio 2020 - 10:04

Comunque il consiglio di dicklaurent potrebbe andare bene.
Il jazz è un argomento troppo ampio quindi meglio magari buttarsi su raccolte di singole artisti (ricorda che il 33 giri si è diffuso nei primi anni 50 quindi se vuoi conoscere roba precedente ti devi affidare per forza di cose a delle raccolte).

QUella di Ellington con la Blanton - Webster band mi sembra ottima, come ti diceva qualcuno il suono non sarà cristallino ma sono registrazioni della fine degli anni 30 inizio 40, erano già a dei livelli molto migliori di quelle degli anni 20 (io almeno non ho mai avuto problemi).

Comunque buttati sui "soliti" nomi, Armstrong degli inizi, Benny Goodman, Fats Waller, Jelly Roll Morton, poi Monk, Charlie Parker,  Dizzy Gillespie (di lui mi ricordo una raccolta dei brani incisi per la RCA nella seconda metà degli anni 40) etc


  • 1

#73 Homunculus

Homunculus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 222 Messaggi:

Inviato 09 febbraio 2020 - 10:59

Grazie! Per il momento mi sono procurato qualcosa di Nick Larocca, Billie Holiday, King Oliver, Bessie Smith e Glenn Miller, poi passerö anche ai vostri consigli! :)

Tra le cose contemporanee che ne pensate di Camille Bertault e Avishai Cohen?
  • 0

#74 Sandor Krasna

Sandor Krasna

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 248 Messaggi:

Inviato 09 febbraio 2020 - 14:15

Del periodo bebop essenziale anche questo live leggendario:



Quintetto composto da Parker, Gillespie, Mingus, Roach, Powell.
  • 0

#75 Homunculus

Homunculus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 222 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 17:30

Tempi di quarantena, ergo tanto tempo a disposizione... Volevo aproffitarne per aggiornare un pö le mie conoscenze jazz. I classici sono noti piü o meno a tutti e si trovano ovunque, perö faccio fatica a trovare consigli unanimi sulla scena jazz attuale. Esistono ancora grandi nomi/album in grado di unire gli appassionati? Da esterno al genere ho l impressione che pure li ormai sia subentrata una certa stagnazione come nel rock, piü o meno e' giä stato mischiato tutto il possibile e al piü sopravvivono piccole nicchie e microcosmi.
Per farla breve: qualcuno ha voglia di consigliarmi una decina di dischi jazz post 2000?

Mi sono avvicinato anche un pö al jazz sudamericano, esistono anche dischi interessanti con influenze orientali/africane?

Grazie a chi volesse prendersi la briga di darmi qualche dritta! :)
  • 0

#76 vit vit

vit vit

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 125 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 17:43

Ascolto jazz cosiddetto "avantgarde"e non so se è il modo che ti interessa.
Stagnazione non so,direi anche assestamento ed esplorazione.

Dal 2000 in poi?con nessun ordine o classifica,quello che mi viene in mente.

Friendly traveller(Wolfgang muthspiel/Brian Blade)

Daylight Ghost(Craig Taborn)


The snow Ghost session(Wayne Horvitz)

Mehliana(Brad mehldau/Mark guiliana)

Only sky(David torn)

Tap(Pat Metheny/Zorn)
Continuum (Nik bartsch)



Musica con influenze sudamericane?
Kip hanran beautiful scares
  • 0

#77 Homunculus

Homunculus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 222 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 17:52

Diciamo che in musica apprezzo sia cose melodiche/pop che sperimentazioni (a parte cose estreme come il noise puro) quindi di base va bene tutto. Proverö a buttare un orecchio!
  • 0

#78 vit vit

vit vit

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 125 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 21:36

Ti linko qualche video, di musica più' accattivante per chi non è addentro a certe cose

 

New Bag by Christy Doran,Jazz?Rock?Contemporanea,no tutto ben assimilato e fresco.

https://youtu.be/DoC777mlg4A

 

Hobby Horse fantastico trio, poliedrico e creativo, volendo anche trendy

 

https://youtu.be/on-rCqkLS94

 

Berne-Black-Cline. questo è già più' ostico e spigoloso,ingloba sicuramente sonorità' rock ma senza averne la spensieratezza(.-) ma giusto per un po' di varieta'

 

https://youtu.be/oTD3zbDCcs0

 

Ellery Eskelin, fra i migliori tenoristi degli ultimi 20 anni.

 

https://youtu.be/9kc-JrTm8uI


  • 1

#79 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10658 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 23 marzo 2020 - 21:38

Io per il post 2000 proverei anche con i supersilent (il 6 è il più famoso) anche se parliamo più di free improvisation


  • 1
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


probabilmente off topic


#80 vit vit

vit vit

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 125 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 21:48

Notevoli anche i The necks,una sorta di musica minimale e ripetitiva in forma di lunghi brani ipnotici.La sonorità' jazz c'è tutta, lo sviluppo è ben differente.

 

https://youtu.be/LkLnyvNS-GM

 

https://youtu.be/zFoLg3xORbw

 

 

Supersilent,non li conoscevo.Molto bene. :nod:


  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq