Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Playlist Di La Morte Young


  • Please log in to reply
5 replies to this topic

#1 Cliff

Cliff

    Utente consono

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8514 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 18 August 2017 - 16:09 PM

Prendo in prestito una cit. del grande simon per dare un titolo alla playlista

 

Isis - Oceanic (2002), Panopticon (2004) [Atmospheric Sludge Metal]

Non li ascoltavo da un bel po' e sono rimasto quasi sorpreso nel preferire il più ostico e drammatico Oceanic al più etereo e accessibile Panopticon.

Adoro la prima parte con il trittico the beginning/the other/false light, un vero pugno nello stomaco. Da carry in poi le atmosfere si fanno più languide fino alla conclusiva hym che ci riporta in territori più pesanti. Weight arriva a sfiorare l'ambient ed è il capolavoro di questa seconda parte. Splendido.

 

Refused - The Shape of Punk to Come [math-post-hardcore, 1998]

Una bella sorpresa anche qui, chissà perché quest'ibrido folle di post-hardcore-metal e affini mi aveva quasi infastidito in passato, ora li trovo geniali, boh. Rivalutati.


  • 3

#2 MaxPower

MaxPower

    two wires of pasta

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5318 Messaggi:
  • LocationLaundry Of Bad Conscience

Inviato 18 August 2017 - 18:57 PM

Ascolti vacanzieri

 

The Godfathers - Birth, School, Work, Death (1988) [garage rock revival] 7  La titletrack che apre il disco spacca a bestia (cit,)

Frightened Rabbit - Painting Of A Panic Attack (2016) [indie rock] Un po' troppo strabordante ma ha i suoi momenti ok 

Cranes - Ep Collection Volume 1&2 (1997) [gothic rock, dream pop] Cronostoria dagli esordi dark verso territori più dreamy ed eterei

The Millions - M is For Millions (1991) [jangle pop, alternative rock] 7,5  Jangle-rock con belle chitarre* , Questa avrebbe dovuto essere una hit.

 

 

*purtroppo non c'è sul tubo ma "Ordinary Men" ha delle belle chitarre proto-shoegazing .


  • 0

#3 ツイン P x

ツイン P x

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7550 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 18 August 2017 - 21:19 PM

Prendo in prestito una cit. del grande simon per dare un titolo alla playlista

 

Isis - Oceanic (2002), Panopticon (2004) [Atmospheric Sludge Metal]

Non li ascoltavo da un bel po' e sono rimasto quasi sorpreso nel preferire il più ostico e drammatico Oceanic al più etereo e accessibile Panopticon.

Adoro la prima parte con il trittico the beginning/the other/false light, un vero pugno nello stomaco. Da carry in poi le atmosfere si fanno più languide fino alla conclusiva hym che ci riporta in territori più pesanti. Weight arriva a sfiorare l'ambient ed è il capolavoro di questa seconda parte. Splendido.

 

Refused - The Shape of Punk to Come [math-post-hardcore, 1998]

Una bella sorpresa anche qui, chissà perché quest'ibrido folle di post-hardcore-metal e affini mi aveva quasi infastidito in passato, ora li trovo geniali, boh. Rivalutati.

 

 

Inaugurare la playlist dell'attentato con gli Isis, spero sia voluto ashd


  • 1

Ma il problema con i film hollywoodiani è che tendono a confortare le persone. E io non voglio che le persone si sentano confortate”.

Terry Gilliam

 

"And I would rather be an interesting fraud than a boring professional any day of the week."

Travis Just


#4 terminator

terminator

    Such a scemo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3209 Messaggi:

Inviato 21 August 2017 - 13:37 PM

Yoñlu - A Society in Which No Tear Is Shed Is Inconceivably Mediocre (2009)

Cantautore lo-fi brasiliano affetto da pesante depressione che bazzicava per forum di videogiochi in cerca di approvazione, si ammazzerà a 16 anni. Questa è una raccolta compilata dal padre ed edita dalla Luaka Bop di David Byrne e anche senza conoscerne la storia è uno spaccato davvero affascinante, un mischione triste e lunatico di Bossanova, Beck, Nick Drake e primi Radiohead.

Robbie Williams - I've Been Expecting You (1998)

Robbie Williams - Sing When You're Winning (2000)

Non so quanta farina del suo sacco ci sia ma era meglio di tanti acclamati tardo-britpoppers dell'epoca.

Cornelius - Mellow Waves (2017)

L'esperienza coi Metafive gli ha fatto fare ulteriori passi avanti nel gusto e nella tecnica chitarristica, un album rilassato e senza particolari mattate dove spiccano incredibili intrecci chitarristici, atmosfere fredde e grandissime canzoni.

Arcade Fire - Everything Now (2017)

A me piace, è oscuro e compatto e ha un suono che mi richiama tante belle cose (Talking Heads, Gary Numan, Blondie e via discorrendo).

Aquaserge - Laisse ça être (2017)

Complessone francese che fa una sorta di prog-exotica ricco di momenti zappiani, digressioni da OST nouvelle vague, spruzzate ethno-chill e strutture intricate, notevole.

 


  • 2

#5 Koan ♄

Koan ♄

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1124 Messaggi:

Inviato 22 August 2017 - 10:45 AM

Ryuichi Sakamoto, async (2017) E' stata tra le sorprese più piacevoli di questo 2017, non mi aspettavo un discone del genere francamente. 8

 

Oneohtrix Point Never, Good Time (2017) Non so come valutare un disco che fa da colonna sonora ad un film che non ho visto, rimane comunque da dire che GoD è indubbiamente di un livello superiore, anche se naturalmente anche questo è un disco valido, anche se ci sono pochi momenti davvero impressionanti. 7.5

 

Alice Glass, s/t (2017), mah, sta crescendo un pochino con gli ascolti (finirà che mi piacerà tantissimo), ma non è proprio un granchè. 6,5


  • 0

Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità!

 

RYM


#6 Garp

Garp

    Lagrima Psicodelica

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15717 Messaggi:

Inviato 28 August 2017 - 13:48 PM

C'avevo il boss in ferie prima di partire per le vacanze. Al mare praticamente non ho ascoltato nulla.
 
 
Catatonia - Way Beyond Blue (1996)
Pieno britpop. Salgono sul carrozzone pure loro e lo fanno con merito, secondo me. Ma non si va oltre.
 
Childhood - Universal High (2017)
Tra i dischi della mia estate
 
Eno / Cale - Wrong Way Up (1990)
 
 
Edwyn Collins - Losing Sleep (2010)
Piacevole oretta con Ed ed una discreta pletora di ospiti chiamati a dargli supporto.
 
Pet Shop Boys - Introspective (1988)
Pet Shop Boys - Please (1986)
 
Spacehog - Resident Alien (1995)
 
Crowded House - Woodface (1991)
Scoperta che finirà nella mia top10 dell'anno. Disco perfetto.
 
Brendan Benson - What Kind of World (2012)
Solita minestra powerpop per Brendan ma fatta bene, come sempre.
 
Various Artists - Love Hit Me!: Decca Beat Girls 1962-1970 (2016)
Dana Gillespie - Foolish Seasons (1968)
 
James Dean Bradfield - The Great Western (2006)
Nicky Wire - I Killed the Zeitgeist (2006)
Wire vince la sfida a mani basse. Più che altro per la varietà di riferimenti da cui prende spunto rispetto a Natalino che piazza uno spin-off quasi pari pari ai Manics
 
Various Artists - Mojo Presents Kiss the Sky (2017)
 
Goat - Commune (2014)
Goat - Requiem (2016)
Tra le scoperte dell'estate. Alla fine forse risultano pesantini e ripetitivi però spaccano i culi con una quantità di suoni e riferimenti proposti assurda.
 
Strangers Family Band - Strangers Family Band (2013)
Bumbazza americana psichedelica favolosa, in zona Dead Meadow ancora più lisergici con richiami latini sullo sfondo
 
William Onyeabor - Who Is William Onyeabor? (2013)
Personaggio incredibile che non conoscevo. Pensavo fosse una robetta indie persa quell'anno invece qua si parla di un mostro africano del funk psichedelico pazzesco. 
 
The Moons - Fables of History (2012)
Il britpop 2.0 
 
Ghetto Brothers - Power - Fuerza (1971)
Altra chicca scoperta sempre grazie alle playlist di reverberationradio. Praticamente una gang di NY alle prese in studio con un disco sgangheratissimo, suonato da mediocri ma con grandi melodie.
 
Underworld - Beaucoup Fish (1999)
Mattonazzo che probabilmente impererò ad amare.
 
George Harrison - Wonderwall Music (1968)
 
Riascolti
U2 - Pop (1997)
Lucio Dalla - Lucio Dalla (1979)

  • 0
"with 7" singles, as soon as you've put it on and sat down, you've got to get up to change it..."
(cit.)

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq