Vai al contenuto


Foto
* * * * - 3 Voti

Pensieri Liberi Audiovisivi


  • Please log in to reply
1643 replies to this topic

#1181 PDeVo

PDeVo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3582 Messaggi:

Inviato 20 aprile 2020 - 19:39

Verissimo, probabilmente la prestazione migliore tra i quattro. Grandissima anche Sandy Dennis, magari mi recupero anche qualche suo film


  • 0

#1182 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7878 Messaggi:

Inviato 20 aprile 2020 - 20:08

Who's Afraid of Virginia Wolf? batte Missouri Breaks, Tom va sul 3 a 1. Sono pronto per la nuova sfida. Magari lascio anche un breve commento dopo, diciamo che Brando ha battuto Richard Burton, ma in definitiva Missouri Breaks mi ha lasciato un po' tiepido. Poi theMan non ho ben capito perchè

Spoiler


E perché Brando per uccidere Harry Dean Stanton si veste da nonna?
È un film a volte insensato com'è del resto la natura umana, in realtà non ce ne accorgiamo ma le reazioni che ci sembrano sensate e razionali nei film spesso ci appaiono tali solo perché sono dei comportamenti stereotipati visti e stravisti.

Brando comunque crea un personaggio modernissimo, un po' alla Cormac McCarthy ante litteram, tra l'altro tutto incredibilmente improvvisato

https://youtu.be/pU0qUp4XyOY
  • 0

#1183 PDeVo

PDeVo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3582 Messaggi:

Inviato 21 aprile 2020 - 13:09

Tom, theMan ci siete per il quinto turno?


  • 0

#1184 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7878 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2020 - 09:08

Va beh visto che sinora ho consigliato solo film tristoni vado con la commedia: Anni 40 di John Boorman.
  • 1

#1185 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14458 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2020 - 09:35

Vado anch'io di commedia con un mio piccolo cult: Palookaville di Alan Taylor


  • 1

#1186 PDeVo

PDeVo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3582 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2020 - 13:15

Va beh visto che sinora ho consigliato solo film tristoni vado con la commedia: Anni 40 di John Boorman.

Anche Missouri Breaks aveva delle riuscite parti comiche dai. Comunque non ho mai visto nulla di Boorman (ma conoscevo), nè di Taylor (non conoscevo) quindi ottima sfida. Per Mereghetti dovrebbe vincere theMan con 2 stelle e mezzo contro 2 stelle, ma contando le volte che concordo con i suoi voti dovrebbe vincere Tom 


  • 0

#1187 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14458 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2020 - 13:36

Taylor non credo abbia fatto altro di significativo - ah, vedo ora che e' il regista degli amatissimi "Thor: The Dark World" (che a me ha divertito) e "Terminator: Genisys". Il vero autore del film dovrebbe essere il produttore Uberto Pasolini, (nipote indovinate un po' di chi? Esatto... di Luchino Visconti). E' una commediola uggiosa, pero', boh, le due volte che l'ho vista mi ha preso benissimo.

 

Boorman, va beh, dovresti recuperare praticamente tutto.

Mi accorgo che sto "vincendo" contro film e autori che amo di piu' dei film che consiglio io. :P


  • 0

#1188 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2412 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2020 - 14:10

Taylor non credo abbia fatto altro di significativo - ah, vedo ora che e' il regista degli amatissimi "Thor: The Dark World" (che a me ha divertito) e "Terminator: Genisys". Il vero autore del film dovrebbe essere il produttore Uberto Pasolini, (nipote indovinate un po' di chi? Esatto... di Luchino Visconti). E' una commediola uggiosa, pero', boh, le due volte che l'ho vista mi ha preso benissimo.

 

Boorman, va beh, dovresti recuperare praticamente tutto.

Mi accorgo che sto "vincendo" contro film e autori che amo di piu' dei film che consiglio io. :P

Di Pasolini vidi al cinema Still Life che mi piacque non poco, ma poi purtroppo non ho mai approfondito altro. Sapevo che non fosse parente di Pierpaolo ma non sapevo fosse nipote di Visconti!


  • 0

#1189 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7298 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2020 - 14:45

Pasolini ha fatto due film entrambi molto carini: Machan e Still life.

Se mi assicurate che anche Palookaville è suo e non di quel Taylor là potrei vedermelo anch'io.


  • 0

#1190 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2034 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 02 maggio 2020 - 15:06

Mi piacerebbe vedere prima o poi un film di Malcolm in the Middle ambientato 15 - 20 anni dopo, non troppo dipendente dalle puntate [vabbè che erano episodiche] con la stessa comicità, le stesse situazioni surreali ma anche l'inevitabile amarcord del tempo che passa. Con tutta la famiglia cresciuta, e magari anche altri del cast originale [su tutti: Chris Eigeman che ho poi apprezzato molto nella trilogia di Stillman].


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#1191 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16819 Messaggi:

Inviato 02 maggio 2020 - 19:21

l'attore sta messo malissimo come salute


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#1192 Matthew30

Matthew30

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3936 Messaggi:

Inviato 02 maggio 2020 - 19:44

Taylor non credo abbia fatto altro di significativo - ah, vedo ora che e' il regista degli amatissimi "Thor: The Dark World" (che a me ha divertito) e "Terminator: Genisys". Il vero autore del film dovrebbe essere il produttore Uberto Pasolini, (nipote indovinate un po' di chi? Esatto... di Luchino Visconti). E' una commediola uggiosa, pero', boh, le due volte che l'ho vista mi ha preso benissimo.

 

Boorman, va beh, dovresti recuperare praticamente tutto.

Mi accorgo che sto "vincendo" contro film e autori che amo di piu' dei film che consiglio io. :P

 

Deliverance capolavoro assoluto degli anni '70, così come anche Duello nel Pacifico.

 

Di Excalibur mi ha fatto ridere che abbia scelto tra gli attori principali Nicol Williamson e Helen Mirren per Merlino e Morgana, quando i due si stavano sulle balle.  asd

 

MV5BMmI0YzgwMjItMGY2Yi00YzJiLTliMDMtYzZi


  • 1

#1193 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2034 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 03 maggio 2020 - 09:36

l'attore sta messo malissimo come salute

 

Pensavo intendessi Eigeman, poi ho letto di Muniz. Una storia tristissima :mellow:


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#1194 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11552 Messaggi:

Inviato 06 maggio 2020 - 15:04

Ma voi fini cinefili i film in lingue che non conoscete (intendo proprio idiomi di cui non capite mezza parola) li guardate in:

- lingua originale

- italiano

- inglese (magari per il doppiaggio migliore? non so)

 

Puntodidomanda.

 

Personalmente: inglese ok, spagnolo ok, francese ok (anche se lo conosco meno), portoghese boh (non penso di aver mai visto un film portoghese, ma direi che potrebbe starci la visione in lingua con sottotitoli), già tedesco capendo forse il 2% del parlato mi sarebbe arduo un film intero in lingua, pur potendo seguire la dieg- la narrazione con sottotitoli. E poi c'è il resto, lingue nordiche, slave, medio-estremo-oriente, eccetera, e lì siamo completamente off-limits.

 

C'ho provato con Ichi the Killer, visto in giappo con sottotitoli italiani, però è davvero dura; mi sconquassa tutta l'esperienza filmica, e pur sapendo che il doppiaggio snatura e la recitazione e la semantica e todo lo que quieren, però gnaa si fa, per me non è cosa.


  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#1195 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14458 Messaggi:

Inviato 06 maggio 2020 - 15:34

Onestamente, non ho mai capito il problema di vedersi un film in lingue anche incomprensibili se si hanno i sottotitoli.

Che vuol dire che rovina l'esperienza filmica? E' solo una questione di abitudine.

I film orientali doppiati sono l'orrore. Anche perche', poi, non e' solo una questione di culture e linguaggi che si adattano meno al doppiaggio, e' che tutto cio' che non e' anglo-americano da noi viene doppiato al risparmio dai peggiori cani del mestiere.


  • 7

#1196 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11552 Messaggi:

Inviato 06 maggio 2020 - 16:02

Ci sta, sono anche poco abituato a vedere film che escano dai confini linguistici romanzo-anglosassoni, e a dirla tutta a questo punto potrei essere allenato, dopo anni a guardare film sottotitolati anche in lingue che conosco abbastanza bene, quindi magari ci sta di riprovarci col prossimo giappo (ho in lista Audition di Miike).


  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#1197 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11552 Messaggi:

Inviato 06 maggio 2020 - 16:28

A me non piacciono i sottotitoli, mi vanno benissimo quasi sempre i film doppiati.
Preferisco correre il rischio di vedere un film snaturato dall'adattamento piuttosto che annoiarmi seguendo il testo su schermo. Non riesco a concentrarmi, l'esperienza mi rimanda più ai libri che al cinema, boh. E poi i doppiatori rendono tutto ancora più finto, cosa che preferisco

 

Bellissimo.


  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#1198 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16819 Messaggi:

Inviato 06 maggio 2020 - 17:52

Onestamente, non ho mai capito il problema di vedersi un film in lingue anche incomprensibili se si hanno i sottotitoli.

Che vuol dire che rovina l'esperienza filmica? E' solo una questione di abitudine.

I film orientali doppiati sono l'orrore. Anche perche', poi, non e' solo una questione di culture e linguaggi che si adattano meno al doppiaggio, e' che tutto cio' che non e' anglo-americano da noi viene doppiato al risparmio dai peggiori cani del mestiere.

 

amen. io ho iniziato intorno ai 14-15 anni. all'inizio ovviamente vedevo sottotitolati quei film che passavano su fuori orario e che non erano presenti altrove (era ancora l'epoca in cui registravo su VHS, quindi la maggior parte delle cose che vedevo era comunque doppiata), poi coi primi dvd vedevo i film due volte, prima doppiati, poi sottotitolati. tempo qualche anno è sbocciata quella curiosità per i film asiatici e a quel punto andavo gioco forza di sottotitoli (AsianWorld sempre sia benedetto). il preambolo per dire che ormai ho smesso di vedere film doppiati se non in casi eccezionali (esempio ovvio: voglio o devo vedere un film al cinema e c'è solo doppiato) e ogni volta è un'esperienza peggiore: mi distrae (AKA "mi rovina l'esperienza filmica") molto più sentire delle voci che so non provenire dagli attori e che sono state sovrapposte secondariamente*, rispetto a dare un colpo d'occhio ai sottotitoli. pensare che una volta per me la voce di De NIro fosse quella di Ferruccio Amendola mi fa mettere le mani ai capelli asd

 

 

* a tal proposito col tempo ho notato come il doppiaggio fosse una reinterpretazione da parte dei doppiatori, perché le battute date in un certo modo, certe pause, certi accenti sono proprie e caratteristiche del singolo attore e ancor di più del singolo attore che recita in una data lingua, che non puoi riprodurre ma necessariamente reinterpretare. non è un caso che i doppiaggi dei film cinesi o giapponesi (al di là della qualità dell'adattamento) siano o piattissimi o esasperati...


  • 5
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#1199 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2034 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 06 maggio 2020 - 18:20

amen. io ho iniziato intorno ai 14-15 anni. all'inizio ovviamente vedevo sottotitolati quei film che passavano su fuori orario e che non erano presenti altrove (era ancora l'epoca in cui registravo su VHS, quindi la maggior parte delle cose che vedevo era comunque doppiata), poi coi primi dvd vedevo i film due volte, prima doppiati, poi sottotitolati. tempo qualche anno è sbocciata quella curiosità per i film asiatici e a quel punto andavo gioco forza di sottotitoli (AsianWorld sempre sia benedetto).

 

 

Uguale qui, anche se lingua originale + sub non era per via di adattamento e doppiaggio [che comunque sapevo e avevo già rilevato pessimi, anche da ragazzino], ma proprio per l'irreperibilità di ciò che volevo vedere, tipo Mike, cyberpunk giapponese, new wave taiwanese [quella un pò dopo in verità, e penso anche che qualcosa da noi sia arrivato]. A ripensarci direi che i sub eng di queste cose mi abbiano anche aiutato con l'inglese. Adesso ognivolta che mi "tocca" un film doppiato mi vengono spesso dei brividoni "da snob" non da poco.

 

Aggiungo anche un'altra steccata: adattamento, doppiaggio e doppiaggese hanno irrimediabilmente traviato anche le generazioni di attori che ci sono cresciute.

 

La possibiltà di vedere film in lingua originale con sottotitoli è sensibilmente aumentata negli ultimi 2-3 lustri comunque, legalmente o no, o sbaglio?
 


  • 2

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#1200 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16819 Messaggi:

Inviato 06 maggio 2020 - 18:35

 

 

La possibiltà di vedere film in lingua originale con sottotitoli è sensibilmente aumentata negli ultimi 2-3 lustri comunque, legalmente o no, o sbaglio?
 

 

 

sicuramente. intanto molti cinema (tra cui i terribili Uci, ma ci si accontenta) fanno almeno una proiezione in V.O. a settimana, le sale d'essai cittadine fanno cicli in lingua originale e questo credo che vent'anni fa fosse utopico se si fa eccezione di casi isolati (tipo sale storiche o le grandi città come Roma e Milano che hanno anche le cineteche etc). dopodiché sia internet, sia i dvd ha fatto sì che una nuova generazione di cinefili sia cresciuta con l'accesso ai sottotitoli e una piattaforma come Netflix li ha normalizzati e resi mainstream* (anche se avevo letto che la maggioranza degli abbonati vede comunque le serie doppiate). 

 

* ricordo l'ironia di amici che dicevano che io vedevo i film cinesi coi sottotitoli polacchi asd


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq