Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Pensieri Liberi Audiovisivi


  • Please log in to reply
1237 replies to this topic

#1061 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2289 Messaggi:

Inviato 01 febbraio 2020 - 12:55

Ieri sera ho scoperto l'esistenza del remake di "La parola ai giurati" di Friedkin, vedo che ha dei buoni voti, vale la pena vederlo? 

C'è qualcosa di diverso dall'originale o è una "copia" coi vestiti moderni?


  • 0

#1062 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6816 Messaggi:

Inviato 01 febbraio 2020 - 13:09

Basta chiedere

http://forum.ondaroc...gina/?p=2122327
  • 1

#1063 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2289 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 08:39

Grazie, son curioso, lo cerco, mi sa che avevo pure letto il tuo post ai tempi.


  • 0

#1064 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3909 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 12:22

Delicatissima La7 che cambia il palinsesto e questa sera alle 21.15 trasmette:

la-locandina-di-virus-letale-9045.jpg


ma oltretutto che film di merda è?

fosse stato un b-movie girato 10 anni prima con un po' di gore sarebbe anche stato divertente. invece confezionato come un tipico disaster movie anni 90 per piacere al grande pubblico (dell'epoca) è annacquato da sottotrame romantiche, bambini petulanti, genitori rincoglioniti, militari cattivoni

tutto ciò mi porta a riflettere su come questo tipo di cinema sia ormai invecchiato malissimo. in generale rivedendolo, mi sto accorgendo che gran parte del cinema commerciale americano degli anni 90 è invecchiato davvero male. perché qui parliamo di un film che all'epoca fu ben accolto dalla critica ed incassò parecchio. diciamo che i disaster movie nella seconda metà degli anni 90 stavano al cinema di allora come i cinefumetti stanno al cinema di oggi: se ne facevano un sacco ed incassavano parecchio

però in linea generale sto ormai arrivando alla conclusione che gli anni 90 per il cinema americano siano gli anni più sopravvalutati. se togliamo le eccezioni di quel decennio a cui tutti siamo legatissimi (dagli esordi di tarantino ad in generale il boom del cinema indipendente, da alcuni capolavori mainstream come seven o il silenzio degli innocenti ai colpi dei grandi affermati, vedi scorsese, lynch, ecc), è un decennio di cui oggi davvero si fa fatica a salvare qualcosa. se prendiamo i grandi successi, i grandi premiati… è stato un decennio segnato da trend oggi invecchiati malissimo (il ritorno del kolossal, il disaster movie, le commedie, il cinema action camp, l'horror anemico)

qualche sera fa ho rivisto per la milionesima volta seven - che è uscito nel 95 come virus letale ma sembrano provenire da due mondi paralleli - è riflettevo sul fatto che è bello proprio perché degli anni 90 non ha quasi nulla ashd il modo di girare, la fotografia, richiamano semmai il cinema americano degli anni 70 e 80. di anni 90 c'è l'estetica alternative ma viene più dalla musica del periodo e il nichilismo à la page
  • 0

#1065 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13542 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 12:57

I 90s americani sono stati una bella stagione per l'attitudine noir, estendibile anche a commedie e film drammatici.

Per tutto il resto e' stato un periodo abbastanza terribile, si'.

 

Il fenomeno peggiore fu quello dei film costruti intorno agli attori famosi, che spesso erano anche produttori di loro stessi, dove tanto il genere che la narrazione erano una variate indifferente. Per dire, che "Analisi finale" fosse un thriller, "Sommersby" un dramma storico e "Il primo cavaliere" epica (pft) arturiana non fregava a nessuno, chi li dirigesse ancora meno (Zucker che fa un film romantico su Lancilotto e Ginevra!?), l'importante e' che erano tre film "di" Richard Gere e soprattutto "alla" Richard Gere, allora divo attira-pubblico (cavolo, mi rendo conto ora che Richard Gere non se lo caga piu' nessuno).

 

A pensarci, pure un film demmerda come "Virus letale" era un film di quel tipo: era il ritorno di Dustin Hoffman dopo qualche anno di assenza, tutti ne parlavano (abbastanza male per quel che ricordo) in considerazione di quello e basta.


  • 1

#1066 Petty Bourgeoisie

Petty Bourgeoisie

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3847 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 02 febbraio 2020 - 14:08

Virus letale non è mai stato lodato dalla critica. Avevo circa 15 annetti e ricordo rece ben poco entusiaste. Ciò nonostante, due o tre anni più tardi lo vidi in prima tv su Canale 5, avendone ovviamente una pessima impressione. E non l'ho più cagato.

Gli anni Novanta sopravvalutati? Non so, ma non credo. Al netto di tutti i difetti che si possono trovare, è stato l'ultimo decennio con un "cuore", prima dell'invasione del CGI che già a cavallo tra i due secoli faceva i primi danni.
  • 0
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#1067 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3909 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 14:19

Virus letale non è mai stato lodato dalla critica. Avevo circa 15 annetti e ricordo rece ben poco entusiaste


in italia magari fu massacrato come capitava spesso ai film commerciali americani (oggi un po' meno, visto che i critici duri e puri di un tempo o sono andati in pensione o sono morti ashd ). io mi riferivo alle recensioni americane: https://www.imdb.com...s?ref_=tt_ov_rt

comunque vedere ebert che ne parla bene non era poco

Il fenomeno peggiore fu quello dei film costruti intorno agli attori famosi, che spesso erano anche produttori di loro stessi, dove tanto il genere che la narrazione erano una variate indifferente


si, sono stati gli ultimi residui di divismo attoriale. oggi i film li costruiscono attorno ad un brand invece che ad un attore (sono ormai casi rarissimi: penso giusto a un brad pitt o a un tom cruise che restano più forti di un franchise e con il loro nome attraggono la gente al cinema)

Gli anni Novanta sopravvalutati? Non so, ma non credo. Al netto di tutti i difetti che si possono trovare, è stato l'ultimo decennio con un "cuore", prima dell'invasione del CGI che già a cavallo tra i due secoli faceva i primi danni.


questa è una affermazione soggettiva. in queste produzioni io di "cuore" non ci vedo nulla. e per quanto riguarda la CGI, oggi è più pervasiva ma viene usata anche meglio che negli anni 90 dove era una tecnologia nuova e come mezzo espressivo sapevano giusto usarla spielberg e cameron
  • 0

#1068 Suxy

Suxy

    Pietra Morale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22645 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 18:26

Come lo ritenete Dustin Hoffman? Non lo conosco bene come attore. I film dove c'è lui non mi attirano, non so perché. Film memorabili ne ha fatti?( neppure il Laureato sono riuscito a vedere)
  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

<p>

#1069 Sandor

Sandor

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4101 Messaggi:
  • LocationVersilia

Inviato 02 febbraio 2020 - 18:38

Come lo ritenete Dustin Hoffman? Non lo conosco bene come attore. I film dove c'è lui non mi attirano, non so perché. Film memorabili ne ha fatti?( neppure il Laureato sono riuscito a vedere)

Mi sembra che abbia dato il meglio fra gli anni 60 e 70 con tanti film importanti ( il laureato,cane di paglia,il maratoneta solo per fare qualche titolo) poi soprattutto robbetta trascurabile.
Neanche in quel decennio lo apprezzi?
  • 0

#1070 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6816 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 18:47

Hoffman sino a Tootsie è stato fenomenale con una caterva di grandi titoli, poi si è ammosciato e normalizzato, senza manco la deriva cazzona e masochistica di un DeNiro.

Sul mainstream anni 90: non mi sembra peggiore di quello attuale, anzi, se guardiamo gli oscar come miglior film ci sono un sacco di titoli che son rimasti, da Schindler's list a Gli Spietati sino a Braveheart e Titanic, quelli dell'ultimo decennio invece son quasi tutti abbastanza terribili.
  • 1

#1071 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13542 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 20:03

Lungi da me dire che il mainstream americano poi è migliorato, dagli anni 80 in poi per me è una linea in costante calo.
  • 1

#1072 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6816 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 20:19

Dicevo a Cine più che altro, per me a livello mainstream è stato un decennio moderatamente interessante: c'erano registi blasonati che davano ancora il meglio (Spielberg, Scorsese, De Palma,Eastwood, Zemeckis, Cameron, pure Altman, Ferrara e un Cimino anche se qui stiamo parlando di budget più risicati) più diversi giovani in rampa di lancio o in definitiva affermazione da Tarantino a Burton sino a Fincher, Wachowski (a me fan cagare ma va beh) ma anche i Coen, la Bigelow, PT Anderson, Raimi e un livello di prodotti medi (polizieschi, commedie, fantascienza) generalmente ancora dignitoso.
Sicuramente i due ultimi decenni son stati di gran lunga peggiori, l'ultimo in particolare quasi del tutto nefando.
  • 1

#1073 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12198 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 20:22

Hoffman sino a Tootsie è stato fenomenale con una caterva di grandi titoli, poi si è ammosciato e normalizzato, senza manco la deriva cazzona e masochistica di un DeNiro.

 

 

è stato comunque bravissimo anche in seguito, tipo in Hook dove ruba la scena in un cast di grandi attori


  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#1074 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3909 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2020 - 23:09

Spielberg, Scorsese, De Palma,Eastwood, Zemeckis, Cameron, pure Altman, Ferrara e un Cimino anche se qui stiamo parlando di budget più risicati


ma di molti di questi trovi un grande film in ogni decennio, anche nei 2000 e nei 2010. non sono questi grandi "vecchi" ed affermati che simboleggiano le ultime decadi

da Tarantino a Burton sino a Fincher, Wachowski (a me fan cagare ma va beh) ma anche i Coen, la Bigelow, PT Anderson, Raimi e un livello di prodotti medi (polizieschi, commedie, fantascienza) generalmente ancora dignitoso.


non sono neppure questi i nomi a cui mi riferivo. in generale non mi riferivo agli "autori". parlavo di trend, cinema commerciale, di generi

se parliamo ad esempio di generi, ad esclusione del thriller - che poi anche qui si fanno i soliti nomi (silenzio degli innocenti, seven... e che altro?) e del noir che fa notare tom, non si salva granché. per l'horror gli anni 90 sono il decennio peggiore; l'action (ri)vive grazie ad hong-kong (dalle influenze all'arrivo vero e proprio dei registi come john woo) e le stelle della golden age degli anni 80 (stallone, schwarzy) vivono un periodo di transizione-stagnazione; fantascienza abbastanza non pervenuta; fantasy ed affini ancora in fase embrionale rispetto al decennio successivo

cosa spopola? spopolano i legal drama, i film militaristi, i disaster movies, i film con richard gere, le commedie romantiche, i kolossal polpettoni. alla fine sono questi i film che la gente andava a vedere e che restano nell'immaginario collettivo degli anni 90. air force one e guardia del corpo, il paziente inglese e il socio, batman forever e forrest gump . si certo, fortunatamente anche schindler's list e braveheart, titanic e gli spietati. ma i grandi film dei grandi autori ci sono anche nei 2000 e nei 2010
  • 0

#1075 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6816 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2020 - 08:47

Mmmmm...Nì dai, mi sembra citi tutta la robaccia apposta per portare avanti la tua teoria del decennio di merda, sicuramente i generi che citi sono caratteristici dei 90 in particolare le commediole con le fidanzatine d'America e i legal drama (alcuni anche notevoli comunque) così come i film pachidermici di Bruckeneimer (Con Air è un gioiellino però) ma quello che escludi è altrettanto importante e ancora più rappresentativo, gli autori che ho riportato all'epoca erano totalmente dentro il mainstream e avevano un centralità che oggi si sognano, Spielberg mette a segno Jurassick Park 1 e 2. Schindler'sList e Salvate il Soldato Ryan e probabilmente non è mai stato così importante, De Palma lavorava per le grandi produzioni, Carlito's Way lo è per non parlare di Mission Impossible, idem Burton e Cameron che battezza il decennio con T2 e lo chiude con Titanic, arrivano a lavorare in America i registi di HK, Hark, Woo e C, nel poliziesco c'è ancora molta roba buona con Heat di Mann a fare da nuovo classico imprescindibile....

Personalmente non sono certo un gran fan dei 90 cinematografici ma mi sembra che ci fosse generalmente molta più qualità e varietà nelle grosse e medie produzioni rispetto agli ultimi due decenni basati quasi esclusivamente su supereroi, fantasy, grandi saghe e reboot a oltranza avendo tra l'altro come contraltare un cinema indipendente sempre più loffio e autoreferenziale.


  • 1

#1076 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3909 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2020 - 13:57

sai perché in questo tipo di discussione non riusciamo a capirci? perché parliamo due lingue diverse. tu sei troppo fissato con la politica degli autori, a me degli autori frega relativamente. gli autori sono importanti, ma molto spesso viaggiano paralleli ai trend popolari. sono pochi gli autori che si possono prendere a simbolo di un decennio o di un'epoca. e di solito lo si fa nell'epoca in cui il cinema li seguiva o il cinema erano loro (prendi ad esempio gli autori della new hollywood nell'epoca della new hollywood, gli autori della nouvelle vague nell'epoca della nouvelle vague, ecc)

sicuramente con jurassic park e salvate il soldato ryan, spielberg ha pesantemente influenzato il cinema coevo e soprattutto successivo. però faccio fatica a vedere gli anni 90 come un decennio in cui lui ha inciso - anche qualitativamente - come nei due decenni precedenti. in fondo sono stati film influenti anche minority report e munich negli anni 2000. idem un depalma che ha girato perlopiù marchette anche se di qualità superiore alle marchette di un qualsiasi signor nessuno

heat lo metto insieme ai già citati il silenzio degli innocenti e seven. film che hanno svettato in quel decennio, ma hanno anche rappresentato un unicum poi copiato e ricopiato negli anni seguenti. negli anni 90 non era la norma girare i polizieschi come heat: la norma era girarli come arma letale o i film hongkongesi (verso i quali fu una risposta critica, ricordiamo quando mann odi quelle tendenze)

non voglio spalare merda sugli anni 90, partivo solo da una riflessione che mi è nata riguardando alcuni dei film di successo di quell'epoca e constatando come molti di quei trend oggi siano invecchiati male. o siano proprio scomparsi. poi pure a me piacciono alcuni epigoni di quei trend: per dire, dell'action superidicolo e camp anche per me con air è nel suo genere un masterpiece; idem the rock. i film da john grisham invece francamente non ce la faccio a salvarli, li vedo davvero come una perversione tutta anni 90 ashd idem gran parte dei polpettoni para-classici di e con kevin costner (ma non solo suoi, era per inquadrare il tipo di film), e non mi sembra un caso che pure lui sia un divo vaporizzato (oltre che dai flop) al pari di un richard gere dopo quella stagione di successo in cui era al top. poi a giudicare gli anni 90 non aiutano le pettinature improponibili, i vestiti inguardabili e la fotografia satura e piatta su cui erano settati tutti i film "standard" e commerciali

gli anni 2010 poveretti sono ancora giovani e freschi, lasciamoli sedimentare per giudicarli. ma ad esempio i più grandicelli anni 2000, ormai ampiamente maggiorenni, hanno visto rinascere generi e trend (dall'horror al fantasy, alla fantascienza), e nuovi autori che comunque bene o male hanno segnato le nostre visioni degli ultimi 20 anni, mentre hanno lasciato perire un sacco di cose di cui non sentiremo la mancanza
  • 0

#1077 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6816 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2020 - 15:30

Va beh ma il tuo mi sembra più un discorso la merda degli anni 90 era peggio della merda attuale, che può essere vero anche solo perchè il filtro del tempo non perdona.

E non confondo minstream con autori, semplicemente all'epoca nel mainstream lavoravano ancora registi di nome o comunque con un'impronta personale che non si possono tralasciare,  cosa che dal decennio successivo è cominciata drammaticamente a mancare.

Ma torniamo sempre lì, quindi mi taccio.


  • 0

#1078 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6816 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2020 - 22:50

Ho appena rivisto The Homesman ed è veramente una delle due-tre pellicole migliori degli anni 10, ovviamente nell'apposito topic l'ha segnalato solo il buon Tom, per gli altri evidentemente non era degno di Wiplash o del Suspiria di Guadagnino.
  • 1

#1079 usernam*

usernam*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7013 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 04 febbraio 2020 - 00:13

uno dei pochi film anni Dieci che ho in dvd, bellissimo! forse non passò neanche in sala (in effetti un altro che ho è proprio il bluray di Suspiria).

Top3 western '10:
1. Fratelli Sisters
2. The Homesman
3. Il grinta
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#1080 Suxy

Suxy

    Pietra Morale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22645 Messaggi:

Inviato 04 febbraio 2020 - 07:23

tra una cosa e l'altra mi vien da dire due cosine:

primo vedere le performance drammaturgiche di Ledger e Phoenix glorificate quando si tratta di un cazzo di  fumetto spiega quanto poco c'è il senso  di misura, quanto tanto ci si prende sul serio.

cristo santo sei joker, e mandi tutto in paranoia dura

dov'è lo spettacolo? non è spettacolo questo, è una presa per il culo a te stesso come attore

 

 

secondo JUliette Lewis in cape Fear è straordinaria, a livello attoriale intendo

assolutamente credibilissima


  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

<p>




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq