Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Ondalibri: Classifica Di Fine Anno 2016


  • Please log in to reply
32 replies to this topic

#21 Reynard

Reynard

    segno zodiacale: salamandra ascendente testadicazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9670 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 17 dicembre 2016 - 13:35

1. Tao Te Ching

2. Henri Bergson Saggio sui dati immediati della coscienza

3. Virginia Woolf La signora Dalloway

4. Nelson Goodman I linguaggi dell'arte

5. Zhuangzi


  • 1
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#22 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7476 Messaggi:

Inviato 17 dicembre 2016 - 14:13

Ne ho letti di più ma metto questi 5 perché sono gli unici che mi "resteranno", poi ne ho letti altri di medio-basso livello, purtroppo. E a parte Appia di Rumiz che è interessante ma diciamo lo mettiamo fuori classifica.

 

1. Tommaso Landolfi – Le due zitelle

2. William Trevor – Gli scapoli delle colline

3. Hans Fallada – Ognuno muore solo

4. La morte nell’anima  - Sartre

5. Kent Haruf – Canto della pianura

 

Nella discussione cosa state leggendo avevo messo di ognuno una mia descrizione, non ho tempo di rimetterle qua.


  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#23 auslöschung

auslöschung

    internal bio-reverb

  • Moderators
  • 3098 Messaggi:

Inviato 20 dicembre 2016 - 12:50

come sempre l'ordine è tutto balengo. tranne la prima posizione che invece è balenga e basta.

1. arno schmidt - bottom'a dream

----

1. jack cox - dodge rose
2. harold abramowitz - blind spot
3. benjamin bratton - the stack
4. metahaven - black transparency
5. porpentine - PSYCHO NYMPH EXILE
6. dr. pira - l'almanacco de i fumetti della gleba
7. straub, huillet - writings
8. ed atkins - a primer for cadavers
9. don delillo - zero k
10. gene mchugh - bangbros
  • 2

#24 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23204 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2016 - 11:42

1. Fernando Pessoa - Il libro dell'inquietudine

2. Thomas Ligotti - La cospirazione contro la razza umana

 

 

O leggo veramente troppo poco, o sono diventato esigentissimo. In ogni caso non va bene.

(In realtà molte cose sono in progress e altre sono didattiche, quindi in classifica non c'azzeccano)


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#25 häxan

häxan

    ▣║█║░██░

  • Moderators
  • 977 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2016 - 16:47

1. S. D'Arrigo - Horcynus Orca

2. T. Ligotti - Teatro Grottesco

                     The Conspiracy against the Human Race

3. T. Pynchon - Gravity's Rainbow [accompagnato a A Gravity's Rainbow Companion, Weisenburger]

                          The Crying of Lot 49

                          Slow Learner

4. M. Houellebecq - H.P. Lovecraft: Contre le monde, contre la vie

5. T. Bernhard - Perturbamento 

    F. Dostoevskij - Il Giocatore

6. J. VanderMeer - Southern Reach Trilogy [il primo volume soprattutto, gli altri due sono un po' meh]

7. D. Adams - The Hitchhiker's guide to galaxy 

8. W. Golding -  Lord of the Flies 

9. (a cura di) H. Ellison - Dangerous Visions

10. W. Gibson - Neuromancer

      A. Busi - Seminario sulla gioventù 

      D. Virgili - La distruzione 

      D. Eggers - A Heartbreaking work of staggering genius

 

 

: ( delusioni:

J. R. R. Tolkien - The Hobbit

M. Ende - The Neverending Story

J. Ballard - Crash

 

esclusi dalla classifica per superiorità manifesta:

J. L. Borges - Finzioni

J. Ito - Uzumaki

Comte de Lautréamont - Les Chants de Maldoror


  • 5

Quando ero giovane e leggevo Deleuze pendendo dalle sue labbra come una puttanella

 

Non la buttiamo sempre sulla campagna e sulle colline per favore.


#26 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13316 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2016 - 17:45

Con matita:

1. P. Bourdieu (faccia d'angelo) - Le regole dell'arte
Meno BABAM! della Distinzione ma si lascia leggere (alcune parti) anche da sdraiati.
2. M. Foucault - "Bisogna difendere la società" (tà-tà)
Ha dei capitoli (lezioni) che sono quasi thriller.
3. F. Orlando - Gli oggetti desueti etc.
Letto in pezzi, riletto, aperto, chiuso.
4. G. Arrighi - Il lungo XX secolo
5. M. Baxandall - Pittura ed esperienze sociali nell'Italia del Quattrocento
6. G. C. Roscioni - Il desiderio delle Indie
I ragazzi di Torino sognano Tokyo dai tempi del concilio di Trento / Gesuiti all'avventura.
7. C. Ossola - Dal «Cortegiano» all'«Uomo di mondo»
8. P. Vignolo - Cannibali, giganti e selvaggi. Creature mostruose del Nuovo Mondo
9. A. Sismondini - I cedri del Sertão
10 F. Tedesco - Eccedenza sovrana

Senza matita:

1. S. Bellow - Il dono di Humboldt
Intellettuale in crisi viene sballottato in giro come la Madonna pellegrina. Nel frattempo pensa ai morti.
2. E. Rea - L'ultima lezione etc.
3. L. Rastello - La guerra in casa
4. R. Piglia - Soldi bruciati
5. A. Carpentier - Concerto barocco
6. L-F. Céline - Il dottor Semmelweis
7. S. Bellow - Herzog
8. C. Samonà - Fratelli
9. D. DeLillo - I nomi
10. G. Angioni - Le fiamme di Toledo
  • 5

Siamo vittime di una trovata retorica.


#27 Stephen

Stephen

    Gatto disidratato

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3304 Messaggi:
  • LocationAmong these dark Satanic Mills

Inviato 28 dicembre 2016 - 16:59

ITALIA 2016 PER QUELLO CHE HO LETTO

 

1. Gherardo Bortolotti, Quando arrivarono gli alieni

Estratto.

2. Marco Giovenale, Il paziente crede di essere

Intervista.

3. Francesco Maino, reading.

Il suo romanzo, Cartongesso, del 2014, è stato ristampato quest'anno. In classifica ho indicato i reading perché appartengono più strettamente al 2016, ma questo non significa che non siano meritevoli.

4. Ex.it 2014

Una sorta di catalogo di una "mostra", "incontro letterario", del 2014. Raccoglie interventi critici riguardanti la cosiddetta scrittura di ricerca contemporanea e diverse considerazioni sulle influenze più o meno remote degli attuali protagonisti della scena.

5. Carlo Ginzburg, Paura reverenza terrore.

Se si prescinde dalle alte aspettative inevitabili con un nome come quello di Ginzburg, è un ottimo saggio che aiuta ad iniziare a districarsi nel campo dell'iconografia politica, individuando importanti problematiche e complicati nodi concettuali.

6. Roberto Saviano, La paranza dei bambini.

La scrittura purtroppo ha poco della memorabile alchimia narrativa di inchiesta e romanzo di Gomorra, ma l'aspetto documentaristico mi spinge a continuare con piacere la lettura. La versione "romanzo" di Gomorra, laddove Zero zero zero forse ne costituisce il lato "documentario".

7. Andrea Zanzotto, L'arte di Grazia Deledda. Anno accademico 1941-1942.

La sua tesi, pubblicata per la prima volta sul finire del 2015, in una splendida stampa anastatica in edizione limitata, con alcuni brevi saggi introduttivi.

8. James Joyce, J. Rodolfo Wilcock, Finnegans Wake.

 

RILETTURE PASSATISTE MA NON TROPPO SECONDO LE NUOVE NORMATIVE ONDAROCKIANE.

 

1. Jeffrey Eugenides, La trama del matrimonio.

Un'ottima scrittura per un romanzo che non dimenticherò facilmente dedicato all'ingresso nella "vita vera" di personaggi irretiti in un ordine simbolico costituito di aspettative irrealizzabili.

2. Roberto Bolaño, 2666.

Un quadrilatero amoroso tra docenti universitari, la paranoia di mezz'età di un altro docente universitario, un noir, un elenco di delitti, e poi andrò avanti nel 2017. Non è facile parlarne; mi limito a ripetere la mia prima impressione.

3. Thomas Pynchon, Vizio di forma.

Il più politico tra i post-moderni: ho avuto quest'impressione.

4. Hans Magnus Enzensberger, La breve estate dell'anarchia.

Romanzo biografico di montaggio sul rivoluzionario Durruti, con mirabili intermezzi teorico-storiografici/metodologici.


  • 1

"Proprio luiii... Piątek, il pistoleeerooo!!!"

... ho disturbato parecchio la visione chiedendo di continuo "quando arrivano gli Avengers?".


#28 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21877 Messaggi:

Inviato 28 dicembre 2016 - 17:58

Non ho una classy, ho letto davvero poco quest'anno :(. In ordine cronologico quello degni di nota

Stephen Bury (cioè Neal Stephenson) - Interface
China Mieville - Embassytown
Bulgakov - I racconti di un giovane medico
Graham Greene - Our man in Havana, The quiet American (mi è piaciuto più il secondo anche se pensavo fosse più nelle mie corde il primo)
Thomas Ligotti - Teatro grottesco (meh)
Margaret Atwood - The blind assassin, The handmaid's tale (apprezzato di più il primo, ma entrambi ok)
Greg Egan - Permutation city (qualche ideuzza interessante, poi si perde nella fuffa)
Dave Eggers - The circle (oh, a me è piaciuto. discussione un po' sempliciotta + catastrofista ma sti spauracchi con me hanno vita facile)
Bernard Wolfe - Limbo


In più ho leggiucchiato della roba non-fiction che in genere ho apprezzato inizialmente, ma ho avuto gran difficoltà a finire, sti americani mi annoiano - allungano davvero troppo il brodo.
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#29 azevedo

azevedo

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 549 Messaggi:

Inviato 30 dicembre 2016 - 12:35

1. Michail Bulgakov - Il maestro e Margherita

2. John Steinbeck - Furore (e ci metto pure La valle dell'Eden)

3. George Orwell - 1984

4. Jorge Luis Borges - Finzioni

5. Franz Kafka - Il processo

6. Philip K. Dick - Ubik (parimenti belli Le tre stimmate e Un oscuro scutare)

7. Bernard Malamud - L'uomo di Kiev

8. Jack London - Martin Eden

9. Fedor Dostoevskij - I demoni

10. Hannah Arendt - La banalità del male

 

 

Saggi storici (leggeri e non)

 

1. Peter Hopkirk - Il grande gioco

2. John Dickie - Cosa Nostra - Storia della mafia siciliana

3. Harrison Salisbury - I 900 giorni


  • 9

#30 sfos

sfos

    utente unisalento

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4111 Messaggi:

Inviato 30 dicembre 2016 - 13:44

1. Philip K. Dick - Ubik
2. Thomas Pynchon - V
3. Bernard Malamud - Il Commesso
4. Kurt Vonnegut - Mattatoio n°5
5. Francis Scott Fitzgerald - Il Grande Gatsby
6. Albert Camus - Lo Straniero
7. Saul Bellow - Herzog
8. Carlo Emilio Gadda - La Cognizione Del Dolore
9. David West - Object Thinking
10. GoF - Design Patterns
  • 2
"The sun was setting by the time we left. We walked across the deserted lot, alone. We were tired, but we managed to smile."

#31 Scott Pilgrim

Scott Pilgrim

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 841 Messaggi:

Inviato 30 dicembre 2016 - 18:57

Più una lista che una classifica.
Per quanto mi sta piacendo, il primo posto sarebbe andato di sicuro a Infinite Jest, ma sono poco oltre la metà, quindi se ne parla per quella del prossimo anno.

1. Cormac McCarthy - Oltre il confine
2. Philip Roth - Il teatro di sabbath
3. Georges Simenon - Il piccolo libraio di Archangelsk
4. Mo Yan - Il supplizio del legno di sandalo
5. Graham Greene - Il nostro agente all'Avana
6. Ursula K. Le Guin - I reietti dell'altro pianeta
7. Ray Bradbury - Molto dopo mezzanotte  
8. Joe Kelly - I kill giants   
9. Bryan Lee O’Malley - Seconds  
10. Yiwu Liao - Un canto, cento canti


  • 1

#32 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9086 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 31 dicembre 2016 - 01:43

11. Junot Diaz - La breve favolosa vita di Oscar Wao

 

Mondiale questo.


  • 1

Battibecco dovete domandare a Sarri, che è un razzista; e gli uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio.


#33 Scripti Politti

Scripti Politti

    サカナクション

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2524 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 31 dicembre 2016 - 09:17

1. Carmelo Bene & Giancarlo Dotto - Vita di Carmelo Bene 

2. Georges Simenon - Hotel Del Ritorno alla Natura

3. Iosif Brodskij - Fondamenta degli incurabili

4. Vaslav Nijinsky - Diari

5. Gilles Lipovetsky - L'era del vuoto

6. Joseph Roth - Fuga senza fine

7. Fedor Dostoevskij - Memorie dal sottosuolo 

8. Jacques Derrida - Ciò che resta del fuoco

9. Erich Fromm - L'arte di amare 

10. Sigmund Freud - Il disagio nella civiltà


  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq