Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Weyes Blood - Ora Siamo A Titanic Rising Che È Bello Ma Voi Aiutate Tutti Markmus A Creare Più Hype


  • Please log in to reply
59 replies to this topic

#1 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10933 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2016 - 10:57

weyes.jpg



P4K le ha dato il BNM e a Lorenzo non è piaciuto tantissimo; l'hype insomma le sta girellando intorno - grazie anche alla sua carriera passata - ma c'è sempre il potenziale per far la fine di ogni indie darling. Il punto per me è semplice: le canzoni di questo disco sono molto belle, mi sembra di sentire Karen Carpenter e Stevie Nicks avvolte da una malinconica patina moderna, ma la voce di Weyes è più profonda e sempre sul punto di decantare poesie a sé stessa, quasi fosse una Nico meno depressa. I pezzi sono tutti mediamente molto lunghi e dilatati, con pianoforte in primo piano, organetto e linee melodiche da FM d'altri tempi ("Seven Swords" potrebbe essere di Elton John, ma poi arriva la slide a trasportare il pezzo sulle praterie), mentre su "Generation Why" e "Can't Go Home" i cori quintuplicati richiamano alla mente Enya. "Do You Need My Love" è tra i più belli e particolari del disco, si muove con un andamento placido ma carico d'emozione, salvo poi sfoderare un bellissimo refrain papapa e un intermezzo molto d'effetto. C'è pure il video, che è un misto tra il divertente e l'assurdo:



Magari non è nulla di nuovo, ma l'ascolto di questi pezzi mi trasporta lontano con la mente e la fantasia, una sensazione terribilmente piacevole durante la stagione autunnale.

Spoiler

  • 4
OR

#2 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11636 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2016 - 13:25

È chiaramente Romina Power
  • 1
A chemistry of commotion and style

#3 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10933 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2016 - 10:30

È chiaramente Romina Power

 

Da te mi aspettavo un commento musicale ashd Comunque hai ragione!

 

220px-Romina_Power_1969.jpg


  • 0
OR

#4 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12901 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2016 - 10:40

Uh, se è figa me lo riascolto il disco.  ^_^

 

Infatti ad un primo, unico e distratto ascolto non mi ha fatto una grande impressione, tanto è vero che dopo una settimana neanche mi sarei ricordato di averlo ascoltato se non avessi visto questo topic. Ha una bella voce molto calda, e il disco è molto gradevole e molto elegante, ma come tanti dischi di quel tipo. 


  • 0

#5 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12901 Messaggi:

Inviato 02 novembre 2016 - 07:51

Uh, se è figa me lo riascolto il disco.

 
E ho fatto bòne.
In effetti album che necessitava un pelo più di concentrazione di quella che gli avevo dedicato al primo ascolto.
 
La scena americana e inglese di questi ultimi anni è ricca di aspiranti Joni Mitchell, tutte con bellissime voci, tutte nobilmente ispirate, tutte portate ad approcci musicali ammirevolmente austeri. Un eccesso di serietà che, però, almeno per quanto mi riguarda, quasi sempre si traduce in dischi spaventosamente monocromi e manieristi.
Non che Weyes Blood, qui, difetti in lentezza, crepuscolarità e atmosfere soffuse, ma ci mette anche un deciso sottofondo psichedelico che ogni tanto crea la giusta tensione e soprattutto, pur in un disco tutto di lunghe ballate, non disedegna tra le righe un approccio pop, persino sottilmente ironico, che allegerisce la materia. Il resto lo fa una voce educata e ben impostata, ma con un che di sinceramente malinconico e autenticamente espressivo.

 

C'è anche lo strampalato video di " Seven Words"...

 

Insomma gioiellino. Bravo Damy che mi ci ha fatto tornare su.


  • 1

#6 guast

guast

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4679 Messaggi:
  • LocationMantova

Inviato 02 novembre 2016 - 07:52

Nel complesso mi piace, anche se un paio di passaggi mi lasciano un po' perplesso

Visto che si fanno dei parallelismi, io in Seven Words ci sento anche un po' di Cat Power


  • 0

#7 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11636 Messaggi:

Inviato 02 novembre 2016 - 10:46

 

È chiaramente Romina Power

 

Da te mi aspettavo un commento musicale ashd Comunque hai ragione!

 

 

La ascolterò! Ho letto che è passata anche in quella congrega di freakettoni che risponde al nome di Jackie O Motherfucker

 

Ho 2 topic che devo aprire da qualche mese ma non mi applico :facepalm:


  • 0
A chemistry of commotion and style

#8 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3891 Messaggi:

Inviato 02 novembre 2016 - 16:14

 

 

È chiaramente Romina Power

 

Da te mi aspettavo un commento musicale ashd Comunque hai ragione!

 

 

La ascolterò! Ho letto che è passata anche in quella congrega di freakettoni che risponde al nome di Jackie O Motherfucker

 

Ho 2 topic che devo aprire da qualche mese ma non mi applico :facepalm:

 

 

dai!!! ti aspetto!!!


  • 0

#9 music won't save you

music won't save you

    reprobo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8758 Messaggi:

Inviato 10 novembre 2016 - 22:35

Ho letto che è passata anche in quella congrega di freakettoni che risponde al nome di Jackie O Motherfucker

Già, e da un retroterra tutto sperimentale e drone-folk. Bellissimo anche il precedente "The Innocent", forse più grezzo e viscerale di questo, che invece denota grande lavoro su voce e arrangiamenti. Una roba del tutto fuori dal contesti del revival folk buoni per i palati "indi"; un misto di abissi tenebrosi, estensioni liriche e orchestralità sixties. Tra i dischi più convincenti dell'anno.

Un vero peccato osservare la superficialità di certi giudizi.
 


  • 1
in eremitaggio su http://musicwontsaveyou.com

#10 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10933 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2019 - 12:10

Non sto ad aprire un nuovo topic visto l'andazzo, ma il nuovo Titanic Rising della bella Weyes Blood appena uscito mi sembra proprio bello-bello.

 

a1673180911_16.jpg

 

C'è stato un periodo nella mia vita in cui qualunque donzella al piano o alla chitarra mi faceva impazzire a prescindere, oggi i miei gusti si sono fatti più imprevedibili ma Weyes Blood riesce a riportarmi a quel vecchio sentimento da adolescente introverso con impressionante facilità. Un gusto sempre in bilico tra la ballata pop e il progressivo, una beatlesiana cresciuta con Elton John e Laura Nyro, ma anche un'amante della vecchissima psichedelia, del country più placido e delle atmosfere sci-fi dal retrogusto vintage. E poi che diamine di voce.

 

Tom & Not, siete stati avvertiti ;)


  • 4
OR

#11 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11636 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2019 - 13:02

Mi ricordo di averci provato col precedente ma non serbo ricordi... Quindi è come se non l'avessi mai sentita, più o meno...


  • 0
A chemistry of commotion and style

#12 sfos

sfos

    utente unisalento

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4111 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2019 - 13:25

I primi 4 pezzi sarebbero anche carini, se non fosse che il suo modo di cantare sia piuttosto stucchevole (non dico abbia una brutta voce, ma viene a noia abbastanza presto nel mio caso) . Ma soprattutto "Andromeda" ha quel suono soft-rock tastieristico che mi prende sempre. Da "Movies" in poi invece mi fa proprio addormentare..

Lei invece meriterebbe un discorso a parte, la adoro :wub:

 

3232d6d7b79dba70-sanstitre10sur36.jpg


  • 1
"The sun was setting by the time we left. We walked across the deserted lot, alone. We were tired, but we managed to smile."

#13 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15704 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2019 - 13:33

Lei invece meriterebbe un discorso a parte, la adoro :wub:

 

 

 

A chi lo dici! <3

 

Del disco ne stanno parlando tutti e ovunque. E' l'hype del momento. Io aspetto ancora qualche altro ascolto e poi via (vorrei scriverne tanto ma non ne scriverò io). E' la mia classica cup of tea, o almeno dovrebbe esserlo, ha tutte le caratteristiche per essere uno dei dischi più emozionanti di questi primi quattro mesi del 2019, mi pare che ci siano più rimandi, dalla Nyro a certe orchestrazioni della seconda Bush - quella dall'85 in poi -, la voce è bella - non memorabile però, concordo con sfos in buona parte - il timbro più che altro è vagamente anonimo, ma dispone di una morbidezza a mio avviso perfetta con le trame del disco. Ho letto commenti negativi di attempati - forse inorriditi per l'operazione recupero stilemi a loro detta intoccabili delle migliori songwriter dei '70 -  ed esaltazioni di giovani in preda al delirio per la vastità delle soluzioni e la delicatezza delle melodie.  Chi ha veramente ragione? Lo scopriremo solo ascoltando. 


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#14 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12901 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2019 - 21:46

Ahimè, il nuovo mi sa tanto che è un po' troppo gonfio per i miei gusti. Quasi sparito il tiro psichedelico dell'album precedente, mi pare tutto troppo grandeur e hollywoodiano. Ci darò un altro ascolto, ma dubito possa acchiapparmi.

Comunque sono contento che stia avendo successo, l'ho notato anch'io che è sulla bocca di molti. Se lo merita.
  • 0

#15 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81596 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2019 - 13:41

su youtube (passatemi il mezzo) ci sono 2 pezzi che si alternano per ora:

1) Movies: la ballatona indie strappata alle fantasie più gotico-religiose dei Black Tape for a blue girl

https://www.youtube....h?v=RFtRq6t3jOo

2) Everyday: un'orrenda canzone da boy scout con sentimenti filo68ini

https://www.youtube....h?v=AJ-BFlTo5ag

 

difficile immaginare 2 pezzi così lontani nello stesso album ma spero che trionfi il modello Movies o insomma quelle emozioni


  • 0

#16 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7294 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2019 - 22:47

cosi' a un primo giro mi pare un to have you in my wilderness meno bello.


  • 0

#17 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23155 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2019 - 14:14

Secondo ascolto, a me piace. La voce mi ricorda moltissimo – anzi sembra proprio – Beth Jeans Houghton.


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#18 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7294 Messaggi:

Inviato 29 aprile 2019 - 10:02

pian piano mi sto abbandonando all'hype e al massimalismo del suono.

 

edit: il pensiero mi era andato ai lemon twigs a tratti e adesso vedo che sono coinvolti  :o :wub: (su discogs vedo solo brian come produttore dell'outro, ma in una recensione ho visto che fanno da session musicians per la maggior parte dei pezzi)


  • 0

#19 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7294 Messaggi:

Inviato 02 maggio 2019 - 08:54

È chiaramente Romina Power

 

 in Seven Words ci sento anche un po' di Cat Power

 

io personalmente ci trovo molto Max Power asd

 

ormai mi sono innamorato.

 

(il sorrisino post-nokia a 1:32 e la faccetta da winona 1:51 in particolar modo)

 

 

musicalmente e' notevole, composizioni mai banali e spesso sorprendenti. ho dovuto farci l'orecchio al suono cosi' costantemente "pieno", ma se continua cosi' va a finire nel mio trittico di geniacce californiane insieme a joannona newsom e julietta holter. le tirano su bene da quelle parti.


  • 1

#20 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23155 Messaggi:

Inviato 02 maggio 2019 - 09:24

Andromeda e Everyday sono già in coda per la mia heavy rotation annuale.
  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq