Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Il Gruppo Di Ondalettura (O Come Salvare Ganzfeld Dall'apatia Post-Uni)


  • Please log in to reply
90 replies to this topic

#81 Gonzalo Pirobutirro

Gonzalo Pirobutirro

    Tony Nelli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1266 Messaggi:
  • LocationMaledetta Toscana

Inviato 13 marzo 2018 - 20:48

Oh, mitici, anch'io ho finalmente iniziato.

 

Sono ancora alle prime pagine e dunque posso dilungarmi poco. Avendo comunque già avuto modo di leggere in buon Guido, dico già di apprezzarne la scrittura, incuriosito dalla sua aggettivazione e dai suoi eruditi riferimenti, che abbracciano davvero una immensa quantità di umana conoscenza.

In più, attendo con ansia, chiamiamola così, ogni commento, opinione, impressione: il suo, che piaccia o meno, è un punto di vista sempre imprevedibile, talvolta anche contraddittorio, per quanto spesso lo si voglia incasellare in un qualche schieramento di sorta.

 

Vediamo ora come proseguirà, quali saranno i luoghi attraversati dal nostro viaggiatore e i piatti rigorosamente vegetariani da lui gustati.


  • 0

#82 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11599 Messaggi:

Inviato 13 marzo 2018 - 20:56

Finora la cosa più grassa che ha mangiato è stato un uovo sodo. Ora capisco quando nella prefazione al Qohelet dice che per un saggio, un Salomone, tutti i piaceri vertiginosi della gola possano essere racchiusi in un uovo, una cipolla bollita, e un vasetto di yogurt; e tutte le lussurie in tre o quattro donne.

Ieri comunque ho mangiato delle semplicissime cipolle al forno e quasi gli do ragione.

 

Voglio andare al Sacro Monte di Varallo.


  • 1

#83 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11599 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2018 - 20:15

Oh ma state leggendo? Io poco: comunque c'è stata una svolta. Oltre alle uova ha ordinato anche dei fichi cotti e della zucca al forno.
  • 0

#84 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13316 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2018 - 20:23

Ai fichi ci sono arrivato.
  • 1

Siamo vittime di una trovata retorica.


#85 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11599 Messaggi:

Inviato 02 aprile 2018 - 17:58

Colpo di scena a pagina 100. Il nostro beve un caffè, come tutti noi stolidi italiani facciamo! Poco prima:

(Casa Pascoli a Castelvecchio)
Buona biblioteca da eccellente professore, guastata dalla presenza delle sue opere. Poeta e scrittore di una mediocrità intollerabile, autore di poesie e prose illeggibili, è di quelli di cui non riesco neanche a pronunciare il nome.


Non so bene come rapportarmi con questo libro, che leggo con la curiosità del passeggiatore flaneur. Comunque solo Ninì ha parlato, vi segnalo tutti


  • 1

#86 Gonzalo Pirobutirro

Gonzalo Pirobutirro

    Tony Nelli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1266 Messaggi:
  • LocationMaledetta Toscana

Inviato 02 aprile 2018 - 20:15

Grandissimo, ci sono anch'io. Siamo all'incirca allo stesso punto, mi sa.

Il pezzo su Pascoli me lo sono sottolineato ben bene: pur non essendo d'accordo, mi ha fatto ghignare un sacco, cosa che non mi era accaduta con le male parole riservate a Joyce in prefazione.

 

Ad ogni modo, forse qui Ceronetti non è nella sua versione migliore, ma regala sempre bellissime pagine, buttando giù pensieri e riflessioni che grosso modo possono esser frutto solo della sua testa: un personaggio unico, per quanto mi riguarda.
Perciò, anch'io come te continuo a leggerlo con piacere e curiosità, specie quando descrive luoghi che visitati anche da me; che è anche un buon modo per fare un confronto tra come questi paesi e città si presentano al giorno d'oggi e come apparivano agli occhi dell'autore più di trent'anni fa.

Poi, ecco, in qualche punto mi è parso di leggere qualche tirata -manco troppo velata - nei confronti dei meridionali quasi in odor di leghismo asd


  • 1

#87 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13316 Messaggi:

Inviato 06 aprile 2018 - 22:00

Anche a me ha colpito un certo leghismo che non mi aspettavo.

Ho finito la prima parte: Siracusa e Noto gli piacciono molto.

Come temperamento è un Gadda soddisfatto di sé. Domani provo a spiegarmi meglio.
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#88 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11599 Messaggi:

Inviato 07 aprile 2018 - 13:55

Incredibile. Anche io ho finito la prima parte ieri sera. Siamo come quelle donne che dicono che la vicinanza gli sincronizza il ciclo asd

Nelle ultime pagine sono rimasto stupito dall'ordinazione di un latte e cognac, oltre a un secondo caffè. Ormai pensavo ad una figura ascetica che rigettasse ogni tipo di stupefacenti/alcolici. Anche io dopo qualche settimana di lettura ho cominciato a mangiare uova sode, piuttosto che usarle in altre preparazioni; e sono stato altresì spinto a prepararmi un pesto di rucola (per il basilico e la menta è presto) da mangiare col pane. Ma oltre al lato culinario, che è comunque quello più importante del libro, parliamo di altri aspetti minori.

 

Sul leghismo:

Non mancano certo di radici, ne hanno in eccesso: sono trattenuti in basso dalle troppe radici, mentre i rami superiori sono asfittici, coperti dall'oscurità. Forse è per questo che l'Italia meridionale è così plumbea, in profondità: la luce l'ha disertata, quel che non è intensissimamente e dolorosamente nobile è più triste e più empio che altrove. Guardo la gente dei paesi del vulcano, è in tutti la pazienza dell'asino di San Giuseppe, una sopportazione asinina, che commuove e costerna.

 E' vero che c'è una grandezza e una nobiltà diversa, alta, immersa però nell'abbruttimento. I contrasti sono stridenti. A Catania dietro a Sant'Agata e a Porta Uzeda si cammina davvero tra le macerie. Augusta l'ho vista dal treno e fa paura; e i siciliani non risparmiano parole cattive sulle loro città.

Su certe descrizioni di persone, invece, Ceronetti è ai limiti del razzismo.

_____

 

Dopo 30 anni dalla scrittura di questo libro, possiamo ancora pensare che la modernità sia stato questo? In realtà di opinioni simili se ne sprecano tra gli scrittori, magari non espresse con uguale alterigia. 

E di colpo, dopo tanta chiusura e miseria, hanno avuto accesso a tutto: poter vedere donne spogliarsi, mucchi di carta pornografica nei chioschi, macchine che corrono a duecento all'ora comprate a rate, il cinema a colori giorno e notte in casa, la carne nel piatto tutti i giorni, viaggi in gruppo a vedere Michelangelo e il papa, pensione in vecchiaia, cure gratis che prolungano indefinitamente la vita, la casa col bagno disinfettatissimo, e neanche più un pidocchio, una mosca, una febbre malarica: era prevedibile che menti povere non reggessero e si guastassero.[...]

Quel che era un popolo di vinti, di piegati con dignità, è ora d'incurabili cretinizzati.

______

 

I nuovi mores, che sgretolano spietatamente la famiglia, rafforzano la Chiesa, società celibataria (guai se cedesse) che si pone a difensore (perdendo tempo prezioso) della famiglia sgretolata. La Chiesa dovrebbe puntare tutto sull'ascetismo, tornare monasticissima e medievale, possibilmente senza roghi. Va' in convento, và in convento! Grandi stuoli di gente la seguirebbero.

Questo è forse un po' paradossale, ma conoscendo la fortuna odierna delle religioni "alternative", del misticismo vero o falso...forse. Però non mi pare che la famiglia si stia veramente sgretolando. E' ancora un'unità sociale quasi imprescindibile, nonostante non sia più la stessa famiglia di qualche decennio fa.

 

 

ps. ho saltato qualche pagina :)


  • 1

#89 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11599 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2018 - 20:25

Vi faccio anche una domanda: ma voi avete anche voglia di andare avanti? asd Tra un po' mi scade il prestito. Ma poi nun agg capito, il gruppo di lettura saremmo io Niji e Gonz?

 

ceronetti-ape_2871813_309876-485x340.jpg

 

ceronetti-1_2871822_699460-300x201.jpg


  • 0

#90 Gonzalo Pirobutirro

Gonzalo Pirobutirro

    Tony Nelli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1266 Messaggi:
  • LocationMaledetta Toscana

Inviato 08 aprile 2018 - 22:01

Sì, un po' di voglia la tengo ancora, anche se in effetti devo ammettere che apprezzo di più il Ceronetti dei pensieri e degli aforismi. Un libro che mi è piaciuto molto è stato "Insetti senza frontiere", e anche "In un amore felice" è un romanzo abbastanza ganzo, magari un po' fuori dai suoi canoni; di questo invece ne parlano come una delle sue cose migliori, ma coloro che la pensano così forse millantano soltanto d'averlo letto. Non mi dispiace eh, ma me lo sarei aspettato più "originale".

Comunque lo finirò, e senza saltare manco un rigo. :cool:


  • 0

#91 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13316 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2018 - 22:19

A me il prestito è già scaduto. Avevo programmato una sessione di lettura stasera ma ora ho sonno. Comunque lo finirò (mi ci diverto anche quando lo leggo).
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq