Vai al contenuto


Foto
- - - - -

It Follows (Mitchell, 2016)


  • Please log in to reply
135 replies to this topic

#41 Onironaut

Onironaut

    La vita o si vive o si scrive.

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 310 Messaggi:

Inviato 26 giugno 2015 - 18:53

Babadook è oltre.

Non un capolavoro ma tocca delle corde che, per me, questo si sogna.

E poi, per quanto canonico e (un po') telefonato possa diventare nel finale, Babadook mi ha seriamente oppresso e inquietato e non è cosa da poco.


  • 0

#42 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15578 Messaggi:

Inviato 14 luglio 2015 - 14:05

Uno dei film horror migliori degli ultimi anni, un film che costruisce una narrazione decisamente inquietante su un ritmo lento e sul senso di sospensione, creando nel pubblico un'estrema percezione di angoscia

 

it_follows_locandina.jpg

 

http://www.ondacinem...s_mitchell.html


  • 2
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#43 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1183 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 15 luglio 2015 - 12:19

Mi avete fatto venire voglia di vederlo e di non scordarmi mai di usare il Durex.


  • 1

#44 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1183 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 15 luglio 2015 - 14:51

Visto.

 

Storia - come già è stato osservato - con diverse falle logiche. Scelte registiche abbastanza immotivate, come un interminabile giro di camera a 450°, lasciano poi qua e là perplessi.

Film nel complesso ridicolo, di cui si salverebbe soltanto la fotografia se non risultasse a tratti troppo autocompiaciuta e pretenziosa, stridendo con una storia mediocre che punta sul sesso per far facile presa laddove non c'è sangue a catinelle buttato sullo spettatore (come in altri film, comunque peggiori di questo). Quel che è peggio è che non fa nemmeno paura. In alcuni momenti si raggiunge un buon livello di suspense, certo, ma non basta.

Si è scomodato Le Horla, ma Maupassant, da veterano conteur qual era all'epoca in cui scrisse quel racconto (pur alle soglie della pazzia dovuta alla sifilide!), ferme restando le assurdità proprie del genere fantastico, stava ben attento a evitare contraddizioni nel plot

Dispiace, perché il soggetto di partenza - con l'associazione di sesso e morte - aveva buone potenzialità (da cui il mio interesse), ma la realizzazione è al di sotto delle aspettative. 9/10 è un voto davvero troppo generoso.

 

5,5/10


  • -3

#45 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15578 Messaggi:

Inviato 15 luglio 2015 - 19:18

Scelte registiche abbastanza immotivate, come un interminabile giro di camera a 450°, lasciano poi qua e là perplessi.

 

 

va bene tutto, però questo no. al contrario, è un fine uso della grammatica horror, cioè il lavoro sul profilmico, gli angoli di ripresa, i movimenti di macchina etc. Mitchell rielabora il modello carpenteriano (lo slasher di Halloween) e fa un film su uno stato d'assedio semi-invisibile, che può colpire in qualsiasi momento da qualsiasi parte. per questo le lente panoramiche a 360° (con i soggetti che gradatamente entrano a fuoco), perché lo spettatore, in compartecipazione con i protagonisti, si aspettano di essere assaliti 


  • 4
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#46 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21885 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 04:14

ma non va bene proprio niente.
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#47 The Joker

The Joker

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2700 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 06:33

Visto anch'io, non male anche se speravo mi "terrorizzasse" di più.


  • 0

#48 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34222 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 luglio 2015 - 09:10

 

Scelte registiche abbastanza immotivate, come un interminabile giro di camera a 450°, lasciano poi qua e là perplessi.

 

 

va bene tutto, però questo no. al contrario, è un fine uso della grammatica horror, cioè il lavoro sul profilmico, gli angoli di ripresa, i movimenti di macchina etc. Mitchell rielabora il modello carpenteriano (lo slasher di Halloween) e fa un film su uno stato d'assedio semi-invisibile, che può colpire in qualsiasi momento da qualsiasi parte. per questo le lente panoramiche a 360° (con i soggetti che gradatamente entrano a fuoco), perché lo spettatore, in compartecipazione con i protagonisti, si aspettano di essere assaliti 

 

Sì, concordo, a me pare proprio una delle intuizioni centrali del film. A me è piaciuto, soprattutto per come sa costruire la tensione senza ricorrere alla solita macelleria horror, il concetto di persecuzione lo trovo poi tra i più inquietanti in assoluto, l'idea di qualcuno che ti punta e prima o poi arriverà a te. La scena della spiaggia è la più bella anche per me, sconvolgente nella sua essenzialità.


  • 0

#49 selva

selva

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1099 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 11:09

 

Scelte registiche abbastanza immotivate, come un interminabile giro di camera a 450°, lasciano poi qua e là perplessi.

 

 

va bene tutto, però questo no. al contrario, è un fine uso della grammatica horror, cioè il lavoro sul profilmico, gli angoli di ripresa, i movimenti di macchina etc. Mitchell rielabora il modello carpenteriano (lo slasher di Halloween) e fa un film su uno stato d'assedio semi-invisibile, che può colpire in qualsiasi momento da qualsiasi parte. per questo le lente panoramiche a 360° (con i soggetti che gradatamente entrano a fuoco), perché lo spettatore, in compartecipazione con i protagonisti, si aspettano di essere assaliti 

 

Si, forse la regia è la cosa migliore e l'incipit è molto inquietante. Però entrando nel contenuto mi pare un film mediocre, i buchi ci sono e rendono tutto maledettamente kitsch, come l'assalto al personaggio di Greg (li ho riso). Non sono d'accordo con chi chiama in causa il Carpenter di Halloween, quello si capolavoro assoluto, se non per le derive paranoidi ; qui non è questione di slasher (psicopatici che vogliono ucciderti) ma di un'entità soprannaturale che ti stalkera per copulare mortalmente. Non venitemi a dire che la scena della piscina è ansiolitica come quella dell'armadio di Halloween. 

 

Sul finale, è tutt'altro che aperto: l'amichetto sfigato che si bomba jay muore, cosi come la protagonista nell'incipit. Quindi non c'è sentimento che oppone resistenza al MALE 


  • 1

#50 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 16 luglio 2015 - 11:46

vincent spoilerata brutale :mattarello:


  • 0

#51 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1183 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 luglio 2015 - 12:05

 

Scelte registiche abbastanza immotivate, come un interminabile giro di camera a 450°, lasciano poi qua e là perplessi.

 

 

va bene tutto, però questo no. al contrario, è un fine uso della grammatica horror, cioè il lavoro sul profilmico, gli angoli di ripresa, i movimenti di macchina etc. Mitchell rielabora il modello carpenteriano (lo slasher di Halloween) e fa un film su uno stato d'assedio semi-invisibile, che può colpire in qualsiasi momento da qualsiasi parte. per questo le lente panoramiche a 360° (con i soggetti che gradatamente entrano a fuoco), perché lo spettatore, in compartecipazione con i protagonisti, si aspettano di essere assaliti 

 

D'accordo, ci può anche stare, e in effetti il mio primo pensiero - elementare - è stato proprio quello della sensazione dell'essere circondati. Subito dopo ho avuto però una sensazione di fastidio nei confronti del procedimento. Il motivo? Non mi ha trasmesso angoscia, come pure era nelle intenzioni (forse è un limite mio; se si può parlare di limiti personali quando un film del terrore non ti trasmette terrore...) La tecnica è andata al di là del suo scopo, è diventata ostentazione.

Comunque ok, poniamo che abbia esagerato, come è possibile, con lo "stiletto". Porterei tuttavia l'attenzione sul fatto che simili finezze possono promuovere solo a metà il film, visto che la storia, complessivamente, non è abbastanza convincente né, lo ripeto ancora una volta, terrificante (e altri hanno avuto la stessa impressione, vedo), ma anzi in taluni episodi è ridicola, poco riuscita.

E' alla luce di queste premesse che il mio voto non poteva che arrestarsi appena sotto la sufficienza.


  • 0

#52 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15578 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 12:57

 

 

Si, forse la regia è la cosa migliore e l'incipit è molto inquietante. Però entrando nel contenuto mi pare un film mediocre, i buchi ci sono e rendono tutto maledettamente kitsch, come l'assalto al personaggio di Greg (li ho riso). Non sono d'accordo con chi chiama in causa il Carpenter di Halloween, quello si capolavoro assoluto, se non per le derive paranoidi ; qui non è questione di slasher (psicopatici che vogliono ucciderti) ma di un'entità soprannaturale che ti stalkera per copulare mortalmente. 

 

Sul finale, è tutt'altro che aperto: l'amichetto sfigato che si bomba jay muore, cosi come la protagonista nell'incipit. Quindi non c'è sentimento che oppone resistenza al MALE 

 

 

 

mah. Carpenter fa film su un male che assedia e poi assale, e  Michael Myers è l'incarnazione di un Male metafisico che compare dal nulla e scompare nel nulla, ma si aggira tra questi viali tranquilli della provincia perbene americana. mi pare che le assonanze ci siano eccome (anche il soffermarsi sui luoghi, sottolinearne lo stato di abbandono e di fatiscenza). il fatto che qui ci sia prima lo stalking mi pare cambi soltanto le modalità dell'omicidio :P

 

il finale è aperto e ambiguo come lo stesso Mitchell ha dichiarato. d'altra parte se fosse finito come dici tu, si sarebbe visto in scena. invece c'è questo ragazzo sullo sfondo che cammina tranquillo e che potrebbe essere anche un passante (esattamente come nella scena sul prato), il finale gioca però sulla consapevolezza che la maledizione aleggia ancora su di loro


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#53 selva

selva

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1099 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 13:56

Ma che si sia visto Carpenter è fuor di dubbio, non arriva a quell'intensità di malessere e si ferma al compitino svolto male dove appunto l'elemento disturbante non disturba affatto e per rimpinzare la dose si concentra, furbescamente a mio avviso, nel giochino psicologico-generazionale e il degrado suburbarno. Myers male metafisico però a un certo punto ti squarta.

 

Sul finale ammetto la mia cecità: pensavo che la tizia dell'incipit fosse jay  ashd


  • 0

#54 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15578 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 14:20

a me sembra assolutamente affine a "Babadook", dove questo aspetto è però a fuoco fin dalla premessa: cioè nel film australiano si parla di depressione ed elaborazione del lutto, qui di problemi adolescenziali, tra cui le prime esperienze sessuali, e della paura del "salto di età". infatti i ragazzi, accerchiati dalla maledizione, tornano bambini (si capisce che erano amici d'infanzia ma che si erano allontanati), rifugiandosi nella regressione infantile


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#55 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3740 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 18:02

mi è persino difficile parlarne di questo film perché non mi ha lasciato nulla, ma proprio niente. ghost story con maledizione alla giappo girata come un horror 70s (con un uso esasperante dello zoom che fa tanto anni 70, per non parlare dei sintetizzatori in colonna sonora... questo non è citazionismo fine a se stesso? necrofilia cinefila? e perché no, fan service?). mi ha ricordato un po' ti west e il suo the house of the devil: stesso cinema passatista che approccia i modelli dell'horror 70/80 con freddezza e distacco, alla fine secondo me tradendo la stessa fonte che era ben più brutale, vitale e creativa. su questa falsariga allora io preferisco il remake di maniac che almeno non tradiva le radici voyeuristiche e sadiche dell'horror di quegli anni

 

per il resto rimango davvero allibito quando leggo di gente che elegge questo it follows a miglior horror degli ultimi 10 o addirittura 20 anni. okay che per i miei gusti questo genere non se la sta passando bene negli ultimi anni, ma che un comunissimo e normale horror come questo diventi una pietra miliare mi fa pensare. soprattutto alla necessità di novità e freschezza che l'horror americano necessiterebbe, ancora troppo ancorato a modelli di 40 anni fa riproposti con la spocchia degli studiosi di cinema


  • 2

#56 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1183 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 luglio 2015 - 18:36

Mi sento meno solo...  :love6: (Salvo il fatto che metterei la colonna sonora nella lista delle cose che mi sono piaciute del film).

 

Sperticarsi in elogi per questo film è eccessivo. Meglio di tanta monnezza, ovvio, ma del capolavoro nemmeno l'odore.  


  • 0

#57 Onironaut

Onironaut

    La vita o si vive o si scrive.

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 310 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 20:29

Certo, se si considera che l'horror attualmente è un continuo proliferare di "torture porn" inutili (ma anche in quel gran contenitore di merda che è il torture porn si possono trovare film pregevoli come "Martyrs"), è naturale che un film ben fatto (ma per me non sensazionale) come "It follows" faccia gridare al miracolo...


  • 0

#58 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13098 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 20:51

O magari c'è che a qualche stronzo il film possa davvero piacere molto per quello che è, chissà.


  • 2

#59 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1183 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 luglio 2015 - 20:57

O magari c'è che a qualche stronzo il film possa davvero piacere molto per quello che è, chissà.

 

In questo caso avremmo una risposta al quesito sul perché sia stronzo.  asd


  • 0

#60 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13098 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 21:04

Accidempolina, che provvoggazione... aspetta che adesso ci casco... ehr... uhm... no, peccato. 


  • 4




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq