Vai al contenuto


Foto
- - - - -

It Follows (Mitchell, 2016)


  • Please log in to reply
135 replies to this topic

#1 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5718 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 17 maggio 2015 - 10:04

it-follows-poster.jpg

 

Sperando che questo film trovi presto una distribuzione italiana, magari l'ha già trovata ma la cosa mi è sfuggita, vi anticipo qualcosa sul migliore horror degli ultimi anni.

Praticamente, c'è questa maledizione: qualcuno che assume le forme che la tua mente gli da inizia a seguirti, finché non ti prende e ti uccide. Il seguitore è lento ma furbo, puoi quindi scappare quanto ti pare, allontanarti da lui più che puoi, puoi usare una bicicletta, un'automobile, ma lui, piano piano, a meno che tu non sia disposto a fuggire per l'eternità, ti raggiungerà. Come liberarsi di questo malvagio stalker? Facile: scopandoti qualcuno il tizio prenderà di mira il malcapitato e lascerà perdere te. Ma attenzione, qualora il seguitore dovesse riuscire ad uccidere la persona cui hai trasmesso la maledizione per via sessuale tornerà a perseguitarti. 

Tolta la trama, di per se interessante in quanto originale rielaborazione di vari topoi degli horrors anni 80, It Follows è un film che gioca con la tensione magistralmente, manco Mitchell fosse il Carpenter di Halloween. La fotografia polverosa e sbiadita immortala una provincia americana depressa, sbranata dalla crisi, le cui strade sono quasi vuote. La colonna sonora è affidata ad un elettronica gommosa, che commenta molto meglio i volti pallidi e smarriti dei protagonisti che i momenti di suspense. 8,5


  • 7

#2 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12711 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2015 - 11:11

Visto proprio ieri sera. Fottutamente e splendidamente inquietante.

Una magistrale dimostrazione di come si può fare ancora grande horror e grande cinema "solo" con abilità registica e sobrietà di scrittura. C'è infatti un'ammirevole rinuncia sia ai più facili strizzoni, sia alla tentazione di alzare vuotamente la posta dei fattori in gioco. Tipo che non ho dubbi che in un qualsiasi altro film non avrebbero mai rinunciato al fatto di mettere in pericolo anche i personaggi non direttamente colpiti dalla maledizione pur di aggiungere qualche facile effettaccio, invece qui tutto resta corente con le premesse di base.

Lo stile è indubbiamente un'efficace rielaborazione e attualizzazione di certe cose anni 80 (soprattutto del primo Carpenter, con qualcosa di Spielberg e di Craven), ma l'idea di base in fondo non è dissimile da quella di tanti recenti j-horror (una maledizione irrazionale e inarrestabile che colpisce un gruppo di giovani) e non mancano alcuni stereotipi di genere. Eppure per rendere il tutto attuale, originale e non posticcio "basta" finalmente una giusta e sensibile attenzione alle psicologie dei personaggi e alle loro reazioni, un senso dello spazio e delle inquadrature sempre sveglio e sensato. Geniali alcuni piccoli tocchi, ad esempio gli adulti quasi sempre fuori campo o sfocati, o l'utilizzo di location desolate, che senza un solo aggancio alla storia e ai dialoghi delineano in maniera davvero potente una società in crisi economica e sociale,

 

Alla fine è leggibile sia come un bellissimo racconto fantastico (con forse più di un debito con L'Horla di Maupassant - i richiami alla letteratura dell'800 sono espliciti) quanto come un bel ritratto di atmosfere giovanili e adolescenziali degli anni 10 (uguali a quelle di ogni epoca, direi), tra confusione sessuale e primi rimpianti dell'innocenza dell'infanzia.

Sotto la paura e l'inquietudine che suscita un film quasi dolce coi suoi personaggi, un antidoto al telefonato, banale e vuoto cinismo di molto horror recente.

 

Regista da tener d'occhio. Da recuperare il suo film precedente, una commedia drammatica. Mi delude un poco solo che si sia fatto già impegolare in un sequel di questo.


  • 3

#3 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5718 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 17 maggio 2015 - 11:20

 

 

Regista da tener d'occhio. Da recuperare il suo film precedente, una commedia drammatica. Mi delude un poco solo che si sia fatto già impegolare in un sequel di questo.

 

Come si intitola? Che mi hai incuriosito e ho tanto tempo libero oggi. 


  • 0

#4 M83

M83

    we own the sky

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6891 Messaggi:
  • LocationOn a White Lake, Near a Green Mountain

Inviato 17 maggio 2015 - 11:22

cavoli , non sono per nulla un'amante di film horror , ma mi avete fatto venire voglia di vederlo  asd


  • 1

*lastfm*

 

 Hi-Fi System

 

- Pioneer Sa-510

- Sony PS-212

- Kenwood  KX-3080

- Akai CS-M02

- Pioneer CT 737 Mark II

- Technics  Sl-Pj28A

 


#5 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21856 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2015 - 11:23

Purtroppo non si trova in qualità decente ancora, mi pare.


  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#6 M83

M83

    we own the sky

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6891 Messaggi:
  • LocationOn a White Lake, Near a Green Mountain

Inviato 17 maggio 2015 - 11:25

 

 

 

Regista da tener d'occhio. Da recuperare il suo film precedente, una commedia drammatica. Mi delude un poco solo che si sia fatto già impegolare in un sequel di questo.

 

Come si intitola? Che mi hai incuriosito e ho tanto tempo libero oggi. 

 

 

the myth of american sleepover

 

Purtroppo non si trova in qualità decente ancora, mi pare.

 

c'è su cineblog.eu (occhio che son 3gb )

 

Edit : non sono 3 gighi asd , ho visto male io sono 700 mega scarsi


  • 0

*lastfm*

 

 Hi-Fi System

 

- Pioneer Sa-510

- Sony PS-212

- Kenwood  KX-3080

- Akai CS-M02

- Pioneer CT 737 Mark II

- Technics  Sl-Pj28A

 


#7 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12711 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2015 - 11:25

Come si intitola? Che mi hai incuriosito e ho tanto tempo libero oggi.


The Myth of the American Sleepover. Non l'ho visto eh, è "da recuperare" anche per me.
 

cavoli , non sono per nulla un'amante di film horror , ma mi avete fatto venire voglia di vederlo   asd


Sì, può essere il raro caso di un film horror che può piacere anche ai non amanti del genere. Beniteso che è un film di genere con tutti i crismi.


  • 0

#8 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8955 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 17 maggio 2015 - 13:41

Io l'ho trovato coi sottotitoli coreani e sovrapposti quelli italiani :facepalm:


  • 0

“Ma il problema con i film hollywoodiani è che tendono a confortare le persone. E io non voglio che le persone si sentano confortate”. (Terry Gilliam)

"And I would rather be an interesting fraud than a boring professional any day of the week." (Travis Just)

 


#9 M83

M83

    we own the sky

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6891 Messaggi:
  • LocationOn a White Lake, Near a Green Mountain

Inviato 17 maggio 2015 - 14:11

è la stessa versione che ho io.

 

Su Pc da fastidio in effetti , ma sulla mia Tv non ho particolari problemi.


  • 0

*lastfm*

 

 Hi-Fi System

 

- Pioneer Sa-510

- Sony PS-212

- Kenwood  KX-3080

- Akai CS-M02

- Pioneer CT 737 Mark II

- Technics  Sl-Pj28A

 


#10 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21856 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2015 - 16:50

Appunto, quella la si trova ma non dirmi che è decente.
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#11 M83

M83

    we own the sky

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6891 Messaggi:
  • LocationOn a White Lake, Near a Green Mountain

Inviato 17 maggio 2015 - 18:04

per essere un rip hd non è male. (ho visto solo un pezzetto, il film lo guardo stasera se arrivo)


  • 0

*lastfm*

 

 Hi-Fi System

 

- Pioneer Sa-510

- Sony PS-212

- Kenwood  KX-3080

- Akai CS-M02

- Pioneer CT 737 Mark II

- Technics  Sl-Pj28A

 


#12 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 17 maggio 2015 - 19:25

per il momento due film-due capolavori

 

"The Myth of American Sleepover" è tipo il remake di "American Graffiti" visto attraverso uno sguardo alla Van Sant.


  • 1

#13 ravintola

ravintola

    pesky skeleton

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4068 Messaggi:
  • LocationFirelink Shrine

Inviato 08 giugno 2015 - 10:39

Molto bello It Follows.

 

E' proprio il classico esempio di film che ha un'atmosfera talmente coinvolgente che da sola sovrasta i difetti del prodotto nella sua totalita' (e questo ne ha, certamente).

 

Oltre ad essere d'accordo con le parole di Markmus, vorrei aggiungere un paio di cose:

 

- Quella cazzo di scena iniziale. Dalla ragazza che esce di casa strillando fino a quando la si trova in spiaggia con la gamba spezzata. E' una delle migliori intro di un horror che io abbia visto negli ultimi 10 anni. Addirittura posso dire che gia' dai primi 30 secondi avevo la netta sensazione di essere di fronte a qualcosa di speciale: quell'inquadratura larga, crepuscolare e silenziosa dal centro della strada. La telecamera poi rimane li' immobile e si gira a 360 gradi per inquadrare la ragazza, spaventata da un orrore che chiaremente solo lei avverte. E cosi' la sensazione di agorafobia e' perfettamente impostata. Piu' avanti nel film queste riprese a 360 gradi le rivedremo ancora funzionare benissimo, come per esempio alla scuola superiore quando i ragazzi vanno ad indagare sul misterioso tizio, dando la sensazione allo spettatore che il pericolo puo' arrivare inaspettatamente da qualsiasi luogo.

...Quella cazzo di scena iniziale. A fine film sono andato a rivedermela un altro paio di volte. Se il film fosse finito li' io sarei stato gia' soddisfatto: un bellissimo cortometraggio.

 

- L'illuminazione. Stupenda in ogni singola scena. L'ho notata costantemente ed era una gioia per gli occhi.

 

- La colonna sonora di Disasterpiece (che sto riascoltando in questo momento mentre scrivo), che fino ad ora conoscevo solo per quelle schifezze di chip-tune, qui e' molto azzeccata. E' densa come l'atmosfera del film, e fa un lavoro egregio nell'aggiunge un senso di alienazione.

 

- Il mondo che ci viene presentato e' volutamente composto da particolari che potrebbero venire da uno qualsiasi degli ultimi 4 decenni. Questo fa si' che non sia ben chiaro in quale epoca la storia si svolga, ampliando molto l'atmosfera onirica, che ho apprezzato tantissimo.


  • 4

¯\_(ツ)_/¯


#14 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15192 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 08 giugno 2015 - 10:47

il voto (8,5) è un pò generoso. E' un film interessante ma con dei buchi logici evidenti e una certa ripetitività. Su questa tematica (ma film più delicato e profondo) meglio Lasciami Entrare, quello si un capolavoro secondo me. Qui ci sono alcune cose che proprio non hanno senso, anche se il tema della perdita dell'innocenza è interessante e la trovata iniziale è geniale (sostanzialmente qualcuno ti segue perchè si, poi la cosa diventa universale). Ma gli inseguimenti non sono tutti riusciti, a volte c'è un effetto comico che lo fa sembrare un pò scooby doo (la scena della piscina proprio non funziona).
  • 1

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#15 Bandit

Bandit

    Lorenzo Righetto

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10633 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 08 giugno 2015 - 10:48

Sul film ho già detto, vacuo e poco spaventoso, a volte ridicolo (volutamente o no che sia). Ma poi sembra uno spot di educazione sessuale di due ore asd


  • 0

Immagine inserita


#16 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7117 Messaggi:

Inviato 08 giugno 2015 - 10:54

toh, anch'io me l'ero perso, grande incy!

 

riporto qui il commento che avevo messo nel thread generico allora:

 

 

Io invece non l'ho proprio sopportato, mi è sembrato veramente vacuo, una specie di Spring Breakers horror. Alcuni momenti "de paura" sono anche un po' comici se non telefonati.

 

non so, a me e' sembrato ben fatto e anche poco prevedibile per certi versi. tipo il modo imbranato in cui cercano di affrontare il "mostro". la cosa che mi e' piaciuta comunque e' l'ironia molto sottile di fondo (un po' romeriana), unita alla stilosita' delle immagini (un po' fincheriane a tratti). e la musica (un po' carpenteresca), che fa veramente paura!

 

mi sembra comunque un film incentrato sull'ambiguita'. tutto, dalle relazioni alle situazioni, sembra costantemente voler spingere lo spettatore a dare la propria interpretazione a cosa sta succedendo (le piace un po' il nerd o e' completamente indifferente? quanto c'e' in lui di eroico e quanto di erotico? cosa succede con i tipi in barca? etc etc fino al finale), facendo in modo che queste possano essere completamente agli antipodi da persona a persona.

 

poi molto belle varie scelte stilistiche subdole, come quella di evitare la presenza di adulti per la quasi interezza del film (forse e', piu' che ogni altra cosa, un film su quella zona d'ombra che e' l'adolescenza, dove tutto e' scoperta e dove la paura quindi e' piu' effettiva, proprio in virtu' di tutte le cose che ancora non sono manifeste, sesso in primis). ma anche il senso di atemporalita'... potrebbe essere a tutti gli effetti ambientato negli anni 70, ad eccezione del cosino rosa che usa la tipa con gli occhialoni (<3).

 

e anche gli attori li ho trovati azzeccati.

 

insomma, da ieri sera, a mente fredda, l'entusiasmo e' cresciuto.

 

molto carina quest'intervista col regista (SOLO PER CHI HA VISTO IL FILM): http://geektyrant.co...ned-by-director

 

incipit molto bello vero, anche perche' ti mette praticamente nei panni di un passante o vicino che si trova al cospetto della scena... questa ragazza e' terrorizzata ma tu non capisci veramente perche' e non sei di conseguenza partecipe della sua paura, pur essendo disturbato dall'atmosfera. in questo agli antipodi di tanti incipit memorabili tipo quello di scream. bella come sempre la lettura di tom.


  • 1

#17 Ganzfeld

Ganzfeld

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4319 Messaggi:

Inviato 09 giugno 2015 - 12:32

Qualcuno ha i sub ita da scaricare? Perchè l' ho trovato in ottima qualità e con i sottotitoli in inglese, ma preferisco comunque l' italiano visto che poi alcune cose potrei perdermele non avendo un inglese di chissà quale livello.


  • 0

#18 Onironaut

Onironaut

    La vita o si vive o si scrive.

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 310 Messaggi:

Inviato 09 giugno 2015 - 13:11

Io ho trovato la versione uncensored e sono riuscito con gran fatica a sincronizzare i sottotitoli mettendoli a -34.05s.

Si trovano tranquillamente su opensubtitles e sono ottimi!

In realtà questi sottotitoli sono stati pensati per la versione con i sottotitoli coreani incorporati (ed ero quasi disposto a sopportarli, ma quando ho visto pure che erano censurate le pudenda ho dato di matto  asd ).

 

Comunque mi aspettavo grandissime cose e sono rimasto enormemente deluso.

Se la trovata della cosa che segue all'inizio risulta suggestiva e conturbante, a lungo andare il film si arena nella ripetizione un po' stanca di quella medesima formula.  

L'assunto moralistico di base poi mi pare anche un po' banalotto e pretestuoso. 

D'altro canto, però, Mitchell è fenomenale alla regia e stupisce con movimenti di macchina impeccabili, sempre adatti al momento e alla definizione dell'atmosfera; Maika Monroe convince con la sua recitazione minimale (a parte quando urla e frigna), forse un po' meno gli altri attori; la colonna sonora è irresistibile e funge da commento perfetto di quanto mostrato sullo schermo.

Altra nota dolente sono la famosa scena della piscina (un po' grottesca, e non volutamente, immagino) e il finale che mi ha fatto decisamente storcere il naso.

Al contrario The Babadook mi ha piacevolmente sorpreso, intrattenuto ed emozionato come pochi horror hanno mai fatto prima.

So che i due film sono profondamente diversi, ma li ho rapportati in quanto molti li indicano come i momenti fondamentali di una sorta di "rinascita dell'horror"...


  • 1

#19 Ganzfeld

Ganzfeld

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4319 Messaggi:

Inviato 09 giugno 2015 - 13:12

Vabbè, allora adesso lo guarderò in inglese, almeno faccio un po' di pratica ashd  Grazie comunque.


  • 0

#20 Onironaut

Onironaut

    La vita o si vive o si scrive.

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 310 Messaggi:

Inviato 09 giugno 2015 - 13:16

Figurati  ^_^


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq