Vai al contenuto


Foto
* * * - - 11 Voti

Pensieri Liberi Musicali ("theli" E "vovin" Dei Therion Sono I Dead Can Dance Se Facessero Metal)


  • Please log in to reply
5067 replies to this topic

#4861 Rinnegato Pulcio

Rinnegato Pulcio

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24626 Messaggi:

Inviato 29 marzo 2021 - 10:34

Un mio sospetto atavico: ma non è che le famose lungaggini, la mania per gli assoli, i virtuosismi onanistici e sbrodoloni ecc che da decenni la critica (specialmente quella americana) utilizzano per dileggiare il prog sono in realtà concepite pensando soprattutto a band, prevalentemente americane e jam-oriented, che col prog hanno relativamente poco a che spartire?

 
 
Non credo, perché suddette jam band non sono mai maltrattate dalla critica, anzi (vedi Grateful Dead, Quicksilver e la barzelletta dei dischi live degli Allman infinitamente superiori a quelli in studio).
Aspetta, aspetta.
I Quicksilver sono una cosa, i Dead un'altra.
Anche io sono più propenso x la forma canzone con brevi momenti strumentali in ambito diciamo blues rock (che ci sia anche del country o dell'acid o dellr&b, del jazz è sottinteso in tali band), ma nei Quicksilver se prendi i live (che sono bootleg, Il famigerato Live in San Jose del 65 o 66) le parti di assolo sono molto legate alla forma futura su disco. La famosa Who Do You Love che pure su album ha parti dal vivo mixate com altre in studio ha parti strumentali precise che seguono dei temi ben precisi, che vengono seguite pure nei live. Le suite sul primo album, the Fool e Gold&Silver che sono lunghi strumentali hanno caratteristiche quasi prog nel seguire temi e movimenti sempre in evoluzione, secondo me anticipando molto heavy prog negli intrecci di chitarra epici.
I Dead invece hai ragione tendono ad andare in assolo sullo stesso giro, hanno comunque un asso come Garcia e una band della Madonna, ma ho sempre amato di più le canzoni dei Dead piuttosto che le improvvisazioni chilometriche.
Con gli Allman ho sempre avuto un pochino di diffidenza, il Southern muscolare non mi ha mai preso molto, mi piacciono molto in versione più folk e delicata.
  • 1

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."<p>

#4862 Rinnegato Pulcio

Rinnegato Pulcio

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24626 Messaggi:

Inviato 29 marzo 2021 - 10:46

Goz la conosci questa? Secondo me ti piace, molto prog.


  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."<p>

#4863 Mami_Tomoe

Mami_Tomoe

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 177 Messaggi:

Inviato 31 marzo 2021 - 15:04

 

 

Un mio sospetto atavico: ma non è che le famose lungaggini, la mania per gli assoli, i virtuosismi onanistici e sbrodoloni ecc che da decenni la critica (specialmente quella americana) utilizzano per dileggiare il prog sono in realtà concepite pensando soprattutto a band, prevalentemente americane e jam-oriented, che col prog hanno relativamente poco a che spartire?

 
 
Non credo, perché suddette jam band non sono mai maltrattate dalla critica, anzi (vedi Grateful Dead, Quicksilver e la barzelletta dei dischi live degli Allman infinitamente superiori a quelli in studio).
Aspetta, aspetta.
I Quicksilver sono una cosa, i Dead un'altra.
Anche io sono più propenso x la forma canzone con brevi momenti strumentali in ambito diciamo blues rock (che ci sia anche del country o dell'acid o dellr&b, del jazz è sottinteso in tali band), ma nei Quicksilver se prendi i live (che sono bootleg, Il famigerato Live in San Jose del 65 o 66) le parti di assolo sono molto legate alla forma futura su disco. La famosa Who Do You Love che pure su album ha parti dal vivo mixate com altre in studio ha parti strumentali precise che seguono dei temi ben precisi, che vengono seguite pure nei live. Le suite sul primo album, the Fool e Gold&Silver che sono lunghi strumentali hanno caratteristiche quasi prog nel seguire temi e movimenti sempre in evoluzione, secondo me anticipando molto heavy prog negli intrecci di chitarra epici.
I Dead invece hai ragione tendono ad andare in assolo sullo stesso giro, hanno comunque un asso come Garcia e una band della Madonna, ma ho sempre amato di più le canzoni dei Dead piuttosto che le improvvisazioni chilometriche.
Con gli Allman ho sempre avuto un pochino di diffidenza, il Southern muscolare non mi ha mai preso molto, mi piacciono molto in versione più folk e delicata.

 

D'accordissimo i Quicksilver sono una band superlativa, tutt'altro che dispersivi e sbrodoloni. Non sono le classiche lunghe jam fini a se stesse, ma suite abbastanza strutturate


  • 1

#4864 Rinnegato Pulcio

Rinnegato Pulcio

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24626 Messaggi:

Inviato 31 marzo 2021 - 16:46

Oh che bello! Lo conosci Shady Grove dei Quick?
  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."<p>

#4865 Mami_Tomoe

Mami_Tomoe

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 177 Messaggi:

Inviato 31 marzo 2021 - 21:02

Oh che bello! Lo conosci Shady Grove dei Quick?

in verità era da tanto che non lo risentivo... l'ho ascoltato e devo dire che merita, forse ci alcuni pezzi debolucci, ma anche picchi molto alti (Joseph's Coat, la title track, etc...). Rispetto ad Happy Trails è meno acido e forse anche più prog.

Comunque veramente un grandissimo gruppo.


  • 0

#4866 Folagra

Folagra

    young signorino di una certa età

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4442 Messaggi:

Inviato 01 aprile 2021 - 19:03

aiutame a dì

 

BOb dyLAN => Marc BOLAN

quindi Bolan (nome d'arte) sarebbe (non tutti confermano la cosa) un omaggio a Dylan.


  • 0

When the seagulls follow the trawler, it is because they think that sardines will be thrown into the sea


#4867 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23868 Messaggi:

Inviato 01 aprile 2021 - 19:49

Oh che bello! Lo conosci Shady Grove dei Quick?

 

Questo mi piace. Preciso, Succo, che la mia riflessione riguardava solo i live. Quel tipo di band in studio mi piacciono, gli Allman in particolare li adoro. 

 

 

 

 

aiutame a dì

 

BOb dyLAN => Marc BOLAN

quindi Bolan (nome d'arte) sarebbe (non tutti confermano la cosa) un omaggio a Dylan.

 

Dylan in generale è stato molto influente sul glam, basta pensare a un brano come "I Wish I Was Your Mother" dei Mott.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#4868 Folagra

Folagra

    young signorino di una certa età

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4442 Messaggi:

Inviato 01 aprile 2021 - 20:37

Dylan in generale è stato molto influente sul glam, basta pensare a un brano come "I Wish I Was Your Mother" dei Mott.

 

sì, Ian Hunter era un grande fan di Dylan (e anche nel modo di cantare lo ricordava vagamente asd).
però questa cosa di Bolan non la sapevo (anche se è un'ipotesi, non confermata).


  • 0

When the seagulls follow the trawler, it is because they think that sardines will be thrown into the sea


#4869 Trespassive-aggressive

Trespassive-aggressive

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16913 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2021 - 12:52

Ho letto per la prima volta la scheda di Franci sul Grunge. Sono arrivato a malapena a metà, ogni frase sembra una supercazzola.

Per curiosità (senza polemica o sfottò): le cose scritte da lui sono considerate delle vette insostituibili oppure sono lì a tappare il buco in attesa che qualcuno scriva sugli stessi argomenti come se non fosse un poema epico?
  • 0

#4870 Merlo

Merlo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4460 Messaggi:
  • LocationItalia

Inviato 08 aprile 2021 - 16:21

Per curiosità (senza polemica o sfottò): le cose scritte da lui sono considerate delle vette insostituibili oppure sono lì a tappare il buco in attesa che qualcuno scriva sugli stessi argomenti come se non fosse un poema epico?

 

Bisognerebbe aprirci un sondaggio (probabilmente è anche già stato fatto)


  • 0

"Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace"


#4871 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24082 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2021 - 19:47

Mi rassegno docilmente al fatto che non riuscirò mai a ultimare un disco di Vinicio Capossela. Mi sembra di ascoltare Topo Gigio accompagnato dalla banda di paese.


  • 8

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#4872 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14690 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2021 - 20:16

Ho letto per la prima volta la scheda di Franci sul Grunge. Sono arrivato a malapena a metà, ogni frase sembra una supercazzola.

Per curiosità (senza polemica o sfottò): le cose scritte da lui sono considerate delle vette insostituibili oppure sono lì a tappare il buco in attesa che qualcuno scriva sugli stessi argomenti come se non fosse un poema epico?

 

Le vecchie mono andrebbero tutte un po' riviste, almeno nelle sfumature.

Ormai e' paradossale (e invecchiatissimo) il tono tignoso e professor(in)ale dei primi anni, se confrontato con l'atteggiamento piu' divulgativo e da appassionati che si e' affermato da un certo momento in poi.


  • 2

#4873 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19849 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 08 aprile 2021 - 21:33

Ho letto per la prima volta la scheda di Franci sul Grunge. Sono arrivato a malapena a metà, ogni frase sembra una supercazzola.

Per curiosità (senza polemica o sfottò): le cose scritte da lui sono considerate delle vette insostituibili oppure sono lì a tappare il buco in attesa che qualcuno scriva sugli stessi argomenti come se non fosse un poema epico?

 

Francamente credo che la stagione di quel tipo di scritti enciclopedici onnicomprensivi (e dunque anche privi di un sostanziale approfondimento) sia terminata per questo sito; i nuovi articoli, anche quando molto corposi, tendono ad essere focalizzati su territori più delimitati o delimitabili, e proporre un approccio di tipo più esplorativo che dottrinario. Mi sa tanto, quindi, che l'eventuale giorno in cui rimpiazzare le vecchie "storie del rock" con pagine analoghe ma ammodernata non arriverà mai.


  • 0

#4874 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23868 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2021 - 22:54

Perché mai? A me fa schifo il grunge e quindi non farei mai uno sforzo del genere, ma mi piacesse l'avrei fatto da tempo. 

 

La storia del prog di Chiusi (per me pessimo autore, sicuramente molto idiosincratico e che scriveva cose scorrette dal punto di vista storico, spesso scambiando il sito per il suo blog personale) la riscriverei su due piedi per dire, anche se purtroppo è intoccabile vista la nostalgia di Claudio per i bei tempi andati. ashd

 

Nel caso di Franci però abbiamo scritti che più o meno all'unanimità sono ritenuti rimovibili, quindi non vedo perché non provarci: ci sarà qualcuno in redazione che ama il grunge.


  • 3
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#4875 Trespassive-aggressive

Trespassive-aggressive

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16913 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2021 - 08:33

 

Ho letto per la prima volta la scheda di Franci sul Grunge. Sono arrivato a malapena a metà, ogni frase sembra una supercazzola.

Per curiosità (senza polemica o sfottò): le cose scritte da lui sono considerate delle vette insostituibili oppure sono lì a tappare il buco in attesa che qualcuno scriva sugli stessi argomenti come se non fosse un poema epico?

 

Francamente credo che la stagione di quel tipo di scritti enciclopedici onnicomprensivi (e dunque anche privi di un sostanziale approfondimento) sia terminata per questo sito; i nuovi articoli, anche quando molto corposi, tendono ad essere focalizzati su territori più delimitati o delimitabili, e proporre un approccio di tipo più esplorativo che dottrinario. Mi sa tanto, quindi, che l'eventuale giorno in cui rimpiazzare le vecchie "storie del rock" con pagine analoghe ma ammodernata non arriverà mai.

 

 

Per me il problema (almeno nella scheda del "Grunge" a cui mi riferivo) non sta nel fatto che sia o meno onnicomprensiva e approfondita, ma piuttosto nella forma. E' scritta in maniera davvero pesante. Immagino un ragazzino che voglia provare ad avvicinarsi al grunge (per inciso, nemmeno io sono fan del Grunge) e si butta in quella scheda: cosa potrà mai capire? Tremila termini arcaici, atteggiamento "superiore" da maestrino, frasi lunghissime che girano su loro stesse con ottocento parentesi aperte. Davvero: alcuni passaggi mi sembrano supercazzole e ho dovuto rileggerli due volte per capire dove voleva andare a parare.

Non pretendo vengano scritte come fossero temini da quinta elementare, ma penso che l'intento debba essere quello divulgativo, come diceva giustamente Tom qui sopra.
Aggiungo (ma forse questa è una considerazione soggettiva) che penso che ogni argomento debba essere trattato con la forma più consona e coerente: non puoi parlare del Grunge come fosse musica classica.


  • 1

#4876 hexentöter

hexentöter

    the nameless uncarved user

  • Moderators
  • 1353 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2021 - 10:09

la cosa più lunare di questa storia è che in una monografia sul grunge ci sia questa frase:

 

C'è poco da ridere, ma che la pizza è di Napoli è una verità più profonda di quanto si pensi.

 


  • 6

Dream king of the tombworld:

I enter into an eternal oath

Creating my paragon belial


#4877 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11066 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 09 aprile 2021 - 10:13

*
POPOLARE

 

la cosa più lunare di questa storia è che in una monografia sul grunge ci sia questa frase:

 

C'è poco da ridere, ma che la pizza è di Napoli è una verità più profonda di quanto si pensi.

 

quasi ai livelli del famoso l’album è melanconico quanto basta per far – a livello di cultura popolare – sentire, in una giornata d’estate al mare, tutto il languore di questi durante l’inverno (contrasto vestito/spoglio, riferibile dal mare alla pratica sessuale qui indagata); per far febbricitare il più sano (di costituzione) buon uomo, come il più forte (sempre di costituzione) gerarca nazista in procinto di violentare una incolpevole ebrea nel fango freddo o nel terreno secco e lucido di un campo di concentramento 


  • 10

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#4878 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4788 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2021 - 10:19

Mondiale come sempre

 

Nirvana - Bleach (1989)
Il più grande album grunge; Nessuno nella storia ha fatto di più; Alcuni lo stesso

L7 - L7 (1990)
Il più importante album fox-core

Nirvana - Never Mind (1991)
Se "Bleach" è il nero questo è il celeste; il suicidio è visto non più dalla crosta terrestre, ma dai superni; il disco socialmente più importante della storia assieme a "Nevermind the Bollocks"


  • 2

#4879 Il nostro caro angelo

Il nostro caro angelo

    Anello di Saturno

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2738 Messaggi:
  • LocationReggio Emilia

Inviato 09 aprile 2021 - 10:20

Questo perché vi state perdendo le ultime e consuete pubblicazioni del Nostro su YouTube, ovvero dei glaciali affronti alla resistenza (e pazienza) degli studenti. 


  • 0

#4880 hexentöter

hexentöter

    the nameless uncarved user

  • Moderators
  • 1353 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2021 - 10:32

Se "Bleach" è il nero questo è il celeste

 

almeno non è daltonico, i colori delle cope li riconosce

 

 

 

la cosa più lunare di questa storia è che in una monografia sul grunge ci sia questa frase:

 

C'è poco da ridere, ma che la pizza è di Napoli è una verità più profonda di quanto si pensi.

 

quasi ai livelli del famoso l’album è melanconico quanto basta per far – a livello di cultura popolare – sentire, in una giornata d’estate al mare, tutto il languore di questi durante l’inverno (contrasto vestito/spoglio, riferibile dal mare alla pratica sessuale qui indagata); per far febbricitare il più sano (di costituzione) buon uomo, come il più forte (sempre di costituzione) gerarca nazista in procinto di violentare una incolpevole ebrea nel fango freddo o nel terreno secco e lucido di un campo di concentramento

 

supremo, in che articolo era?


  • 0

Dream king of the tombworld:

I enter into an eternal oath

Creating my paragon belial





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq