Vai al contenuto


Foto
* * * - - 3 Voti

Strategie Per Preservare/far Progredire La Specie Senza Vivere A Schiena Del 95% Dei Nostri Amici Umani Più Deboli :-)


  • Please log in to reply
40 replies to this topic

#21 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 07 febbraio 2016 - 09:28

Sono sicuro che il Maestro Budini ha già raggiunto e superato il terzo livello.


  • 2

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#22 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7122 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 10:06

 

 : è impossibile, inutile girarci attorno. 

 

anche secondo me, un motivo c'è e non è "siamo troppi", è quello che ho spiegato sopra nel grafico dei piani; per istinto nessuno vuole condividere quello che ha con chi è al piano sotto, e però vorrebbe che quello al piano sopra condividesse

 

La situazione che descrivi (e che è sicuramente verosimile) assomiglia molto a ciò che succede a livello teorico con l'equilibrio di Nash, una situazione in cui nessun giocatore è interessato ad essere l'unico a cambiare ma l'unico cambiamento possibile si otterrebbe con una sorta di mossa congiunta in cui tutti cambino contemporaneamente. Nel tuo caso però la distribuzione degli attori in gioco è gerarchica e non distribuita, assomiglia di più all'albero in mezzo ad una fitta foresta che se anche cadesse non succederebbe niente perché quelli confinanti lo tengono in piedi. Il che non vuol dire che non sia possibile un passaggio da un piano ad un altro (le cosiddette eccezioni, che a livello statistico mi secca chiamare così), ma che certi meccanismi sociali sono immutabili perché il tizio al piano di sopra e quello al piano di sotto non hanno alcun interesse a cambiarli singolarmente, quindi non lo farai nemmeno te. 

 

Ora però cambio un attimo soggetto e mi concentro su un altro aspetto, pongo un esempio del perché non capisco i meccanismi del mercato, da un punto di vista prettamente umanistico. Prendiamo ad esempio il lavoro in miniera, lavoro che esiste ancora eccome eh: http://www.agi.it/cr...ppolati-491196/

 

Per me è un lavoro che a livello logico dovrebbe avere una retribuzione altissima, dal momento che è rischiosissimo, che provoca danni ingenti alla salute, ha ritmi snervanti e ti sottrae alla possibilità di dedicarti a cose più benefiche per l'intelligenza ed il corpo. Il minatore (ma anche lo stronzo di turno che con orari da manicomio lavora nella catena di assemblaggio degli smartphone) dovrebbe essere indennizzato per il lavoro terribile che sta facendo, prendendo uno stipendio da alta borghesia. Un'obiezione classica è "lo fa perché non può permettersi di fare altri lavori a livello intellettuale, quindi è giusto così", che è egualmente una cazzata, perché se qualcuno deve scendere nel ventre della terra per trovare i minerali vuol dire che questo lavoro è necessario esattamente quanto progettare impianti o risolvere equazioni, e di certo nessun colletto bianco o studente della Stanford sarebbe disposto a farlo. Quindi qual è la motivazione per cui degli esseri umani devono ricevere questo trattamento? Esistono giustificazioni di natura esclusivamente economica ad una schiavizzazione del genere?


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#23 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 83873 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 10:17

 

Per me è un lavoro che a livello logico dovrebbe avere una retribuzione altissima, dal momento che è rischiosissimo, che provoca danni ingenti alla salute, ha ritmi snervanti e ti sottrae alla possibilità di dedicarti a cose più benefiche per l'intelligenza ed il corpo. Il minatore (ma anche lo stronzo di turno che con orari da manicomio lavora nella catena di assemblaggio degli smartphone) dovrebbe essere indennizzato per il lavoro terribile che sta facendo. Un'obiezione classica è "lo fa perché non può permettersi di fare altri lavori a livello intellettuale, quindi è giusto così", che è egualmente una cazzata, perché se qualcuno deve scendere nel ventre della terra per trovare i minerali vuol dire che questo lavoro è necessario esattamente quanto progettare impianti o risolvere equazioni, e di certo nessun colletto bianco o studente della Stanford sarebbe disposto a farlo. Quindi qual è la motivazione per cui degli esseri umani devono ricevere questo trattamento? Esistono giustificazioni di natura esclusivamente economica ad una schiavizzazione del genere?

 

 

drogo ti hanno fatto e (e hai) studiato per non fare il minatore

 

la cultura (chiamiamola così) serve per salire di piano, e cmq nella concezione moderna è giusto così e possiamo raccontarcela per un po' (vedrai che un minimo cambierà) perché pare sia accessibile a tutti (in realtà no, chi nasce in una famiglia ignorante, fa molta più fatica a studiare per ovvi motivi, senza parlare dei soldi che aprono porte su porte); e non c'è bisogno di guardare le miniere in Africa, ci sono lavori simili anche qua, (visti ieri) quelli all'autolavaggio che diventano sordi (a 40 anni) per il rumore, guadagnano una miseria (poi vabbeh se sono fortunati, ci sono le mance)

 

è così asd dubito che esisterà mai un mondo dove si paga il lavoro in base alla pesantezza dello stesso

 

neanche alla sinistra interessano più queste cose, anzi mi pare quella che più rema contro

 

(scommetto che parli di queste cose qua perché la tua fida e i tuoi amici non le vogliono sentire, è capitato anche a me ma secoli fa, poi ho smesso e le ho usate come giustificazione per una mala coscienza che mi renda senza troppi scrupoli, i migliori saltano questo passaggio e abbracciano la libertà da subito ;-))


  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#24 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7122 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 12:29

(scommetto che parli di queste cose qua perché la tua fida e i tuoi amici non le vogliono sentire, è capitato anche a me ma secoli fa, poi ho smesso e le ho usate come giustificazione per una mala coscienza che mi renda senza troppi scrupoli, i migliori saltano questo passaggio e abbracciano la libertà da subito ;-))

 

Ne parlo anche con i miei amici e con la mia compagna, o con i miei parenti (quelli che c'arrivano). Non è particolarmente carino mettere in mezzo la vita personale visto che la discussione mi sembra generale, ma capisco che su queste cose diventi inevitabile, se ti interessa però posso parlarti della mia situazione personale e delle mie scelte, a livello lavorativo per esempio. 


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#25 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 83873 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 12:34

 

(scommetto che parli di queste cose qua perché la tua fida e i tuoi amici non le vogliono sentire, è capitato anche a me ma secoli fa, poi ho smesso e le ho usate come giustificazione per una mala coscienza che mi renda senza troppi scrupoli, i migliori saltano questo passaggio e abbracciano la libertà da subito ;-))

 

Ne parlo anche con i miei amici e con la mia compagna, o con i miei parenti (quelli che c'arrivano). Non è particolarmente carino mettere in mezzo la vita personale visto che la discussione mi sembra generale, ma capisco che su queste cose diventi inevitabile, se ti interessa però posso parlarti della mia situazione personale e delle mie scelte, a livello lavorativo per esempio. 

 

 

ma no, non volevo mettere niente in mezzo, figurati

 

era una battuta per dire "meglio non tirare mai fuori queste cose" asd

 

ciao Drogo, a dopo, il lavoro serio mi aspetta


  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#26 Marguati

Marguati

    opinion maker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3361 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 14:37

Per me è un lavoro che a livello logico dovrebbe avere una retribuzione altissima, dal momento che è rischiosissimo, che provoca danni ingenti alla salute, ha ritmi snervanti e ti sottrae alla possibilità di dedicarti a cose più benefiche per l'intelligenza ed il corpo. Il minatore (ma anche lo stronzo di turno che con orari da manicomio lavora nella catena di assemblaggio degli smartphone) dovrebbe essere indennizzato per il lavoro terribile che sta facendo, prendendo uno stipendio da alta borghesia.


Ma ti sei chiesto se è un equilibrio pagare tanto i minatori*? o qualsiasi lavoro che richiede un training limitato? un lavoro del genere attirerebbe molte più persone di quanti posti può offrire, e in una economia di mercato le retribuzioni per forza di cose scenderebbero. Possiamo immaginare che siano fissate dallo stato allora, e chiederci cosa succederebbe in questo caso. Nel mondo attuale succederebbe che questo si trasformerebbe in un incentivo enorme ad automatizzare, col risultato che il numero di posizioni richieste scenderebbe ulteriormente e le capacità richieste ai lavoratori salirebbero, col risultato di allinearsi effettivamente alla retribuzione.

La necessità di un lavoro è soltanto una qualità, non va confusa con delle quantità (la retribuzione)


* che poi mi chiedo se i minatori nei paesi occidentali non siano invece dei mezzi ingegneri al giorno d'oggi, ma questo è irrilevante ai fini della discussione.


  • 4

#27 oblomov

oblomov

    Mommy? Can I go out and kill tonight?

  • Moderators
  • 17908 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 14:57

Purtroppo il valore aggiunto di molti lavori faticosi o alienati è abbastanza basso. Comunque un minatore in un paese del primo mondo guadagna decisamente più della media dei lavori operai
  • 0
Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni.

#28 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7122 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 15:37

 

Ma ti sei chiesto se è un equilibrio pagare tanto i minatori*?

 

Si passa attraverso stadi di equilibrio istantaneo in un percorso evolutivo, è abbastanza comprensibile che se da domani mettessi delle regole e dei diritti occidentali in un paese che fino a ieri era costituito da poveracci che a 10 anni stanno estraendo il cobalto in Congo otterresti solo un disastro. Ci vuole un percorso evolutivo, anche dal punto di vista culturale e ci vuole tempo. Io al momento credo che questo:

 

Purtroppo il valore aggiunto di molti lavori faticosi o alienati è abbastanza basso. 

 

sia un concetto di parte dal punto di vista culturale. Prendiamo questa situazione di lavoro umano:

 

http://www.theguardi...es-says-amnesty

 

E' un lavoro evitabile* per produrre il prodotto finito smartphone? Se sì allora direi che sarebbe buona cosa farlo, se non lo è allora il lavoro di un bambino che estrae il cobalto vale esattamente come quello di un hardware engineer alla Apple perché che togli il lavoro dell'uno o che togli quello dell'altro il risultato che avrai sarà sempre quello di non riuscire a pervenire al prodotto finale. Ed esattamente come il bambino del Congo non potrebbe mai progettare uno smartphone, un ingegnere del primo mondo non potrebbe mai estrarre il cobalto dal Congo, fino a prova contraria.

 

Per minatore intendo ovviamente non il professionista occidentale, si sta parlando di persone deboli che sfruttiamo per vivere meglio noi. Anche gli animali nell'Europa ricca vivono mediamente decisamente meglio di questa gente, non serve arrivare fino ai minatori.

 

*Più di metà della fornitura mondiale di cobalto proviene dal Congo.

 

Ci sono progetti attivi per cambiare queste cose nel tempo? Quali e con che incisività? La liquidità per intervenire non mancherebbe di certo alle grandi aziende, la Apple se vuole si compra mezza Africa dai. Il punto è che si otterrebbe nel tempo un nuovo equilibrio che non conviene a NOI (ma eventualmente conviene a tutti, in forma più distribuita). Il che equivale dal punto di vista logico (cosa di cui al momento sono convinto) al negare qualsiasi diritto umano realmente presente nella nostra società, a meno che non rifiutiamo la globalizzazione solo quando ci fa comodo.


  • 1

Statisticamente parlando, non lo so.


#29 Marguati

Marguati

    opinion maker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3361 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 16:10

Ma ti sei chiesto se è un equilibrio pagare tanto i minatori*?

 
Si passa attraverso stadi di equilibrio istantaneo in un percorso evolutivo, è abbastanza comprensibile che se da domani mettessi delle regole e dei diritti occidentali in un paese che fino a ieri era costituito da poveracci che a 10 anni stanno estraendo il cobalto in Congo otterresti solo un disastro. Ci vuole un percorso evolutivo, anche dal punto di vista culturale e ci vuole tempo.

 
Irrilevante se la situazione d'arrivo desiderata non è un equilibrio; io parlavo di quella.
 
Quanto al resto, non ti sembra che alla situazione dei lavoratori nel Congo dovrebbe porre rimedio il Congo? non mi sembra che ci sia una occupazione in corso. Tanto più che se estraggono metà del cobalto mondiale possono benissimo dire "signori, abbiamo deciso di alzare gli stipendi ai minatori e quindi il prezzo del nostro cobalto, se non vi garba andate a comprarlo altrove - ah già, non esiste un altrove. Deal with it"
Questo non per negare che esistano fior fiore di situazioni di sfruttamento da cui aziende traggono beneficio (e indirettamente la popolazione che si vede ridotti i prezzi), ma per sottolineare che se vuoi che sia il primo mondo a risolvere il problema alla radice non stai facendo altro che invocare un colonialismo 'buono'. Col risultato che se per turbolenze politiche viene a mancare il tuo supporto, tutto crolla. Io credo invece che siano quei posti e quei lavoratori a doversi imporre, se desideri una soluzione stabile nel futuro.
 
Mi sembra che tu abbia una sindrome da Senso di Colpa dell'Uomo Bianco veramente non indifferente e fuori tempo, dato che non siamo più in un mondo bipolare ma ormai multipolare, ovvero dove gli stati tornano a diventare attori indipendenti. "L'Occidente" è un termine che va perdendo significato.

 

E' un lavoro evitabile* per produrre il prodotto finito smartphone? Se sì allora direi che sarebbe buona cosa farlo, se non lo è allora il lavoro di un bambino che estrae il cobalto vale esattamente come quello di un hardware engineer alla Apple perché che togli il lavoro dell'uno o che togli quello dell'altro il risultato che avrai sarà sempre quello di non riuscire a pervenire al prodotto finale.

dato che la pensi così, ti va di barattare le viti che tengono insieme il mio laptop con il processore del tuo? entrambi sono fondamentali al funzionamento di un laptop, quindi sono indistinguibili in termini di valore, e quindi scambiabili senza subire perdita da ambo le parti. Sii coerente e dammi il tuo processore.
  • 0

#30 Marguati

Marguati

    opinion maker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3361 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 16:18

Tra l'altro, non è che in Italia non abbiamo mai conosciuto situazioni del genere, ti sei scordato di Marcinelle? anche quelli erano schiavi, parte di un patto post-bellico per il quale l'Italia avrebbe fornito lavoratori a basso prezzo in cambio di carbone, perlopiù costretti a lavorare solo e soltanto in miniera per almeno cinque anni, di cui dovevano farne almeno uno pena l'arresto.

Se non ci sono più italiani schiavi in Belgio è merito della benevolenza del Belgio? o del fatto che l'Italia ha introdotto concetti di tutela del lavoro che prima non esistevano e si è risollevata economicamente?
  • 0

#31 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 07 febbraio 2016 - 16:25

 
 
Quanto al resto, non ti sembra che alla situazione dei lavoratori nel Congo dovrebbe porre rimedio il Congo? non mi sembra che ci sia una occupazione in corso. Tanto più che se estraggono metà del cobalto mondiale possono benissimo dire "signori, abbiamo deciso di alzare gli stipendi ai minatori e quindi il prezzo del nostro cobalto, se non vi garba andate a comprarlo altrove - ah già, non esiste un altrove. Deal with it"
 

 

Qui la fai molto più semplice di com'è, anche se mi riservo di non spiegare bene perché (Io so*. Ma non ho le prove asd).

Il Congo purtroppo non è una persona che può dire "signori, abbiamo deciso di alzare gli stipendi ai minatori e quindi il prezzo del nostro cobalto, se non vi garba andate a comprarlo altrove - ah già, non esiste un altrove. Deal with it".

In Congo la classe dirigente è quella che è anche perché le aziende possano trarne beneficio. Non parliamo di una condizione che passa da idilliaca a favorevole al malaffare, con conseguenti impicci tra aziende e sfruttatori locali. Parliamo di una situazione che nasce malata e così cresce. Da quando il Congo era proprietà privata(!) del Re del Belgio ad oggi. Se pensi che almeno i maggiorenni fra quei minatori abbiano la possibilità di cambiare le cose attraverso il voto, o organizzazioni sindacali, la fai facile.

Si può ben dire che la popolazione locale non ha fatto gli sforzi che in altre Nazioni hanno portato risultati etc, ma sarebbe un po' come accusare appunto il consumatore occidentale con lo smartphone di essere responsabile per la situazione laggiù. Da entrambi i capi della catena si dovrebbe compiere un'azione organizzata e su ampia scala, di un tipo non meglio specificato (ma che sicuramente comporta meno rischi completi per noi di qua).

Quanto all'esempio dell'Italia, penso che i rapporti di forza e gli interessi non siano paragonabili. Il che non significa "non è quello il modo di fare le cose", ma forse che c'è troppo/ben poco da fare nel modo "giusto", e comunque le ricette non si possono applicare ovunque per pura o vaga analogia.

 

Edit: con questo intervento non voglio neanche argomentare che si debba pagare il minatore congolese quanto l'ingegnere della Apple o un ingegnere medio congolese, è proprio che l'esempio non penso si possa ridurre a economie di mercato ed equilibri di Nash considerati immorali ma nei limiti della legalità o della democrazia comunemente intese.

 

*Io non so


  • 1

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#32 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6017 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 16:28

Giovanni non c'entra unicamente la necessità del lavoro svolto, ma la quantità di persone disposte a farlo, parametro in cui incidono molte, molte variabili (grado di istruzione richiesto, situazione economica dell'area geografica, ecc).


  • 0

#33 Marguati

Marguati

    opinion maker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3361 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 16:52


Lo sai che non ha senso eviscerare gli esempi in quanto sono solo esempi, si?

Poi nessuno l'ha fatta facile, non mi sembra che in Italia si sia passati dal latifondo alle condizioni lavorative di oggi in maniera indolore (il biennio rosso ha precipitato l'ascesa del fascismo, per dirne una)


p.s. se voglio parlare di equilibri di Nash scrivo "equilibri di Nash", se scrivo "equilibrio" significa che parlo di una situazione che è stabile rispetto alle perturbazioni del sistema in esame.
  • 1

#34 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 07 febbraio 2016 - 17:28

 

 

Lo sai che non ha senso eviscerare gli esempi in quanto sono solo esempi, si?

...

p.s. se voglio parlare di equilibri di Nash scrivo "equilibri di Nash", se scrivo "equilibrio" significa che parlo di una situazione che è stabile rispetto alle perturbazioni del sistema in esame. 

 

 

Beh ma tu forse hai fatto solo esempi, Giovanni Drogo ha citato una situazione non solo come "esempio", ma proprio come elemento (sì, fra tanti altri) che lo turba nel senso espresso in questo topic. Non è che ti devi infastidire eh.

 

Eviscerando questo esempio si rimane in topic, la domande sono: possiamo cambiare la situazione delle miniere congolesi? Se sì, come e a che prezzo? Se no, perché?

La situazione è esemplificativa proprio perché a studiarla vediamo come le responsabilità di crimini e ingiustizie siano ben ripartite (non equamente, certo, ma tra un'enormità di attori), vediamo come problemi simili non siano risolvibili semplicemente in modo simile, etc.

 

Continuerei con esempi sul Congo, a prescindere da Marguati e Nash, ma non vorrei fare un mischione. Ad ogni modo, in Congo le miniere sono probabilmente gestite anche mediante l'uso della violenza, da bande armate. Alcuni minerali vengono addirittura estratti in Congo e rivenduti dagli Stati confinanti (Rwanda in particolare) come se venissero da questi ultimi e fossero "puliti", con guadagno nullo congolese. Il governo non interviene, essendo lì apposta per permettere una situazione del genere. Paesi confinanti e Paesi con importanti interessi economici e legami diplomatici (colonialisti peggio del Senso di Colpa dell'Uomo Bianco) fanno le loro pressioni, sostengono X, poi sostengono Y che organizza un colpo di stato, mentre impediscono a Z di effettuare un colpo di stato ulteriore. Ciò avviene in uno Stato enorme, relativamente poco popolato e da vari popoli con interessi in conflitto e disponibilità (di risorse naturali e controllo su di esse, di mezzi culturali, etc) diverse.

 

Non voglio gettarmi in paragoni fisico-chimici, fate vobis, ma organizzare un movimento di protesta dal basso è particolarmente difficile e improbabile, dall'alto si ha a che fare con persone impotenti, acquistabili, sostituibili secondo i casi. Il Congo si rende indipendente dall'Occidente (che non esiste: da Belgio, Francia, USA...) nella misura in cui diventa dipendente economicamente e per la realizzazione di infrastrutture dalla Cina.

 

Quindi dal Congo, in tempi brevi, non possiamo aspettarci cambiamenti.

Da qui, dall'altro capo della catena di cobalto e coltan? Dipende.

 

In "alto" non c'è un interesse particolare a cambiare la situazione e pagare il doppio (sparo a caso, forse 10 volte tanto) tutto quel cobalto. Non è interesse delle aziende coinvolte e non è interesse degli Stati non-così-coinvolti. Anche se ci fosse un interesse a cercare nuovi equilibri, questi equilibri sono davvero sostenibili? Sono davvero raggiungibili dallo status quo? In situazioni piuttosto diverse, come il caso-Siria, vediamo che almeno parte della comunità internazionale d'un tratto rifiuta un equilibrio (probabilmente perché sempre meno stabile eh) ed interviene, senza che si riesca a trovare una via d'uscita a basso costo energetico, umanitario, etc, senza poter tornare indietro né rammaricarsi troppo, e così via.

 

In "basso"? A livello Drogo, o LFT, l'interesse è solo morale, ma cosa può essere compiuto? Campagna di sensibilizzazione (che non è gratis) per danneggiare le aziende o minacciarle, insieme ad una spinta sulla politica vera? Boh, non si capisce un cazzo del TTIP che ci riguarda, figuriamoci sui bimbi minatori in Congo, i bambini che fanno le scarpe altrove e chissà quali nefandezze umanitarie, ecologiche...

Sarebbero, se ho capito bene, alcune delle domande di Drogo. Qui chiudo, ma penso non si faccia peccato ad eviscerare un esempio e ricercare dei motivi che forse sono propri di molte altre situazioni, anche e soprattutto se mostrano solo problemi e non soluzioni.


  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#35 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 83873 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 19:57

 

Ma ti sei chiesto se è un equilibrio pagare tanto i minatori*? o qualsiasi lavoro che richiede un training limitato?  

 

 

più che pagare tanto, direi garantire condizioni minime per rimanere in salute, e non solo in Congo ma anche in Italia dove i lavori usuranti sono ancora la normalità; anche stare in ufficio, nel 99% dei casi, richiede un training limitato, però magari ti consente di arrivare a 60 anni con un minimo di fisico che ancora funziona

 

certi lavori, neanche a 30mila euro al mese, avrebbero senso, soprattutto quando non sono una scelta ma la strada obbligata per chi non ha avuto la fortuna di potere studiare o parlare l'italiano grazie alla famiglia, ecco perché ho detto "che culo" riferendomi alla mia situazione

 

e ripeto, questi lavori sono dietro casa, altro che Congo


  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#36 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7122 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 22:11

 

E' un lavoro evitabile* per produrre il prodotto finito smartphone? Se sì allora direi che sarebbe buona cosa farlo, se non lo è allora il lavoro di un bambino che estrae il cobalto vale esattamente come quello di un hardware engineer alla Apple perché che togli il lavoro dell'uno o che togli quello dell'altro il risultato che avrai sarà sempre quello di non riuscire a pervenire al prodotto finale.

dato che la pensi così, ti va di barattare le viti che tengono insieme il mio laptop con il processore del tuo? entrambi sono fondamentali al funzionamento di un laptop, quindi sono indistinguibili in termini di valore, e quindi scambiabili senza subire perdita da ambo le parti. Sii coerente e dammi il tuo processore.

 

 

 

Ahahahah, ma che paragone è? Io sto parlando delle condizioni di vita e di lavoro (se si lavora 14 ore al giorno vita = lavoro) delle persone, non di bulloni e transistor. Il mercato del lavoro va bene finché uno per il lavoro non ci lascia le penne a 10 anni, c'è un limite oltre il quale bisogna stabilire un "bias", dei diritti minimi, altrimenti che senso ha mantenere le persone all'interno di un sistema economico sociale? Non sappiamo nemmeno quale sia l'impatto a livello genetico di nascere con alle spalle 20 generazioni di persone povere, alcolizzate, denutrite, eccetera. Poi scusami, ma definire attori indipendenti gli stati africani mi sembra abbastanza assurdo. Per me siamo in una situazione in cui le popolazioni di quei posti non possono uscire dalla schiavitù, manco se fanno la rivoluzione d'ottobre, è proprio impossibile, appunto per la presenza di agenti esterni potentissimi. Esattamente come (con danni molto inferiori per fortuna, ma solo per ora) le classi più deboli in Italia al giorno d'oggi non hanno nessuna rappresentanza politica. 

 

Eh, ma scrivo tutto ciò perché sono divorato dai sensi di colpa dell'uomo occidentale.  asd


  • 1

Statisticamente parlando, non lo so.


#37 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 83873 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2016 - 23:28

  (se si lavora 14 ore al giorno vita = lavoro) ...Il mercato del lavoro va bene finché uno per il lavoro non ci lascia le penne a 10 anni, c'è un limite oltre il quale bisogna stabilire un "bias", dei diritti minimi,  

 

ma infatti, senza cadere in esagerazioni da una parte e dell'altra, a me stupisce solo vedere che, anno 2015 in un paese come l'Italia, ci siano ancora lavori con ritmi e condizioni per cui il fisico ne esce distrutto in pochi anni

 

sarà anche un equilibrio asd**** ma è un equilibrio strano per essere nel 2015

 

non voglio neanche entrare in discorsi turbocapitalisti ma fatemi notare la cosa, anche ridendo per carità

"ahahahaha i marocchi all'autolavaggio dietro casa sono quasi sordi per il rumore e sono più giovani di me, ahahahahahahha"

 

 

****una delle migliori di sempre di marguy, la metterò in firma


  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#38 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11556 Messaggi:

Inviato 08 febbraio 2016 - 09:14

Tra l'altro, non è che in Italia non abbiamo mai conosciuto situazioni del genere, ti sei scordato di Marcinelle? anche quelli erano schiavi, parte di un patto post-bellico per il quale l'Italia avrebbe fornito lavoratori a basso prezzo in cambio di carbone, perlopiù costretti a lavorare solo e soltanto in miniera per almeno cinque anni, di cui dovevano farne almeno uno pena l'arresto.

 

 

 

gentilissimo Marguati,

 

non sono mai stato comunista non perchè ho dei motivi validi per demolire questo estremismo umano, ma perchè credo che la Morte sia l'unica vera e propria forma di comunismo attuabile fino a questo momento, livellamento totale della presunzione umana dal post feudatario alla depressione spiroidale dell'Africa Nera e ancora sotto... ma leggendo e rileggendo con estrema attenzione questo tuo meraviglioso post capisco ma non aderisco completamente alle furibone iconoclastie delle brigate rosso-nere che avendo studiato in lingua originale Bakunin e Gentile hanno preso coscienza della forza immane dello Spirito obliquamente sospeso tra l'Occidente godardiano e l'Oriente sestoviano.e con eroica presunzione si sono sentiti chiamati in causa

il lavoro prima di ucciderti, strangolarti la vita e quella delle persone che ti vogliono bene, riesce ad umiliarti a tal punto di non poter comunicare direttamente con l'apparato magmatico della intracoscienza scoperta da HUSSERL e paradossalmente con il punto più esterno del mondo esterno, quel punto aleatorio, quel punto forse post cageano che è la purezza silente e mai accomodante delle età assiali che rivivono eternamente nel presente de-attualizzato degli incompossibili leibniziani, in parole povere: l'immane verace inconsolabile parmenidea della purezza dell'Essere.

 

l'unica forma di ribellione a questa presunta democrazia virtuale, non è l'omicidio o la protesta che finisce nel sangue (e lo scrivo appunto da cattolico osservante che ha capito perfettamente anche i tormenti dell'anima luterana) ma la ribellione artistica che nasce da impulsi a-periodici, una sinergia incredibile e direttamente proporzionale tra la parte più ignota-inesplorata del subconscio umano e le cupe vampe del Super-Io. quando la scrittura diventa un prodotto, dunque un lavoro sindacalizzato, bisogna lacerarla (ovviamente lacerandosi) per far si che diventi una suprema forma di glitch autistico... abbiamo dentro di noi delle grandiose difese contro la viltà del lavoro, contro la indescrivibile aberrazione del Capo kafiano, resistere straubianamente parlando.

 

la ringrazio vivamente per il suo post, carissimo Marguati

simon


  • 0

#39 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3653 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 09 febbraio 2016 - 09:14

se volete sapere come la robotica cambierà il vostro futuro e quello di tutti accorrete numerosi alla conferenza che ho organizzato

 

Biorobotica e Bionica: grandi sfide scientifiche, tecnologiche e sociali

 

Giovedì 11 febbraio ore 17 via Cavour 18 Palazzo Bastogi Firenze

 

o se siete occupati almeno andate alla mia mostra

 

http://mostre.museog...xus/indice.html


  • 3
apri apri, apri tutto!

#40 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 09 febbraio 2016 - 11:01

se volete sapere come la robotica cambierà il vostro futuro e quello di tutti accorrete numerosi alla conferenza che ho organizzato

 

Biorobotica e Bionica: grandi sfide scientifiche, tecnologiche e sociali

 

Giovedì 11 febbraio ore 17 via Cavour 18 Palazzo Bastogi Firenze

 

o se siete occupati almeno andate alla mia mostra

 

http://mostre.museog...xus/indice.html

 

Praticamente impossibile per me esserci, ci posterai eventuali video o podcast?


  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq