Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Coldair - The Provider - 2016


  • Please log in to reply
3 replies to this topic

#1 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6032 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 28 gennaio 2016 - 10:48

homepage_large.5f50aa48.jpg

 

Questa bellissima copertina raffigurante un braccio spolpato dai vermi cela il disco di una specie di East India Youth polacco e dark, gli darei un ascolto anche perché non se ne sta parlando molto in giro. Non ascoltatevi però un polacco che suona polacco, questa è roba un filino pitchforkiana, anche se da quelle parti ha ottenuto un magro sette, dato che il ragazzo è distribuito da Subpop. Ci sa fare tantissimo sia con i synth che con le drum machine, che creano delle spirali di ritmo travolgenti e claustrofobiche. Delle volte, memore del periodo in cui militava in tali Kyst, band polacca alt folk, ci infila anche qualche bella suggestione elettro acustica e vengono fuori le ottime Pretty Mind e To Become. Le canzoni più belle sono la opening, Holy Soul e Denounce. 


  • 0

#2 Efino

Efino

    Stefano Macchi

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 Messaggi:
  • LocationCrema

Inviato 29 gennaio 2016 - 13:18

homepage_large.5f50aa48.jpg
 
Questa bellissima copertina raffigurante un braccio spolpato dai vermi cela il disco di una specie di East India Youth polacco e dark, gli darei un ascolto anche perché non se ne sta parlando molto in giro. Non ascoltatevi però un polacco che suona polacco, questa è roba un filino pitchforkiana, anche se da quelle parti ha ottenuto un magro sette, dato che il ragazzo è distribuito da Subpop. Ci sa fare tantissimo sia con i synth che con le drum machine, che creano delle spirali di ritmo travolgenti e claustrofobiche. Delle volte, memore del periodo in cui militava in tali Kyst, band polacca alt folk, ci infila anche qualche bella suggestione elettro acustica e vengono fuori le ottime Pretty Mind e To Become. Le canzoni più belle sono la opening, Holy Soul e Denounce.


Non pensavo qualcuno conoscesse il Polacco. Io ho anche il precedente uscito nel 2014 mi pare
  • 0

#3 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6032 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 29 gennaio 2016 - 17:57

 

homepage_large.5f50aa48.jpg
 
Questa bellissima copertina raffigurante un braccio spolpato dai vermi cela il disco di una specie di East India Youth polacco e dark, gli darei un ascolto anche perché non se ne sta parlando molto in giro. Non ascoltatevi però un polacco che suona polacco, questa è roba un filino pitchforkiana, anche se da quelle parti ha ottenuto un magro sette, dato che il ragazzo è distribuito da Subpop. Ci sa fare tantissimo sia con i synth che con le drum machine, che creano delle spirali di ritmo travolgenti e claustrofobiche. Delle volte, memore del periodo in cui militava in tali Kyst, band polacca alt folk, ci infila anche qualche bella suggestione elettro acustica e vengono fuori le ottime Pretty Mind e To Become. Le canzoni più belle sono la opening, Holy Soul e Denounce.


Non pensavo qualcuno conoscesse il Polacco. Io ho anche il precedente uscito nel 2014 mi pare

 

 

Io l'ho scoperto con questo disco, che mi sono preso anche la briga di recensire, ma ho scavato un po' nel suo passato che, anche se registrato un po' più grossolanamente, ha begli spunti e bei picchi. 


  • 0

#4 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11274 Messaggi:

Inviato 30 agosto 2019 - 08:15

 

 

homepage_large.5f50aa48.jpg
 
Questa bellissima copertina raffigurante un braccio spolpato dai vermi cela il disco di una specie di East India Youth polacco e dark, gli darei un ascolto anche perché non se ne sta parlando molto in giro. Non ascoltatevi però un polacco che suona polacco, questa è roba un filino pitchforkiana, anche se da quelle parti ha ottenuto un magro sette, dato che il ragazzo è distribuito da Subpop. Ci sa fare tantissimo sia con i synth che con le drum machine, che creano delle spirali di ritmo travolgenti e claustrofobiche. Delle volte, memore del periodo in cui militava in tali Kyst, band polacca alt folk, ci infila anche qualche bella suggestione elettro acustica e vengono fuori le ottime Pretty Mind e To Become. Le canzoni più belle sono la opening, Holy Soul e Denounce.


Non pensavo qualcuno conoscesse il Polacco. Io ho anche il precedente uscito nel 2014 mi pare

 

 

Io l'ho scoperto con questo disco, che mi sono preso anche la briga di recensire, ma ho scavato un po' nel suo passato che, anche se registrato un po' più grossolanamente, ha begli spunti e bei picchi. 

 

recensione mai pubblicata ?


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq