Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Plunge || Krysalisound Showcase ::: 28.04.2017 | Milano, Masada


  • Please log in to reply
38 replies to this topic

#21 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 27 April 2016 - 19:50 PM

Prossima data vicinissima, con altri due ospiti internazionali.

 

 

12987154_1013711861998119_11857635052837

 

 

plunge || departures


ANDREW TUTTLE live

WITXES live

 

03.05.2016 | 22:00

Milano | SOTTO La Sacrestia

 

 

 

Martedì 3 maggio il percorso itinerante di Plunge approda SOTTO La Sacrestia, per inaugurare un nuovo sodalizio produttivo e curatoriale assieme ad una delle venue di riferimento della scena concertistica milanese. L’evento, intitolato departures (deviazioni), ospiterà due artisti internazionali impegnati nella ricerca di estensioni inusuali di altrettanti ambiti sonori. La prima metà di serata vedrà protagonista l’australiano Andrew Tuttle, nuovo volto della Room40 di Lawrence English, che combina minimalismo elettronico e divagazioni acustiche per banjo e chitarra, deviando gli usuali connotati della sound art verso una deformazione strumentale del folk.

A seguire andrà in scena il live set di Witxes, progetto del compositore e sound artist Maxime Vavasseur, fra gli act più in vista del catalogo Denovali Records. La sua ricerca amalgama stratificazioni ambient-drone, rimasugli elettroacustici e tribalismo percussivo in un sound fortemente cinematografico. A partire da questo gergo sonoro, le sue composizioni si sviluppano seguendo deviazioni spesso imprevedibili, dirigendosi verso i territori più disparati, dalla psichedelia al post-rock fino al dark-wave e alla synth music. Ambienti sonori senza confini di genere che trovano nell’atmosfera del sotterraneo di Sacrestia e nella sua sacralità altrettanto deviata il luogo ideale dove realizzarsi.

 

 

 

Qualche consiglio per gli ascolti:

 

 

Witxes - A Fabric of Beliefs (Denovali, 2013)

 

a1305572241_2.jpg

 

 

 

Andrew Tuttle - Fantasy League (Room40 / Someone Good, 2016)

 

 

a1452601557_2.jpg


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#22 Gabrisimpson

Gabrisimpson

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1245 Messaggi:

Inviato 28 April 2016 - 09:28 AM

cercherò di arrivare alla terza fase bevendo meno di 10 birre

io non ce l'ho fatta asd


  • 1
Boredom won't get me tonight.

#23 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Moderatore del caso Filippo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 78268 Messaggi:

Inviato 28 April 2016 - 09:39 AM

è una spina gasatissima quella


  • 0

 


#24 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 06 May 2016 - 17:05 PM

Presto si torna a casa Masada.

 

 

13133153_1022908287745143_74862476580533

 

 

plunge || verge


FABIO ORSI live

META live

 

17.05.2016 | 21:30

Milano | Masada

 

 

 

Martedì 17 maggio Plunge torna a Masada, per il quarto appuntamento stagionale fra le mura del circolo di Viale Espinasse. Il decimo evento della stagione, intitolato verge (bordo, estremità), è idealmente improntato al graduale raggiungimento di una soglia, un punto di non ritorno che passa da increspature elettroniche d’entità crescente per approdare ad una stratificazione sonora totalizzante. La line-up è nuovamente composta da due eccellenze del panorama italiano, autori di performance dal forte coinvolgimento emotivo e suggestivo, chiamate a confrontarsi con lo spazio di fruizione frontale e “diretto” di Masada.

Protagonista della serata sarà Fabio Orsi, fra i massimi esponenti italiani dell’ambient music, che nel corso della sua decennale carriera ha attraversato uno spettro sonoro vastissimo - dal romantico intreccio di drone e field recordings degli esordi alla psichedelia occulta e algida degli ultimi lavori. Ad introdurre l’immersione nel suo vasto e variegato repertorio sarà la performance di META, laboratorio creativo condiviso da Luigi Calfa e Simone Giudice in cui la terra di contatto tra ambient e techno viene rielaborata a partire da strutture circolari post-minimaliste. Ad introduzione e conclusione della serata, una serie meticcia di esplorazioni di repertorio su vinile curate e mixate da Think’d.

 


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#25 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 25 May 2016 - 11:08 AM

Plunge diventa co-protagonista della rinnovata attività culturale dello storico Spazio Concept di Via Forcella a Milano, con la première internazionale dell'installazione e performance inedita AGORAPHONIA dei sound artists Giulio Aldinucci e Francesco Giannico.

 

 

13244608_1032436043459034_15107735496863

 

 

AGORAPHONIA

Video-sound installation by
Giulio Aldinucci & Francesco Giannico

(international première)

 

 

giovedì 9 giugno 2016

Milano | Spazio Concept

 

h. 19.00 | installation opening + aperitivo
h. 21.30 | live performance

www.agoraphonia.com

http://bit.do/Agoraphonia

 

 

 

Agoraphonia” è un progetto sonoro partecipativo di Francesco Giannico e Giulio Aldinucci, focalizzato sulle relazioni tra le persone negli ambienti dove queste si intrecciano con più facilita: le piazze. Grazie ad una call internazionale durata circa 5 mesi e partita lo scorso 18 luglio 2015 (data del world listening day) sono stati infatti raccolti numerose registrazioni provenienti da ogni parte del mondo di altrettante piazze e contenenti suoni che fotografano un momento particolare, una situazione specifica.

L’installazione sonora si traduce in una quadrifonia pilotata da un pc laptop con scheda audio apposita posta ai margini della stanza. In sovrimpressione verrà proiettata la parte video che compone il lavoro, una serie di riprese effettuate in contesti urbani all’interno di piazze e rimontate assieme a videoregistrazioni di webcam con inquadratura fissa su alcune tra le piazze più conosciute al mondo.

 

L’installazione sarà fruibile a partire dalle 19:00, e ai visitatori sarà offerto un aperitivo fino alle 20:30. In chiusura di serata e in esclusiva per l’occasione, Francesco Giannico e Giulio Aldinucci si esibiranno in una performance live inedita basata su una rielaborazione elettronica delle registrazioni di “Agoraphonia”. Il concerto sarà l’unica preview internazionale dell’album omonimo, in uscita per l’etichetta russa Dronarivm il prossimo 18 luglio.


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#26 Gabrisimpson

Gabrisimpson

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1245 Messaggi:

Inviato 25 May 2016 - 12:23 PM

Lassi abbiamo una selezione di birre Extraomnes ed Elav a prezzo popolare, non puoi mancare.


  • 1
Boredom won't get me tonight.

#27 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Moderatore del caso Filippo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 78268 Messaggi:

Inviato 25 May 2016 - 13:19 PM

con tutte queste parole magiche, "progetto sonoro partecipativo", "suoni che fotografano", "L’installazione sonora", "quadrifonia pilotata", "laptop", "contesti urbani", "webcam", "performance live inedita", "rielaborazione elettronica", "preview ", in quella zona ci saranno più barbuti con i pantaloni corti del concerto di Roedelius al Parenti con cui ho dato il mio addio definitivo ai teatri milanesi che sono la destinazione più triste per i parvenu della musica (alcuni sono pagati per partecipare dai, sono troppo personaggi)

 

però non conosco i 2


  • 0

 


#28 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 25 May 2016 - 14:38 PM

in quella zona ci saranno più barbuti con i pantaloni corti del concerto di Roedelius al Parenti

 

 

Guarda, da un lato potremmo essere pure contenti, ma sospetto che non accadrà come dici :P


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#29 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Moderatore del caso Filippo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 78268 Messaggi:

Inviato 25 May 2016 - 14:40 PM

 

in quella zona ci saranno più barbuti con i pantaloni corti del concerto di Roedelius al Parenti

 

 

Guarda, da un lato potremmo essere pure contenti,

 

immagino dal lato "pubblico numeroso"

 

scommetti che verrà più gente?


  • 0

 


#30 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 05 September 2016 - 15:43 PM

Primo di tre appuntamenti settembrini.

 

 

 

2rfvy28.jpg

 

 

plunge || atavia

 

THE EYE OF TIME live

RUINA live

H!U presents 'Tetide'

special guest LAPIS NIGER live drawing

 

venerdì 23 settembre 2016

Milano | Spazio Ligera

h. 22.00

 

 

 

Venerdì 23 settembre Plunge riparte dallo Spazio Ligera dopo la sosta estiva, inaugurando la sua seconda stagione con il primo di numerosi appuntamenti che si articoleranno sino all’Estate 2017. Atavia è una sfaccettata ricognizione sonora incentrata sull'idea del tempo antico, testimoniato unicamente da manufatti e documenti scritti, e in seguito dai rilievi scientifici della modernità. La serata è introdotta da un breve set di presentazione del nuovo album di H!U, progetto solista di Davide Sperandio, già protagonista di plunge || glow a Dicembre 2015. "Tetide" narra in forma di elettronica astratta la genesi della catena montuosa alpina, dove l'Oceano primordiale che intitola il disco va gradualmente ritraendosi sotto la spinta delle zolle tettoniche che formeranno i continenti.

A complemento della performance l’ospite speciale Lapis Niger (meglio conosciuto come Napo negli Uochi Toki) proietterà sullo schermo un disegno eseguito dal vivo.

A seguire si uniranno i membri del live act multimediale Ruina, tra musica recitazione e disegno: i testi d'ispirazione dantesca guidano attraverso sequenze in cui la voce narrante accentua l'effetto suggestivo di soundscape digitali apocalittici. Ospite d'onore e headliner dell'evento è The Eye Of Time, progetto del musicista francese Marc Euvrie: il suo linguaggio elettronico plasmato a partire dal drone-noise e dal sampling è un oscuro scrutare tra passato presente e futuro, il severo giudizio di Kronos sull'eterno ritorno e decadimento dell'umanità; solo rivelando i recessi più bui dello spazio-tempo essa può rialzarsi e tentare un nuovo inizio.

 

 

Info: https://plungearts.w...vents/23-09-16/


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#31 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 19 September 2016 - 11:24 AM

Piccolo update: si aggiunge alla serata di venerdì lo special guest LAPIS NIGER (Napo degli Uochi Toki) per live drawings durante il set di H!U.

 

 

14291805_1108585922510712_80327225732853

 

 

14355124_1108585892510715_85616385703929


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#32 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 23 September 2016 - 07:40 AM

Oh, stasera.

Tre live set al prezzo di (neanche) uno.

 

 


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#33 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 27 September 2016 - 14:06 PM

Questo venerdì a Masada. Prima incursione Plunge nella free impro.

 

 

 

1znx4c2.jpg

 
 
plunge presents
 
 
 
 
 
Venerdì 30 settembre, per il terzo appuntamento della sua seconda stagione, Plunge rinnova la collaborazione con Masada, per il primo di una lunga serie di appuntamenti durante il corso dei prossimi due anni. La collaborazione tra con il circolo milanese si arricchisce di una prima italiana con il live per piano solo della performer e compositrice francese Eve Risser. L’artista presenterà il set di “Des pas sur la neige”, sensazionale approdo nell’arte del pianoforte preparato, tecnica introdotta nel 1940 da John Cage. Risser sonda ogni potenzialità espressiva nell’agire tanto sulla tastiera quanto direttamente sulle corde, arrivando a creare ritmi e risonanze insoliti o addirittura alieni, in una forma quasi sinfonica capace di rivelare l’anima più nascosta di uno strumento eminentemente percussivo. 
 
In apertura di serata la performance del trio internazionale ZGB: formato da Dario Fariello (Italia) al sassofono, Mikael Szafirowski (Finlandia) alla chitarra elettrica e Alex Riva (Svizzera) ai fiati, il gruppo aggrega influenze e sonorità di varia natura in un’alchimia che supera i generi convenzionali e persino l’idea condivisa della musica, plasmando un “linguaggio dei suoni” in linea con le avanguardie del nostro tempo.
 
 
 
 
 

  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#34 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 12 October 2016 - 13:07 PM

14581378_1128869573815680_55800919464281

 

 

plunge || oxyde

 

JOHN CHANTLER live
GIANLUCA FAVARON / ANACLETO VITOLO present "Zolfo"


28.10.2016 | 22:00
Milano | Masada

Viale Carlo Espinasse 41

More info: http://bit.ly/2e5E5rw

 

 

 

Venerdì 28 ottobre Plunge torna al Circolo Masada con un ospite internazionale e due fra i protagonisti della scena elettronica italiana in un inedito live duo. L'occasione per il ritorno a Milano di John Chantler, australiano d'origine ma con base in Norvegia, è la pubblicazione del suo ultimo album “Which Way To Leave?”, uscito lo scorso agosto per la Room40 di Lawrence English, di cui è storico braccio destro. Un disco in cui il percorso del talentuoso sound artist giunge a un nuovo traguardo attraverso l’esplorazione delle potenzialità espressive dei synth modulari. Lo scenario frammentario e brulicante ottenuto da Chantler affonda le sue radici nella musique concrète del primo Novecento, legame rafforzato dall'utilizzo di materiali audio provenienti dagli Elektronmusikstudion Ems Stockholm. Ne risulta una sorprendente varietà di tessiture sonore e di scenari che da un'iniziale asprezza giungono a una dimensione puramente contemplativa.

In apertura di serata la live première di “Zolfo”, esordio discografico dell'inedito duo formato da Gianluca Favaron e Anacleto Vitolo – in precedenza già ospiti di Plunge, rispettivamente in 'Debris' (con Cristiano Deison) e 'Grain' (a nome AV-K) nella passata stagione. Rilasciato dalle etichette Manyfeetunder e Silentes - nuovo faro portante della ricerca elettronica italiana la prima, storico avamposto per le sonorità post-industriali del Belpaese la seconda - “Zolfo” è un'oscura e ibrida esplorazione materica che spazia dalla musica concreta al noise, dal glitch alla dark-ambient. Una prova estrema e immaginifica nella sua astrazione, che dà ulteriore conferma del rinnovato interesse delle nuove generazioni per la manipolazione diretta delle sorgenti sonore analogiche e digitali.

 

 

 

 

Bandcamp

 

 

 

 

Bandcamp


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#35 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 29 November 2016 - 08:42 AM

kbsnbl.jpg

 

 

AN ARCTIC DECADE
Glacial Movements
 10th Anniversary
one-day festival



RAPOON a/v live
PHILIPPE PETIT live
NETHERWORLD a/v live
ENRICO CONIGLIO live



22.12.2016 | 21:00
Milano | Masada
Viale Carlo Espinasse 41

 


More info:
http://bit.ly/2e5E5rw


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#36 Farzan

Farzan

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4677 Messaggi:
  • LocationPr

Inviato 01 December 2016 - 00:06 AM

Bello, sono anche in Italia magari vengo


  • 1

#37 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Moderatore del caso Filippo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 78268 Messaggi:

Inviato 01 December 2016 - 14:35 PM

Bello, sono anche in Italia magari vengo

 

Rapoon imperdibile


  • 0

 


#38 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 24 March 2017 - 16:47 PM

2eqgghd.jpg

 

 

More info soon.


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#39 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22387 Messaggi:

Inviato 24 April 2017 - 13:58 PM

Questo venerdì un nuovo showcase dedicato all'etichetta italiana Krysalisound, con quattro performance dal vivo.

 

 

17634754_1308515585851077_59949246831142

 

 

KRYSALISOUND Showcase

LYEF live
GIULIO ALDINUCCI live
DRAWING VIRTUAL GARDENS live
ROBERTO GALATI + FEDERICO MOSCONI live duo

28.04.2017 | 21:00

Milano | Masada | Viale Espinasse 41


More info:
https://plungearts.w...vents/28-04-17/

 



Venerdì 28 aprile Plunge ospita presso Masada il primo showcase di Krysalisound, etichetta divenuta negli ultimi due anni fra i principali punti di riferimento discografici per la ricerca musicale e sonora in Italia. L’evento prosegue nella direzione intrapresa da Plunge in questa sua seconda stagione, volta a dedicare spazi specifici alle etichette discografiche più rappresentative del panorama contemporaneo. Per l’occasione, sei fra gli artisti che hanno messo la loro firma sul catalogo della label presenteranno per la prima volta dal vivo e in esclusiva alcuni dei loro progetti più recenti ed inediti, in un susseguirsi di performance soliste e “dialoghi” live in duo.

Ad aprire la serata l’onirica performance di LYEF, duo costituito dal fondatore dell’etichetta Francis M. Gri (già esponente di punta della scena dark-wave e neoclassica nostrana con i progetti Apart e Revglow) e dalla vocalist Lilium, impegnati nel disegno di paesaggi sonori sospesi, attraverso l’interazione tra sound object, loop vocali, pianoforte e chitarra.
L’esibizione sarà unita in soluzione di continuità al live di GIULIO ALDINUCCI, nuovamente ospite di Plunge dopo il season ending dell’anno scorso con la curatela dell’installazione “Agoraphonia”. Nella prima fase della performance Aldinucci presenterà in anteprima assieme a Francis M. Gri alcuni estratti dall’album collaborativo di prossima uscita per KrysaliSound, per poi concentrarsi nella seconda parte in solo su quel mix di field recordings, effusioni armoniche e saturazioni drone-ambient che hanno reso il suo soundscaping tra i più peculiari a livello internazionale.
A seguire sarà la volta del live di DRAWING VIRTUAL GARDENS, il progetto solista di David Gutman (già metà dei Tropic of Coldness) in costante oscillazione tra delicatezza ambient e la free-form più inquieta, fresco di uscita dell’album “Heartbeats Of A Premature Image” (2016), vera e propria indagine fenomenologica sulla percezione emotiva del suono e il suo rapporto con l’immagine.
A concludere la serata l’incontro sul palco tra ROBERTO GALATI e FEDERICO MOSCONI, due veterani nell’ambito della musica atmosferica italiana: un dialogo tra le dilatazioni glaciali e le immersive riflessioni sonore del primo, e i variegati notturni per chitarra acustica e melodismo elettronico del secondo. Il concerto dei due, insieme per la prima volta su un palco in Italia, sarà registrato e pubblicato in autunno da KrysaliSound.


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq