Vai al contenuto


Foto
- - - - -

David Foster Wallace


  • Please log in to reply
331 replies to this topic

#41 dendrite

dendrite

    un tempo any01

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1915 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2009 - 15:49

tranquillo, Infinite Jest è enorme, ma si legge molto bene, devi solo entrare nell'idea che troverai descrizioni e periodi lunghissimi (che comunque alla fine si chiudono), ma non pallosi.
Anzi, ti dico quale sarà il divertimento: le note. Devi, devi assolutamente leggerle, sono fondamentali.
In bocca al lupo!
  • 0
La mia vita in vantablack

#42 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15433 Messaggi:

Inviato 05 novembre 2009 - 23:10

posto la recensione che ho scritto su anobii per La scopa del sistema   ;)


Lenore: « Be??, credo che non sia esattamente che la vita va raccontata anziché vissuta; è piuttosto che la vita è il suo racconto, e che in me non c??è niente che non sia o raccontato o raccontabile. Ma se è davvero così, allora che differenza c??è, perché vivere?
[?]
Nonna dice che mi dimostrerò che la vita è parole e nient??altro. Nonna dice che le parole possono creare e distruggere. Possono tutto. »


E' l'opera prima di un formidabile genio.
La creatività che David Foster Wallace dimostra a 24 anni ha un che di mostruoso. Wallace, appena uscito dall'università, scrive un libro (verosimilmente assai autobiografico) e crea un suo stile e un suo sistema narrativo, che verte sull'importanza della narrazione, delle storie, della comunicazione umana, e di come le parole rappresentino il baluardo della nostra umanità, della vita, al contempo anche un grande limite. Da sottolineare alcuni passaggi fenomenali, come la prima parte del cap. 8, che sono puro gioco metalinguistico.
Percorso da una vena ironica beffarda e amara, "La scopa del sistema" rappresenta un mirabile esempio di commedia umana moderna: caotica, confusa, instabile, alla perenne ricerca della felicità, inconcludente.
E chi se ne frega se è imperfetto, a tratti verboso e autocompiaciuto, Wallace è morto l'anno scorso e so già che la sua penna fluviale mi mancherà.

Jay: «?come mai è così ossessionata dall??idea che la gente racconti le sue cose? Raccontarle equivale a sottrargliene il controllo? »
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#43 Hal Incandenza

Hal Incandenza

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 101 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2009 - 19:28

bene bene bene, è l'unico libro di DFW che non ho letto, e già comincio a sbavare come un cane di pavlov?
  • 0

#44 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7349 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2009 - 19:51

bene bene bene, è l'unico libro di DFW che non ho letto, e già comincio a sbavare come un cane di pavlov?


Cazzo è splendido, anche se chissà, letto per ultimo anzichè per primo non ho idea di che effetto possa fare.
  • 0

#45 Hal Incandenza

Hal Incandenza

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 101 Messaggi:

Inviato 19 novembre 2009 - 14:45


bene bene bene, è l'unico libro di DFW che non ho letto, e già comincio a sbavare come un cane di pavlov?


Cazzo è splendido, anche se chissà, letto per ultimo anzichè per primo non ho idea di che effetto possa fare.






eh lo so... bho, riferirò.

  • 0

#46 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21192 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 19 novembre 2009 - 16:08

Io, intanto, sono a metà di Infinite Jest.
Dalle cose che avevo letto, mi aspettavo un testo tremendamente ostico, invece si legge anche con grande piacere.
  • 0

#47 kida1984

kida1984

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3262 Messaggi:

Inviato 19 novembre 2009 - 23:18

Sono al secondo capitolo de "La scopa del sistema", compatibilmente a tutto il resto vorrei gustarmelo in fretta, poi passerò certamente agli altri... Dire che Wallace mi incuriosisce è poco...
  • 0

#48 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21192 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 30 novembre 2009 - 09:52

Ho terminato l'avventura Infinite Jest. Che dire: opera straordinaria, la cui densità narrativa mi ha spesso lasciato a bocca aperta. A tratti, sembrava quasi che l'autore fosse stato completamente annientato e che il romanzo avesse incominciato ad auto-generarsi, inghiottendo e risputanto la trama, in una frammentazione di storie davvero eccitante. Alla fine dell'ultima pagina, quasi automaticamente ho fatto un salto di 1178 pagine e stavo per ricominciare da capo, come se niente fosse.
Uno dei romanzi più grandi che abbia mai letto. DF Wallace, mito.
  • 0

#49 kebab

kebab

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3631 Messaggi:

Inviato 04 dicembre 2009 - 13:20

Non riesco a togliermi dalla mente la frase: "Il pavimento è così freddo da far male ai piedi".
  • 0

#50 iancurtis80

iancurtis80

    mainstream Star

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2104 Messaggi:
  • LocationPratola Peligna (AQ)

Inviato 11 dicembre 2009 - 10:44

http://www.newyorker...currentPage=all
  • 0

#51 Hal Incandenza

Hal Incandenza

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 101 Messaggi:

Inviato 12 dicembre 2009 - 20:34

http://www.newyorker...currentPage=all




bhe, grazie!
  • 0

#52 inss

inss

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 185 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2010 - 08:34

Dopo non aver letto niente per mesi (qua a Shanghai è abbastanza difficile trovare roba in inglese figuriamoci in italiano) la mia morosa mi ha portato per Natale IJ in lingua originale. Be' che dire, fantastico, due anni fa lo lessi in italiano e mi fulminò. Non è per tirarsela ma mi sembra che sia una di quella che opere che DEVONO essere rilette in lingua originale per apprezzare appieno l'infinita varietà di registri e di lessici. Rileggere quel breve passo riguardante Wardine a inizio libro mi mette i brividi, è assolutamente terrorizzante:

But I think Roy Tony gone kill Reginald if Reginald go. I think Roy Tony gone kill Reginald, and then Wardine momma beat Wardine to death with a hanger. And then nobody know except me. And I am gone have a child.

L'avevo pensato due anni fa, lo penso ancora adesso: IJ è il più importante romanzo degli ultimi venti anni, probabilmente tra le opere più significative del secolo.
  • 0

#53 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4535 Messaggi:

Inviato 20 aprile 2010 - 11:44

Visto quello che sarebbe successo di lì a poco quando l??ho letto mi è venuto un mezzo brivido:
In poche ore, un membro del pubblico di questa stazione radio, accasciato e con lo sguardo vitreo, può sentire réclame sia registrate che lette dal vivo della Green Light Financial, HMS Capital, Home Field Financial, Benchmark Lending. Prestiti ipotecari, ammortizzazione negativa, tariffe personalizzate, tassi di interesse, intermediatori finanziari...
Da dove vengono tutte queste aziende? Cosa faceva questa gente cinque anni fa? Per quale motivo quello di KFI è visto come un pubblico così spiccatamente maturo e pronto per il rifinanziamento?
Betterloans.com, lendingtree.com, Union Bank of California, e così via all'infinito.


Da Commentatore (2005).

Ho finito di leggere parte della saggistica di DFW: Considera l'aragosta, Una cosa divertente... e Tennis, tv, trigonometria e tornado (più l??articolo su Federer) e non ha mai finito di stupirmi per la sovrumana capacità di osservazione e di trovare punti di vista personali e alternativi.
Nei saggi DFW è riuscito a coinvolgermi e ad appassionarmi sia nei reportage in diretta (godibili e ironici, ma mai superficiali, gratuiti o cinici, anzi ad esempio quello sulla fiera statale dell??Illinois tra maiali, aste di vacche da macello, giostrai volgari e gente attratta ma magliette con scritte idiote, è profondamente umano e commovente, lo stesso dicasi per la crociera ai Caraibi dove non cade mai in facili e invitanti prese in giro, o ancora la campagna elettorale di McCain, il talk show radiofonico conservatore/reazionario da cui è preso il frammento riportato sopra e i divertentissimi oscar del cinema porno), sia, e qui è molto più difficile, negli articolo/recensione/saggio in differita (scritti quali Autorità e uso della lingua, una recensione di un manuale d??uso di grammatica inglese di 120 pagine che tocca argomenti quali la distinzione in classi sociali per linguaggio, l??inglese nero, i linguisti descrittivi vs prescrittivi, è roba definitiva).

Ossia, ok Infinite Jest ma non sottovalutate questi qui.
  • 0

#54 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20020 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 04 giugno 2010 - 09:34

Finito La scopa del sistema, bellobello  ;D
http://www.anobii.com/pierocalos/books
  • 0

#55 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11624 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2010 - 10:52

Finito La scopa del sistema, bellobello   ;D
http://www.anobii.com/pierocalos/books


Bello davvero! Io l'ho letto subito dopo Infinite Jest ed è stato un ottimo "disimpegno"...
(Tra le altre cose il dialogo a tre al ristorante tra Lenore, il suo "uomo" e Mr. Bombardini è da antologia comico-filosofica...)
  • 0
A chemistry of commotion and style

#56 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11509 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2010 - 12:07

Ah, ma è morto! Ecco perché è così famoso.  asd

Oggi fanno il 30% in libreria, magari mi decido a comprare qualcosa.  ;)
  • 0

#57 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15433 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2010 - 12:27

Finito La scopa del sistema, bellobello   ;D
http://www.anobii.com/pierocalos/books


ma certo che è stata la bisnonna di Lenore! O_O
gran libro :-*
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#58 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11624 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2010 - 12:45

Io sto facendo parecchia fatica con OBLIO, molto, troppo macchinoso e anche un po' scontato nei suoi meccanismi narrativi*. Ho come l'impressione che dopo il monumentale INFINITE JEST Wallace sia entrato in un'impasse. Già BREVI INTERVISTE CON UOMINI SCHIFOSI (che comunque voglio rileggere) mi aveva lasciato un po' perplesso per quanto concerne i racconti "veri e propri", mentre le interviste sono una vetta assoluta, probabilmente la cosa più cinica, spietata e disincantata che Wallace abbia scritto...

* Però c'è Caro Vecchio Neon che da solo vale l'intera raccolta. Praticamente "L'Uomo del Sottosuolo" secondo Wallace e anche una sorta di lettera dall'aldilà che col senno di poi non può non apparire inquietante...
  • 0
A chemistry of commotion and style

#59 kida1984

kida1984

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3262 Messaggi:

Inviato 06 giugno 2010 - 00:16

Ho mollato Infinite Jest, spero di riuscire a riprenderlo più avanti...
  • 0

#60 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23112 Messaggi:

Inviato 06 giugno 2010 - 09:39

Io sto facendo parecchia fatica con OBLIO, molto, troppo macchinoso e anche un po' scontato nei suoi meccanismi narrativi*.


Ma come "macchinoso"? Ma come "scontato"?
Io trovo che, di fronte ad ogni suo racconto/romanzo breve, quando credi di aver capito il gioco di Wallace, lui riesce sempre e comunque a sconvolgere la tua percezione di ciò che racconta, attraverso manovre stilistico-narrative inaspettate.

Io ad esempio ricordo bene nel racconto "Oblio" l'uso volutamente spropositato delle <<virgolette>>, che davano ad ogni frase un tono tutto particolare, come di <<già sentito>>, di <<modo di dire scontato>>. A lungo andare mi ha comunicato tutto un senso di vita già vissuta, già "masticata" e sostanzialmente tediosa. Sono degli accorgimenti, quelli di Wallace, che in qualche modo ti fanno sempre vivere nella testa del/i protagonista/i.

Pensa anche a "Un altro pioniere". Volendo il racconto principale è anche molto semplice, quasi una leggenda aborigena di poco conto. Eppure DFW, non contento, la fa passare attraverso più narratori: il narratore principale, che parla al suo interlocutore, gli racconta di aver sentito questa storia da un tizio in aereo, che a sua volta la raccontava ad un suo compagno di viaggio. Perciò, oltre al racconto-leggenda, il lettore deve passare in mezzo alle diverse percezioni, impressioni dei vari parlanti, più o meno certi di quel che raccontano.
Ovviamente è difficile da spiegare a parole, per chi non lo ha letto. Ma il risultato, ve lo assicuro, è come sempre un dinamismo inarrestabile, che ti incolla lì, ti fa aderire totalmente agli sghembi meccanismi narrativi di Wallace.


Ieri ho comprato "La Scopa del Sistema", per questa estate.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq