Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Solitunes Record


  • Please log in to reply
9 replies to this topic

#1 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 4853 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2015 - 18:39

Volevo chiedere nella sezione moderatori la legittimità di aprire questo thread... ma laggiù è un carnaio che ho paura. 

Quindi lo apro e poi se si deve chiudere si chiuderà.

 

Mi sembra sempre un po' un problema perché anche se molto molto marginalmente c'entro pure io con la Solitunes, nel senso che ho dato una mano per le copertine dei dischi... ma più che altro i primi tre musicisti sono amici miei. Però 'sticazzi, son bravi e io ne parlo.

 

In pratica c'è quest'etichetta che fa uscire solo dischi in solo. E sono a tre uscite, due di contrabbasso e uno di chitarra. Hanno un sito dove si può sentire qualcosa... e ci son anche delle cose su youtube.

 

Stefano Risso è un musicista strepitoso e ho avuto pure la fortuna di farci un concerto insieme, le sue improvvisazioni e la musica residua... per dire:

 

 

Federico Marchesano, io gli voglio bene... e vorrei suonare insieme a lui almeno una volta.

 

 

 Enrico Negro, teoricamente quello che mi sarebbe più lontano, perché la chitarra sola non m'è mai piaciuta e invece...

 

https://www.youtube.com/watch?v=XX7gaWm_tXw

 

 

Poi boh, non so se interessa... ma secondo me son bravi parecchio. E l'idea dell'etichetta è molto bella...


  • 2

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#2 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2114 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2015 - 20:16

Interessante, ora sono dai miei,  spero di ricordarmi domani di dare un'ascoltatina. :) 


  • 0

#3 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 4853 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2016 - 20:11

In uscita il nuovo disco della Solitunes, davvero figo... tutt'altra direzione.

Il teaser:

 


  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#4 ravel

ravel

    mon cœur est rouge

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2028 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2016 - 15:35

 

 Enrico Negro, teoricamente quello che mi sarebbe più lontano, perché la chitarra sola non m'è mai piaciuta e invece...

 

 

Poi boh, non so se interessa... ma secondo me son bravi parecchio. E l'idea dell'etichetta è molto bella...

 

A me invece la chitarra sola (acustica soprattutto) è sempre piaciuta molto, ma questo mi pare un po' una lagna, se devo essere sincero (ne ho sentiti anche altri suoi, su YT).

Soprattutto se penso ad altri artisti che pure si cimentano o si sono cimentati con questa forma.

 

Concordo invece sull'idea che l'idea dell'etichetta sia buona. Anche se - è una banalità dirlo - "pericolosa", perché in "solo" non puoi vendere fuffa tanto facilmente: o hai qualcosa da dire o se no affondi rapidamente.


  • 0

"Ciò che l'uomo può essere per l'uomo non si esaurisce in forme comprensibili".
(k. jaspers)

 

Moriremotuttista


#5 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 4853 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2016 - 14:30

Beh, sulla pericolosità dell'etichetta di solo direi che siamo d'accordo.

Però vero che con quello di Bruna si cambia parecchio, anche concettualmente, visto che lui è da solo ma suona parecchi strumenti.

Se esce qualche video li posto qui. 


  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#6 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 4853 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2016 - 09:38

Intanto ondarock ha recensito due dischi...

 

http://www.ondarock....runa_sunset.htm

 

http://www.ondarock....heinnerbass.htm


  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#7 valeriodonofrio

valeriodonofrio

    Valerio

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStelletta
  • 438 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2016 - 17:42

Concordate con le recensioni?


  • 0

#8 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 4853 Messaggi:

Inviato 10 settembre 2016 - 08:42

Mi pare tu abbia ben descritto entrambi i dischi. Sarei stato un po' più generoso con quello di Bruna, perché sul lungo l'ho amato molto

Ovviamente avendoci lavorato io a quei dischi voglio bene. 

Però ben fatto.

 

Ti consiglio allora anche l'altro disco di contrabbasso solo. Così fai il confronto con quello di Marchesano. Che hanno due approcci lontanissimi allo stesso strumento.


  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#9 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 4853 Messaggi:

Inviato 29 maggio 2017 - 19:04

Su Jazzit di questo mese noi di Solitunes ci siamo in un'intervista e in un cd allegato che abbiamo prodotto. Una roba mezza esperienziale e mezza di improvvisazione. Un esperimento molto figo che abbiamo messo su l'anno scorso.

 

Molto bello.

18740474_10158655196160648_4223925595877

18740574_10158655196235648_6508749367745


  • 2

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#10 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 4853 Messaggi:

Inviato 22 agosto 2017 - 16:53

Proseguo con l'autopromozione.

Triplice uscita Solitunes. 

 

Andrea Ayassot - Melodiching

 

solitunes_m_ayace.jpg

 

Non so bene descriverlo, se non rubando le parole di Ayassot stesso: "In anni più recenti ho indagato un mondo di possibilità ritmiche parallelo e corrispondente a quello degli intervalli melodici e armonici.

‘Melodiching’ , però, è stata invece una bella occasione di fare un inventario di melodie (a prescindere dalle infinite possibilità espressive!), ognuna delle quali suggerisce un mondo intero di possibili ‘canzoni’. Sono raga hindustani, modi peculiari di qualche tradizione, aree intervallari (così le ha chiamate Franco D’Andrea)  o appunti personali."
 
Insomma 64 tracce ondivaghe e ipnotiche. Disco che riappacifica i sensi.
 
 
Andrea Valle - Ultraxy
 
solitunes_m_valle.jpg
 
Musica di computer ma non fredda come uno potrebbe pensare. Non c'è pace in questo disco martellante di macchine programmate e algoritmi. Una grande mente musicale secondo me. 
 
Qui il video dove si intuisce come abbiamo fatto le 200 copertine diverse, con una preview della musica.
 
 
 
Daniele Colombo - Marshall Fine Rock Etudes op 114 for Unaccompained Viola
 
colombo-pdf.jpg
 
Colombo riprende gli studi del compositore Marshall Fine, dodici "esercizi" dal più facile al più difficile reinvenzioni da Elvis Presley a Stevie Wonder, passando per i Doors e i e i Soundgarden. Per dare un'idea, le note scritte da Fine (deceduto nel 2014):
1. Big Hunk of Love. Elvis Presley’s original strophic form (6 verses) is compressed into a small rondo form, of which the second episode is expanded and made to modulate down by minor thirds. (C major)
2. The Crystal Ship. The Doors’ original ABA form is retained, but the middle section is expanded and modulates upward through A minor and C-sharp minor. (F minor)
3. I’m Your Puppet. The song is redone entirely in pizzicato, with back-and-forth strumming, left-hand pizzicato, and even rasgueado included. Its break section is repeated and expanded into a four-voice fugato. (B-flat major)
4. Midnight at the Oasis. I compressed this song into a brief study in bowing dexterity, transforming the chorus into the middle section of an ABA form. (E-flat major)
5. Black Hole Sun. I actually combines Soundgarden’s hit (expressing my own depressed state) with a double-time middle section based on the TV cartoon series Space Ghost (whose power bands were said to draw energy from black holes). The texture recalls somewhat the Prelude from the Bach Cello Suite #4, with a wealth of polyphonic voicing. (A-flat major)
6. Sunshine Superman. Donovan Leitch’s early hit is converted into a study in legato playing, written out in two canonic voices. In the middle section it abruptly changes style and indulges one of my favorite devices, developing Donovan’s theme by interval expansion. (C-sharp major)
7. Immigrant Song. This is my satiric reply to a snub by the Boston Symphony Orchestra (judging by its subtitle “Die Ansell-Ausfall”). The original strophic form is overhauled into a sonata-form seething with fury from Shostakovichian intonations and quotes from the audition repertoire which are violently disfigured and marked with sarcastic interpretive directions such as antibrahminoso, telemaikovskiando, and estatenotturnospasmiando. (F-sharp minor)
8. Sixteen Tons. Tennessee Ernie Ford’s hit is converted into a phantasmal scherzo and trio, a study in spiccato and jeté bowing. Its trio is actually based very loosely on Napoleon XIV’s “talked” hit They’re Coming to Take Me Away. Could this combination of themes reflect my denunciation of society driving people insane. (B minor)
9. Sympathy for the Devil. The Rolling Stones hit, instead of remaining in E, is converted into a moto-perpetuo that cycles through the keys, a modulation accomplished by a bridging tone-row itself designed to modulate along the circle of fifths. This is undoubtedly the most outrageously difficult etude of the cycle. I’m not saying who my “devil” is, but I obviously have no sympathy for him here. (E major)
10. My God. This may be my official declaration of atheism. I made over Jethro Tull’s original and complex song-form into a fully worked-out sonata-form, in which the chorus serves as second theme, and the bariolage figures from the opening guitar solo are developed and expanded. (A minor)
11. Ohio. It was made for (and played privately at) the reunion of a select group from the Devereux School, where I attended Jr. High School and High School. I gave the public premiere, as a solo dance piece with choreography by Memphis dance teacher Karen Zissoff, on December 12, 2008. Ohio was my response to 9/11 and the ensuing Iraq-Afghan war I have changed the climactic words of the song (in my mind) to “All dead in Babylon.” As in My God, I converted the chorus into the second theme of a sonata form, and included a fully worked-out fugue on Neil Young’s theme in the development section. (D minor)
12. Wonder-Variations (Passacaglia and Fugue) is by far the most radical transformation of a song in the cycle. It is an immense structure of 26 variations on the chorus of Stevie Wonder’s Livin’ For the City. I was thinking along the lines of the Hindemith op. 31 #4 or the final passacaglia of op. 11 #5 final passacaglia. It is in five sections (the second in strict inversion) and includes a fugue and cyclic recalls of most of the earlier etudes. The verse of Wonder’s song (set in counterpoint to the theme) is retained as coda. (G major)
 
 
 
 
 
Tutto si trova sul bandcamp di Solitunes https://solitunesrecords.bandcamp.com/
 
 

  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq