Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Edizioni, Traduzioni, Aneddoti, Curiosità: La Quarta Di Copertina Della Letteratura


  • Please log in to reply
121 replies to this topic

#1 Leeeo

Leeeo

    nazi-core

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 26 luglio 2015 - 21:24

Banalmente la discussione vorrebbe risolvere quesiti che attanagliano l'ingrata vita del lettore e che l'internet non riesce a risolvere, tipo:

- Qual è la migliore edizione italiana de la recherche?

- Se volessi diventare un Tolstoj, quali libri dovrei leggermi?

- E Céline quali autori sognava la notte?

Oltre ad aneddoti, come l'avversione di Conrad per Dostoevskij, segnalazioni di nuove uscite e traduzioni aggiornate, compleanni (auguri Aldous!), siti su cui pescare buone cose.

Ci siamo capiti insomma.

Ovviamente si richiede la collaborazione di tutti, ben sapendo che ogni istante impiegato per aiutare un amico o rendere edotto il pubblico, oltre a migliorare sensibilmente la qualità della vita dell'intera popolazione mondiale, ci fa guadagnare posizioni in Paradiso.


  • 5

"Скучно на этом свете, господа!"

RYM RYM RYM

ANOBII ANOBII


#2 Leeeo

Leeeo

    nazi-core

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 26 luglio 2015 - 21:31

Dato che oggi è il compleanno di Aldous Huxley, per ben festeggiarlo è appena uscita la nuova edizione, con nuova traduzione (la prima e unica risale al millenovecentotrentatre, grazie Mondadori), di Brave New World, coraggiosamente intitolata Prode Mondo Nuovo, edito da Massari. Qua il link. Peccato per la copertina...


  • 0

"Скучно на этом свете, господа!"

RYM RYM RYM

ANOBII ANOBII


#3 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6437 Messaggi:

Inviato 28 luglio 2015 - 08:43

Io avrei una domanda: qual è la migliore edizione de "La montagna incantata"?

E poi, che caratteristiche peculiari ha l'edizione mondadori "La montagna magica".


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#4 Leeeo

Leeeo

    nazi-core

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 28 luglio 2015 - 21:00

Io avrei una domanda: qual è la migliore edizione de "La montagna incantata"?

E poi, che caratteristiche peculiari ha l'edizione mondadori "La montagna magica".

Ecco, qua sotto l'originale tedesco della parte iniziale del primo capitolo

 

Spoiler

 

Qua la stessa parte, ovviamente, nelle tre traduzioni italiane

 

Bice Giachetti-Sorteni, 1932

Spoiler

 

Ervino Pocar, 1965

Spoiler

 

 

Renata Colorni, 2010

Spoiler

 

Ringraziando il sito di germanistica.net per la preziosa collaborazione, ché andare a fare foto in biblioteca è sempre sfiancante, attendiamo il tedesco di turno che ci dia consiglio a riguardo. YBV ci sei?


  • 3

"Скучно на этом свете, господа!"

RYM RYM RYM

ANOBII ANOBII


#5 Reynard

Reynard

    segno zodiacale: salamandra ascendente testadicazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9669 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 28 luglio 2015 - 21:17

Io l'ho letto nell'edizione Corbaccio, ma così dalle prime battute la più recente mi piace di più.


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#6 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6779 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 06:56

Io chiedo ulteriore conferma (mi sembrava di averlo già fatto, ma l´età avanza, e non sono sicuro dell´edizione) che questo libro contenga il testo originale (fracese o inglese) a fronte.

 

Grazie.

 

p.s.: bello fare i confronti delle varie traduzioni, per quanto il mio tedesco me lo possa permettere. Grazie Leeeo.


  • 0

#7 Leeeo

Leeeo

    nazi-core

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 11:40

Io chiedo ulteriore conferma (mi sembrava di averlo già fatto, ma l´età avanza, e non sono sicuro dell´edizione) che questo libro contenga il testo originale (fracese o inglese) a fronte.

 

Grazie.

 

p.s.: bello fare i confronti delle varie traduzioni, per quanto il mio tedesco me lo possa permettere. Grazie Leeeo.

 

Ecco, grosso del lavoro vorrei che si svolgesse su quel lato, in modo da avere finalmente un riferimento per chi dovesse scegliere un libro tradotto e non sa da che parte guardare. Nel caso metto una lista nel primo messaggio della discussione dove inserire man mano le edizioni migliori scelte dagli scrupolosi lettori di Ondarock.

Se poi hai una settimana di tempo ho visto che il Beckett che cerchi c'è in biblioteca. Posso darci un'occhiata quando passo a fare spesa e poi risponderti.


  • 1

"Скучно на этом свете, господа!"

RYM RYM RYM

ANOBII ANOBII


#8 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6779 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 12:44

Certo che ho tempo, gentilissimo.


  • 0

#9 atlas

atlas

    perinde ac cadaver

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7426 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 14:16

va beh, non penso dobbiate impazzirci dietro, ché la traduzione perfetta non esiste. l'unico criterio di scelta possibile e accettabile è la bellezza della copertina.
  • 1

#10 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6779 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 14:33

La traduzione perfetta non esiste, ma ci sono quelle pessime.

 

Avevo già citato quella di Cuore di tenebra che mi era capitata, anzi ne metto qui gli estremi:
Einaudi, collana Gli struzzi 357, traduttore Alberto Rossi.
"Quale orrore, quale orrore" (sic)
 
Ah, aggiungo quella de L´innominabile nell´unica versione italiana che conosco (ormai fuori catalogo), quella della trilogia dell´Einaudi (questa). Qui la cosa è più delicata, ma ricordo alcuni passaggi stonati, compreso il famoso "il faut continuer, je ne peux pas continuer, je vais continuer"


  • 0

#11 atlas

atlas

    perinde ac cadaver

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7426 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 15:03

un lettore forte, forte abbastanza da lamentarsi della qualità di un testo tradotto ma non abbastanza da fare uno sforzo in più e tentare di attingere dall'originale (inglese, per di più: andiamo), merita tutte le pessime traduzioni di questo mondo.

naturalmente le operazioni di traduzione poi vanno contestualizzate nel contesto storico, culturale e linguistico da cui scaturiscono. sotto il fascismo, poi, apriti cielo: permettere a una lingua straniera di contaminare l'andamento sintattica dell'italiano era assouto tabù, con delle conseguenze: 1) non ti pubblicavano 2) gli intellettuali di regime ti calunniavano 3) la carriera se ne andava. in pochi potevano permettersi di agire diversamente (pavese poi si buscò il confino) e spesso le loro operazioni avevano carattere eversivo.

che poi, ecco, se oggi leggete certe cose la colpa non è di chi le ha scritte a suo tempo, ma semmai di chi ancora le pubblica. in tutto ciò non è che io non legga traduzioni, anzi (la tradizione poi ha un innegabile valore divulgativo). però riconosco il mio fallimento e non mi lamento.

scusate, torno a bomba in topic: la canaglia di vittorini spacciava per proprie traduzioni che gli forniva una tizia. quando le chiedeva una nuova traduzione, si scusava del fatto che nel testo non ci fosse alcuna menzione a collaboratori/aiutanti giustificandosi con un NON HO AVUTO IL TEMPO DI SEGNALARLA ALL'EDITORE; AMICI COME PRIMA? (mentre il tempo per ringraziare mario praz lo trovava).

p.s. di tutti mi lamenterei meno che di tagliaferri (ottima anche l'introduzione, a proposito).
  • 0

#12 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6779 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 15:06

Ok, faccio mea culpa, è che magari mi capita (come nel caso di Cuore di tenebra) di trovarlo a 1 euro in bancarella o nella libreria dei miei. E poi di leggerlo.

Per quanto riguarda Beckett invece, la mia conoscenza del francese è nulla, quindi niente, baso le mie (parziali) lamentele su singole frasi o sulla traduzione in inglese che dovrebbe essere curata (o fatta del tutto?) dallo stesso Beckett. Però anche lí, insomma, non nego che a volte per pigrizia/comodità/rapidità (in realtá non è il caso di Beckett, ma) preferisco l´italiano.

E non me ne lamento quasi mai, tranne nei casi eclatanti*.

 

*che come hai detto spesso hanno ragioni storiche, ma cani gli editori che le ripubblicano 100 anni dopo e/o a volte non ne esistono proprio traduzioni recenti.


  • 0

#13 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21877 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 15:23

ma dai, che la traduzione sia pessima si può capire anche non avendo una padronanza della lingua da poter leggere (agevolemente) l'originale.


  • 1

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#14 Leeeo

Leeeo

    nazi-core

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 15:40

un lettore forte, forte abbastanza da lamentarsi della qualità di un testo tradotto ma non abbastanza da fare uno sforzo in più e tentare di attingere dall'originale (inglese, per di più: andiamo), merita tutte le pessime traduzioni di questo mondo.

Mah, non sono d'accordo. Quando mi siedo e leggo un libro l'ultima cosa che vorrei fare è dover prendere ad ogni riga il quattro chili di dizionario e andarmi a trovare la parola, perdendo ritmo, gusto, piacere.

Ovviamente si perde qualcosa, ma per assaporare chessò Joyce uno dovrebbe essere irlandese, meglio dublinese, letterato, nato alla fine dell'Ottocento, saperne di religione, latino, poesia e via avanti. La traduzione credo sia quindi l'ultima cosa.

E non credo nemmeno che una traduzione valga l'altra: ti becchi di quelle cose da atti osceni in luogo pubblico, con gente che ti infila avverbi, virgole, aggettivi in ogni dove, manco si dovesse rendere in bell'italiano aulico qualsiasi dialogo da bar.

 

Cuore di tenebra, ovviamente, lo facciamo prima o poi...


  • 1

"Скучно на этом свете, господа!"

RYM RYM RYM

ANOBII ANOBII


#15 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 29 luglio 2015 - 16:35

Qualcuno può darmi raggugli sulla migliore traduzione di Alice nel paese delle meraviglie? In mano ho la versione di Milli Graffi, ma qualche giorno fa ho sentito Aldo Busi che leggeva la sua alla radio, e non sembrava male. O meglio buttarsi direttamente sull'originale?


  • 0

#16 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6779 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2015 - 20:30

Non so il tuo livello di inglese, ma Alice mi sembra uno di quei casi in cui l'originale merita molto (le filastrocche, anche l'impatto visivo) e allo stesso tempo è abbastanza facile.


  • 0

#17 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 29 luglio 2015 - 22:33

Non so il tuo livello di inglese, ma Alice mi sembra uno di quei casi in cui l'originale merita molto (le filastrocche, anche l'impatto visivo) e allo stesso tempo è abbastanza facile.

 

 

Livello medio\buono, tipo leggo tranquillamente il Times, ma quando ho provato con romanzi ottocenteschi non ce l'ho fatta :(


  • 0

#18 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6779 Messaggi:

Inviato 30 luglio 2015 - 07:05

Se hai dubbi, questo ha il testo inglese a fronte (per me, quando possibile è la soluzione ottimale: leggo in lingua e controllo l´italiano solo quando necessario, al posto di un vocabolario o altro; tra l´altro mi permette anche di controllare estemporaneamente certe scelte di traduzione particolari di cui magari sono curioso).


  • 0

#19 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21877 Messaggi:

Inviato 30 luglio 2015 - 07:24

Un Kindle che ha dizionario incorporato? :P
  • 1

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#20 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7476 Messaggi:

Inviato 30 luglio 2015 - 07:53

Lo stato dell'editoria italiana ridotta agli stracci fa sì che spesso è già tanto averle le traduzioni...

Le cose andrebbero fatte in una certa maniera: cioè traduzione, poi revisione di un corettore/traduttore, poi revisione almeno a doppio giro in italiano. Non si fa mai: so di casi di guide turistiche famosissime dove la fogliazione del totale delle pagine inglese doveva essere uguale a quella dell'italiano e, per far tornare il totale pagine, spesso si tagliavano a secco pezzi di traduzione. Inoltre non si faceva alcun riscontro, manco degli indici. Potete immaginare la gioia di quando uno nell'indice finale si trova tutte, dico tutte, le indicazioni di pagina errate.

 

Insomma: se tagli tutto e paghi una miseria il risultato è poi estremamente misero.

 

Detto questo: fare il traduttore è compito arduo, in particolare sulla narrativa, ancora peggio nella poesia. Devi sapere la lingua, avere vasta cultura personale, sull'autore, conoscere un po' di letture critiche ecc. Se ti pagano una miseria a cartella è ovvio che tu tagli a mozzo. Detto questo è anche vero che spessissimo si trovano degli orrori che si capiscono essere tali pure in italiano*...

 

Sul fronte lettore: non c'è alcun dubbio che l'ideale sarebbe la lingua originale, cosa indispensabile nella poesia dove le edizioni senza testo a fronte non andrebbero nemmeno considerate. Nella narrativa contano tutti i dubbi sopra esposti dagli altri: non solo il livello di personale conoscenza delle lingue (per quanto mi riguarda mediocre, purtroppo) ma anche la tipologia della lingua di partenza, lo stile dell'autore, i differenti registri, la lingua di 2-3 secoli prima ecc. sono tutte cose che spessissimo rendono estremamente arduo leggere nella lingua "non tua".

 

* Non è un orrore ma quando lo trovo mi fa sempre sorridere. Io che sono (ex) rugbysta mi ritrovo in ogni romanzo americano tra inizio Novecento e fine anni Settanta il football tradotto con rugby o peggio ancora "calcio". Spesso ci sono paginate comiche in questo senso...


  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq