Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Jurassic World (Trevorrow, 2015)


  • Please log in to reply
175 replies to this topic

#1 John Trent

John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1358 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 08 gennaio 2015 - 13:26

Per chi è stato bambino negli anni '90 l'uscita al cinema di Jurassic Park è stato come vedere un sogno avverarsi davanti ai propri occhi.
Il 12 Giugno 2015 uscirà il quarto capitolo, ecco il trailer:



L'idea è semplicissima ma intrigante, strano non l'abbiano sfruttata prima: immaginare il parco di Isla Nublar (l'immaginaria isola al largo della Costa Rica) concluso e finalmente aperto al pubblico. Più gente nel parco, più prede da divorare. Certo pare il classico Blockbuster contemporaneo, attori-faccia da culo, effetti in cgi ovunque con effetto Playstation (dai facciamo 4), sperando che la post produzione non sia conclusa, violenza e suspense limitate per non incorrere in divieti, regista anonimo pseudo indie.
Però vabbe', dinosauri su grande schermo, voglio crederci!

Il topic è una scusa anche per parlare dei primi tre film, in particolare i primi due capitoli diretti da Spielberg e dei libri di Crichton.

Via!
  • 8

#2 maelstrom

maelstrom

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2106 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 13:31

Sembra il trailer di un film della Asylum


  • 0

#3 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 08 gennaio 2015 - 13:34

Fico!


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#4 M83

M83

    we own the sky

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6889 Messaggi:
  • LocationOn a White Lake, Near a Green Mountain

Inviato 08 gennaio 2015 - 13:47

riesco a malapena a reggere il primo , figurarsi gli altri.


  • 0

*lastfm*

 

 Hi-Fi System

 

- Pioneer Sa-510

- Sony PS-212

- Kenwood  KX-3080

- Akai CS-M02

- Pioneer CT 737 Mark II

- Technics  Sl-Pj28A

 


#5 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3875 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 14:21

ho visto il primo al cinema che avevo 15 anni. mi ha fatto gia vomitare allora.


  • 0

#6 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3463 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 14:28

su jurassic world mi autoquoto dal topic sui franchise

 


jurassic park 3 era del 2001: non sono di certo passati due giorni. i dinosauri di spielberg sono stati i padri di tutti i mostri e creature in CGI che dal 1993 in poi hanno affollato il cinema, oggi più che mai. chissà se hanno fatto il loro tempo o se hanno ancora qualche opportunità di sbancare la concorrenza?
 
il 12 giugno 2015 per avere la risposta

 

come tu stesso suggerisci john, l'idea migliore mi sembra essere proprio quella del parco. per il resto non sono proprio fiduciosissimo ma ovviamente andrò a vederlo

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

a proposito invece dei film di spielberg, in particolare il mitico primo jurassic park (il terzo non lo considero neanche), eccoti due righe

 

jurassic-park-t-rex-img.jpg

 

il primo jurassic park lo reputo un capolavoro. una macchina spettacolare perfetta ed è forse il film più "cattivo" di Spielberg che si è sicuramente divertito a terrorizzare il suo pubblico di riferimento, i bambini. pensateci bene: è sempre stato percepito e presentato come un film fantastico d'avventura tendenzialmente indirizzato ai più piccoli, ma guardatelo bene, in realtà è un terrificante e violento thriller al cardiopalma. se si esclude la breve parentesi con gli erbivori, i dinosauri sono rappresentati come dei serial-killer: inseguono, intrappolano ed uccidono senza pietà. oltretutto è pure invecchiato bene, e tutti sappiamo quanto il tempo sia bastardo con il cinema tecnologico. questo perché spielberg, da maestro del cinema tecnologico quale è stato, seppe utilizzare al meglio tutte le risorse che il suo tempo gli metteva a disposizione: dalla più avanzata ingegneria robotica che diede letteralmente vita agli animatronics come l'immenso ed iconico t-rex; ai primordi della CGI che aprì squarci inediti nel cinema di spettacolo, ed infatti dopo jurassic park il cinema spettacolare non è più stato lo stesso

 

Lost+World+TRex+1.jpg

 

the lost world invece è più fiacco. sembra soffrire della saturazione in cui rischia di incorrere per sua stessa natura il formato blockbuster e alla fine degli anni 90 è stata una tendenza comune a molti film. rappresenta una regressione in confronto al prototipo: vorrebbe aggiungere, aggiungere (dinosauri, personaggi, avventura, orrore) ma in realtà sottrae. la parte con il t-rex a san diego è molto divertente, chiara citazione del cinema di serie B (se non anche C) ma è tutta la prima parte che per me delude. spielberg è però uno dei più grandi registi che io conosca e quindi fatico sempre a definire un suo film "brutto", perché qua e là il guizzo c'è sempre e il suo modo di girare è una gioia sempre e comunque. diciamo allora "film non riuscito", "sequel non all'altezza"


  • 6

#7 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 626 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:03

Ho visto sicuramente il primo e mi pare anche il secondo al cinema quando uscirono e mi sono letto anche il romanzo di Crichton, e nel complesso sono rimasto deluso sia dai film che dal libro.
Ricordo che il primo film fece un certo scalpore per gli effetti speciali realizzati al computer che all’epoca erano avanguardistici (non l’ho più rivisto da allora credo, ma mi sa che oggi sarà una roba datatissima) e diede il via a un insopportabile merchandising legato ai dinosauri, durato poco per fortuna.
La mia attesa riguardo questo nuovo capitolo è, tutto considerato, meno di zero...
  • 0

#8 John Trent

John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1358 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:07

riesco a malapena a reggere il primo , figurarsi gli altri.


ho visto il primo al cinema che avevo 15 anni. mi ha fatto gia vomitare allora.


Va beh, ma ragazzi che palle...
Sono d'accordo con cine: il primo Jurassic Park è cinema di narrazione, di intrattenimento perfetto, anche perché creato con in intelligenza. Spielberg ha preso uno straordinario best seller sapendo di avere tra le mani un soggetto che sfonda milioni di porte aperte sulle camerette di adolescenti e bambini. Non so ora, ma all'epoca tantissimi bambini erano letteralmente ossessionati da dinosauri e mondo preistorico. Io avevo libri, album di figurine e come me moltissimi altri, sapevo perfino tutti i nomi scientifici in latino (e avevo 8 anni!), insomma non si è creato dal nulla qualcosa cercando di venderlo forzatamente alle masse, Spielberg è andato direttamente a solleticare la fantasia più bella, più avventurosa di tantissime persone. Con un soggetto così bisognava osare da un punto di vista tecnico, ecco che una sceneggiatura si trasforma in sfida cinematografica e tecnologica per poterle dare vita e non viceversa, come spesso accade oggi, dove sembra quasi che un nerd scopra un nuovo effetto figo in cgi e poi si chiamano sceneggiatori e registi per cucirvi intorno un film (Avatar :facepalm:). In Jurassic Park in particolare si arriva alla fusione perfetta di "pupazzi" in animatronic perfezionando definitivamente questa tecnica (superando addirittura i prodigi de "La cosa" di Carpenter) e primissime animazioni in cgi (per la prima volta usata in maniera così estesa e totale, con campi lunghi, movimenti di macchina, continue integrazioni con set e attori reali). Da questo punto pura avanguardia e, come dice bene Cine, un film che segna l'inizio di un'era per il cinema hollywoodiano, c'è un prima e un dopo JP. Tra l'altro l'eccellenza del lavoro svolto è lì da vedere tutt'ora: gli effetti sono invecchiati benissimo (sono passati quasi 23 anni!) e appaiono ancora molto realistici, molto più di quelli di film successivi (Titanic, ma anche film dei primi anni 2000). Poi Spielberg evita accuratamente nel cast palestrati e stoccafissi e, consapevole di un successo garantito, si "permette" attori clamorosi: Sam Neill, Laura Dern, Jeff Goldblum, Attenborough, Samuel L Jackson, fatti apposta per traghettare un film del genere nella serie A, nel mondo adulto e perché no d'autore.
Oltre l'intrattenimento, ci sono significati morali e politici, insiti nel soggetto, diciamo più merito della materia prima (il romanzo di Crichton) che di Spielberg, che anzi semplifica, annacqua e rende tutto meno cupo e violento. Nel romanzo muoiono quasi tutti, perfino i dinosauri. La variazione del finale è però il tocco più autoriale di Spielberg: ancora una volta siamo noi i cattivi, siamo noi quelli in grado di fare del male, noi che dobbiamo espiare delle colpe e sono gli altri, i diversi a meritare di sopravvivere e a prendersi la scena da protagonisti, in questo caso i dinosauri, in altri film gli alieni. La scena finale col t-rex che si prende l'ultimo primo piano è il trionfo della visione etica di Spielberg dove chi agisce per istinto, per natura, è innocente e destinato a salvarsi (che siano animali, alieni o bambini).

Scena di culto: l'arrivo del T-rex annunciato dal tonfo sordo in dolby che fa tremare l'acqua nel bicchiere sul cruscotto della Ford Cruiser.

Inutile dire come il successo di questo film abbia spalancato le porte a tutti quei soggetti che fino ad un momento prima venivano considerati puro cinema di genere, diciamo giocattoloni di serie B. Spielberg ci provava già da anni (la saga di Indy, ET ecc) e qui compie la missione. Per altro proprio il tipo di narrazione ha creato dei cliché che oggi vengono ripetuti fino alla nausea, come ad esempio l'alleggerimento della tensione con l'inserimento di brevi gag (l'avvocato che poco prima dell'avvento del t-rex scappa al bagno e viene poi divorato sulla tazza del cesso!).

Più avanti qualcosa sul Mondo Perduto.
Sul terzo c'è poco da dire, purtroppo.
  • 4

#9 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5796 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:31

Anch'io all'epoca lessi prima il libro e poi vidi il film.

Il primo non è un capolavoro ma rimane comunque un ottimo thriller secco e claustrofobico, contrariamente al film che è uno spettacolone ben girato che però annacqua alla grande molte tematiche del libro di Crichton.

Sintomatica è la differenza tra l'Hammond cartaceo e quello su pellicola, il primo è chiaramente una specie di avido Dennis Hopper turbocapitalista mentre il secondo è un innocuo nonnetto sognatore.

Poi va da sé che la regia di Spielberg tappa molti buchi ma rimane comunque uno dei suoi progetti non solo meno personali ma anche meno sentiti tanto che, occupato nella preparazione di Schindler's list, lasciò per diverso tempo la sedia di regista ai suoi collaboratori.


  • 0

#10 Fox la testa parlante

Fox la testa parlante

    The key to joy is disobedience

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1929 Messaggi:
  • LocationA glass of spirits made of ethereal salt

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:40

Oddio, il trailer è bruttissimo ed odio già tutti i personaggi, in particolare il bambino con i capelli laccati più di David Sylvian (ma qui forse è l'invidia a parlare) e l'adolescente che indossa inspiegabilmente il cappuccio al chiuso. Spererei che venissero entrambi divorati, auspicabilmente da qualche dinosauro sfigato per negare loro anche la consolazione di una fine gloriosa, ma so che è una vana aspettativa. Tra l'altro gli effetti speciali digitali sembrano meno realistici di quelli del capostipite anni '90.

Sull'analisi dei primi due impeccabile cinemaniaco. Va detto che un altro difetto del secondo capitolo è un notevole annacquamento dei caratteri dei protagonisti, che diventano tutti figure bidimensionali puramente asservite alle necessità dello spettacolo (per alcuni potrebbe non essere un difetto; secondo me rende molto più bassa la possibilità di identificazione e quindi di partecipazione emotiva).

Per chi era un bambino allora comunque Jurassic Park è stato un film generazionale, se questa parola ha un senso. Non so se però la portata del fenomeno si sia estesa al pubblico adulto o sia rimasta limitata a quello infantile/adolescenziale. Io nel mio piccolo ai miei genitori facevo sorbire la visione almeno una volta alla settimana, quindi per loro sarà stato un film importante di sicuro  asd .


  • 0

A moon-piece to fetch up the golden cup

A snow-piece to avoid the great heat of the sun

Is kept in the night and by the light of the moon

 

 


#11 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:43

Il primo è un capolavoro dai


  • 1

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#12 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5796 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:46

https://www.youtube....h?v=x9FMW1jAuPY


  • 0

#13 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15576 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:48

Ricordo che il primo film fece un certo scalpore per gli effetti speciali realizzati al computer che all’epoca erano avanguardistici (non l’ho più rivisto da allora credo, ma mi sa che oggi sarà una roba datatissima)

 

E invece ti dirò che seppur siano passati più di 20 anni, non sembrano cose così datate, almeno ai miei occhi.
Sono rimasto esterrefatto quando ho notato questa cosa. Certo, si vede che è roba finta. Ma rivedere certe scene adesso mi ha fatto capire quanto all'epoca fossero avanti. Sono tremendamente realistiche, o comunque molto più di certe cose coeve (e non).

Il primo capitolo mi piaceva abbastanza, ma non ne sono appassionato.
Volevo solo dire la mia sul discorso "effetti speciali".


  • 1

#14 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3463 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:49

tanto che, occupato nella preparazione di Schindler's list, lasciò per diverso tempo la sedia di regista ai suoi collaboratori.

 
questi discorsi mi fanno sempre un po' cascare le palle. non perché li fa the man (dai lo sai che scherzo ashd ) ma perché è una idea radicata nella testa di tantissimi cinefili, direi la maggioranza. ovvero l'idea - fantasiosa - che il regista sia una specie di demiurgo, di dominus assoluto del progetto-film

 

fare un film non è come scrivere un libro. il libro lo scrive una persona (poi va bè entra in gioco pure qui la figura dell'editore). il film lo fanno tante persone e tutti concorrono alla realizzazione finale. in particolare i film industriali. ovviamente nel cinema indipendente a basso budget c'è il caso del regista che fa il produttore, il montatore, il fonico, ecc. in fondo anche i re mida di hollywood come spielberg hanno iniziato così: nessuno nasce steven spielberg del resto, lo si diventa

 

tutto questo per dire: ma ti/vi sembra scandaloso che abbia fatto girare delle scene ai suoi collaboratori? in verità è molto spesso la prassi ad hollywood. costruire la critica ad un film su queste basi è proprio poca cosa, scusami. da vera parrocchietta cinefila


  • 0

#15 John Trent

John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1358 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:52

Ah un'altra cosa positiva del trailer: gli ittiosauri!
  • 0

#16 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5796 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:54

Gli effetti speciali di JP funzionano ancora perché sono un ottima sintesi tra animatronica e CG.

Oggi lo sbilanciamento totale verso quest'ultima ha reso molti film totalmente irrealistici, basti vedere ad esempio l'ultimo Werewolf con Del Toro come perde il confronto con Un Lupo Mannaro Americano a Londra e con L'Ululato proprio sul versante della trasformazione.

Le prime due fanno paura, l'ultima si vede chiaramente che è un giochino da playstation.


  • 0

#17 Fox la testa parlante

Fox la testa parlante

    The key to joy is disobedience

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1929 Messaggi:
  • LocationA glass of spirits made of ethereal salt

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:55

Ah un'altra cosa positiva del trailer: gli ittiosauri!

 

Il bambino puntiglioso che è rimasto sopito in me da allora ci tiene a specificare che quello nel trailer è un pliosauro  asd

Una curiosità riguardo al primo film: se ben ricordo, il peculiare "ruggito" del tirannosauro fu creato rallentando e amplificando il pigolio di un pulcino.


  • 1

A moon-piece to fetch up the golden cup

A snow-piece to avoid the great heat of the sun

Is kept in the night and by the light of the moon

 

 


#18 John Trent

John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1358 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:57

Ah un'altra cosa positiva del trailer: gli ittiosauri!

 
Il bambino puntiglioso che è rimasto sopito in me da allora ci tiene a specificare che quello nel trailer è un pliosauro  asd

Una curiosità riguardo al primo film: se ben ricordo, il peculiare "ruggito" del tirannosauro fu creato rallentando e amplificando il pigolio di un pulcino.


Ah ah sì fai bene, in effetti gli ittiosauri non appartengono nemmeno al giurassico.
  • 0

#19 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3463 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2015 - 15:57

Gli effetti speciali di JP funzionano ancora perché sono un ottima sintesi tra animatronica e CG.
Oggi lo sbilanciamento totale verso quest'ultima ha reso molti film totalmente irrealistici

 
luoghi comuni della cinefilia 2 asd

tutto dipende da CHI li fa gli effetti speciali. la CGI attuale ha raggiunto livelli di fotorealismo incredibile. ti posso fare un esempio che conosci, che conoscono tutti. the avengers. effetti speciali dei numero 1 del settore: industrial light & magic. lo sapevi che la new york in cui è ambietata la battaglia finale è tutta ricostruita al computer? te ne eri accorto? secondo me no


  • 0

#20 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 08 gennaio 2015 - 16:07

Non pensavo che JP fosse così poco amato in questi lidi :( . Capisco i seguiti, ma il primo 10/10, sarà che ero bambino e mi ha fatto sognare :rolleyes: ma è un film che anche dopo 1000 visioni rivedo sempre volentieri e mi procura orgasmi multipli. Inoltre gli effetti sono straordinari e pisciano sopra a tanti mostri che ci propinano oggi dopo 20 anni, grazie a una regia attentissima a camuffare la cgi.
 

 

è sempre stato percepito e presentato come un film fantastico d'avventura tendenzialmente indirizzato ai più piccoli, ma guardatelo bene, in realtà è un terrificante e violento thriller al cardiopalma. se si esclude la breve parentesi con gli erbivori, i dinosauri sono rappresentati come dei serial-killer: inseguono, intrappolano ed uccidono senza pietà. oltretutto è pure invecchiato bene, e tutti sappiamo quanto il tempo sia bastardo con il cinema tecnologico. questo perché spielberg, da maestro del cinema tecnologico quale è stato, seppe utilizzare al meglio tutte le risorse che il suo tempo gli metteva a disposizione: dalla più avanzata ingegneria robotica che diede letteralmente vita agli animatronics come l'immenso ed iconico t-rex;

 

Sembra il discorso che faccio sempre al pub su JP (capita di parlarne tutt'oggi, a riprova che è un cult assoluto), solo che io lo propongo come un horror. Se ci si pensa la costruzione è tipica: persone che si apprestano a un esperienza felice che si trasforma in incubo ; dinosauri=mostri; la tensione che si crea nelle scene famose è magistrale e tutt'oggi sobbalzo quando arriva la zampa di capra che si schianta sul parabrezza! :fear:


  • 2




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq