Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Youth - La Giovinezza (Sorrentino, 2015)


  • Please log in to reply
301 replies to this topic

#21 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 80823 Messaggi:

Inviato 21 maggio 2015 - 14:10

passo anche Moretti con il prototipo di donna "ho tutti i difetti" (romana-sinistrella-nevrastenica che si sfoga sugli altri)

se c'è un nuovo Muccino ditemelo che lo insultiamo

 
Dove sta questo prototipo di donna in Moretti? Ah sì, nei film di Muccino!


la Buy?
non è mica nel film di Moretti che c'è ora?
  • 0

#22 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33821 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 21 maggio 2015 - 15:19

 

 

passo anche Moretti con il prototipo di donna "ho tutti i difetti" (romana-sinistrella-nevrastenica che si sfoga sugli altri)

se c'è un nuovo Muccino ditemelo che lo insultiamo

 
Dove sta questo prototipo di donna in Moretti? Ah sì, nei film di Muccino!

 


la Buy?
non è mica nel film di Moretti che c'è ora?

 

Non è quel prototipo, però. Del resto, capisco che richiedere la visione del film prima di parlare di "prototipi" sia una pretesa eccessiva (direi anche richiedere la visione dei film in genere).


  • 0

#23 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 80823 Messaggi:

Inviato 21 maggio 2015 - 15:23

passo anche Moretti con il prototipo di donna "ho tutti i difetti" (romana-sinistrella-nevrastenica che si sfoga sugli altri)

se c'è un nuovo Muccino ditemelo che lo insultiamo

 
Dove sta questo prototipo di donna in Moretti? Ah sì, nei film di Muccino!


la Buy?
non è mica nel film di Moretti che c'è ora?

 
Non è quel prototipo, però. Del resto, capisco che richiedere la visione del film prima di parlare di "prototipi" sia una pretesa eccessiva (direi anche richiedere la visione dei film in genere).


????
non ho capito, la Buy è cambiata ora che ha una certa età?
io me la ricordavo così

romana: lo dice l'anagrafe
sinistrella: lo dice lei
nevrastenica: lo dicono gli altri

io non ho visto il film ma tu non hai letto la domanda, e hai voluto rispondere

riprova
  • 0

#24 signora di una certa

signora di una certa

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18028 Messaggi:

Inviato 21 maggio 2015 - 15:29

ma basta minchiate lassgue. la buy è la cosa migliore del film

se non ci credi vai a vederlo <_<


  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#25 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 80823 Messaggi:

Inviato 21 maggio 2015 - 15:36

la buy è la cosa migliore del film


signora che giudizio maschilista santocielo!
  • 0

#26 signora di una certa

signora di una certa

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18028 Messaggi:

Inviato 21 maggio 2015 - 15:40

 

la buy è la cosa migliore del film


signora che giudizio maschilista santocielo!

 

se vabbè


  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#27 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7050 Messaggi:

Inviato 21 maggio 2015 - 17:10

 

 

 

 

passo anche Moretti con il prototipo di donna "ho tutti i difetti" (romana-sinistrella-nevrastenica che si sfoga sugli altri)

se c'è un nuovo Muccino ditemelo che lo insultiamo

 
Dove sta questo prototipo di donna in Moretti? Ah sì, nei film di Muccino!

 


la Buy?
non è mica nel film di Moretti che c'è ora?

 

 
Non è quel prototipo, però. Del resto, capisco che richiedere la visione del film prima di parlare di "prototipi" sia una pretesa eccessiva (direi anche richiedere la visione dei film in genere).

 


????
non ho capito, la Buy è cambiata ora che ha una certa età?
io me la ricordavo così

romana: lo dice l'anagrafe
sinistrella: lo dice lei
nevrastenica: lo dicono gli altri

io non ho visto il film ma tu non hai letto la domanda, e hai voluto rispondere

riprova

 

 

la chiave e' nel termine prototipo. se elimini quello la frase ci puo' stare. se dici prototipo e lo associ a moretti non ha senso, vuol dire che lui fa film in cui la donna e' sempre rappresentata cosi'. 


  • 0

#28 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 80823 Messaggi:

Inviato 21 maggio 2015 - 18:36

 

 

la chiave e' nel termine prototipo. se elimini quello la frase ci puo' stare. se dici prototipo e lo associ a moretti non ha senso, vuol dire che lui fa film in cui la donna e' sempre rappresentata cosi'. 

 

 

 

ma io dico lei nella vita, nella realtà o meglio per come si presenta quando la intervistano ecc ecc ecc

 

poi magari tra le mura di casa, è messinese - calma - mussoliniana, non ho idea


  • 0

#29 häxan

häxan

    ▣║█║░██░

  • Moderators
  • 963 Messaggi:

Inviato 21 maggio 2015 - 20:40

messinese


OT
ma in che senso? Ora è diventato un aggettivo? asd
/OT
  • 0

Quando ero giovane e leggevo Deleuze pendendo dalle sue labbra come una puttanella

 

Non la buttiamo sempre sulla campagna e sulle colline per favore.


#30 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21852 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2015 - 09:17

ZtI0B.jpg


  • 2

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#31 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27031 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 22 maggio 2015 - 09:21

Bellissimo - come sempre - il commento di Caprara

 

"Sono molti i registi che affermano di volerci insegnare a vivere. Sono molti di meno i temerari che vogliono aiutarci a esorcizzare la paura della morte. Paolo Sorrentino non fa sconti ai sentimenti misti di terrore e rassegnazione che incombono sugli uomini quando la fatidica clessidra non comunica più segnali incoraggianti, ma ha il potere di deviare l’attenzione degli spettatori da un’analisi asettica e oggettiva della relativa condizione (la vecchiaia esiste) alla percezione dei fenomeni complessi e contraddittori che la definiscono in maniera diversa presso i singoli individui. Il suo talento è tale che l’impresa non appare mai persa in partenza, persino nel caso –come in “Youth – La giovinezza” che da ieri soddisfa l’immensa attesa suscitata dai trionfi di “La grande bellezza”- di un tema e un’ambientazione gravati da ciclopici precedenti soprattutto letterari e cinematografici. Dunque due vecchi signori amici riavvicinati dallo scenario rilassante e sconfinato delle Alpi, il direttore d’orchestra in pensione impersonato da Caine e il regista forse giunto alla sua ultima impresa che ha la grinta stemperata di saggezza di Keitel: sottoposti alle dolci e dure pratiche di un hotel termale di lusso, si confrontano su se stessi, sugli ospiti della spa, sui figli, sulle donne (la statua-Ghenea che gli si manifesta davvero come “Dio”), sul mestiere e sulle prospettive più terrorizzanti che imperscrutabili del prossimo futuro.
“Youth” è stato presentato come un piccolo film, ma in realtà è grande o quantomeno lo è per come espone alla massima potenza le caratteristiche autoriali di Sorrentino o, per capirci meglio, il suo modo d’affrontare il problema di “addomesticare la bestia”, cioè di venire a patti con la propria straordinaria bravura, di sottomettere alle esigenze della trama l’istinto della performance o l’esibizione d’energia creativa, per così dire, pura e autonoma. Ciò che provano, vedono, sperimentano e contrastano i due amici non ha, quindi, molte affinità, per esempio, con i serrati dibattiti etici innescati dai tre protagonisti principali di “La montagna incantata” (nonostante il diretto riferimento al sanatorio di Davos): per Sorrentino la rappresentazione, almeno in ambito filmico, vibra in perenne oscillazione tra “alto” e “basso” e le sensazioni che premono su Fred e Mick spingono il regista a concentrarsi, sia pure senza morbosità, ma con un surplus di stupefazione, proprio sul fisiologico, il materico, il deteriorato. Le aperture poetiche, suggerite dagli scenari pastorali, dall’incombere dello skyline crestato, dalla flessuosità di boschi e prati risultano, così, puntualmente moderate dalle apparizioni grottesche (un Maradona formato mongolfiera, una sinfonia di muggiti, gli incubi sotto forma di concerto metal) e dai tentativi di alcuni personaggi, come la figlia abbandonata su due piedi dal compagno, di riportare i vecchi alle loro responsabilità, a ciò che hanno seminato nei rapporti umani, ai patrimoni, peraltro non venali, che intendono lasciare. Il film, insomma, è riuscito e tiene stretta la sua ispirazione, ma nel bene e nel meno bene continua a seguire il metodo a strappi della clausola sorrentiniana: al di là dello splendido duetto tra i due dominatori dell’inquadratura Caine e Keitel, una visione ipnotica s’alterna, così, a un dialogo telefonato, una scossa rabbrividente a un trompe-l’oeil fotografico, un diapason virtuosistico all’aggiunta insistita di un aforisma da vitelloni felliniani o addirittura (soprattutto nello stridente cammeo della Fonda furiosa) all’invettiva contro il cinema che è diventata, grazie anche all’ultimo Moretti, un facile escamotage dei cineasti più incalliti. Il grande e appassionante problema del giovane e vincente concittadino risiede sempre, secondo noi, nella sua incredibile capacità di vedere sempre “oltre” la sequenza che sta girando e ci sta mostrando e quindi nella dose di auto-sarcasmo che ogni volta gli serve per non dover rischiare di volerla demolire nell’attimo seguente.
Forse, senza volere interpretare la vieta parte del cinèfilo, la metafora del massaggio (che scandisce, per forza di cose, molti dei passaggi obbligati per i riottosi ex capibranco) si adatta allo spirito di “Youth”. L’occhio di Sorrentino massaggia in un certo senso l’enigma dello stare al mondo, persino nel momento di quella vecchiaia che secondo Philip Roth non è una battaglia, “bensì un massacro”; persino quando gli strenui quanto vani discorsi sull’importanza delle emozioni s’arrestano e dilaga a tutto schermo la sequenza regina del caos stordente di battute, musiche e personaggi che davanti al grande schermo della vita ci hanno reso tutti, grandi artisti e grandi mistificatori compresi, inutili comparse
."

 


  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 


#32 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4155 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2015 - 09:24

dio strabenedica il parlamento europeo e la lista Tsipras che ci ha privato del pezzo critico di Curzio Maltese


  • 3

#33 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27031 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 22 maggio 2015 - 09:29

Bellissimo il riferimento a Roth, chissà se Sorrentino ha letto Everyman


  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 


#34 An Absent Friend

An Absent Friend

    We're happening

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3267 Messaggi:
  • LocationFuori della storia e in abito borghese

Inviato 23 maggio 2015 - 10:38

Qualche pensiero.

 

Innanzitutto il confronto/opposizione con Moretti che intravedo qua e là. Una stessa battuta ("A cosa pensi?" "Al futuro/al domani), bellissima, uscita in due film che in modi diversi, chi con l'estetismo e chi con l'asciugare, puntano comunque in alto. Una stessa struttura/non struttura che ritrovo in altri film contemporanei, anche in "Calvary" uscito proprio adesso: scena con tocco weird-scena con battuta salace-scena con aforisma-a ripetersi. Chiedo ai più cinefili: è una mia impressione o è sempre più difficile girare o tentare un film "alto" con un percorso narrativo preciso e solido? Segno dei tempi?

Detto questo, mi stupisco di quanto sia delicato mettere in scena la volgarità senza esserne almeno un minimo contaminati: quanto fa parte della messinscena (Venezia e boobs) e quanto alcuni momenti di cialtroneria (Keitel e le attrici, il monaco buddista che appena lo vedi sai già dove si va a parare, l'orribile pezzo lirico finale*) convivono a monte nel regista Sorrentino con lampi di grande bellezza estetica?

Attori: Caine/Servillo come te lo aspetti, Keitel più bello e più simpatico (chi l'avrebbe mai detto?) con l'età, Paul Dano, doppiato da Simone D'Andrea (uno dei pochi doppiatori relativamente giovani davvero bravi), intenso e sottoutilizzato.

Apici e momenti commozione: il pezzo di chitarra acustica che vorresti in sottofondo per tutto il film da quanto gli fa prendere il volo, la massaggiatrice brutta e bellissima** che cerca di vivere col tatto e la solita carrellata di flash estetici.

 

 

*Quando in un film/libro/ecc. si parla un grande scrittore/compositore/regista, per me MAI mostrarne l'opera.

**A proposito, ho trovato Miss Universo molto più attraente quando si presenta a Dano rispetto alla scena in piscina. Sono stato guardato con sospetto.


  • 0

 

Talmente brutto che e' da considerare 90

 

 
In pratica vogliono il magical negro senza i poteri magici, sai che palle.

 

 

guarda uso di nuovo l'esempio del Mein Kampf che mi è piaciuto parecchio

 


#35 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33821 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 23 maggio 2015 - 10:48

l'orribile pezzo lirico finale*

 

Ecco, ma davvero quant'è brutto, la cosa peggiore del film, secondo me. Per il resto, come dicevo, il Sorrentino che mi ha più convinto negli ultimi tempi, con momenti di vera commozione, al netto di tutte le quisquilie sulla sua arte "fredda", i dialoghi artefatti e via cianciando. Per me esagerava in questo senso molto più Il Divo, per non parlare della Grande Bellezza, dove i dialoghi surreali erano la regola. Qui ce ne sono ancora, ma pochi, al servizio di un discorso per me molto più lineare e coerente, una riflessione sulla vecchiaia, declinata in tutte le sue sfumature. In più qui c'è un'ironia tutta British (sarà un caso che sia piaciuto più ai critici anglosassoni?), una leggerezza e un senso di malinconia che dissolvono quella cappa di supponenza che per me aleggiava su La Grande Bellezza.

 

E comunque Rachel Weisz > Madalina Ghenea.


  • 1

#36 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19981 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 23 maggio 2015 - 11:07

Ma tutta 'sta fregola di andarsi a vedere i film appena escono?
Quasi che il mondo non possa fare a meno del vostro commento a caldo. Solo il recensore di oc ne è dispensato, per ovvi motivi e purtroppo per lui (infatti recensire è un mestiere, normalmente pagato, quindi un lavoro, una fatica).
Tra due settimane il film sarà potabile e, credo proprio, godibile.
Ma adesso che sugo ci fai?
  • 0

#37 An Absent Friend

An Absent Friend

    We're happening

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3267 Messaggi:
  • LocationFuori della storia e in abito borghese

Inviato 23 maggio 2015 - 11:08

Quasi che il mondo non possa fare a meno del vostro commento a caldo.

 

Ma dai, per una volta che mi sforzo a dire anch'io la mia :(


  • 1

 

Talmente brutto che e' da considerare 90

 

 
In pratica vogliono il magical negro senza i poteri magici, sai che palle.

 

 

guarda uso di nuovo l'esempio del Mein Kampf che mi è piaciuto parecchio

 


#38 Thælly

Thælly

    mascellona da bukkake

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6911 Messaggi:

Inviato 23 maggio 2015 - 11:10

qualcuno ha una rosellina? ?_?


  • 0

Una tua action figure che quando la schiacci ti parla degli accordi.


#39 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19981 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 23 maggio 2015 - 11:17

Quasi che il mondo non possa fare a meno del vostro commento a caldo.

 
Ma dai, per una volta che mi sforzo a dire anch'io la mia :(
:) vabbè dai, il concetto è un po' estremizzato, mi riferivo più che altro a quelli che di mestiere stanno sempre sul pezzo (maledetti social, maledetta democrazia), con argomenti risibili (vedi anche houellebecq a gennaio)
  • 1

#40 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33821 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 23 maggio 2015 - 11:22

quelli che di mestiere stanno sempre sul pezzo (maledetti social, maledetta democrazia), con argomenti risibili


Quali sono i più risibili che hai letto?
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq