Vai al contenuto


Foto
- - - - -

[Monografia] Paul Mccartney


  • Please log in to reply
66 replies to this topic

#41 BillyBudapest

BillyBudapest

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7709 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2020 - 16:04

Bel pop-rock mid-tempo brioso scritto a quattro mani con Elvis Costello, con tante gustose sezioni, bridge, hook e armonie vocali.


  • 1

#42 The Careless Whisper

The Careless Whisper

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3193 Messaggi:

Inviato 19 dicembre 2020 - 22:37

Il disco nuovo (Mc Cartney III) è uscito ieri: pareri?

 

Ha suonato tutto da solo e il brano di apertura è particolare

 


  • 0

https://www.decandiamauro.com

 

Instagram

 

 

"Mi rifiuto di sentire gli artisti di oggi perché ho già sentito di meglio 20-30 anni fa." (Ricky Portera)

"Non mi piace la musica elettronica: amo la musica che viene effettivamente creata da un artista, creata da un musicista" (John Lodge, dei Moody Blues)

 

 


#43 Mami_Tomoe

Mami_Tomoe

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 258 Messaggi:

Inviato 27 dicembre 2020 - 09:16

Il disco nuovo (Mc Cartney III) è uscito ieri: pareri?

 

Ha suonato tutto da solo e il brano di apertura è particolare

 

 

l'ho giusto sentito una volta e mi sembra molto più che dignitoso. Mi sembra che il buon vecchio Paul, stia comunque chiudendo in bellezza la sua lunga e gloriosa carriera.


  • 2

#44 clapat71

clapat71

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1249 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2021 - 07:55

Uscito oggi nuova versione dell'ultimo album con remix e cover. Secondo me le più riuscite sono le cover, per la sua voce Paul resta il produttore migliore. Conferma comunque che le canzoni c'erano eccome e che l'uomo non è pronto a finire tra le "vecchie glorie".  


  • 0

#45 clapat71

clapat71

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1249 Messaggi:

Inviato 22 luglio 2021 - 21:36

https://youtu.be/t2Q4hAQ4fEw

Video molto cool...
  • 0

#46 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20900 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 13 novembre 2021 - 20:44

Negli ultimi giorni, non so neanch'io troppo bene perché, mi sono dedicato a una campagna di ascolti & riascolti a tappeto della discografia del più morto dei Beatles tuttora in vita. Con lui, come con gli altri scarafaggi d'altra parte, ho sempre avuto un rapporto controverso: sebbene i Beatles siano il mio gruppo preferito e la coppia Lennon/McCartney il mio non plus ultra sul piano compositivo, con le carriere solistiche non è mai davvero scoccata la scintilla.

 

Abbozzo una personale classifica delle uscite del Macca che mi sono piaciute di più fra quelle che ho sentito, non tanto per mettere in ordine le idee quanto piuttosto per ottenere consigli. Credo, grossomodo, di aver asoltato tutti i suoi album in studio più gettonati, e vorrei ora qualche dritta su come proseguire, alla luce degli aspetti che più mi hanno intrigato. Dei suoi dischi mi secca che tendenzialmente li trovo altalenanti, con una manciata di pezzi clamorosi, un'altra fascia di brani che non mi dicono nulla, e quel pugno di canzoni che invece non riesco a non detestare (si tratta, in genere, degli episodi più "punk" - ovvero rock'n'roll bolso e minchione). Mi rendo conto che in fin dei conti sono io che sbaglio, cerco sempre il guizzo beatlesiano ma è palese che negli anni al Macca è interessato soprattutto altro. Comunque sia il disco che mi piace di più è alla fin fine quello meno canonicamente beatlesiano del lotto (e forse anche il più minchione?), quindi boh. Fatto sta che alla fin fine in tutti gli album qualche pezzo bellobello c'è, quindi nell'esplorazione proseguo volentieri. Semplicemente, mi piacerebbe avere suggerimenti sulla direzione.

 

McCartney II (1980)

A me sto disco diverte un sacco. "Temporary Secretary" è un pezzo sorprendente che mi torna in mente con una certa frequenza, ma anche gli episodi dal mood più cazzeggiante e svogliato li trovo in realtà asai incisivi. C'è altra roba compattamente simile, nella sua discografia?

 

Ram (1971)

Forse non è quello coi pezzi migliori ma è quello che trovo avere il maggior numero di pezzi belli-belli-belli, sostanzialmente nessun brano inutile e/o dannoso, e un sound generale che trovo a fuoco dal capo al fine. In genere detesto il McCartney con la chitarrina scalcagnata che fa l'indie ante litteram, ma devo dire che la title-track gli è venuta proprio bene, ha un mix di allegria, pigrizia e pensierosità che è tutto suo.

 

Chaos and Creation in the Backyard (2005)

Questo non lo avevo mai ascoltato; ricordavo l'hype dell'epoca ma non me l'ero filato. Mi ha colpito l'ottima integrazione tra la penna del Macca e la produzione di Nigel Godrich (evidente coautore del disco), colla sensibilità sonora del secondo a valorizzare le ombre del primo e a colmarne le debolezze di scrittura. E' forse il disco più beatlesiano tra quelli che ho sentito, e il paradosso è che l'anima Beatles spesso sembra venire più che dal Macca da Godrich (o dai Radiohead, che poi è lo stesso).

 

Band on the Run (1973)

Con questo mi incazzo proprio. Come diamine fa uno ha mettere insieme un capolavoro come la traccia di apertura e farla seguire da una porcheria completa come "Jet"? Tutto il disco è un continuo alternarsi di pezzi da novanta e paccottiglia che sembra gridare "ehi, sono Paul McCartney, anche se faccio una canzone del cazzo resto comunque il fottuto Paul McCartney!". Mannaggia a lui e alla libertà discografica.

 

McCartney (1970)

"Il primo disco indie della storia" (come non so più quale brillante youtuber sosteneva qualche settimana fa) è essenzialmente una cagata pazzesca, almeno stando al mio personale gusto. Canzoni poco ispirate suonate alla bell'e meglio, con qualche sporadica trovata armonica del tutto sciupata dal generale e deleterio andazzo verso il "keep it simple". Carino il piglio di "Junk".

 

Wild Life (1971)

Il disco più inutile fra quelli che ho ascoltato, qui sostanzialmente non salvo niente a parte lo pseudo-reggae loffio di "Love Is Strange". Magari devo risentire meglio ma non è che ne abbia molta voglia, mi suona tutto bolsissimo.

 


  • 0

#47 Jet

Jet

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1951 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 15 novembre 2021 - 00:21

Se cerchi il guizzo beatlesiano non puoi non ascoltare “Flowers in the dirt” del 1989, che vede Elvis Costello a fare da “Lennon” in fase di scrittura di alcuni pezzi. Costello che tra le altre cose convinse McCartney a ritirare fuori il basso Hofner a forma di violino, una scelta simbolica sicuramente (non sono un esperto dunque non so se anche a livello di sound/scrittura ha inciso). Il disco è altalenante come solo un disco di Macca può essere, ma contiene delle oggettive bombe, a partire dall’opening track che è tra i suoi pezzi migliori.

Altri dischi: “Flaming Pie” del 1997, scritto e inciso subito dopo aver lavorato all’Anthology. l’effetto di quell’opera di archeologia musicale è evidente in fase di scrittura: il nostro è ispirato come non mai. Unico difetto dell’album sono alcune canzoni doppione che potevano ridurre la durata e rendere il disco più godibile. In cabina di regia c’è Jeff Lynne degli ELO, che 10 anni prima aveva resuscitato l’altro Beatle George Harrison al punto da guardarsi la produzione anche della succitata Anthology.

Tra quelli che hai citato manca anche “Tug of war” (1982). Anche qui, gli Wings erano finiti e Lennon era morto, il risultato del successivo periodo di riflessione per Macca è un disco a fuoco e registrato con le persone giuste, c’è George Martin a produrre mentre Carl Perkins e Stevie Wonder vengono a dare una mano ogni tanto. È un bel disco pop.

Non so chi abbia messo Wild Life tra i suoi dischi must ma sicuro non ti ha fatto un favore asd

Una volta sentiti questi hai sentito il meglio a livello di album che Macca abbia prodotto, dopodiché in base ai tuoi gusti ti puoi buttare su dischi minori ma secondo me interessanti come Red Rose Speedway, Wings at the Speed of Sound, London Town. Qui ti devi un po’ tappare le orecchie ogni tanto però perché il nostro non si risparmia con le sperimentazioni e le sdolcinature asd

Tieni sempre a mente, ma lo saprai, che le cose migliori mccartney a volte le butta così, in un lato B di un singolo o in mezzo a un disco mezza ciofeca. Per godere appieno della sua opera non può pertanto prescindere da un greatest hits che ti permetta di ascoltare, senza perdere i pomeriggi dietro a tutti gli album del Macca, capolavori come No More Lonely Nights, Pipes of Peace e Once Upon a Long Ago.
  • 2

#48 Garga Charrua

Garga Charrua

    Morte a Boldrin!

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9983 Messaggi:

Inviato 15 novembre 2021 - 01:16

 

McCartney (1970)

"Il primo disco indie della storia" (come non so più quale brillante youtuber sosteneva qualche settimana fa)

 

Ma chi, lui, benemerito folle che ha messo in ordine tutta la discografia di Paul Faul? 

 

 

Comunque quel disco ha Maybe I'm Amazed che è e rimane una canzone micidiale che basta di per sè. Da sola vale tutto l'album, invero un po' pallosetto. 


  • 0

"Sei stati, cinque nazioni, quattro lingue, tre religioni, due alfabeti e un solo Gargamella."


#49 geeno

geeno

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11820 Messaggi:

Inviato 15 novembre 2021 - 07:36


Una volta sentiti questi hai sentito il meglio a livello di album che Macca abbia prodotto, dopodiché in base ai tuoi gusti ti puoi buttare su dischi minori ma secondo me interessanti come Red Rose Speedway, Wings at the Speed of Sound, London Town. Qui ti devi un po’ tappare le orecchie ogni tanto però perché il nostro non si risparmia con le sperimentazioni e le sdolcinature asd
 

 

Si, Red Rose Speedway è Macca al top della smielosità, a te decidere se è un bene o un male.


  • 0

#50 clapat71

clapat71

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1249 Messaggi:

Inviato 15 novembre 2021 - 21:19

Credo che se si vuole comprendere la grandezza di McCartney sia imprescindibile ascoltare Ram versione due dischi della archive collection e lo stesso Red Rose Speedway, sempre nella versione due dischi. Non lasciarti fuorviare dalla tentazione di ascoltare la versione di RRS che avrebbe voluto far uscire Paul, doppio Lp, ma dopo l'LP originale ascoltati tutto quello che ha lasciato fuori. Se non vieni frastornato dalla quantità di idee allora lascia perdere.
Prima di London Town o At the speed of sound darei un ascolto al pop luccicante di Venus and Mars, ci sono almeno tre o quattro pezzi imperdibili.
Tra i dischi recenti io ho un debole per Memory almost full, assolutamente sottostimato.
E pensa che una delle mie canzoni preferite non l'ha neanche mai pubblicata se non live

https://youtu.be/ErZClweQndY
  • 0

#51 Jet

Jet

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1951 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 novembre 2021 - 11:50

 

Una volta sentiti questi hai sentito il meglio a livello di album che Macca abbia prodotto, dopodiché in base ai tuoi gusti ti puoi buttare su dischi minori ma secondo me interessanti come Red Rose Speedway, Wings at the Speed of Sound, London Town. Qui ti devi un po’ tappare le orecchie ogni tanto però perché il nostro non si risparmia con le sperimentazioni e le sdolcinature das.gif
 

 

Si, Red Rose Speedway è Macca al top della smielosità, a te decidere se è un bene o un male.

 

Ovviamente è un bene

 


  • 0

#52 geeno

geeno

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11820 Messaggi:

Inviato 16 novembre 2021 - 11:54

 

Macca Carpool Karaoke

 

Non so se più cringe o commovente, comunque abbastanza incredibile.


  • 1

#53 LM

LM

    Sono un uomo non sono un fake.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10664 Messaggi:

Inviato 16 novembre 2021 - 12:27

 

Macca Carpool Karaoke

 

Non so se più cringe o commovente, comunque abbastanza incredibile.

 

 

Assolutamente commovente dai, quando lo vidi mi venne da riascoltare tutta la sua discografia e comprai pure un biglietto per vederlo dal vivo, senza riuscirci poi, maledetta pandemia.

E' che al di là dell'artista è proprio difficile non volergli bene.


  • 0

#54 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20900 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 16 novembre 2021 - 20:50

Grazie a tutti delle raccomandazioni. Farò tesoro e farò sapere. Al momento sto ancora dove ero.

ps. Il Carpool Karaoke lo conoscevo, uno degli episodi migliori


  • 0

#55 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    Born too late

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4982 Messaggi:
  • LocationSan Pietroburgo, Russia

Inviato 12 gennaio 2022 - 14:02

 

Quanto mi piace il Paul Faul bello incazzoso 


  • 1
xi5kmZq.gif
 

OR

 

 


#56 keith

keith

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2434 Messaggi:

Inviato 14 gennaio 2022 - 15:12

Negli ultimi giorni, non so neanch'io troppo bene perché, mi sono dedicato a una campagna di ascolti & riascolti a tappeto della discografia del più morto dei Beatles tuttora in vita. Con lui, come con gli altri scarafaggi d'altra parte, ho sempre avuto un rapporto controverso: sebbene i Beatles siano il mio gruppo preferito e la coppia Lennon/McCartney il mio non plus ultra sul piano compositivo, con le carriere solistiche non è mai davvero scoccata la scintilla.

 

Abbozzo una personale classifica delle uscite del Macca che mi sono piaciute di più fra quelle che ho sentito, non tanto per mettere in ordine le idee quanto piuttosto per ottenere consigli. Credo, grossomodo, di aver asoltato tutti i suoi album in studio più gettonati, e vorrei ora qualche dritta su come proseguire, alla luce degli aspetti che più mi hanno intrigato. Dei suoi dischi mi secca che tendenzialmente li trovo altalenanti, con una manciata di pezzi clamorosi, un'altra fascia di brani che non mi dicono nulla, e quel pugno di canzoni che invece non riesco a non detestare (si tratta, in genere, degli episodi più "punk" - ovvero rock'n'roll bolso e minchione). Mi rendo conto che in fin dei conti sono io che sbaglio, cerco sempre il guizzo beatlesiano ma è palese che negli anni al Macca è interessato soprattutto altro. Comunque sia il disco che mi piace di più è alla fin fine quello meno canonicamente beatlesiano del lotto (e forse anche il più minchione?), quindi boh. Fatto sta che alla fin fine in tutti gli album qualche pezzo bellobello c'è, quindi nell'esplorazione proseguo volentieri. Semplicemente, mi piacerebbe avere suggerimenti sulla direzione.

 

McCartney II (1980)

A me sto disco diverte un sacco. "Temporary Secretary" è un pezzo sorprendente che mi torna in mente con una certa frequenza, ma anche gli episodi dal mood più cazzeggiante e svogliato li trovo in realtà asai incisivi. C'è altra roba compattamente simile, nella sua discografia?

 

Ram (1971)

Forse non è quello coi pezzi migliori ma è quello che trovo avere il maggior numero di pezzi belli-belli-belli, sostanzialmente nessun brano inutile e/o dannoso, e un sound generale che trovo a fuoco dal capo al fine. In genere detesto il McCartney con la chitarrina scalcagnata che fa l'indie ante litteram, ma devo dire che la title-track gli è venuta proprio bene, ha un mix di allegria, pigrizia e pensierosità che è tutto suo.

 

Chaos and Creation in the Backyard (2005)

Questo non lo avevo mai ascoltato; ricordavo l'hype dell'epoca ma non me l'ero filato. Mi ha colpito l'ottima integrazione tra la penna del Macca e la produzione di Nigel Godrich (evidente coautore del disco), colla sensibilità sonora del secondo a valorizzare le ombre del primo e a colmarne le debolezze di scrittura. E' forse il disco più beatlesiano tra quelli che ho sentito, e il paradosso è che l'anima Beatles spesso sembra venire più che dal Macca da Godrich (o dai Radiohead, che poi è lo stesso).

 

Band on the Run (1973)

Con questo mi incazzo proprio. Come diamine fa uno ha mettere insieme un capolavoro come la traccia di apertura e farla seguire da una porcheria completa come "Jet"? Tutto il disco è un continuo alternarsi di pezzi da novanta e paccottiglia che sembra gridare "ehi, sono Paul McCartney, anche se faccio una canzone del cazzo resto comunque il fottuto Paul McCartney!". Mannaggia a lui e alla libertà discografica.

 

McCartney (1970)

"Il primo disco indie della storia" (come non so più quale brillante youtuber sosteneva qualche settimana fa) è essenzialmente una cagata pazzesca, almeno stando al mio personale gusto. Canzoni poco ispirate suonate alla bell'e meglio, con qualche sporadica trovata armonica del tutto sciupata dal generale e deleterio andazzo verso il "keep it simple". Carino il piglio di "Junk".

 

Wild Life (1971)

Il disco più inutile fra quelli che ho ascoltato, qui sostanzialmente non salvo niente a parte lo pseudo-reggae loffio di "Love Is Strange". Magari devo risentire meglio ma non è che ne abbia molta voglia, mi suona tutto bolsissimo.

 

 

Devo dire che in tutta la sua discografia c'è un solo disco che trovo bello dall'inizio alla fine e senza filler: Chaos and Creation in the Backyard. Per me è il miglior suo lavoro da solista, incredibilmente moderno e ben fatto se considerate che al tempo aveva 65 anni, età non proprio da pop-star.

 

Ce ne sono altri molto validi (Ram, Band on the Run su tutti), ma quello del 2005 è il mio preferito.


  • 1

#57 bosforo

bosforo

    ¬`¬`

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19668 Messaggi:

Inviato 14 gennaio 2022 - 15:40

da una porcheria completa come "Jet"

 

depression-gq-7aug18_istock_b.jpg


  • 4

#58 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25365 Messaggi:

Inviato 14 gennaio 2022 - 15:49

"Jet" piace persino a me, penso di aver detto tutto. asd Peraltro lo trovo un pezzo abbastanza prog.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#59 Fidelio

Fidelio

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1283 Messaggi:

Inviato 15 gennaio 2022 - 08:09

Io sono partito (anzi, sto partendo) da Wing Over America che trovo un live molto interessante. Poi mi sono procurato Wings At The Speed Of Sound che trovo molto valido. Per quello che riguarda la discografia solista sono abbastanza indeciso: leggo pareri contrastanti un po' ovunque, pare non esista un disco definitivo di Macca, uno per capirlo a fondo. C'è chi dice RAM, c'è chi dice Flowers In The Dirt. 


  • 0

#60 clapat71

clapat71

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1249 Messaggi:

Inviato 15 gennaio 2022 - 13:48

Troppo eclettico nella sua produzione per sfornare un disco definitivo. È anche uno dei motivi per cui ognuno ha un disco diverso che preferisce. Per me è ottimo come sunto Flaming Pie, Chaos è bello ma è troppo serioso per essere un disco di McCartney al 100%. Un disco senza qualche cagata in mezzo non è un disco di Paul
  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq