Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Interstellar (Nolan, 2014)


  • Please log in to reply
142 replies to this topic

#101 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6918 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2014 - 13:46

Il meno è per la view che m'hai fatto regalare a quell'oscenità asd

 

E' il mio blogger preferito, certo diciamo che non è per palati fini.


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#102 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3749 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2014 - 14:07

Quando leggo teorie che un film avrebbe "cuore" solo se mette direttamente sullo schermo i sentimenti (quindi in genere gente che piange, si abbraccia e si vuole tanto bene)


un film ha "cuore" quando ti scalda. quello che descrivi te è il tipico film ruffiano, ed interstellar non è un film ruffiano

che poi secondo me il cinema di nolan agli inizi era molto più freddo e cerebrale, più calcolato. è da il cavaliere oscuro in poi che è emersa prepotentemente questa avvolgente vena che oserei definire melodrammatica, che infiamma le sue costruzioni cinematografiche e le vivifica. sulla scia dell'entusiasmo di interstellar mi è venuta una gran voglia di rivedere inception che è in pratica dalla sua uscita che non vedo, e che all'epoca non mi convinse in toto, ma che in retrospettiva mi sembra avere molti punti in comune con questo nuovo film. i due ultimi batman ovviamente bellissimi, l'ho già detto molte volte
  • 0

#103 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12028 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2014 - 14:54

 

Il meno è per la view che m'hai fatto regalare a quell'oscenità asd

 

E' il mio blogger preferito, certo diciamo che non è per palati fini.

 

 

comunque la recensione è perfetta, manca solo la menzioncina per il figlio di Cooper di cui non frega una sega a nessuno, neanche a Cooper


  • 1

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#104 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15633 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2014 - 15:35

 

Quando leggo teorie che un film avrebbe "cuore" solo se mette direttamente sullo schermo i sentimenti (quindi in genere gente che piange, si abbraccia e si vuole tanto bene)


un film ha "cuore" quando ti scalda. quello che descrivi te è il tipico film ruffiano, ed interstellar non è un film ruffiano

che poi secondo me il cinema di nolan agli inizi era molto più freddo e cerebrale, più calcolato. è da il cavaliere oscuro in poi che è emersa prepotentemente questa avvolgente vena che oserei definire melodrammatica, che infiamma le sue costruzioni cinematografiche e le vivifica. sulla scia dell'entusiasmo di interstellar mi è venuta una gran voglia di rivedere inception che è in pratica dalla sua uscita che non vedo, e che all'epoca non mi convinse in toto, ma che in retrospettiva mi sembra avere molti punti in comune con questo nuovo film. i due ultimi batman ovviamente bellissimi, l'ho già detto molte volte

 

 

il fatto che Kubrick sia un freddo razionalista senza cuore e che i  suoi film lo rispecchino in questa inumanità è un luogo comune: "Orizzonti di gloria", "Spartacus", "Lolita", "Barry Lyndon", ma anche "Arancia meccanica", "Full Metal Jacket" e "Eyes Wide Shuts" sono film che parlano di umanità e che hanno al loro centro personaggi umanissimi. il punto è un altro: è che Nolan imposta i suoi film come complessi razionalmente strutturati e "Interstellar" non è da meno, salvo poi fare bruscamente marcia indietro e buttarla sulla pura irrazionalità, farne una questione di fede sulla forza dell'Amore. ora va bene tutto, ma non è che se uno storce il naso ci si può difendere dicendo che Nolan è un regista "de core" e che per lo meno emoziona, perché se no ha ragione Tom. detto ciò, quelli che negano i meriti di Nolan sbagliano tanto quanto i fan che ormai lo esaltano come se fosse un genio che fa solo capolavori.


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#105 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3749 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2014 - 16:03

è che Nolan imposta i suoi film come complessi razionalmente strutturati e "Interstellar" non è da meno, salvo poi fare bruscamente marcia indietro e buttarla sulla pura irrazionalità, farne una questione di fede sulla forza dell'Amore


ma guarda che si può parlare razionalmente pure di dio, anche se dio non esiste: in 2001 kubrick fa proprio questo. figuriamoci se non si può parlare dell'amore, che come ho già detto non è l'amore decantato dai baci perugina...

trovo di gran lunga più irrazionalistico il pessimismo cronico e misantropo che emerge in pratica in tutti i film di kubrick e che sconfessa la sua mentalità settecentesca. e certo al centro dei suoi film c'è l'umanità, ma scusa come ne parlano, come viene raffigurata? kubrick è quello del finale del dottor stranamore: un bel olocausto nucleare e non se ne parla più
  • -1

#106 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 22 novembre 2014 - 16:58

Domanda ai più esperti:

 

Non pensate che con questo film i produttori abbiano giocato col paragone che si fa da un po' tra Nolan e Kubrik? Alla fine anche qui si è finito per parlare di questo...

Voglio dire, mettere nella stessa frase Nolan e Kubrik, anche solo per dire che non merita di leccargli i piedi, gli fa indubbiamente una pubblicità galattica.


  • 0

#107 Guybrush Threepwood

Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3769 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 22 novembre 2014 - 17:22

Domanda ai più esperti:

 

Non pensate che con questo film i produttori abbiano giocato col paragone che si fa da un po' tra Nolan e Kubrik? Alla fine anche qui si è finito per parlare di questo...

Voglio dire, mettere nella stessa frase Nolan e Kubrik, anche solo per dire che non merita di leccargli i piedi, gli fa indubbiamente una pubblicità galattica.

 

 

boh, sinceramente del pubblico generalista credo che ci siano anche molti che manco sanno chi è kubrik per dire eh (tipo il 95% delle mie conoscenze, per quanto questo possa avere ovviamente rilevanza statistica discutibile).

 

per fare pubblicitá al film credo sia molto piú efficace un dire "dal regista di inception/della trilogia di batman".


  • 0

#108 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15633 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2014 - 17:44

 

è che Nolan imposta i suoi film come complessi razionalmente strutturati e "Interstellar" non è da meno, salvo poi fare bruscamente marcia indietro e buttarla sulla pura irrazionalità, farne una questione di fede sulla forza dell'Amore


ma guarda che si può parlare razionalmente pure di dio, anche se dio non esiste: in 2001 kubrick fa proprio questo. figuriamoci se non si può parlare dell'amore, che come ho già detto non è l'amore decantato dai baci perugina...

 

 

andiamo, Nolan ne fa un deus  ex-machina, l'escamotage per arrivare alla conclusione: per altro poi abbastanza sbrigativa...francamente l'ho trovato un finale molto meno deflagrante (dal punto di vista emotivo) rispetto alle intenzioni e rispetto ad altre parti nettamente più potenti. Kubrick è anche quello dello strazio del colonnello Dax, dei militari che cantano alla fine di "Orizzonti di gloria", è quello che fa rinascere l'umanità in "2001", è quello che segue le orme di un piccolo uomo perso tra i rivoli della Storia in "Barry Lyndon". poi, se vuoi la pacca sulle spalle o il caldo abbraccio di un certo cinema hollywoodiano, di certo non lo trovi, questo sì...


  • 2
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#109 Guest_Resp Into_*

Guest_Resp Into_*

    Maledettooo! Maledetooo! Maledettooo!

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2526 Messaggi:
  • LocationNo-go Zone

Inviato 22 novembre 2014 - 17:47

Io devo dire che in certi punti del film mi sono emozionato, in particolare i viaggi nel wormhole e nel buco nero, il pianeta d'acqua, il ritorno sulla navicella dove sono passati 23 anni, il tesseratto
Sono uscito dal cinema con un senso di angoscia e non ho praticamente dormito la notte.
Devo ancora capire se mi è piaciuto o no.
  • 0

OBIETTIVO MEDIA DI ALMENO UN + A POST RAGGIUNTO ;)

 

 

raramente ho visto un'immagine più autenticamente devastante dell'inermis dell'uomo contemporaneo occidentale


#110 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3749 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2014 - 18:20

per chiudere su kubrick che ormai mi sembra di passare per un suo critico quando non è così
 

Kubrick è anche quello dello strazio del colonnello Dax, dei militari che cantano alla fine di "Orizzonti di gloria"


si, su questo concordo: il giovane kubrick, in special modo in orizzonti di gloria, nutriva sicuramente ancora una fede nel genere umano. ma già da lolita in poi secondo me quella che magari inizialmente poteva sembrare irriverenza (vedi appunto lolita e stranamore) diventa nei film della vecchiaia pura misantropia sconsolata, fino alla dissociazione con la realtà (eyes wide shut). ma questa è una constatazione, non una critica. l'ultimo kubrick molto probabilmente è il mio preferito! shining, eyes wide shut e 2001 sono i suoi capolavori che preferisco, e pure barry lyndon - ideale seguito apocrifo di 2001, per dirla con ghezzi. basta avermi letto in questi anni per saperlo

andiamo, Nolan ne fa un deus  ex-machina, l'escamotage per arrivare alla conclusione


ma no. semmai è il suo adorato tempo l'escamotage, questo te lo passo
  • 0

#111 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15633 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2014 - 19:12

 


andiamo, Nolan ne fa un deus  ex-machina, l'escamotage per arrivare alla conclusione


ma no. semmai è il suo adorato tempo l'escamotage, questo te lo passo

 

 

cine qui sbagli. il tempo (e i suoi andirivieni tra whormhole e accelerazioni dovute ai buchi neri) è l'architettura, ma Nolan a un certo punto ha bisogno di uno spiegazione per sfuggire al fatto che la Terra e il tempo perso di Cooper siano irrecuperabili. e la spiegazione è l'Amore: è il collegamento tra Cooper e la figlia e il motivo per il quale è stato scelto lui da "loro" e per il quale "loro" costruiscono il tesseratto grazie al quale può comunicare con la figlia nei vari momenti della sua infanzia. "tutto l'universo obbedisce all'amore", per dirla alla Battiato: con la differenza che Battiato è influenzato dal misticismo orientale...


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#112 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3749 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2014 - 16:16

cine qui sbagli


io mi sbaglierò ma tu stai spoilerando asd ti spiego la mia versione dei fatti

Spoiler

  • 0

#113 popten

popten

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4675 Messaggi:
  • LocationCampania

Inviato 25 novembre 2014 - 16:17

non avevo grandi aspettative ed in effetti il film mi è piaciuto solo in parte.

la parte iniziale, ben fatta, e personaggi discretamente introdotti. scontata la sequenza della separazione padre-figlia, ma tutto sommato bella.

per quanto mi riguarda il grosso dell'operazione nello spazio non mi ha convinto, anzi ci ho trovato tanti difetti sia di sceneggiatura che di stile.

mi hanno anche infastidito/fatto ridere le varie situazioni di emergenza risolte sbandierando improvvisamente principi scientifici, probabilmente fondati ma magari ignoti allo spettatore medio e quindi risolti frettolosamente, un po' come un noir dove non si danno elementi. 

inoltre direi censurabili per mediocrita' alcuni dialoghi, accompagnamenti sonori pomposi e insomma una 'brillantezza' che non rientra nel cinema che amo.

per tornare ad apprezzare il film ho dovuto aspettare la sequenza del buco nero e successiva introduzione al nuovo mondo.

in definitiva come intrattenimento può andar bene, e alcune sequenze sono belle. 


  • 0

#114 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27659 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 25 novembre 2014 - 16:34

Dal punto di vista narrativo - sentivo che sentivate il bisogno di sentire la mia - SK è tutt'altro che freddo, anzi: Barry Lindon, Full Metal Jacket, Shining e lo stesso Eyes Wide Shut (ricordiamolo, tratto da Schnitzler, legato a doppio filo a Freud) grondano umanità anche in eccesso (Barry Lindon è forse il film più umano troppo umano che c'è)
Dal punto di vista strettamente filmico il rigido e maniacale controllo della materia, sceneggiatura in primis, che tendeva a una perfezione formale sempre e comunque, poteva farlo sembrare se non freddo, perlomeno poco propenso a voli pindarici, colpi bassi meta-filmici et cetera.
In realtà non è così, perchè entrambe le materie si compensano e il mezzo e il fine spesso e volentieri si compenetrano e diventano indistinguibili
Essere cinici - questo come regola generale - e disincantati sulle magnifiche sorti e progressive delle umane genti non significa essere freddi, ma casomai il contrario, con il sovrappeso della stanchezza morale per l'inutilità del tutto.
  • 6

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#115 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20236 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 25 novembre 2014 - 20:39

asd dest non ho capito gnente
  • 0

#116 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27659 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 25 novembre 2014 - 22:44

:(
Scusa
  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#117 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20236 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 25 novembre 2014 - 23:15

Simenon in compenso è spaziale ;)
  • 0

#118 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6918 Messaggi:

Inviato 25 novembre 2014 - 23:55

qualcuno ha calcolato la percentuale di tempo nel quale i personaggi piangono rispetto alla durata totale? Secondo me siamo almeno intorno al venti per cento.
  • -1

Statisticamente parlando, non lo so.


#119 Onironaut

Onironaut

    La vita o si vive o si scrive.

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 310 Messaggi:

Inviato 27 novembre 2014 - 20:09

Visto ieri. Le aspettative erano alte (sono un fan di Nolan) e sono state assolutamente ripagate. E' un film che si prende i suoi tempi, soprattutto nella prima parte, cauta e introduttiva. Su una cosa concordo con quanto letto in post passati : il senso di desolazione e collasso imminente non era chiaramente percepibile : effettivamente qualche folata di sabbia non basta (ma sono convinto che se Nolan avesse mostrato con più evidenza la pre-apocalisse qualcuno l'avrebbe accusato di eccessivo didascalismo!). 

Colonna sonora terribilmente evocativa, anche se a tratti invadente, invadente al punto che a malapena distinguevo ciò che dicevano i vari personaggi. La storia funziona e riesce a fondere con grande naturalezza cerebralismo ed emozione senza far venire il latte alle ginocchia. 

Ho come l'impressione che oramai si sputi (e non è una critica che rivolgo particolarmente a questo forum, ma un po' a tutti i social network su cui mi trovo a bazzicare e in cui si parla di film) per partito preso sulle pellicole che esibiscono apertamente le emozioni.

Se fatto con solide basi e dando il giusto spessore ai personaggi, esibire emozioni e sentimenti è un valore aggiunto.

Per quanto i due film siano parecchio imparagonabili, ho trovato i dialoghi di Gravity terribilmente melensi (e quasi disonesti nel voler strappare a tutti i costi la lacrima dello spettatore) rispetto a quelli di Interstellar (ma c'è da dire che lì trovavo proprio fastidioso anche il continuo gigioneggiare di Clooney). 

Magari ci fossero più film che parlano di amore (in senso lato e universale) con la naturalezza e la sensibilità di Interstellar.

Detto questo... il film non è esente da difetti : il finale poteva graffiare di più;

Spoiler
; anche il fatto che Cooper parta senza un po' di "riscaldamento" è davvero poco realistico
Spoiler
...
Ma sono pronto a perdonargli tutti questi difetti. Perchè mi ha intrattenuto, mi ha emozionato, mi ha fatto riflettere e ha trattato tematiche abusatissime con grande maturità e talora con una discreta dose di originalità. 
A fronte di tutti gli aspetti positivi, i difetti quasi scompaiono per me.
E a chi critica la "lentezza" della prima parte (che poi non è lentezza, ma costruzione e contestualizzazione dei personaggi, per quanto mi riguarda), mi chiedo perchè non si critica mai, che so, il ritmo di un qualsiasi film di Tarkovsky o anche dello stesso 2001 (film che adoro, tra l'altro)... Mi chiedo perchè il ritmo dei maestri non debba essere criticato mai e invece tutti a criticare la gestione dei tempi di Nolan, boh.

Spero di non essere parso astioso, au revoir!


  • 1

#120 John Trent

John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1420 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 29 novembre 2014 - 11:13

Qualcuno mi conferma che il supporto e il formato originali sono pellicola in 70 mm? Ho la possibilità di vederlo così, è il formato originale?
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq