Vai al contenuto


* * * * - 1 Voti

Roman Polanski


  • Please log in to reply
394 replies to this topic

#381 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7591 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2020 - 07:06

Chiudo un occhio su alcune cose che ha scritto Drogo, va.

 

Ma lascia pure aperto quello che ti pare, a me dei tuoi giudizi non me ne frega niente.


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#382 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 855 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2020 - 09:24

Il parallelo che fai con Weinstein è veramente allucinante, uno che è stato accusato da più di 80 persone di violenze sessuali e in alcuni casi stupro e per alcuni di questi capi di imputazione è già stato condannato, non si capisce cosa c'entri con Polanski, che è solo colpevole di aver avuto un rapporto sessuale (non violento) con una tredicenne, cosa che tra l'altro confessò subito e che non è classificabile come pedofilia ma come efebofilia (sono due cose ben diverse), visto che ci sono ragazzine che a 13 anni sono totalmente mature dal punto di vista sessuale.


Weinstein non sarebbe mai stato perseguito negli USA degli anni settanta. Polanski è stato messo al gabbio nella permissiva California in un periodo storico in cui Brooke Shields recitava nuda a 11 anni il ruolo della prostituta in Pretty Baby. L’ha fatta bella grossa, altroché.


  • 1

#383 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7615 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2020 - 20:14

Sul comportamento del giudice ha forti riserve la stessa Geimer e le ha espresse chiaramente in diverse occasioni:
“Il giudice agì in maniera inappropriata e immorale, e di sicuro non per premura nei miei confronti o per senso di giustizia. Era previsto che Roman avesse la libertà condizionata, né io né la mia famiglia volevamo vederlo in galera. Le persone si possono redimere, non è il caso di farle pagare a vita”, ha inoltre più volte ribadito che lo scalpore e le polemiche giuridiche e mediatiche successive sono state per lei molto peggio della violenza stessa.
Direi che sarebbe quindi opportuno, anche e soprattutto per rispetto a lei, archiviare una volta per tutte il caso o quantomeno lasciarlo scolorire nella memoria invece di tirarlo fuori in maniera sempre più grottesca ogni volta che si parla di un film di Polanski.
Io almeno la penso così e preciso che non ho nessuna particolare simpatia per il regista polacco nè alcuna condiscendenza per il suo comportamento, anche se continuo ovviamente a reputarlo un regista e artista di assoluto livello, sperando che non diventi un reato pure questo.
  • 1

#384 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7615 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2020 - 20:23

E non ho veramente altro da aggiungere sulla questione, come direbbe Forrest Gump, quindi d'ora in poi mi limiterò a parlare del suo cinema se a qualcuno interessa.
  • 0

#385 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7591 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2020 - 20:37

 

Il parallelo che fai con Weinstein è veramente allucinante, uno che è stato accusato da più di 80 persone di violenze sessuali e in alcuni casi stupro e per alcuni di questi capi di imputazione è già stato condannato, non si capisce cosa c'entri con Polanski, che è solo colpevole di aver avuto un rapporto sessuale (non violento) con una tredicenne, cosa che tra l'altro confessò subito e che non è classificabile come pedofilia ma come efebofilia (sono due cose ben diverse), visto che ci sono ragazzine che a 13 anni sono totalmente mature dal punto di vista sessuale.


Weinstein non sarebbe mai stato perseguito negli USA degli anni settanta. Polanski è stato messo al gabbio nella permissiva California in un periodo storico in cui Brooke Shields recitava nuda a 11 anni il ruolo della prostituta in Pretty Baby. L’ha fatta bella grossa, altroché.

 

Per fortuna che me lo dici tu che l'ha fatta bella grossa altrimenti non ci arrivavo, grazie per il commento veramente rivelatore, per quanto riguarda questa continua chiamata in causa dello scandalo Weinstein, state citando uno che ha ingaggiato ex agenti dei servizi segreti del Mossad per rintracciare tutte le sue vittime e terrorizzarle per farle desistere dal depositare testimonianze contro di lui. Contenti voi che avete una scala di grigi così ampia...

 

Mi sa che abbiamo una concezione anche abbastanza diversa del motivo per cui si mettono al gabbio le persone, ma sarà sicuramente perché Polanski mi sta simpatico, del resto è anni che facciamo le vacanze insieme in montagna.

 

E' incredibile comunque vedere contemporaneamente gente che non ha la minima relazione con una vicenda vecchia di 43 anni che si indigna perché ha letto in delle righe in internet sesso anale e poi dall'altro lato la famiglia della vittima e la vittima stessa che è da decenni che dicono che di questa cosa non gliene frega più niente, che hanno perdonato Polanski e non chiedono che venga fatta alcuna giustizia ulteriore.


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#386 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 855 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 08:17

E' incredibile comunque vedere contemporaneamente gente che non ha la minima relazione con una vicenda vecchia di 43 anni che si indigna perché ha letto in delle righe in internet sesso anale e poi dall'altro lato la famiglia della vittima e la vittima stessa che è da decenni che dicono che di questa cosa non gliene frega più niente, che hanno perdonato Polanski e non chiedono che venga fatta alcuna giustizia ulteriore.


Tra Geimer e Polanski sembra abbastanza assodato ci sia stato un accordo con cospicuo risarcimento, quindi non prenderei le sue dichiarazioni come oro colato.
Comunque nessuna indignazione, ci mancherebbe. Io sono dell’opinione che ormai la vicenda dovrebbe essere archiviata e Polanski, che per inciso è uno dei miei artisti preferiti, essere libero di andare dove gli pare e piace. Se da un lato non mi piacciono i forcaioli dall’altro non vedo però come si possa liquidare la vicenda come una semplice marachella (come hai fatto tu con il sottile distinguo tra pedofilia ed efebofilia, che trovo sempre abbastanza rivoltante).


  • 0

#387 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7591 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 08:53

 hai fatto tu con il sottile distinguo tra pedofilia ed efebofilia, che trovo sempre abbastanza rivoltante

 

Ma sottile distinguo cosa ragazzi, sono cose che anche dal punto di vista clinico sono completamente diverse, oltre che come gravità, quando si comminano le pene alle persone non si usano le vostre categorie tagliate con l'accetta per esigenze moralistiche di serie z, e non si attualizza nemmeno dal punto di vista giuridico una cosa che è successa 43 anni fa come fate voi accostandola anche solo indirettamente alla vicenda di Weinstein, con costumi e legislazioni diverse. E' una discussione che tu come William Blake state affrontando peccando di moralismo, trattando tra l'altro nel caso di William Blake accuse di altre persone venute fuori con 40 anni di ritardo sull'onda del MeToo come automatiche prove di colpevolezza.

 

Tutto questo non toglie che Polanski sia stato nella sua vita palesemente un depravato fissato con le adolescenti, senza peraltro averne mai fatto mistero o essersi al contempo ricoperto di chissà quali ruoli ipocriti tipo paladino del family day o altro a livello politico.


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#388 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7591 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 09:16

Aggiungo una cosa sui risarcimenti, andando anche oltre la questione di Polanski, fa ridere vedere come si possano vedere cancellati dei capi di imputazione dietro pagamento di soldi su questioni che investono pesantemente la sfera morale/etica, ma in questo fanno ridere entrambe le parti, vittima e aggressore, visto che sono accordi che possono essere tranquillamente rifiutati da almeno una delle parti. In questo Polanski ha dimostrato di essere niente di più a livello etico (per me molto più alto della morale del tempo) che una persona di successo, che sfrutta la sua posizione per tirarsi fuori comodamente dai casini.


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#389 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 855 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 09:21

Tutto questo non toglie che Polanski sia stato nella sua vita palesemente un depravato fissato con le adolescenti,


Ma guarda che qua quello moralista sei tu: io non mi sogno nemmeno né di affibbiargli etichette di qualsiasi tipo né tantomeno di esprimere giudizi tranchant. Mi limito a constatare che nel caso in oggetto è indifendibile da qualunque punto la si guardi.


  • 0

#390 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7591 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 09:25

Ma cosa vuol dire è indifendibile da qualunque punto la si guardi, qua il punto di partenza è discutere sulla liceità di accuse di persone che gli vogliono impedire di far uscire film e di essere presente in commissioni artistiche, stai dicendo cose lapalissiane che alla discussione danno contributo pari a zero.


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#391 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 855 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 10:06

Ma cosa vuol dire è indifendibile da qualunque punto la si guardi, qua il punto di partenza è discutere sulla liceità di accuse di persone che gli vogliono impedire di far uscire film e di essere presente in commissioni artistiche, stai dicendo cose lapalissiane che alla discussione danno contributo pari a zero.


Ma lapalissiano de che? Io sono intervenuto nella discussione proprio perché ho letto di sesso consenziente, efebofilia e giudici prevenuti, quanto invece è stato uno stupro conclamato. Sul resto del discorso siamo tutti d’accordo, credo.


  • 0

#392 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7591 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 10:13

 

Ma cosa vuol dire è indifendibile da qualunque punto la si guardi, qua il punto di partenza è discutere sulla liceità di accuse di persone che gli vogliono impedire di far uscire film e di essere presente in commissioni artistiche, stai dicendo cose lapalissiane che alla discussione danno contributo pari a zero.


Ma lapalissiano de che? Io sono intervenuto nella discussione proprio perché ho letto di sesso consenziente, efebofilia e giudici prevenuti, quanto invece è stato uno stupro conclamato. Sul resto del discorso siamo tutti d’accordo, credo.

 

Quindi essenzialmente sei intervenuto alla cazzo di cane, dato che:

1. Di fronte alla giustizia Polanski è stato riconosciuto colpevole di sesso con una minorenne ma non di violenza sessuale, poi per me è molto probabile che quella di Polanski sia stata violenza sessuale (ma mi baso solo su testimonianze), ma non è stato mai ritenuto colpevole per questo da nessun tribunale.

2. Dal punto di vista clinico quella di Polanski è semmai efebofilia e non pedofilia, perché per definizione la pedofilia è l'attrazione sessuale nei confronti di bambini in età prepuberale, ovvero il pedofilo è attratto sessualmente dai bambini proprio perché questi non hanno ancora avuto alcun processo di maturazione sessuale, altro che sottile distinguo, studia prima di scrivere.

3. E' da 40 anni che sia lato accusa sia lato difesa ogni volta che sono interrogate sul fatto entrambe le parti convengono che il giudice che impugnò la scarcerazione di Polanski era mosso da interessi estranei alla giustizia sulla vicenda, quindi il dubbio su questo c'è. 

 

Io semplicemente in presenza di una situazione del genere, su alcuni lati della vicenda (e del diritto di estradizione) sospendo il giudizio.

 

Però non sei moralista eh, su 3 cose hai detto tre cazzate e sei talmente sensibile che non riesci nemmeno ad accettare un distinguo tra pedofilia ed efebofilia, però non sei moralista.


  • 3

Statisticamente parlando, non lo so.


#393 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16664 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 12:13

ma porca puttana stiamo davvero dicendo che tutto sommato non gliene possiamo fare una colpa se a circa 45 anni Polanski non riusciva a frenare l'uccello su una che non ne aveva manco 14 (e che era pure sotto gli stupefacenti che gli aveva dato lui)? oppure va bene perché era "matura sessualmente"? se una cosa del genere l'avesse fatta Mario Rossi ci impegneremmo così tanto nel trovare i "se" e i "ma"?

nel caso specifico, c'entrano poco anche i costumi e la morale, perché era reato anche all'epoca (e le rockstar con le minorenni se la spassavano, ma non ricordo denunce del genere a David Bowie). delle altre accuse non ho detto che siano per forza vere (ho pure sottolineato che non è perseguito per quelle), ma ho notato come comunque rivelerebbero un pattern che è tipico del predatore sessuale. guarda caso, non è emerso nulla di tutto ciò su Woody Allen, che in America è ancora più odiato di Polanski e ha contro tutta la famiglia Farrow. sarà strano che gente così ricca e potente non sia riuscita a trovare un manipolo di donne pronte a farsi intervistare, mentre su Polanski di storie torbide ce ne sono a decine?

infine, la distinzione, e la discussione che ne è seguita, tra pedofilia ed efebofilia l'hai introdotta tu, perché - e mi sono riletto i messaggi - né io né kristofferson abbiamo scritto che è un pedofilo, così come nessuno dei due ha scritto che Polanski deve morire sulla gogna o i suoi film bruciati sul rogo.  


  • 1
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#394 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7591 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 13:53

ma porca puttana stiamo davvero dicendo che tutto sommato non gliene possiamo fare una colpa se a circa 45 anni Polanski non riusciva a frenare l'uccello su una che non ne aveva manco 14 (e che era pure sotto gli stupefacenti che gli aveva dato lui)? oppure va bene perché era "matura sessualmente"? se una cosa del genere l'avesse fatta Mario Rossi ci impegneremmo così tanto nel trovare i "se" e i "ma"?

 

Stai tranquillo che di Mario Rossi che non solo non si sono fatti un giorno di galera ma che sono coperti dalle famiglie su abusi talvolta delle loro stesse nipoti/cugine/figlie ce ne sono a secchiate, per quanto riguarda la vicenda di Polanski non so come spiegare che non lo ritengo innocente di ciò per cui ha confessato e per cui è stato condannato e non ho capito dove avrei scritto che quello che ha fatto va bene perché lei era matura sessualmente. No che non va bene, ma sono passati 43 anni e per la vittima è tutto chiuso, basta cazzo dai. Non solo, ma continui a considerare come prove e capi di accusa verificati quelli che derivano dalle testimonianze di una sola parte e che non si sono risolti in condanne, in questo sei veramente un fenomeno, la presunzione di innocenza con te non attacca immagino.

 

 

infine, la distinzione, e la discussione che ne è seguita, tra pedofilia ed efebofilia l'hai introdotta tu, perché - e mi sono riletto i messaggi - né io né kristofferson abbiamo scritto che è un pedofilo, così come nessuno dei due ha scritto che Polanski deve morire sulla gogna o i suoi film bruciati sul rogo.  

 

Ma proprio per niente, io ho risposto solo a Matthew:

 

 

Sulla pedofilia ne possiamo discutere, mi spiace che un regista così maiuscolo venga a tutt'oggi ricordato per quel fatto, seppur increscioso. Parlo perlomeno della Francia e dei paesi anglosassoni, qui da noi credo che la damnatio memoriae sia meno spiccata, almeno questa è la mia impressione.

 

Poi Kristofferson ha scritto:

 

Se da un lato non mi piacciono i forcaioli dall’altro non vedo però come si possa liquidare la vicenda come una semplice marachella (come hai fatto tu con il sottile distinguo tra pedofilia ed efebofilia, che trovo sempre abbastanza rivoltante).

 

 

 

interpretando non si capisce da cosa che per me la vicenda è una marachella. Intendiamoci però, quello che ha fatto è ragionevole che porti alla persecuzione a vita nei suoi confronti?


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#395 suche

suche

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23853 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2020 - 16:46

Quel che fa piu' ridere e' che se c'e' un film che prende per il culo il satanismo quello e' Rosemary's Baby, con quel finale in cui l'avvento dell'Anticristo si riduce a un borghesissimo e grottesco rinfreschino radical-chic (nel senso originale del termine), anticlimax geniale e metafora persino troppo didascalica di un mondo che non ha bisogno del Diavolo per essere putrido.
Ma ovviamente ci diranno che Polanski da buon satanista dissimula l'anti-satanismo.

Ho grossi dubbi su questo. Non dico certo che fosse un satanista, ma non la metterei sul tarallucci e vino con festini. Il film in questione non l'ho mai trovato risolto compiutamente come del resto anche altri film che ho visto di lui. Esercizi di rappresentazione del male che mi paiono senza vitalità creatrice, partoriti da una mente sofferente. Chinatown invece è un film di un uomo che emerge dal torbido e che racconta una storia torbida si, ma umana e priva degli incubi della carne e della mente. Ed è in questo film che il regista splende come uno dei più grandi, meno negli altri.
Anche Kubrick con Shining lo trovo molto debole almeno come sceneggiatura: trovo mal pensata la rappresentazione dell'impazzimento di Torrance, una sceneggiata senza significato. Boh, l'horror spesso lo trovo inutile.
  • -1

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."<p>




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq