Vai al contenuto


Foto
- - - - -

[Monografia] Felt - Denim - Go-Kart Mozart - Lawrence


  • Please log in to reply
27 replies to this topic

#1 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17188 Messaggi:

Inviato 28 luglio 2014 - 22:09

*
POPOLARE

Immagine inserita

Cuccatevi sta braciola: http://ondarock.it/popmuzik/felt.htm
  • 34

#2 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5513 Messaggi:

Inviato 28 luglio 2014 - 23:44

Crumbling the Antisephic Beauty è uno dei lasciti più desolanti della storia della musica. Senza meta, asfissiante come una giornata d'agosto in una metropoli deserta, e melodicamente memorabile. Da recuperare assolutamente.

Non si può parlare di indie-pop senza conoscere prima una nota dei Felt.
  • 2

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione, discute e vi fa discutere dei vostri problemi perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate, o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA, c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#3 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17188 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 08:42

Crumbling the Antisephic Beauty è uno dei lasciti più desolanti della storia della musica. Senza meta, asfissiante come una giornata d'agosto in una metropoli deserta, e melodicamente memorabile. Da recuperare assolutamente.


Grezzo e semplice, ma in effetti bello e abbastanza unico.

Alcune delle migliori cose però sono uscite su singoli/raccolte, come Penelope Tree, Space Blues, ecc.

Dei matti.
  • 0

#4 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9947 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 29 luglio 2014 - 09:15

bellissima mono bosfy.
She Lives By the Castle, alla quale hai dato il giusto spazio nella mono, è uno di quei pezzi che ti fa sentire una merda totale e senza speranza di fronte ad una donna bellissima.

giusto per ribadirlo:
Sarah Cracknell adesso
Immagine inserita

Lawrence
Immagine inserita
  • 1

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと……僕はわかった

 


#5 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10986 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 09:57

Splendida monografia. Io i Felt li conosco poco, ma tutto quel che ho sentito mi è sempre piaciuto. E sono completamente a digiuno sul resto dei progetti, è giunta l'ora di colmare le lacune.



Sarah Cracknell


Non dimentichiamo che la bella Sarah insieme a Maurice Deebank scrisse anche quella meraviglia di Paper (lasciata a b-side pure quella, pazzi tutti).
  • 0
OR

#6 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11640 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 10:50

Mi hanno passato qualche disco (i primi essenzialmente + Pictorial Jackson Review) ma non ci sono ancora mai entrato davvero dentro (e si parla di anni fa...). Sì, un po' me ne vergogno ma la mono (grande Bosfy!) tornerà utile in questo senso....
  • 0
A chemistry of commotion and style

#7 Thælly

Thælly

    mascellona da bukkake

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6913 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 12:21

Bosfy la mono mi è piaciuta tantissimo ma non so da cosa partire, cosa mi piace di più secondo te? Posto che hammond++++
  • 0

Una tua action figure che quando la schiacci ti parla degli accordi.


#8 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21454 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 12:38

Bravo Bosfy :***


Devo essere onesto, a me il sound dei Felt piace e in campo indie è stato copiatissimo, ma mi danno la sensazione che fra un ricamo di chitarra e l'altro affossino spesso le melodie vocali. Se sento una canzone da sola tende a piacermi tantissimo, se ne sento due ancora le distinguo, ma già a metà scaletta di un loro disco non ci raccapezzo più niente, a malapena mi accorgo che le tracce siano separate.
Il che è un problema minore rispetto a altre band che mi fanno questo scherzo, perché nel loro caso c'è un sound che, ripetiamolo a scanso di equivoci, è eccelso. Tuttavia mi impedisce di amarli quanto vorrei e tutti i loro dischi mi fanno lo stesso effetto: entusiasmo al primo ascolto, poi via a scemare fino a non riascoltarli più.

L'unico che a distanza di anni mi trovo ancora a mettere spesso è "The Splendour of Fear", che considero il loro migliore, se non altro per "The Stagnant Pool" e la sua infinita, ipnotica progressione di chitarre riflesse, un vero paradiso.

Il discorso cambia decisamente per il primo disco dei Denim, che è praticamente solo ritornelli memorabili. La voce di Lawrence è molto più cattiva e cabarettistica rispetto al periodo coi Felt, gli arrangiamenti sono aggressivi, con le chitarrone, i synth che spernacchiano, i coretti convulsi.
Disco fra l'altro di enorme importanza storica, in quanto uscito all'alba del brit-pop (Blur e Suede avevano già pubblicato i singoli chiave ma non erano ancora arrivati all'album nessuno dei due) e capitale nello stabilirne alcune direttive. In pochi si ricordano di dirlo purtroppo.

  • 4

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#9 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7401 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 14:04

ma il link "Alessandro Nalon" non porta da nessuna parte!

la monografia adesso me la leggo cosi' decido cosa ascoltare dopo strange idols e forever breathes.
  • 0

#10 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9947 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 29 luglio 2014 - 14:10

i miei Felt preferiti:
1. Poem of the River
2. Crumbling the Aseptic Beauty
3. Forever Breathes the Lonely Word

top 5 pezzi:
1. She Lives By the Castle
2. Stain-Glassed Window in the Sky
3. Birdmen
4. September Lady
5. Ballad of the Band
  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと……僕はわかった

 


#11 Michael Jimmy Bill

Michael Jimmy Bill

    Ghost in the A-Shell

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2233 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 18:48

ma il link "Alessandro Nalon" non porta da nessuna parte!


Nell'indirizzo manca il punto tra nalon e htm
Immagine inserita

Ciò premesso, lettura davvero molto piacevole!

La mia conoscenza dei Felt si fermava al trittico Let The Snakes / Forever Breathes The Lonely Word / Me And A Monkey On The Moon, assortito in maniera del tutto casuale un giorno di qualche anno fa che per non ricordo più quale motivo il loro nome uscì fuori e mi venne voglia di approfondire.
Con la solita lungimiranza scelsi di partire con i serpenti perchè il titolo mi piacque tantissimo e tutt'ora non ho capito se si sia trattato di uno scherzo o cosa. Con gli altri due invece andò meglio nonostante anch'io abbia finito per non riprenderli più al punto che oggi saprei canticchiare solo I can't make love to you anymore. Peraltro malissimo.

La mono è stata l'occasione per scoprire una storia notevole e anche la prima parte della loro carriera. Da domenica sono ripartito con la raccolta Absolute Classic Masterpieces (1981-85) perchè avevo il desiderio fisico di trovare un modo per riascoltare per bene Primitive Painters e The Stagnant Pool piluccate dal Tubo durante la lettura.

La seconda in particolare è tra le cose più belle ascoltate da tanto tempo. Gozer vedi, non ascolto solo indiate!

Temo però che mi sia piaciuta da subito per i motivi sbagliati

I Low dieci anni dopo ne ripresero il formato nella loro "Lullaby".


ashd
  • 0

#12 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21454 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 19:39

sì Michael, ma fallisci lo stesso nel momento in cui commenti la mono e non spendi una parola sui Denim.
  • 0

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#13 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11179 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 20:24

Bravo Bosfy :***


Devo essere onesto, a me il sound dei Felt piace e in campo indie è stato copiatissimo, ma mi danno la sensazione che fra un ricamo di chitarra e l'altro affossino spesso le melodie vocali. Se sento una canzone da sola tende a piacermi tantissimo, se ne sento due ancora le distinguo, ma già a metà scaletta di un loro disco non ci raccapezzo più niente, a malapena mi accorgo che le tracce siano separate.
Il che è un problema minore rispetto a altre band che mi fanno questo scherzo, perché nel loro caso c'è un sound che, ripetiamolo a scanso di equivoci, è eccelso. Tuttavia mi impedisce di amarli quanto vorrei e tutti i loro dischi mi fanno lo stesso effetto: entusiasmo al primo ascolto, poi via a scemare fino a non riascoltarli più.

L'unico che a distanza di anni mi trovo ancora a mettere spesso è "The Splendour of Fear", che considero il loro migliore, se non altro per "The Stagnant Pool" e la sua infinita, ipnotica progressione di chitarre riflesse, un vero paradiso.

Il discorso cambia decisamente per il primo disco dei Denim, che è praticamente solo ritornelli memorabili. La voce di Lawrence è molto più cattiva e cabarettistica rispetto al periodo coi Felt, gli arrangiamenti sono aggressivi, con le chitarrone, i synth che spernacchiano, i coretti convulsi.
Disco fra l'altro di enorme importanza storica, in quanto uscito all'alba del brit-pop (Blur e Suede avevano già pubblicato i singoli chiave ma non erano ancora arrivati all'album nessuno dei due) e capitale nello stabilirne alcune direttive. In pochi si ricordano di dirlo purtroppo.

il primo dei denim è un DISCONE, la mia copia in vinile ha ripreso a girare da giorni, INVIDIOSO ? ]:)
  • 0

#14 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21454 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 20:25

facendomi schifo i vinili, non direi. Sto bene col mio cd. asd
  • 1

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#15 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11179 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 20:38

non sai cosa ti perdi
  • 0

#16 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17188 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 21:58

Dei Denim è simpaticissimo anche il secondo, uno sberleffo al rock e all'industria discografica. Tutti i pezzi diversi e divertenti. Ok non è un capo come il primo ma è cmq un must per i fan di Lorenzo.


Thello, dei Felt ti consiglio "The Strange Idols..." per via degli strumentali, "Forever Breathes" per motivi tastieristici e "Me and a Monkey on the Moon" per motivi riccardonici. Nell'ordine che preferisci.
EDIT: il loro tastierista è un Primal Scream eh, mica cazzi. Ha pure completato le parti di organo e tastiera in Tellin' Stories dei Charlatans quando Rob è morto :°°°°
  • 0

#17 Michael Jimmy Bill

Michael Jimmy Bill

    Ghost in the A-Shell

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2233 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 22:02

sì Michael, ma fallisci lo stesso nel momento in cui commenti la mono e non spendi una parola sui Denim.


Immagine inserita



Però lasciatemi anche un pochino di tempo mannaggia. Da quanto leggo almeno l'ascolto dell'esordio è imprescindibile e lo farò nei prossimi giorni perchè a voi può sembrare che mi muovo a casaccio invece è tutto frutto di un programma ponderatissimo che parte dal cementare le fondamenta della casa dei Felt prima di alzarla di un piano (senza autorizzazioni) per farci un sottotetto abitabile dai Denim Immagine inserita
  • 4

#18 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17188 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2014 - 22:39

Questa è genio

[m]http://youtu.be/DQ0It3uOrkA[/m]

I said well where's the money
You said it's all been spent
I said well what d'ya do
You said I paid the rent
You were living in a Mayfair mews
I was living in a tent.



Questa è la cosa più nostalgica e malinconica mai fatta dagli umani:

[m]http://youtu.be/iO9ekL9lohk[/m]
  • 4

#19 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36384 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 30 luglio 2014 - 01:07

"Forever Breathes" per motivi tastieristici


il riff d'organo di Rain of Crystal Spires che rende il tuo salotto grande protagonista del '900
per un attimo rende il mondo senza dramma

[m]http://www.youtube.com/watch?v=J_0YTROlgJM[/m]
  • 1

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#20 Scripti Politti

Scripti Politti

    サカナクション

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2524 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 30 luglio 2014 - 13:36

Io ad esempio avantieri con questa sono svenuto.

"I hate the stones and I hate blues
eddie cochran and blue suede shoes
I hate the king I hate chuck berry
I hate hooker I hate leadbelly
aallrightt..
."

http://www.youtube.com/watch?v=bAm5MI1bru8
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq