Vai al contenuto


Foto
- - - - -

The Wolf Of Wall Street (Scorsese, 2014)


  • Please log in to reply
266 replies to this topic

#21 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27451 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 17 gennaio 2014 - 16:47

non so più davvero che altro aggiungere. scorsese è il più grande regista americano vivente: l’ho già forse detto? bè non è mai abbastanza


  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#22 zazdarovje

zazdarovje

    in realtà sono io Melina Riccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 558 Messaggi:
  • LocationMosca, Russia

Inviato 17 gennaio 2014 - 16:50


non so più davvero che altro aggiungere. scorsese è il più grande regista americano vivente: l’ho già forse detto? bè non è mai abbastanza


  • 1

#23 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 633 Messaggi:

Inviato 17 gennaio 2014 - 16:57

Per chi ne ha voglia o per chi sta facendo la fila alla posta, la mia rece integrale.


Bella rece però Leonardo DiCaprio erede di Nicholson non si può sentire, dai...
  • 0

#24 zazdarovje

zazdarovje

    in realtà sono io Melina Riccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 558 Messaggi:
  • LocationMosca, Russia

Inviato 17 gennaio 2014 - 17:00


Per chi ne ha voglia o per chi sta facendo la fila alla posta, la mia rece integrale.


Bella rece però Leonardo DiCaprio erede di Nicholson non si può sentire, dai...


Immagine inserita

asd
  • 4

#25 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 17 gennaio 2014 - 17:00



non so più davvero che altro aggiungere. scorsese è il più grande regista americano vivente: l’ho già forse detto? bè non è mai abbastanza


comunque io in pratica guardo solo cinema americano quindi per me più grande regista americano vivente = più grande regista ashd

molto probabilmente per me è il più grande regista. stop

#26 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27451 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 17 gennaio 2014 - 17:04




non so più davvero che altro aggiungere. scorsese è il più grande regista americano vivente: l’ho già forse detto? bè non è mai abbastanza


comunque io in pratica guardo solo cinema americano quindi per me più grande regista americano vivente = più grande regista ashd

molto probabilmente per me è il più grande regista. stop


:love6:
  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#27 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 17 gennaio 2014 - 18:21

comunque jordan belfort rappresenta bene un'intera epoca. soprattutto quella mentalità del "get-rich quick" che aveva davvero trasformato wall street in una jungla. molto probabilmente una truffa come la sua oggi non sarebbe più possibile perché, paradossalmente (visti i recenti casini del mercato), c'è più trasparenza ed è più difficile fregare la gente con quelle tecniche

ecco comunque il famoso articolo del 91 riproposto da forbes che nel film è al centro di una scena veramente piena di humor sardonico e cinico (jordan pensa che la cattiva pubblicità dell'articolo lo danneggi e invece il giorno dopo si ritrova la fila di giovani aspiranti broker che vogliono diventare un "lupo" come lui...)

Immagine inserita

http://www.forbes.co...jordan-belfort/

#28 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 19 gennaio 2014 - 11:40

Immagine inserita

me lo sono riguardato una seconda volta, e la seconda volta è una visione sempre più lucida e razionale che ti permette di guardarlo più con l'occhio cinematografico che con quello delle emozioni e delle "viscere"

e infatti mi è apparsa chiaramente la granitica struttura di questo film che dura tre ore che però passano come fosse una, senza cadute o cedimenti, alternando più registri. un applauso andrebbe anche a terence winter che ha scritto un copione solidissimo che è una specie di romanzo per immagini, e che importa un po' della trasgressività folle dei suoi prodotti televisivi della hbo (i nudi e quelle scene di sesso spinte e un po' grottesche)

molta critica moralistica ha puntato il dito contro questo film e ha cercato di boicottarlo (ma a quanto pare il film continua ad incassare). l'accusa è quella di finire per celebrare lo stile di vita di belfort e di lasciare in secondo piano le sue truffe. quello che gli è stato maggiormente rimproverato è di aver lasciato fuori campo le vittime di belfort

ma anche solo pensare che questo film intenda esaltare un personaggio come belfort mi pare pura follia. a meno che non si sia dei bastardi patentati e si pensi quindi che inculare il prossimo sia una cosa buona e giusta, difficilmente si simpatizzerà per il protagonista. winter e scorsese ci pongono di fronte i fatti senza mediare e ci dicono: questa è la storia, giudicate voi. non ci prendono per mano, come dice giustamente zazà nella sua recensione, e ci fanno il disegnino sulla lavagna. anche perché qui non si tratta di crocifiggere una sola persona: troppo facile. belfort è soltanto un simbolo, il simbolo di un'epoca. che in fondo è l'attualizzazione di quella sete di potere che segna le società umane fin dalla loro istituzione, almeno nelle forme più complesse

volendo il film va ancora più in là. c'è un po' di belfort in ognuno di noi. c'è un po' di belfort in ognuna delle sue vittime. che cosa volevano del resto le sue "vittime"? diventare ricchi, diventare come belfort. belfort vendeva un lifestyle: lo vendeva a quelli che lavoravano per lui (straordinarie in questo senso le scene in cui con fare da telepredicatore arringa i suoi dipendenti durante le riunioni che si trasformano in one man show con tanto di microfono e platea) e lo vendeva ai suoi clienti-vittime (anche qui simboliche le finte pubblicità in cui belfort si fa riprendere a bordo del suo yatch con cinque o sei pupe, fuori dalla sua villa, mentre scende dal suo elicottero). insomma winter e scorsese non risparmiano nessuno e non fanno ragionamenti semplicistici. siamo tutti d'accordo sul fatto che ci sia qualcosa di malato nella società ma non crediamo di tirarcene fuori tanto facilmente puntando il dito verso il "mostro" di turno. siamo tutti una emanazione di questa società, che lo vogliamo o meno, e c'è un po' di belfort in ognuno di noi, carnefici e vittime

persino lo stoico agente dell'fbi quando ritorna a casa in metro "con le palle sudate e lo stesso vestito da tre giorni", e si guarda attorno nella cabina e vede l'umanità misera che la popola mentre fuori c'è gente che spende lo stipendio di un mese in una cena, ha dei cedimenti e si chiede se non era meglio prendere la licenza da broker piuttosto che farsi dare una pistola gratis e tante grane dal federal bureau of investigation. ma poi ognuno è quello che è, e la vita è un gran casino, e sino ad un certo punto siamo noi a gestirla. questo film parla anche di quanto sia un casino la vita e di quanto siamo impotenti sia con le tasche piene che con le tasche vuote. alla fine qualcosa ci scappa sempre di mano

#29 zazdarovje

zazdarovje

    in realtà sono io Melina Riccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 558 Messaggi:
  • LocationMosca, Russia

Inviato 20 gennaio 2014 - 13:37

http://video.corrier...c3-05b99f5e9b32

Il verdetto di Gian Luigi Rondi Paolo Mereghetti.
Roba da passare ai pentastellati.
  • 0

#30 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 20 gennaio 2014 - 17:13

http://video.corrier...c3-05b99f5e9b32

Il verdetto di Gian Luigi Rondi Paolo Mereghetti.
Roba da passare ai pentastellati.


mamma mia che cantonata pazzesca che ha preso... non che l'abbia mai stimato granché pur avendo comprato in passato (come tutti) il suo dizionario, ma queste recensioni-video sono davvero imbarazzanti pure per i suoi standard da "il film è bello perché mi è piaciuto/non mi ha annoiato"

comunque qua sul forum ha un sacco di seguaci (che puntualmente gli comprono il dizionario) quindi molto probabilmente farà proseliti ashd

#31 An Absent Friend

An Absent Friend

    We're happening

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3293 Messaggi:
  • LocationFuori della storia e in abito borghese

Inviato 20 gennaio 2014 - 18:50

non che l'abbia mai stimato granché pur avendo comprato in passato (come tutti) il suo dizionario,


Io ho un passato da morandiniano :facepalm:

Tra l'altro ho anche incontrato Mereghetti ai tempi in cui pensavo di fare cinema. Un po' compassato e si vedeva chiaramente che avrebbe preferito non avermi tra i ball (abbastanza a ragione) asd
  • 0

 

Talmente brutto che e' da considerare 90

 

 
In pratica vogliono il magical negro senza i poteri magici, sai che palle.

 

 

guarda uso di nuovo l'esempio del Mein Kampf che mi è piaciuto parecchio

 


#32 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23153 Messaggi:

Inviato 24 gennaio 2014 - 09:39

Visto ieri sera in V.O. dentro una sala stracolma di gioventù (il film è uscito di giovedì, quando nelle sale spaziocinema gli under26 pagano 4,50).

Immagine inserita


Spoiler

  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#33 Ciscoteque

Ciscoteque

    utente 'patafisico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 547 Messaggi:

Inviato 24 gennaio 2014 - 10:39

Una bellissima overdose nauseante, ma sono uscito dalla sala nelle stesse condizioni di Paloz. E' davvero un cinema necessario questo, oggi?
  • 0

#34 marz

marz

    in un romanticismo hegeliano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6844 Messaggi:

Inviato 24 gennaio 2014 - 19:28

sembra che si sia aperto il filone del cinema-spettacolo d'autore. L'avevo visto in anteprima anche questo e devo ancora decidermi sul film... in sala mi è piaciuto, mi ha divertito, uno spettacolo invadente, "necessario", gustoso. Per certi versi anche originale nel suo essere così spiccatamente gang-spettacolare. Idea del cinema nella sua essenza: intrattenimento totale. Scorsese è un mago ed è quello che ci riesce meglio e nel modo più intelligente ed acuto secondo me. Sfrutta quelle che sono le componenti pure del cinema appieno. Chapeau.

Per il resto, per il resto uscito dalla sala sono rimasto tale e quale. E forse il nostro maestro non si preoccupa davvero di questo. Non mi ha pervaso un'idea, una sorta di commozione o di ricordo indelebile della pellicola.
  • 0
Everybody needs a bosom for a pillow

#35 LukakuFakeTroll

LukakuFakeTroll

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10728 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 24 gennaio 2014 - 19:54

Anche io l'ho visto ieri, anche io varie volte ho schifato le risate gratuite del pubblico, ma questo senza trovare che il film fosse gratuito nel suscitarle. Il problema, comunque, penso di averlo sentito, il punto è che fa parte della storia, non della sua resa cinematografica.
Davvero finché macini grana e il corpo regge va alla grande, finché non sorge un grosso problema e tutto il resto, ma d'altronde cosa fa ora il vero Belfort? Ha scritto due libri e fa il motivational speaker, quindi da broker che usa le sue conoscenze per mettere i soldi in tasca all'investitore (si fa per dire), è passato ad usare le sue esperienze per farne guadagnare (di esperienza e forse ancora di soldi) all'ascoltatore, ma a conti fatti vende ancora aria fritta, no? Ha fatto 22 mesi di carcere, secondo wiki.
Forse il film può insegnare a guardare queste figure senza l'occhio succube e celebrativo che esse stesse nel film richiedono ardentemente, e contemporaneamente evitando di ridurli a CATTIVI vs EROI BUONI (vedi l'agente che fu aspirante broker e che magari davvero mette gli stronzi in galera perché non è stato abbastanza stronzo ai suoi inizi, non perché è di candida bontà ingenua o un grillino). Il fatto è che purtroppo la parte del pubblico che pensa "figo, scopa come un drago quel cocainomane" rimane, anche se ai miei occhi i broker già con McConaughey ne uscivano male. Il tono di DiCaprio al primo affare fuffa concluso, la capoccia rasata della squinzia, la fiducia ebete dei consumatori però è lì a fare schifo per qualcosa. Io molto ingenuamente nell'inquadratura finale ho visto uno specchio della sala stracolma. Probabilmente chiedere di più ad un film del genere significa chiedere di più o al cinema o alla realtà, a me è questa che per prima delude, il fatto di non aver imparato qualcosa di nuovo mi sembra alpiù una conseguenza

[a me quindi piacque, eh]
  • 0

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#36 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 24 gennaio 2014 - 20:26

mah una serie di commenti all'insegna di uno snobismo indifferente che mi lascia perplesso... vi meritate bela tarr

#37 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23153 Messaggi:

Inviato 24 gennaio 2014 - 22:34

Eh beh, giustamente... :facepalm:
Sul serio, prendi in considerazione di cambiare forum. O pianeta.
  • -1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#38 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 24 gennaio 2014 - 23:55

Eh beh, giustamente... :facepalm:
Sul serio, prendi in considerazione di cambiare forum. O pianeta.


la sezione di ondacinema è bellissima salvo per quei quattro che hanno applicato lo snobismo indie al cinema generando mostri.
Spoiler
vi sentite fighi. buon per voi ma sarebbe meglio rimaneste confinati nella sezione musica

Messaggio modificato da cerezo il 25 gennaio 2014 - 09:54
post segnalato e modificato dal moderatore


#39 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21869 Messaggi:

Inviato 25 gennaio 2014 - 00:27

mah una serie di commenti all'insegna di uno snobismo indifferente che mi lascia perplesso... vi meritate bela tarr

asd
grande, diglielo
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#40 Scripti Politti

Scripti Politti

    サカナクション

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2501 Messaggi:

Inviato 25 gennaio 2014 - 00:36

Io comunque certe cose non le capisco, o meglio, le capisco ma mi fanno rabbrividire. Se Scorsese fosse 20 volte meno famoso vi fareste le seghe dalla mattina alla sera con The Wolf of the Wall Street. Il problema é che siete così indie che non vi piace nemmeno quello che in realtà non sapete giudicare. Però Steve McQueen fa film bellissimi.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq