Vai al contenuto


* * * - - 10 Voti

Marvel Cinematic Universe


  • Please log in to reply
555 replies to this topic

#541 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 08 novembre 2019 - 16:57

CIne, sulla ricezione di ET ti sbagli veramente, è stato considerato un classico moderno praticamente dall'istante della sua uscita


forse dalla critica mainstream, la stessa del resto che oggi dice le stesse cose anche per avengers e black panther. ma negli ambienti più "duri e puri" della cinefilia e della critica europea festivaliera, spielberg non è stato preso sul serio fino a schindler's list. e se vogliano pure l'establishment hollywoodiano ha dovuto attendere il dramma tradizionale per dargli il suo primo oscar, al di là di tutte le nomination ricevute prima

ma io non voglio fare paragoni tra i film marvel e quei film. voglio solo dire che ogni epoca tendenzialmente ha premiato, come incassi dico, un certo tipo di cinema. che non è quello che l'ondarocker medio vorrebbe veder premiato (leggi: LYNCH)
  • 0

#542 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7125 Messaggi:

Inviato 08 novembre 2019 - 17:05

Cine lo sai che io non assolutamente un talebano del cinema d'autore, il problema che io riscontro negli ultimi 10/15 anni  è che si è perso il dialogo, la contaminazione e anche la feconda tensione che c'è più o meno sempre stata tra cinema autoriale e cinema di consumo, ormai sono sempre più distanti sia produttivamente che ideologicamente, mondi lontani con poco o nulla in comune.

E alla fine quelli che ci rimettono sul serio sono gli amanti del cinema di mezzo come me.


  • 0

#543 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 08 novembre 2019 - 18:08

Cine lo sai che io non assolutamente un talebano del cinema d'autore, il problema che io riscontro negli ultimi 10/15 anni  è che si è perso il dialogo, la contaminazione e anche la feconda tensione che c'è più o meno sempre stata tra cinema autoriale e cinema di consumo, ormai sono sempre più distanti sia produttivamente che ideologicamente, mondi lontani con poco o nulla in comune.
E alla fine quelli che ci rimettono sul serio sono gli amanti del cinema di mezzo come me.


io vedo semplicemente un bersaglio ideologico: i film marvel. si, alla disney non frega niente della politica degli autori, i registi contano meno di zero (anche se per james gunn questo adagio non vale granché), il vero dominus è kevin feige che è il produttore e supervisore generale

ma poi negli ultimi 10 anni, a fianco di questi film vedo cose come i blockbusters di nolan, di villeuneve, di del toro, vedo per quanto riguarda i cinefumetti prodotti meno standardizzati come joker, logan, deadpool. in questo mi sembra uno scenario molto simile a quello degli anni 2000 e dei tardi anni 90

non sono gli anni 70 né gli anni 80, certo. ma non state sopravvalutando il fenomeno marvel? incassano da paura e sono super prolifici, ma non sono tutto il mainstream. certo l'alternativa sono film alla fine molto simili, sempre legati a saghe o franchise o fumetti. ma l'epoca è questa
  • 0

#544 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7125 Messaggi:

Inviato 08 novembre 2019 - 19:13

Cine va a vedere The Irishman su.
  • 0

#545 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 09 novembre 2019 - 10:56

Cine va a vedere The Irishman su.


appena arriva su netflix
  • 0

#546 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1632 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 09 novembre 2019 - 13:07

Comunque secondo me il paragone MCU vs Pixar, Erripotte e Twilight calzava solo parzialmente. saranno pure tutti blockbusteroni seriali dei rispettivi periodi, ma gli ultimi puntavano su fanbase fedeli ma abbastanza delineate a livello anagrafico e forse anche temporale: non so se degli spin off di Twilight oggi andrebbero bene come i Fantastic Beasts. I Pixar invece portavano al cinema anche i genitori dei bambini che se li guardavano ma difficilmente travalicavano quei due steccati. I film Marvel invece si beccano veramente tutte le età: marmocchi con astucci e zaini di Hulk, genitori che li portano al cinema, millennials che sono grandini oggi ma all'uscita del primo Iron Man no, fumettari di tutte le età sia non smaliziati che comunque volenterosi di vedere di che si tratta per tempo per parlarne male. Insomma rispetto ai predecessori secondo me ci sono delle specifiche che giustificano questo accanimento.


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#547 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1632 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 25 febbraio 2020 - 11:22

In vista dell'imminente uscita di Black Widow, provo ad ipotizzare un teorema di botteghino

 

- Wonder Woman è andato bene

- Captain Marvel è andato bene

- Birds of Prey è andato malino

 

Cè chi dice che il mondo aveva bisogno finalmente delle superoine femmine socialmente conscie, cè chi dice go woke go broke, ma può essere che a monte l'esito lo decida una serialità in divenire rispetto al quale il film femminile di turno sia una tappa obbligatoria? Wonder Woman transitava tra Batman vs Superman e Justice League, Captain Marvel tra Infinity War e Endgame, di contro la serialità DC, già decisamente più sfilacciata rispetto a quella Marvel, sembra definitivamente andata a puttane e di conseguenza uno spin off su Harley Queen non imponeva quella grip* così stringente sul pubblico.

 

In quest' ottica non saprei come collocare il film della Johansson: da un lato una serialità serratissima e un personaggio amato, dall'altro un prequel su un personaggio [definitivamente?] morto che sembra una mossa [woke] per prendere tempo prima di fare veramente grandi statement nella serialità marvel della nuova decade [vedasi Gli Eterni, per i quali non dovrebbero servire le 12 ore di serie Disney+*] invece che un film con tutti i crismi.

 

*L'idea della tappa obbligatoria di una serie per vedere un film [o viceversa: vedasi L'immortale per Gomorra 5] comunque mi terrorizza.


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#548 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 25 febbraio 2020 - 12:03

secondo me non serve troppa sovrastruttura ideologica infatti

l'unico film di questi in cui la componente di empowerment è stata fondamentale nella vendita, è stato wonder woman, dove hanno calcato tantissimo sul fatto "prima regista donna per film su supereroina" ecc. perché era la carta "nuova" (in realtà come hanno dimostrato anche i 400calci con le loro recensioni da inviati di guerra al fronte ashd ci sono precedenti ormai rimossi dall'inconscio collettivo come supergirl e barb wire)

poi come succede nell'industria, questo schema vincente è stato replicato per captain marvel e birds of prey, ma non è più stato così enfatizzato essendo appunto una replica di codici produttivi

captain marvel è andato bene come vanno bene tutti i film marvel, perdipiù si è inserito in scia ad infinity war traghettando l'universo marvel verso endgame che ha incassato più di avatar: una convergenza migliore non poteva avercela (e non è casuale)

birds of prey si è rivelato un flop, ma secondo me per altri motivi. prima di tutto, cosa evidenziata anche dalla warner che in america ha fatto parzialmente marcia indietro, un titolo lunghissimo e confuso che non capitalizzava l'attenzione sulla superstar del progetto, ovvero harley quinn. harley quinn, dopo batman, è la vera gallina dalle uova d'oro della dc. lo dimostrano i numeri del merchandising, ma lo ha dimostrato anche suicide squad. insomma prima mazzata sui coglioni. poi secondo me , in questo caso, la scelta del rating R non penso sia stata la più consona. e lo dico io che vorrei che tutti i film di fumetti fossero R-rated, ma qui sto facendo un ragionamento economico/di marketing. il target di riferimento di questo film non sono i maschi adulti, non è lo stesso pubblico di deadpool. hanno cercato di fare di harley quinn il deadpool al femminile, ma il transfert non è riuscito perché il pubblico potenzialmente interessato non è lo stesso. e così si sono tagliati fuori - in america - pure i ragazzini che vanno a vedere a prescindere qualsiasi cinefumetto

in italia non so come sia andato, certo il coronavirus in questi giorni non aiuta ashd per dire io volevo andare a vedere bad boys ma sono a casa a scrivere sul forum

su black widow non saprei, comunque. il marvel universe d'ora in poi entra in una fase inesplorata
  • 1

#549 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1632 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 25 febbraio 2020 - 12:21

secondo me non serve troppa sovrastruttura ideologica infatti

l'unico film di questi in cui la componente di empowerment è stata fondamentale nella vendita, è stato wonder woman, dove hanno calcato tantissimo sul fatto "prima regista donna per film su supereroina" ecc. perché era la carta "nuova" (in realtà come hanno dimostrato anche i 400calci con le loro recensioni da inviati di guerra al fronte ashd ci sono precedenti ormai rimossi dall'inconscio collettivo come supergirl e barb wire)

poi come succede nell'industria, questo schema vincente è stato replicato per captain marvel e birds of prey, ma non è più stato così enfatizzato essendo appunto una replica di codici produttivi

captain marvel è andato bene come vanno bene tutti i film marvel, perdipiù si è inserito in scia ad infinity war traghettando l'universo marvel verso endgame che ha incassato più di avatar: una convergenza migliore non poteva avercela (e non è casuale)

birds of prey si è rivelato un flop, ma secondo me per altri motivi. prima di tutto, cosa evidenziata anche dalla warner che in america ha fatto parzialmente marcia indietro, un titolo lunghissimo e confuso che non capitalizzava l'attenzione sulla superstar del progetto, ovvero harley quinn. harley quinn, dopo batman, è la vera gallina dalle uova d'oro della dc. lo dimostrano i numeri del merchandising, ma lo ha dimostrato anche suicide squad. insomma prima mazzata sui coglioni. poi secondo me , in questo caso, la scelta del rating R non penso sia stata la più consona. e lo dico io che vorrei che tutti i film di fumetti fossero R-rated, ma qui sto facendo un ragionamento economico/di marketing. il target di riferimento di questo film non sono i maschi adulti, non è lo stesso pubblico di deadpool. hanno cercato di fare di harley quinn il deadpool al femminile, ma il transfert non è riuscito perché il pubblico potenzialmente interessato non è lo stesso. e così si sono tagliati fuori - in america - pure i ragazzini che vanno a vedere a prescindere qualsiasi cinefumetto

in italia non so come sia andato, certo il coronavirus in questi giorni non aiuta ashd per dire io volevo andare a vedere bad boys ma sono a casa a scrivere sul forum

su black widow non saprei, comunque. il marvel universe d'ora in poi entra in una fase inesplorata

Esatto, per vedere Endgame dovevi aver visto prima Captain Marvel, la sua presenza era stata accennata alla fine di Infinity War e sapevi che avrebbe avuto un ruolo chiave nel film dopo. Questo è il tipo di vincolo di cui parlavo. Poi non ci avran fatto così campagna prima come per Wonder Woman ma a) nel film ci sono alcune cose decisamente più spinte [l'ultima battuta nello scontro finale con Jude Law, emblema del thottismo spinto] e b) comunque già nello scegliere la versione femminile di un personaggio storicamente maschio la dice lunga sulla "tonalità" del progetto [discorso analogo per il prossimo Thor purtroppo].

 

BoP aveva già floppato al primo weekend, ed era prima che ci fosse effettivamente il calo generalizzato al box office dovuto al core on a virus. Invece Bad Boys se l'è effettivamente presa nel secchio, peccato perchè pure io avevo un pò l'acquolina in bocca.


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#550 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14059 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 25 febbraio 2020 - 12:52

per vedere se va bene o male basta vedere se è marvel o dc asd


  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#551 razzledazzle

razzledazzle

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3432 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2020 - 18:32

Ho visto Far From Home e EndGame

 

 

Ho visto Capt. Marvel

 

 

Top
 
Captain America. The Winter Soldier (2014)
 
Li ricordo volentieri
 
Guardians Of The Galaxy (Retro, disimpegnato)
Iron Man 1 
Iron Man 3
Avengers: Infinity Wars (ormai iconico)
Spiderman: Homecoming (mi aspettavo pochissimo e invece...)
Black Panther (forse si prende troppo sul serio)
Captain Marvel (retro 90s, Fury finalmente sfruttato)
 
Li ricordo volentieri ma meno
 
Iron Man 2
Avengers: Endgame (troppo pomposo rispetto a IW)
Thor (Nathalie Portman)
Guardians Of The Galaxy: Vol. 2 (idem del primo)
Ant-Man (divertente e non devi ricordati 319029 intrecci)
Spiderman: Far From Home (Eurotrip ma coi supereroi)
 
Ricordi confusi
 
The Avengers 
Captain America: The First Avenger 
Avengers: Age of Ultron
 
Yawn
 
Doctor Strange
Ant-Man And The Wasp
Captain America: Civil War
 
Mi sparo piuttosto che rivederli
 
Thor: Ragnarok
Thor: The Dark World 
 
 
Mi rifiuto di recuperare
 
The Incredible Hulk 

 

 


  • 0

#552 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1632 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 22 marzo 2020 - 13:16

Su Hulk sono nella stessa situazione tua, soffro tanto il cambio di cast [unico neo significativo del megaprogetto, nonostante Ruffalo lo veda come un Hulk assai più credibile] quanto il relegare il gigante verde quasi a spalla comica in tutto il mcu successivo. Sui Thor invece mi inalbero con una riflessione: non sono film perfetti e Ragnarok è figo, ma diamine, il primo ha Branagh alla regia e a suo modo è l'ennesimo suo adattamento shakesperiano, e il secondo, in maniera diversa da Ragnarok, ha comunque una certo fascino ottantiano, magari meno volontario, oltre a rubare i cattivi direttamente da The Golden Army.

 

Ragnarok per me spacca, ma mi dispiace che, risultati commerciali a parte, l'unico modo per rendere digeribile una saga infagottata vichinga e norrena è stato quello di trasformarla in una carnevalata, come ad aver paura di tirarne fuori un black panther ariano [e black panther non verrà mai trattato allo stesso modo, ovviamente].

 

E sui risultati commerciali invece, trovo veramente assurdo che la Portman abbia considerato Dark World un tale onta sul suo cv da voler recidere illo tempore ogni suo legame con la serie, salvo poi tornare una volta che il MCU si è rivelato il franchise più fruttuoso della storia del cinema, e prendersi pure il ruolo di protagonista in Love and Thunder.


  • -2

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#553 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 22 marzo 2020 - 14:04

si, ragnarock è divertente, ma è essenzialmente un rip-off dei guardiani della galassia. a dirla tutta non vedo neanche questi abissi di qualità tra un thor e l'altro… il primo film non lo rivedo dai tempi della sua uscita, ma tutti i discorsi para-shakespeariani che si fecero all'epoca per via del coinvolgimento di branagh - che da anni è un regista-marchettaro dai, ma lo avete visto il nuovo assassinio sull'orient express? cioè siete riusciti a resistere per più di 15 minuti? - erano assolutamente pretestuosi: l'avrebbe potuto girare chiunque quel film e non sarebbe cambiato di una virgola. dark world era invece una puntata di game of thrones PG rating, infatti avevano chiamato alan taylor a girarlo

non trovo nessuno dei tre film memorabili, ma non vedo neanche questo squilibrio qualitativo tra uno e l'altro. fa proprio cagare questo thor cinematografico ashd
  • 0

#554 lydiafer

lydiafer

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 1 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 14:21

Sono totalmente d'accordo con il thread. Devi solo vedere le figure dei film MCU durante l'anno 2019 in modo da renderci conto dell'impatto che hanno:

  • Captain Marvel - € 12 miliardi
  • Spiderman: Far From Home - € 13 miliardi
  • Avengers: Endgame - € 29 miliardi

Come ho visto in una recensione, non è solo una questione di collezioni, è anche un tema dell'impatto sulla pubblicità e dello sviluppo di nuove saghe nel mondo del fumetto. Ad esempio, nel prossimo futuro è previsto che Carnage sarà introdotto nel prossimo film di Venom. Cosa potrebbe portare sul grande schermo saghe come Secret Wars e Ultimate Carnage.

Miradetodo

 


  • 0

#555 razzledazzle

razzledazzle

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3432 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 17:37


non trovo nessuno dei tre film memorabili, ma non vedo neanche questo squilibrio qualitativo tra uno e l'altro. fa proprio cagare questo thor cinematografico ashd

 

Non ha una sua dimensione autonoma.

 

GOG -> retro-comedy

IronMan -> classicone per grandi e piccini

SpiderMan -> teen movie

Captain America -> spy-action

AntMan -> romcom 

 

Poi c'è Strange ma ha un solo capitolo quindi boh.

 

P.S. ma gli US sono fissati per Tozzi? Su FFH c'è Stella stai, su Tonya c'era Gloria.  asd


  • 0

#556 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2020 - 10:55

Su Hulk sono nella stessa situazione tua, soffro tanto il cambio di cast [unico neo significativo del megaprogetto, nonostante Ruffalo lo veda come un Hulk assai più credibile] quanto il relegare il gigante verde quasi a spalla comica in tutto il mcu successivo


the incredible hulk è stato retconnato mi pare… oltre ad essere in pratica l'unico flop del MCU, c'è di mezzo un problema di diritti con il personaggio ed è per questo che non hanno più potuto fare un film stand-alone su hulk, ma l'hanno utilizzato sempre come comprimario

certo che a ripensarci aveva un cast mica da ridere: norton, roth, hurt e la tyler. la rappresentazione di hulk era ancora semiseria rispetto alla farsa che poi è diventato con ruffalo (non di certo per colpa dell'attore), hanno dovuto fare di necessità virtù, potendolo utilizzare solo come co-protagonista - e in pratica solo come hulk, eliminando del tutto banner alla fine - l'hanno trasformato in una spalla comica . non che il film con norton fosse chissà che, ma il lavoro che stava facendo sul personaggio era più interessante
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq