Vai al contenuto


* * * - - 10 Voti

Marvel Cinematic Universe


  • Please log in to reply
555 replies to this topic

#461 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1622 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 15 luglio 2019 - 16:14

Molto bene Spiderman Far From Home, zitto zitto ha piazzato due scene dopo i titoli di coda tra le più sconvolgenti ed epocali in tempi recenti.


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#462 Merlo

Merlo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4225 Messaggi:
  • LocationItalia

Inviato 06 novembre 2019 - 08:52

https://www.ilpost.i...new-york-times/

 

Scorsese ha stroncato i film della Marvel (e il cinema moderno in generale)

In un articolo sul New York Times ha chiarito e spiegato il giudizio che aveva già espresso sbrigativamente («Non sono cinema»)

  • 1
"Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace"

Ricette Veg

#463 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7080 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 09:59

Ovviamente, come si evince dall'intervista vera linkata nel topic di Scorsese, non ha stroncato "il cinema moderno in generale", ma d'altronde cosa ne devono sapere i redattori culturali del Post che sfornano un post su Netflix alla settimana e a ogni nuova uscita Marvel "se ne dice un gran bene".


  • 2

#464 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6252 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 10:00

Martin uno di noi


  • 4

#465 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4261 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 10:25

Il titolo viene smentito dall’articolo
  • 0

#466 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7112 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 10:38

Adesso perchè lo dice Martin tutti ad applaudire, quando lo dicevo io mi beccavo i pomodori ashd


  • 0

#467 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6252 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 10:39

essì, prima s'era tutti in coda per antman asd


  • 0

#468 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7112 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 10:41

Tu no, devo ammetterlo, ma a criticare i film Marvel mi son trovato a fare più di una volta la figura della vecchia mummia che non capisce il cinema gggiovane.


  • 0

#469 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6252 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 10:47

se li sta pigliando anche lui in diverse sedi asd

 

 

comunque non cambierà nulla, ma bene avere il puntello dell'opinione di un regista vero, per le future generazioni.


  • 2

#470 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4261 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 10:51

Mah, qui veramente mi sembra che al limite si sia reso merito alla costruzione produttiva, industrialmente coesa e coerente, ma sul valore cinema in sè nessuno ha mai sbrodolato tanto.
  • 0

#471 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3979 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 11:51

se li sta pigliando anche lui in diverse sedi asd

 

 

comunque non cambierà nulla, ma bene avere il puntello dell'opinione di un regista vero, per le future generazioni.

 

credo che se qualunque altro regista avesse detto una cosa così potente e contro, sarebbe stato socialmente radiato dal mondo del cinema, avrebbe dovuto appendere il cappello al chiodo.

 

Scorsese è forse l'unico che ha uno stato di cult talmente elevato da prendere tutte le età, dai 20enni agli 80enni, e quindi è l'unico che destabilizza (ma giusto un filino eh) le gambe sempre più lardose della Disney.

 

e infatti Bob Iger, Presidente Disney e male assoluto, ha commentato con un discorso sconclusionato.

 

spero che questi commenti di persone come Scorsese, non solo rispettatissime ma pure potentissime, uniti al successo inaspettato di un quasi-outsider come Joker, possano finalmente dare un briciolo di fastidio (impossibile fare di più, per ora) a questa ascesa imperialista del MCU e tutto il suo carrozzone di plastica riciclabile e riciclatissima che ad oggi sembra non avere fine, ormai iniziata più di 10 anni fa.


  • 0

#472 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6252 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 12:21

Mah, finché la gente non si sveglia c'è poco da fare, i soldi vanno dove se ne fanno. Finché continuano a finanziare in massa tutte queste cazzate, dai Marvel ai Fast & Furious, i soldi continueranno ad andare lì. E in fondo perché non dovrebbero, se persino la critica accorre a spellarsi le mani ogni volta?
  • 1

#473 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7080 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 13:16

Anche Scorsese accenna al circolo vizioso del pubblico imboccato dal marketing e non se ne esce.

Se poi appunto anche la critica (per il nulla che sposta) applaude in coro il nuovo imperatore, amen.

 

Rimane tutto il resto, ovvero i prodotti di nicchia, perché ormai quello sono.


  • 1

#474 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 14:37

ho letto anch'io "l'editoriale" di scorsese e al di là delle sue opinioni, mi è sembrata una riflessione intellettualmente onesta e in parte mi è sembrato anche aggiustare il tiro. dico questo perché so già che il suo pensiero e la sua figura verranno imbracciati da qui in poi come "arma" per tutti quelli che vogliono portare avanti una battaglia puramente "ideologica"... arriveremo nelle discussioni al medievale "ipse dixit", "lo ha detto anche scorsese, vedete!", quando invece scorsese tiene a precisare che parla per sé e dal suo ben preciso punto di vista, che è quello di un uomo di quasi 80 anni cresciuto in un'epoca (storica e cinematografica) ormai defunta e completamente diversa da quella di oggi

a mio giudizio nella sua riflessione scorsese porta il punto di vista sia del cinefilo (1) che dell'uomo di cinema (2)

per quanto riguarda il punto 1, la riflessione è la solita: arte vs prodotto commerciale. essendo un cinefilo che ama le cinematografie europee ed orientali novecentesche, cresciuto a pane e nouvelle vague, pane e neorealismo, scorsese è molto legato al concetto di cinema come "forma d'arte" all'europea. da questo punto di vista, il cinema commerciale dei franchise per lui non è arte, non ha dignità artistica. in tanti qua sul forum la pensate così. io ho smesso di interessarmi a cosa sia arte e cosa no tanto tempo fa, per cui non vi tedierò ulteriormente su questo aspetto: ormai sono un individualista cinematografico… è bello solo quello che piace a me. qualcuno potrà obiettare: si possono amare entrambi, il cinema da festival e il cinema commerciale. non è un problema mio, è un problema vostro ashd difficilmente comunque vedo armonizzarsi realmente questi due mondi e i due differenti tipi di pubblico che hanno come target. secondo me si può vivere serenamente ed in pace anche ignorandosi, ma chissà come mai sono sempre i cinefili e i teorici del buon gusto e della vera Arte che vanno sempre in cerca di risse (verbali, naturalmente) per autoconvincersi di non si sa bene cosa, di essere forse dalla parte del giusto…

per quanto riguarda il punto 2, penso che scorsese si sia esposto solo ora - non è da un giorno infatti che il cinema commerciale si è evoluto in questa direzione - per denunciare la fine di hollywood come l'aveva conosciuta ed in parte costruita, perché si è accorto che l'industria è ormai arrivata ad un punto-limite: non c'è (quasi) più alcun spazio nel mondo hollywoodiano per prodotti che esulano dal cinema dei franchise. qualcosa di analogo lo ha detto anche coppola, poco tempo fa. è vero, è la realtà, lo sappiamo tutti. ma quel che testimonia la vicenda di the irishman è che al di fuori del cinema, tramite altri mezzi ed altri canali, c'è ancora spazio per queste produzioni. scorsese forse non riesce a farsene una ragione che il suo film verrà visto più sugli schermi dei computer che sugli schermi cinematografici, ma l'importante è che il suo film si veda, che esista. il cinema come lo conoscevamo nel secolo scorso, non esiste più. il cinema è ormai solo uno dei mezzi attraverso cui vengono pensati, ideati, costruiti, distribuiti i prodotti audiovisivi. e se cambia il mezzo, cambia anche il linguaggio

io comunque non vedo una fine del cinema come arte tanto caro a scorsese e a voi forumisti/cinefili. mi sembra che i festival europei godano di ottima salute, che le produzioni non manchino. anzi, sono venute alla luce cinematografie che in passato non avevano granché voce come quelle africane

il cinema hollywoodiano ha smesso di portare avanti l'utopia di arte + dollari della new hollywood tanto tempo fa: arriviamo un po' tardi a stupirci. theman mi dice sempre: "negli anni 70 il corrispettivo dei blockbusters odierni erano film come il padrino e il cacciatore". e io dico "beati loro, ma non vivo negli anni 70". bisogna essere realistici e fare pace con se stessi e con il mondo, ma bisogna anche essere onesti e cercare quel che di buono c'è anche oggi. un film come joker che incassa 900 milioni di dollari non è una bella cosa? lo chiedo a chi vorrebbe vedere più pellicole hollywoodiane rischiose, provocatorie, "artistiche", non lo chiedo ai cinefili "duri e puri" che tanto sputano anche su film come joker. il fatto che oggi esistano realtà alternative come netflix che può permettersi di produrre un film come the irishman, non è una buona notizia?

e allora, perché cagare sempre il cazzo ai supereroi della marvel che già hanno il problema di girare vestiti come degli scemi? asd
  • 0

#475 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7112 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 14:52

Cine non voglio tediarti con le solite manfrine, però son contento che Scorsese mi dia ragione asd


  • 0

#476 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 15:06

Cine non voglio tediarti con le solite manfrine, però son contento che Scorsese mi dia ragione asd


ora però se gli stronchi il film perché la CGI è invadente non va bene ashd
  • 0

#477 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7112 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 15:08

Stasera vado a vederlo e poi ti saprò dire, ma a me è piaciuta anche la seconda trilogia di Star Wars eh dove la CGI è abbastanza abominevole.


  • 0

#478 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6252 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 15:18

...


Seinfeld-had-enough-walks-out-cinema-the
  • 0

#479 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2019 - 15:27

lo so che tu ci sguazzi in queste polemiche, ma voglio ugualmente chiedertelo: perché non puoi vivere serenamente fregandotene se gli avengers incassano 2 miliardi di dollari?

dimmi che soddisfazione o piacere provi a venire a sbatterci in faccia il tuo libretto rosso e a puntare il dito su un mondo devastato da una apocalisse culturale ed antropologica che ti inorridisce

guarda, apprezzerei di più una risposta semplice, ma sincera come "mi diverto"
  • 0

#480 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1622 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 06 novembre 2019 - 15:40

per quanto riguarda il punto 2, penso che scorsese si sia esposto solo ora - non è da un giorno infatti che il cinema commerciale si è evoluto in questa direzione - per denunciare la fine di hollywood come l'aveva conosciuta ed in parte costruita, perché si è accorto che l'industria è ormai arrivata ad un punto-limite: non c'è (quasi) più alcun spazio nel mondo hollywoodiano per prodotti che esulano dal cinema dei franchise. qualcosa di analogo lo ha detto anche coppola, poco tempo fa. è vero, è la realtà, lo sappiamo tutti. ma quel che testimonia la vicenda di the irishman è che al di fuori del cinema, tramite altri mezzi ed altri canali, c'è ancora spazio per queste produzioni. scorsese forse non riesce a farsene una ragione che il suo film verrà visto più sugli schermi dei computer che sugli schermi cinematografici, ma l'importante è che il suo film si veda, che esista. il cinema come lo conoscevamo nel secolo scorso, non esiste più. il cinema è ormai solo uno dei mezzi attraverso cui vengono pensati, ideati, costruiti, distribuiti i prodotti audiovisivi. e se cambia il mezzo, cambia anche il linguaggio

io comunque non vedo una fine del cinema come arte tanto caro a scorsese e a voi forumisti/cinefili. mi sembra che i festival europei godano di ottima salute, che le produzioni non manchino. anzi, sono venute alla luce cinematografie che in passato non avevano granché voce come quelle africane

il cinema hollywoodiano ha smesso di portare avanti l'utopia di arte + dollari della new hollywood tanto tempo fa: arriviamo un po' tardi a stupirci. theman mi dice sempre: "negli anni 70 il corrispettivo dei blockbusters odierni erano film come il padrino e il cacciatore". e io dico "beati loro, ma non vivo negli anni 70". bisogna essere realistici e fare pace con se stessi e con il mondo, ma bisogna anche essere onesti e cercare quel che di buono c'è anche oggi. un film come joker che incassa 900 milioni di dollari non è una bella cosa? lo chiedo a chi vorrebbe vedere più pellicole hollywoodiane rischiose, provocatorie, "artistiche", non lo chiedo ai cinefili "duri e puri" che tanto sputano anche su film come joker. il fatto che oggi esistano realtà alternative come netflix che può permettersi di produrre un film come the irishman, non è una buona notizia?

e allora, perché cagare sempre il cazzo ai supereroi della marvel che già hanno il problema di girare vestiti come degli scemi? asd

 

Cine questo punto due era il sogno utopico positivista futurista all'alba dei primi OTT, ma basta farsi un giro sul catalogo di uno dei principali per vedere quanto spazio trovino le cose autoriali belle come teorizzi tu. E se lo trovano, non è detto che passino indenni attraverso le mani di netflix, che mette bocca ovunque anche quando non lo dice o non lo fa [perchè se vuoi vendere un prodotto a netflix delle linee guida te le fai dare].


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq