Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Il Dubbio


  • Please log in to reply
42 replies to this topic

#21 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7184 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:22

Non per niente ho parlato di luoghi di riferimento, in molti posti del mondo vivono ora le condizioni e le dinamiche che noi abbiamo vissuto 50 anni o 200 anni fa, a seconda degli stati che metti a confronto. E' il concetto di "macchina del tempo" di cui parla Russell nei Saggi Scettici, è possibile tornare indietro nel tempo andando in una miniera in Africa e capire come se la passavano i nostri di minatori, considerando che adesso ad esempio in Sud Africa lottano grossomodo per gli stessi diritti.

ra tutto molto più schematico: nascevi contadino e morivi contadino se proprio vogliamo semplificare il tutto.


E' una semplificazione fuorviante, perché non mette in luce che se nascevi contadino semplice al servizio di un padrone, quello poteva comunque mandarti via quando voleva e in tal caso prendevi il tuo unico paio di scarpe i tuoi stracci e ti cercavi un altro padrone. Che poi ci fossero i padroni buoni che ti trattavano come un membro della famiglia posso anche crederci, ma la sicurezza non era insita nel fatto che nascevi e morivi contadino, perché sostanzialmente potevi anche morire di fame.
Le eccezioni c'erano anche un tempo, leggiti la storia di Charlie Chaplin e capirai che anche allora, e come sempre è stato, uno poteva nascere pezzente e diventare una personalità altissima. Il capitalismo da questo punto di vista secondo me non ha modificato determinati processi e fenomeni, li ha solo resi indefinitamente più veloci, e per questo a volte brutti e difficili da accettare per chi li subisce negativamente.
  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#22 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5064 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:29

Certo che ti poteva cacciare, ma non puoi dirmi che la vita lavorativa era dinamica e varia come quella di oggi. Che poi ci fossero le eccezioni è ovvio, ma si tratta appunto di eccezioni e non della regola.
  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#23 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84081 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:30

Sì, ma non confondere il quotidiano e la sua ripetitività con la certezza intesa in un senso ben più profondo, altrimenti è ovvio che il discorso cambia.


Ganzfeld è sempre tutto abbastanza relativo

ricordo che in una discussione sulla casa reese (mi pare) diceva "ma chi la vuole una casa fissa? è una cosa che mi angoscia"

all'estero molti la pensano così come reese, in Italia siamo attaccati alla casa come la lumaca al guscio, al lavoro fisso e tutto il resto; questo determina alcune dinamiche da cui derivano molti dei problemi che ora combattiamo a livello politico (pensioni e altro)

non sto dando un giudizio, io da bravo italiano pure sono così

questo per quanto riguarda i problemi futili

per quelli più seri come ad esempio le malattie ti dico che sempre di cose relative si tratta; se attorno a te c'è un'epidemia e giorno per giorno ti crepano tutte le persone vicine ad un certo punto non ci fai manco caso, è un esempio diverso ma ricordo che ad esempio da ragazzo i morti per overdose hanno smesso di impressionarmi

è difficile fare un discorso assoluto sui problemi perché a volte c'è una componente reale, altre volte è mentale, altre ancora è reale ma nascosta nel senso che ad esempio nella nostra epoca ci sono tante malattie derivate dal benessere e visto che conducono alla morte tanto quanto la peste non mi sembrano poi idiozie
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#24 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84081 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:36

guarda quando fai volontariato o il servizio civile ti rendi conto che c'è chi soffre davvero e non perché non può permettersi 25 cd al posto di 3; cambia però poco nel senso che quando sei da solo lontano da quel dramma ti fermi a riflettere e vorresti cmq 25 cd, e non c'è cazzo che tenga, e non è detto che a livello di percezione la tua sofferenza sia inferiore a quella di un malato di tumore (vabbeh ho estremizzato ma è per capirci)
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#25 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7184 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:37

Certo che ti poteva cacciare, ma non puoi dirmi che la vita lavorativa era dinamica e varia come quella di oggi. Che poi ci fossero le eccezioni è ovvio, ma si tratta appunto di eccezioni.


La dinamicità viene concepita come libertà, poi può essere concepita anche come insicurezza, ma anche questo varia a seconda degli stati che consideriamo. In Giappone ad esempio la scelta di cosa farai da grande è vincolata alla scuola in cui vieni piazzato alle elementari. E' una caratteristica che ammazza la dinamicità del mercato del lavoro ma mi sa che ammazza anche qualcos'altro, non credo sia solo una correlazione il fatto che il Giappone abbia il più alto tasso di suicidi al mondo. In Germania da quello che so c'è una via di mezzo, in base alla scuola che scegli alle superiori le tue scelte successive risultano quasi vincolate (ora magari qualcuno mi correggerà). Da noi tra i giovani c'è l'abitudine di cambiare miliardi di volte corso o percorso lavorativo, e non la vedo come una cosa sbagliata, del resto se devi farlo poi per una vita almeno è giusto che ti sia data questa dinamicità per poter cambiare in corsa se non ti piace più quello che facevi prima. Ovviamente è un gioco anche questo rischioso, e molte persone subiscono questa dinamicità perché in realtà non sanno mai bene cosa vogliono e forse avrebbero preferito fin dall'inizio avere meno possibilità di scelta, magari avrebbero avuto le idee più chiare. Ma chi può dire quale sistema sia migliore? Purtroppo l'infelicità e l'insoddisfazione ci sarà sempre.
  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#26 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84081 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:38

Da noi tra i giovani c'è l'abitudine di cambiare miliardi di volte corso o percorso lavorativo,


??????
scherzi vero?
hai presente all'estero che opportunità hai di mollare il lavoro anche a 40 anni per fare un corso?
insomma per riciclarti

in questo siamo il paese peggiore che abbia mai visto; che poi alcuni cambino lavoro perché lo perdono è ovvio ma per scelta personale non è proprio la prassi
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#27 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5064 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:44


Sì, ma non confondere il quotidiano e la sua ripetitività con la certezza intesa in un senso ben più profondo, altrimenti è ovvio che il discorso cambia.


Ganzfeld è sempre tutto abbastanza relativo

ricordo che in una discussione sulla casa reese (mi pare) diceva "ma chi la vuole una casa fissa? è una cosa che mi angoscia"

all'estero molti la pensano così come reese, in Italia siamo attaccati alla casa come la lumaca al guscio, al lavoro fisso e tutto il resto; questo determina alcune dinamiche da cui derivano molti dei problemi che ora combattiamo a livello politico (pensioni e altro)

non sto dando un giudizio, io da bravo italiano pure sono così

questo per quanto riguarda i problemi futili

per quelli più seri come ad esempio le malattie ti dico che sempre di cose relative si tratta; se attorno a te c'è un'epidemia e giorno per giorno ti crepano tutte le persone vicine ad un certo punto non ci fai manco caso, è un esempio diverso ma ricordo che ad esempio da ragazzo i morti per overdose hanno smesso di impressionarmi

è difficile fare un discorso assoluto sui problemi perché a volte c'è una componente reale, altre volte è mentale, altre ancora è reale ma nascosta nel senso che ad esempio nella nostra epoca ci sono tante malattie derivate dal benessere e visto che conducono alla morte tanto quanto la peste non mi sembrano poi idiozie

Certo che è relativo, uno come ho già detto può essere contento del fatto che ora come ora tutto sia in continua evoluzione come può esserne spaventato, ma ci sono comunque degli aspetti che sono oggettivamente negativi dall' una e dall' altra parte. L' esempio che hai fatto sulla casa è per me sbagliato: quella non è incertezza, è voglia di libertà e cambiamento, che è diverso. Sarebbe stata una mancanza di sicurezza se l' utente in questione avesse avuto il dubbio di avere in futuro una casa o meno e non di cambiarla.

guarda quando fai volontariato o il servizio civile ti rendi conto che c'è chi soffre davvero e non perché non può permettersi 25 cd al posto di 3; cambia però poco nel senso che quando sei da solo lontano da quel dramma ti fermi a riflettere e vorresti cmq 25 cd, e non c'è cazzo che tenga, e non è detto che a livello di percezione la tua sofferenza sia inferiore a quella di un malato di tumore (vabbeh ho estremizzato ma è per capirci)

Infatti non sopporto chi dice frasi come "Pensa a chi muore di fame in Africa", perchè, a parte che c' è anche gente che sta mille volte meglio di noi, se uno è triste è triste, e non deve renderne conto a nessuno, malato di tumore o bambino morente inclusi.
  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#28 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84081 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:46

L' esempio che hai fatto sulla casa è per me sbagliato: quella non è incertezza, è voglia di libertà e cambiamento, che è diverso. Sarebbe stata una mancanza di sicurezza se l' utente in questione avesse avuto il dubbio di avere in futuro una casa o meno e non di cambiarla.


l'italiano tipo è molto attaccato a certe cose: la mamma, la casa, il lavoro fisso, la moglie che gli fa da seconda mamma, ecc.

sicurezza in quel senso (non è una critica ma una constatazione, io pure sono legato alla casa per quanto sembri una stalla asd)

sul lavoro dinamico direi che in Italia siamo molto indietro e questo deriva anche da una scarsa propensione dei singoli lavoratori
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#29 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5064 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:47

guarda quando fai volontariato o il servizio civile ti rendi conto che c'è chi soffre davvero e non perché non può permettersi 25 cd al posto di 3; cambia però poco nel senso che quando sei da solo lontano da quel dramma ti fermi a riflettere e vorresti cmq 25 cd, e non c'è cazzo che tenga, e non è detto che a livello di percezione la tua sofferenza sia inferiore a quella di un malato di tumore (vabbeh ho estremizzato ma è per capirci)

Infatti non sopporto chi dice frasi come "Pensa a chi muore di fame in Africa", perchè, a parte che c' è anche gente che sta mille volte meglio di noi, se uno è triste è triste, e non deve renderne conto a nessuno, malato di tumore o bambino morente che sia.
  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#30 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84081 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:49




guarda quando fai volontariato o il servizio civile ti rendi conto che c'è chi soffre davvero e non perché non può permettersi 25 cd al posto di 3; cambia però poco nel senso che quando sei da solo lontano da quel dramma ti fermi a riflettere e vorresti cmq 25 cd, e non c'è cazzo che tenga, e non è detto che a livello di percezione la tua sofferenza sia inferiore a quella di un malato di tumore (vabbeh ho estremizzato ma è per capirci)

Infatti non sopporto chi dice frasi come "Pensa a chi muore di fame in Africa", perchè, a parte che c' è anche gente che sta mille volte meglio di noi, se uno è triste è triste, e non deve renderne conto a nessuno, malato di tumore o bambino morente inclusi.


anche perché, pur vedendo uno senza gambe, tu rimani sempre nel tuo corpo e partecipi al tuo di dramma, certo non al suo; è comunque un'esperienza educativa
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#31 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5064 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:53


L' esempio che hai fatto sulla casa è per me sbagliato: quella non è incertezza, è voglia di libertà e cambiamento, che è diverso. Sarebbe stata una mancanza di sicurezza se l' utente in questione avesse avuto il dubbio di avere in futuro una casa o meno e non di cambiarla.


l'italiano tipo è molto attaccato a certe cose: la mamma, la casa, il lavoro fisso, la moglie che gli fa da seconda mamma, ecc.

sicurezza in quel senso (non è una critica ma una constatazione, io pure sono legato alla casa per quanto sembri una stalla asd)

Infatti, tutti abbiamo alcune cose che sono importanti (che siano la madre o i soldi) e che quindi sentiamo minacciate. E dal quel punto di vista non c' è persona al mondo (a parte un masochista) che sarebbe contento di non avere certezze su ciò che gli sta più a cuore.


Certo che ti poteva cacciare, ma non puoi dirmi che la vita lavorativa era dinamica e varia come quella di oggi. Che poi ci fossero le eccezioni è ovvio, ma si tratta appunto di eccezioni.


La dinamicità viene concepita come libertà, poi può essere concepita anche come insicurezza, ma anche questo varia a seconda degli stati che consideriamo. In Giappone ad esempio la scelta di cosa farai da grande è vincolata alla scuola in cui vieni piazzato alle elementari. E' una caratteristica che ammazza la dinamicità del mercato del lavoro ma mi sa che ammazza anche qualcos'altro, non credo sia solo una correlazione il fatto che il Giappone abbia il più alto tasso di suicidi al mondo. In Germania da quello che so c'è una via di mezzo, in base alla scuola che scegli alle superiori le tue scelte successive risultano quasi vincolate (ora magari qualcuno mi correggerà). Da noi tra i giovani c'è l'abitudine di cambiare miliardi di volte corso o percorso lavorativo, e non la vedo come una cosa sbagliata, del resto se devi farlo poi per una vita almeno è giusto che ti sia data questa dinamicità per poter cambiare in corsa se non ti piace più quello che facevi prima. Ovviamente è un gioco anche questo rischioso, e molte persone subiscono questa dinamicità perché in realtà non sanno mai bene cosa vogliono e forse avrebbero preferito fin dall'inizio avere meno possibilità di scelta, magari avrebbero avuto le idee più chiare. Ma chi può dire quale sistema sia migliore? Purtroppo l'infelicità e l'insoddisfazione ci sarà sempre.

Ma infatti nessuno sta parlando di sistema migliore o peggiore, ma del fatto che esso sia cambiato con relativi pro e contro.



guarda quando fai volontariato o il servizio civile ti rendi conto che c'è chi soffre davvero e non perché non può permettersi 25 cd al posto di 3; cambia però poco nel senso che quando sei da solo lontano da quel dramma ti fermi a riflettere e vorresti cmq 25 cd, e non c'è cazzo che tenga, e non è detto che a livello di percezione la tua sofferenza sia inferiore a quella di un malato di tumore (vabbeh ho estremizzato ma è per capirci)

Infatti non sopporto chi dice frasi come "Pensa a chi muore di fame in Africa", perchè, a parte che c' è anche gente che sta mille volte meglio di noi, se uno è triste è triste, e non deve renderne conto a nessuno, malato di tumore o bambino morente inclusi.


anche perché, pur vedendo uno senza gambe, tu rimani sempre nel tuo corpo e partecipi al tuo di dramma, certo non al suo; è comunque un'esperienza educativa

Anche perchè potrebbe essere quello senza gambe a fare il discorso inverso: non è giusto che io sia così felice, c' è chi ha tutte e due le gambe asd Ma comunque solitamente questi discorsi vengono usati in maniera difensiva: sapere che altra gente sta peggio di noi ci fa sentire meglio, a differenza del sapere che ci sono persone che stanno in una condizione migliore.
  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#32 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84081 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:56

Infatti, tutti abbiamo alcune cose che sono importanti (che siano la madre o i soldi) e che quindi sentiamo minacciate. E dal quel punto di vista non c' è persona al mondo (a parte un masochista) che sarebbe contento di non avere certezze su ciò che gli sta più a cuore.


sì e no

prendi il lavoro: per me il venditore tipico e bravo (io forse farei molta fatica anche se un giorno mi piacerebbe provare) ha un'indole diversa dall'impiegato delle poste, gli piace mettersi in gioco ogni giorno, basare il proprio risultato sul proprio operato, avere poche certezze per potere avere sempre stimoli

la certezza spesso appiattisce, poi certo c'è chi vuole fare una vita il meno movimentata possibile ma non è così per tutti

in Italia per me un grosso problema della classe imprenditoriale è che è poco dinamica, altro che tasse dai, è gente che ha le pretese di un impiegato del catasto ma vuole aprire le aziende, manca la spinta a creare; l'esempio riportato qua in vota la trippa l'altro giorno è significativo, un datore che per campare vorrebbe obbligare i dipendenti a lavorare gratis, ma ammazzati cane!
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#33 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84081 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 13:59

Ma comunque solitamente questi discorsi vengono usati in maniera difensiva: sapere che altra gente sta peggio di noi ci fa sentire meglio, a differenza del sapere che ci sono persone che stanno in una condizione migliore.


bisognerebbe proporre il servizio civile a casa della famiglia Agnelli asd
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#34 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9531 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 12 luglio 2013 - 14:02


Infatti, tutti abbiamo alcune cose che sono importanti (che siano la madre o i soldi) e che quindi sentiamo minacciate. E dal quel punto di vista non c' è persona al mondo (a parte un masochista) che sarebbe contento di non avere certezze su ciò che gli sta più a cuore.


sì e no

prendi il lavoro: per me il venditore tipico e bravo (io forse farei molta fatica anche se un giorno mi piacerebbe provare) ha un'indole diversa dall'impiegato delle poste, gli piace mettersi in gioco ogni giorno, basare il proprio risultato sul proprio operato, avere poche certezze per potere avere sempre stimoli

la certezza spesso appiattisce, poi certo c'è chi vuole fare una vita il meno movimentata possibile ma non è così per tutti

in Italia per me un grosso problema della classe imprenditoriale è che è poco dinamica, altro che tasse dai, è gente che ha le pretese di un impiegato del catasto ma vuole aprire le aziende, manca la spinta a creare; l'esempio riportato qua in vota la trippa l'altro giorno è significativo, un datore che per campare vorrebbe obbligare i dipendenti a lavorare gratis, ma ammazzati cane!


Il problema è quando gli imprenditori (dinamici) pretendono che tu impiegato ti comporti come loro asd
Qua a nordest il problema è l'eccesso di dinamismo, altro che poste...
  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#35 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84081 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 14:05


Il problema è quando gli imprenditori (dinamici) pretendono che tu impiegato ti comporti come loro asd


beh quello veneto dell'altro giorno pretendeva un dinamismo un pochino atipico (lavorare gratis) ma in generale se hai assunto una persona a certe condizioni che puoi pretendere?
diciamo che la normativa italiana sul lavoro ha favorito questa scarsa dinamicità e scarsa propensione all'innovazione ma ora non si può cambiare da un giorno all'altro eh
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#36 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9531 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 12 luglio 2013 - 14:17

beh quello veneto dell'altro giorno pretendeva un dinamismo un pochino atipico (lavorare gratis) ma in generale se hai assunto una persona a certe condizioni che puoi pretendere?


quando una parte sola ha il coltello dalla parte del manico il contratto conta pochetto eh... ricordiamo anche le esperienze di Eleanor (che però non aveva contratto, mi pare) e quelle di Noir in pizzeria.

diciamo che la normativa italiana sul lavoro ha favorito questa scarsa dinamicità e scarsa propensione all'innovazione ma ora non si può cambiare da un giorno all'altro eh


Io vivo la situazione opposta, iperdinamismo, ribollire di idee e novità... certi giorni vorresti proprio fare lavori manuali, a mente spenta... non posso proprio capire la situazione generale italiana.
  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#37 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84081 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 14:46


beh quello veneto dell'altro giorno pretendeva un dinamismo un pochino atipico (lavorare gratis) ma in generale se hai assunto una persona a certe condizioni che puoi pretendere?


quando una parte sola ha il coltello dalla parte del manico il contratto conta pochetto eh... ricordiamo anche le esperienze di Eleanor (che però non aveva contratto, mi pare) e quelle di Noir in pizzeria


Sì ma difatti è giusto così, con certi soggetti le garanzie sono sempre poche

meglio uno stato senza lavoro che uno stato di sfruttati
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#38 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11549 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 15:45

La quotidianità di un lavoratore di 50 anni fà era comunque frustante come la quotidianità di un direttore di un centro commerciale di oggi, non è questo il mio dubbio, piuttosto è legato a quello che poteva essere stimolante a livello umano per le due personalità storiche suddette, percepisco come uno sfibramento volitivo negli ultimi anni che rende asettico e impersonale il piacere e la soddisfazione. Per dirla in breve è come se fossimo tutti attori di un film porno di cui non ci interessa chi sia il partner
  • -2

#39 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7184 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 16:30

Per dirla in breve è come se fossimo tutti attori di un film porno di cui non ci interessa chi sia il partner


Calma un attimo, questo semmai è l'obiettivo finale. asd
  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#40 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5064 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2013 - 18:39


Infatti, tutti abbiamo alcune cose che sono importanti (che siano la madre o i soldi) e che quindi sentiamo minacciate. E dal quel punto di vista non c' è persona al mondo (a parte un masochista) che sarebbe contento di non avere certezze su ciò che gli sta più a cuore.


sì e no

prendi il lavoro: per me il venditore tipico e bravo (io forse farei molta fatica anche se un giorno mi piacerebbe provare) ha un'indole diversa dall'impiegato delle poste, gli piace mettersi in gioco ogni giorno, basare il proprio risultato sul proprio operato, avere poche certezze per potere avere sempre stimoli

la certezza spesso appiattisce, poi certo c'è chi vuole fare una vita il meno movimentata possibile ma non è così per tutti

in Italia per me un grosso problema della classe imprenditoriale è che è poco dinamica, altro che tasse dai, è gente che ha le pretese di un impiegato del catasto ma vuole aprire le aziende, manca la spinta a creare; l'esempio riportato qua in vota la trippa l'altro giorno è significativo, un datore che per campare vorrebbe obbligare i dipendenti a lavorare gratis, ma ammazzati cane!

Ma il mettersi in gioco sul lavoro fa parte del lavoro stesso ed è anche in questo caso più che altro una libertà intrinseca invece che un dubbio visto in maniera negativa. Per incertezza in ambito lavorativo intendo il fatto di non sapere se la propria azienda sarà ancora aperta il prossimo anno per esempio. Un imprenditore, solitamente è stimolato a percorrere nuove vie e a potersi mettere in gioco (a differenza appunto dell' impiegato postale), ma dubito che qualcuno di essi sia contento del fatto che la propria impresa potrebbe fallire con tutte le conseguenze che ricadranno su sè stesso e sui propri dipendenti.

La quotidianità di un lavoratore di 50 anni fà era comunque frustante come la quotidianità di un direttore di un centro commerciale di oggi, non è questo il mio dubbio, piuttosto è legato a quello che poteva essere stimolante a livello umano per le due personalità storiche suddette, percepisco come uno sfibramento volitivo negli ultimi anni che rende asettico e impersonale il piacere e la soddisfazione. Per dirla in breve è come se fossimo tutti attori di un film porno di cui non ci interessa chi sia il partner

Bauman dice una cosa molti simile parlando dell' uomo post-moderno come caraterizzato da rapporti frammentari e discontinui, in cui il prossimo viene considerato come un mero fornitore di sensazioni, un involucro che una volta utilizzato può essere messo da parte e accartocciato, evitando così qualsiasi responsabilità di tipo morale.
  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq