Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

«L'Italia Deve Uscire Dall'Euro» (Il Libro)


  • Please log in to reply
39 replies to this topic

#21 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82925 Messaggi:

Inviato 30 maggio 2013 - 16:52

no quali borboni, facevan gli interessi solo di napoli


max dai almeno tu che sei una via di mezzo

se non siamo seri poi i moderatori chiudono e hanno ragione
  • 0

#22 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13969 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 30 maggio 2013 - 16:54

c'hanno perso tempo a non chiudere
  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#23 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10025 Messaggi:

Inviato 30 maggio 2013 - 17:03

Mi sembra geniale, il forum è pieno di esperti opinionisti che già più volte hanno detto la loro a riguardo. Lassi chiedigli la disponibilità a mettere per iscritto tutto ciò che hanno da dire sull'argomento, poi tu riordini il materiale e lo pubblichi, magari farai gran soldi.


con la prefazione di Simon però
  • 0

#24 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82925 Messaggi:

Inviato 30 maggio 2013 - 17:06

guardate che siete davvero dei disfattisti eh!

ore e ore buttate a parlare di robe inutili e a scrivere CRillo la gggggente e altre cagate del genere con Incidente che è l'unico che da questa situazione guadagna (essendo parte del PD, la parte migliore) e una volta che cerco di convogliare gli sforzi comuni in qualcosa che potrebbe alzare dei soldi nulla, vi tirate indietro
  • 1

#25 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36750 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 30 maggio 2013 - 17:29

Franci scriverebbe un libro che farebbe tremare le pareti del potere
  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#26 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13969 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 30 maggio 2013 - 17:38

Franci scriverebbe un libro che farebbe tremare le pareti del potere

e con il motore di schietti l'italia diventerebbe piu ricca della svergegia col petrolio
  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#27 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21917 Messaggi:

Inviato 30 maggio 2013 - 21:09

ci mettiamo anche una maglietta di lassy in omaggio?
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#28 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82925 Messaggi:

Inviato 30 maggio 2013 - 21:20

:-(
tasto dolente

il genio che è dietro le magliette di lassy ha un progetto molto più nobile (anche se alla fine lo fa per soldi): tapis roulant per non vedenti (con dei sensori sulla cintura che avvisano della posizione)

quindi ho abbandonato il colpo

edit: cmq dai chiudiamo pure, aspettiamo che qualche coglione abbia questa idea (quel calascione di Saviano ne ha già messe a segno un paio partendo da cose ovvie) e vediamolo diventare ricco mentre noi continuiamo a sperare che arrestino super-Silvio o a ridere come dei gonzi per CRillo

e Oblomov ha il coraggio di chiedere meno tasse per gli imprenditori, è il cervello che fa la differenza e non le tasse, tsk
  • 1

#29 Franzz

Franzz

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 855 Messaggi:

Inviato 30 maggio 2013 - 21:54

Oblomov ha il coraggio di chiedere meno tasse per gli imprenditori, è il cervello che fa la differenza e non le tasse, tsk[/size][/font][/color]


Una delle cose più sagge scritte su questa sezione.

Comunque l'idea è ottima, se riuscissimo a metterlo sugli scaffali all'autogrill a 9,90€ al milione di incasso ci arriviamo.
  • 0

#30 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16418 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 31 maggio 2013 - 08:39

:-(
tasto dolente

il genio che è dietro le magliette di lassy ha un progetto molto più nobile (anche se alla fine lo fa per soldi): tapis roulant per non vedenti (con dei sensori sulla cintura che avvisano della posizione)

quindi ho abbandonato il colpo

edit: cmq dai chiudiamo pure, aspettiamo che qualche coglione abbia questa idea (quel calascione di Saviano ne ha già messe a segno un paio partendo da cose ovvie) e vediamolo diventare ricco mentre noi continuiamo a sperare che arrestino super-Silvio o a ridere come dei gonzi per CRillo

e Oblomov ha il coraggio di chiedere meno tasse per gli imprenditori, è il cervello che fa la differenza e non le tasse, tsk


embè e che volevi fa la rivolu$ione? il forum è un baretto mentale
  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#31 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36750 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 31 maggio 2013 - 14:51


:-(
tasto dolente

il genio che è dietro le magliette di lassy ha un progetto molto più nobile (anche se alla fine lo fa per soldi): tapis roulant per non vedenti (con dei sensori sulla cintura che avvisano della posizione)

quindi ho abbandonato il colpo

edit: cmq dai chiudiamo pure, aspettiamo che qualche coglione abbia questa idea (quel calascione di Saviano ne ha già messe a segno un paio partendo da cose ovvie) e vediamolo diventare ricco mentre noi continuiamo a sperare che arrestino super-Silvio o a ridere come dei gonzi per CRillo

e Oblomov ha il coraggio di chiedere meno tasse per gli imprenditori, è il cervello che fa la differenza e non le tasse, tsk


embè e che volevi fa la rivolu$ione?


Immagine inserita
  • 2

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#32 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 31 maggio 2013 - 15:51

Oh a me dite quello che devo fare e io lo faccio. Chi siamo? Quelli a cui non interessa fuori per favore.
  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#33 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82925 Messaggi:

Inviato 31 maggio 2013 - 15:55

ma quelli che scrivono sempre non commentano neanche dai, è indecente
  • 0

#34 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36750 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 31 maggio 2013 - 15:58

Oh a me dite quello che devo fare e io lo faccio.


[m]http://www.youtube.com/watch?v=FXEI08gPkh8[/m]
  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#35 Tana delle Tigri

Tana delle Tigri

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2483 Messaggi:

Inviato 17 gennaio 2015 - 14:09

scusate se "ri-uppo" (é questo il termine giusto?) questo topic dal 2013, ma non ne ho trovati altri sulla moneta, e se avessi aperto una mi avreste indicato di usare il cerca.

 

Dunque, ad oggi pare che piú del 50% degli italiani voglia uscire. La Grecia viene vista come pericolo da tutti, in quanto sembra che sia il primo paese con relative chances di uscire veramente, ma in realtá Tsipras ha gia garantito di voler restare. 

 

Le idee del M5S sono parecchie confuse, ma il loro referendum sta avendo parecchio successo. (la fila per firmare a Milano) 

 

voi come la vedete oggi? 


  • 0

#36 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16418 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 17 gennaio 2015 - 14:38

bisogna parlarne secondo me. non penso sia la soluzione giusta, ma un piano b) bisogna averlo. L'europa non sta uscendo dalla crisi.

Le stime per l'anno prossimo già cominciano a peggiorare, saremo in deflazione e non ci sarà alcuna ripresa. Ci chiederanno altri aggiustamenti

e gli investimenti di juncker sono una favola. l'unica speranza è draghi, ovvero la svalutazione dell'euro. Per il resto è notte fonda. Quindi per quanto mi grillo sia velleitario (lui se ne guarda bene da cambiare le cose, gli bastano i click), in questo caso solleva un problema che esiste. 


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#37 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 17 gennaio 2015 - 14:55

Secondo me aveva senso uscire un paio di anni fa per evitare la svalutazione interna (cioè il massacro sociale operato da Monti e successori). Oggi ne ha molto meno perché la suddetta macelleria ha funzionato per la nostra posizione netta sull'estero, e siamo di avanzo di partite correnti sia in assoluto sia nei confronti dell'eurozona. Pertanto non è probabile che uno sganciamento comporti svalutazione, mentre una svalutazione politica comporterebbe un altro shock che ci possiamo risparmiare. Abbiamo margini per portare avanti politiche espansive e/o per colmare il gap di produttività con i paesi centrali restando nella moneta unica e facendo investimenti in deficit (cioè violando i trattati) o in pareggio (quello che vuole fare Tsipras in un contesto ben più difficile).


  • 0

#38 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16418 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 17 gennaio 2015 - 18:29

A me le condizioni sembrano ideali (bassa inflazione, euro in calo) per applicare misure espansive, abbiamo tutto da guadagnarci. Mi sembra invece veramente idiota uscire adesso, proprio per l'azione della BCE. Purtroppo i tedeschi non ci sentono.

 

Questa analisi (della Commissione) evidenzia intanto il macello che è stato fatto. Qualcuno qui dentro continuava a difendere

queste politiche recessive, dicendo che in Spagna funzionano..commentiamo insieme questo studio appena uscito. I dati sono

agghiaccianti, ed è incredibile che (Draghi a parte) non si faccia nulla. 

 

ROMA -"La crisi ha accresciuto il disagio finanziario e i livelli di debito delle famiglie, esacerbato la povertà e l'esclusione sociale, indebolito i legami sociali e spinto molte famiglie e molte persone ad affidarsi a un sostegno informale". Ed ecco i responsabili: "Il deterioramento della situazione sociale per un prolungato periodo di tempo ha avuto un impatto negativo sulla fiducia e sulla credibilità di governi e istituzioni e della loro capacità di farvi fronte".

Syriza? Podemos? Tsipras che chiude la campagna elettorale? I populisti di sinistra in genere? Niente affatto. Chi parla così è la Commissione di Bruxelles, in un documento ufficiale: il rapporto annuale sulla situazione sociale europea, appena uscito. Vi si racconta di un continente devastato dalla crisi e non si riesce a nascondere la macelleria sociale imposta dalle ricette scelte per affrontare la crisi. Un fallimento racchiuso in due numeri. Il Pil degli Stati Uniti, dove la crisi è nata, è oggi più alto dell'8 per cento rispetto al 2007, mentre quello europeo è ancora inferiore al livello di sette anni fa.

La Banca centrale europea si appresta, con ogni probabilità, a varare misure inedite e rivoluzionarie nei prossimi giorni, ma, per quanto coraggiosi, gli interventi di politica monetaria non possono, da soli, ribaltare il collasso della struttura sociale europea. Il mercato del lavoro, teatro in questi anni di drastici e, occasionalmente, brutali esperimenti che avrebbero dovuto

renderlo più fluido ed efficiente continua a mandare segnali di allarme. La disoccupazione è al 10 per cento e, secondo il rapporto, ci vorranno anni, prima che si torni alla situazione precrisi.

L'Italia ha perso 1 milione 200 mila posti di lavoro, la Spagna 3,4 milioni, la Grecia (su una popolazione di 10 milioni di abitanti) un milione. Le riforme non hanno impedito che i disoccupati a lungo termine raddoppiassero, in particolare fra i giovani. E la qualità del lavoro, anche quando c'è, continua a peggiorare.

In Europa, ci sono oltre 3 milioni di posti part time in più (una crescita dell'8 per cento) contro un crollo di nove milioni e mezzo nel conto dei contratti a tempo indeterminato (meno 5,2 per cento). In Spagna, la percentuale di part time sul totale dei contratti è aumentata di oltre un terzo, dall'11,6 per cento del 2007 al 15,8 per cento del 2013, mentre i contratti a tempo pieno perdevano dieci punti: dal 31,6 per cento del totale al 23,1 per cento. In Italia, il part time è salito dal 13,6 per cento del totale fino a sfiorare il 18 per cento. E il lavoro precario e instabile non sembra mantenere le promesse di assestamento. In Italia, il tasso di trasformazione di contratti part time in contratti a tempo pieno, dicono i dati Ue, oscilla fra il 20-25 per cento. E anche in Germania non siamo sopra il 40-45 per cento.

In ossequio all'ortodossia dominante, la Commissione non può fare a meno di mostrare apprezzamento per il progressivo spostamento della protezione sociale dalla difesa del posto di lavoro alla difesa di una vita di lavoro, attraverso il sostegno nella riqualificazione professionale. Ma, anche qui, molte sono le promesse tradite. La più ovvia: in circa metà degli Stati Ue la spesa in scuola ed educazione non è aumentata, è diminuita. Il risultato complessivo è, nei paesi più colpiti dalla crisi, un aggravarsi degli squilibri sociali.

In Italia, in Spagna, in Grecia, il 20 per cento più ricco della popolazione guadagna oggi sei-sette volte di più del restante 80 per cento. In ogni caso, neanche l'impegno riformatore può bastare, neppure coniugato con la politica monetaria, a rialzare l'Europa dal baratro della crisi. Il rapporto della Commissione riconosce, tra le righe, quanto molti economisti sostengono da tempo: c'è bisogno di margini più ampi nella politica di bilancio. L'ammodernamento delle istituzioni, la fluidificazione del mercato del lavoro, le liberalizzazioni dei mercati sono importanti, ma, dice il rapporto, "c'è da aspettarsi che abbiano un impatto limitato in un contesto di domanda debole".


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#39 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16418 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 17 gennaio 2015 - 18:33

Sempre da Repubblica, studio della Confindustria.

 

MILANO - L'insofferenza per le politiche di bilancio della Germania, la patria delle richieste di rigore nei confronti dei Paesi del Sud Europa simbolo della contabilità 'allegra', sono montate già da un po'. E' Confindustria a rincarare oggi la dose, con dati che mostrano quanto Berlino rischi di 'far male' ai suoi vicini se non regola le strategie dei suoi rapporti con l'estero.

"Con l'introduzione della moneta unica, si sono ampliati sia i surplus nei conti con l'estero dei Paesi con una debole dinamica della domanda interna e/o un favorevole andamento della competitività, come Germania e Paesi Bassi, sia, specularmente, i deficit di quelli con una vivace crescita della domanda e con costi e prezzi in maggiore aumento. In particolare ciò è accaduto nei Pigs (Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna) e, in misura minore, in Italia e Francia", dicono dal Centro studi di viale dell'Astronomia.

"Durante la crisi, i paesi periferici dell'Area euro hanno corretto rapidamente i loro deficit nei conti con l'estero, mentre i Paesi core non hanno fatto nulla per ridurre i loro surplus", aggiungono gli economisti, secondo cui "il saldo delle partite correnti italiano è passato dal -3,5% del Pil nel 2010 al +1,5% nel 2014 e quello spagnolo si è mosso dal -9,6% nel 2007 al +0,5%. La Germania, invece, l'ha mantenuto sostanzialmente invariato a un livello (7,1%) che è eccessivo sia secondo i più elementari principi economici sia in base alle soglie di allarme europee". 

Il cosiddetto six-pack, infatti, sancisce che un surplus non possa superare il 6% del Pil ("numero già alto" per il Centro studi Confindustria). "E' vero che il surplus della Germania verso il resto dell'Eurozona si è annullato (dal 2,9% del Pil nella prima metà del 2007), ma attraverso minore export verso gli altri paesi euro anzichè via maggiore import, che è invece calato".

Quindi, osserva ancora il Csc, "per aggiustare i conti i Paesi in deficit hanno dovuto recuperare competitività di prezzo e ridimensionare gli standard di vita, generando deflazione e riduzione della domanda che non sono state compensate, come sarebbe stato logico e opportuno, da politiche espansive nei paesi in surplus, Germania anzitutto. Risultato: domanda interna dell'Area euro più debole, occupazione e redditi più bassi. Insomma, minore benessere per tutti, compresi i tedeschi. E deflazione nell'intera Area: per combatterla la Bce deve correre ai ripari con misure che, da sole, non potranno bastare. Un quadro di fragilità e instabilità. Per uscirne occorre uno stimolo alla domanda interna attraverso la politica di bilancio. Stimolo che il piano Juncker non garantisce. Perciò - conclude la nota del Csc - servono una dinamica più vivace di prezzi, consumi e investimenti nei paesi in surplus, in particolare in Germania, in modo da riequilibrare il peso dell'aggiustamento e limitarne gli effetti negativi, di cui ormai risente la stessa economia tedesca".


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#40 Moontesquieu

Moontesquieu

    webmaster

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4473 Messaggi:
  • LocationLondra

Inviato 08 aprile 2015 - 16:53

Nei primi venti minuti della puntata di ieri di Focus economia Sebastiano Barisoni ha dato discrete mazzate alle teorie della fuoriuscita dall' Euro a cuor leggero. Se la sarà presa degli insulti sul blog di Grillo ashd http://www.radio24.i...untate#commenti


  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq